Un giocatore su PC, con il controller, domina i suoi avversari senza l’utilizzo della mira assistita

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Per i giocatori che utilizzano un controller per giocare su PC, l’aiuto sulla mira è fondamentale, permettendogli di utilizzare le levette analogiche per mirare più facilmente i propri obiettivi muniti di tastiera e mouse.
Il mouse offre ai giocatori PC un vantaggio significativo rispetto ai loro colleghi dotati di un controller, in quanto consente una maggiore precisione di movimento e di puntamento; ma un giocatore, con il controller, ha dimostrato e dominato, senza l’uso della mira assistita.

Una prova di grande abilità

In un video preso da una live streaming, il giocatore di Apex “Calamiti” si trova all’interno di una partita con ben 26 uccisioni, sulla piattaforma PC, che lo porterà successivamente alla vittoria.  Per quanto riguarda il motivo per cui gli piace giocare senza l’uso della mira assistita, Calamiti ha dichiarato: “In realtà non mi aiuta in nessuna situazione. Mi piace solo la sfida di non avere l’aiuto sulla mira, ed in più i giocatori che utilizzano una tastiera avranno la scusa che i giocatori con il controller sono bravi solo grazie alla mira assistita. Quindi se non ce l’hai attiva, e sei comunque bravo…“.

Puoi guardare il video di gameplay in questione qui sotto:

Calamiti mette a disposizione durante la sua streaming un’estensione che permette di far vedere i tasti del controller che preme in tempo reale, situato nella parte inferiore dello schermo, offrendo agli spettatori l’opportunità di vedere le sue incredibili capacità tecniche e la velocità con cui premi i bottoni.

Gli spettatori sono chiaramente impressionati dalla sue prestazioni, con alcuni che lo etichettano come “il miglior giocatore con il controller su PC”, mentre un altro utente lo definisce “il più talentuoso giocatore di Apex Legends” che abbia mai visto.

Claudio "MasterOkarìn" Rufino

Probabilmente è nata prima la passione di videogiocare che di me. I miei altri hobby principali sono la musica e la scrittura. Ho già detto che amo i videogiochi?