Patch notes Ranked Leagues Serie 4 di Apex Legends

Patch notes Ranked Leagues Serie 4 di Apex Legends

Profilo di Berserker
 WhatsApp

Respawn ha pubblicato ufficialmente le patch notes delle Ranked Leagues Serie 4, scopriamo insieme i dettagli.

Patch notes Ranked Leagues Serie 4

Un saluto a tutti dai progettisti della modalità Classificata di Apex Legends™. Siamo di nuovo qui oggi per parlarvi della Serie 4. Come sempre faremo un riepilogo degli obiettivi, discuteremo i traguardi raggiunti e vi daremo un assaggio della nuova serie, che inizierà il 12 maggio.

Un riassunto

  • Il sistema delle divisioni ha funzionato come speravamo. Ci sarà un reset dopo le prime 6 settimane, come nella serie precedente.
  • La divisione tra Master e Predatore Apex ha sortito gli effetti desiderati.
  • Il reset ha incoraggiato gli utenti a continuare a giocare.
  • Il cambio di mappa a metà stagione ha mantenuto vivo l’interesse dei giocatori. Per questo motivo abbiamo deciso di riproporvelo nella nuova serie.

Serie 3 – Risultati

Vogliamo soffermarci brevemente sugli obiettivi della modalità Classificata e commentare i risultati della Serie 3. L’evoluzione della modalità Classificata ci è sembrata piuttosto lineare finora, ma continueremo ad apportare modifiche laddove necessario.

  • Creare un metro di misura per le abilità in Apex Legends
            Per gli utenti che hanno giocato in modalità Classificata per più di 5 ore, dal 23 aprile la distribuzione è la seguente:

    • 17,54% Bronzo (prima 3,9%)
    • 27,2% Argento (prima 29,1%)
    • 33,72% Oro (prima 35,3%)
    • 18,82% Platino (prima 23,6%)
    • 2,51% Diamante (prima 7,1%)
    • 0,2% Master e Predatore Apex (prima 0,2%)
      Vi ricordiamo che il grado Predatore Apex è riservato ai migliori 500 giocatori di ciascuna piattaforma. Questa seconda divisione sembra aver lasciato molti più giocatori a Bronzo, anche dopo aver escluso dai nostri calcoli coloro che hanno giocato per meno di 5 ore in totale. Per i gradi più alti, però, la distribuzione dei giocatori sembra più adeguata in termini di abilità.
  • Premiare i giocatori più competitivi per il loro impegno
            Nell’ultima serie abbiamo ritoccato il sistema delle scie, trasformandole in ricompense a tempo limitato. Siamo ancora convinti di aver fatto la scelta giusta, dal momento che l’unica vera ricompensa al termine di ogni serie è il grado che raggiungete grazie al vostro impegno. Continueremo a tenere d’occhio il modo in cui le scie vengono usate e riprenderemo l’argomento nella prossima stagione.
  • Garantire l’integrità della competizione attraverso un matchmaking basato sulle abilità
            Il matchmaking basato sui PC continua a rendere la lotta ancora più serrata nei piani alti di ciascun grado. Abbiamo quindi deciso di lasciare il sistema così com’è.
  • Regalare ai giocatori più esperti una competizione che sia all’altezza della propria bravura
            Il grado Master ci ha aiutato a far sì che solo i giocatori più abili in assoluto arrivassero a Predatore Apex. Siamo soddisfatti dell’esclusività del grado Predatore Apex e del modo in cui influenza la competizione per quei giocatori che vogliono arrivare in cima e restarci.

Serie 4 – Cosa non cambierà

Divisioni

Il sistema delle divisioni rimarrà invariato. Il cambio di mappa e il leggero reset hanno funzionato come speravamo, mantenendo inoltre alto l’interesse nell’arco dell’intera stagione. Proprio come nella quarta stagione, ci sarà un cambio di mappa a metà serie. Partiremo dal Canyon dei Re, per poi spostarci a Confini del Mondo all’inizio della seconda divisione il 23 giugno.

Punteggio, costo di ingresso e assist

Crediamo che anche questi sistemi vadano bene così come sono, perciò non subiranno alcuna modifica. Monitoreremo comunque l’avanzamento dei giocatori per l’intera serie.

Tolleranza sconfitta

Nelle ultime due stagioni abbiamo ricevuto molte domande sull’argomento, perciò ci piacerebbe chiarire alcuni punti entrando un po’ più nel dettaglio.

Come regola di base, se non siete sicuri di avere diritto alla tolleranza vi consigliamo di dare un’occhiata al menu di abbandono della partita prima che veniate eliminati. Se il messaggio è il seguente:

siete liberi di andare.

Se invece vedete uno di questi:

incorrerete in una penalità se deciderete comunque di uscire.

Per aiutarvi a capire meglio come funziona il sistema, ecco un’analisi delle regole:

Definizioni

Tolleranza sconfitta: Si tratta di una concessione grazie alla quale un’eventuale perdita di PC viene annullata. Ad esempio, in una partita Diamante in cui siete arrivati ultimi ma avete eseguito due uccisioni, normalmente perdereste 28 PC (-48 per il costo di ingresso e +20 per le uccisioni eseguite, per una perdita totale di 28 PC). Grazie alla tolleranza sconfitta, la perdita verrebbe riportata a 0 PC. Attenzione, però: la tolleranza viene applicata solo nei casi in cui una partita si concluderebbe con una perdita di PC. Se nell’esempio appena citato eseguiste 5 uccisioni e aveste la tolleranza, finireste comunque con +2 PC.

Abbandono: L’atto di lasciare una partita prima che sia finita per voi, quando non vi è concessa la tolleranza sconfitta. “Prima che sia finita per voi” significa che siete ancora in grado di portare a termine la partita (ancora vivi, o morti e in attesa di essere riportati in gioco e così via). Fanno eccezione le situazioni in cui il vostro banner è stato raccolto ma, passati 2 minuti e mezzo, i vostri compagni non lo hanno ancora portato al trasmettitore. In casi come questo non si può parlare di abbandono.

Penalità di abbandono: La normale penalità di abbandono prevede l’annullamento di eventuali PC che sarebbero stati assegnati al termine di una partita, un’ulteriore sottrazione di PC (pari al costo di ingresso della suddetta partita) e un ritardo nel matchmaking. Quest’ultimo corrisponde attualmente a 10 minuti.

Abbandono volontario: L’abbandono di una partita attraverso la selezione dell’opzione “Abbandona partita”. Può definirsi abbandono inaspettato tutto il resto: errori di gioco, uscita attraverso il menu della console, interruzione dei servizi di rete e così via.

Assegnazione della tolleranza sconfitta

La tolleranza viene concessa nei seguenti casi:

  1. Quando i compagni assegnati dal matchmaking abbandonano la partita (se invece sono i membri del vostro gruppo a uscire, la tolleranza non vi verrà concessa).
  2. Quando la fase di lancio è già iniziata ma non vi sono stati assegnati 2 compagni.
  3. Quando si verifica un abbandono inaspettato. Chiaramente l’assegnazione della tolleranza ha dei limiti, di cui parleremo nella sezione successiva.

Vi preghiamo di ricordare che esiste un’eccezione per il punto n. 2: Ad esempio, il giocatore A entra nel server e il giocatore B si unisce alla sua squadra, ma il giocatore A si disconnette prima che il caricamento del giocatore B venga completato. Se il giocatore C si unisce alla squadra del giocatore B, il server si comporterà come se la squadra di B e C fosse al completo, perciò l’abbandono di A non gli garantirà automaticamente l’assegnazione della tolleranza (specialmente se A era in gruppo con B).

Tolleranza sconfitta per l’abbandono inaspettato

La prima volta che, in una serie, si verifica un caso di abbandono inaspettato che potrebbe però anche essere volontario (ad esempio una disconnessione dalla rete etc.), l’assegnazione della tolleranza è garantita.

Se succede di nuovo, però, la prima domanda che ci poniamo è la seguente: “si è già verificato un caso analogo nelle ultime 24 ore?” Se la risposta è no, allora la tolleranza viene concessa. Se la risposta è sì, la tolleranza viene assegnata ma viene conteggiata come “tolleranza usata”.

Ciascun giocatore ne ha a disposizione 3 per ogni serie. Una volta raggiunto il limite, qualsiasi abbandono successivo che potrebbe considerarsi volontario verrà penalizzato (PC partita azzerati, ulteriore sottrazione di PC e ritardo nel matchmaking). Ciò significa anche che non sarà più possibile abbandonare una partita ogni 24 ore senza conseguenze.

Ogni volta che a un giocatore viene perdonato un abbandono, nella lobby comparirà un messaggio:

Una volta raggiunto il limite dei 3 abbandoni, il messaggio cambierà:

Esempi pratici

Dopo una spiegazione così lunga, vediamo di semplificare le cose con qualche esempio pratico:

Situazione 1: Siete in gruppo con un amico e decidete di giocare una partita in Classificata. La connessione del vostro amico si interrompe nel bel mezzo della partita. Cosa succede?

Risposta: L’uscita di un membro del gruppo non prevede l’assegnazione della tolleranza sconfitta, perciò abbandonando subito la partita incorrerete in una penalità.

Situazione 2: Stesso scenario della situazione 1, ma dopo la disconnessione del vostro amico anche la terza persona abbandona immediatamente. Cosa succede?

Risposta: Il terzo compagno di squadra non faceva parte del vostro gruppo, perciò vi concederemo la tolleranza.

Situazione 3: Siete entrati in una partita Classificata da soli, ma non vi è stato assegnato nessun compagno di squadra. Uscite dalla partita. Cosa succede?

Risposta: Dipende dal momento in cui uscite. Anche dopo la schermata di selezione dei personaggi, continuiamo a cercare dei compagni di squadra per voi. Se uscite dopo l’inizio della fase di lancio, la tolleranza vi verrà assegnata. Se però abbandonate la partita prima di allora, incorrerete in una penalità.

Riconnessione

Se da un lato stiamo lavorando per migliorare la stabilità e i sistemi come quello della tolleranza sconfitta per semplificare l’avanzamento in Classificata, dall’altro vogliamo anche offrirvi la possibilità di rientrare in gioco a seguito di crash e disconnessioni. Siamo felici di annunciare che l’opzione della riconnessione sarà disponibile nella Stagione 5. Se vi capita di disconnettervi a causa di un problema di rete, un calo di tensione o un crash, a partire dalla prossima stagione potrete rientrare nella sessione di gioco da cui siete usciti, ammesso che sia ancora in corso. Speriamo che ciò vi aiuti a tornare in gioco rapidamente e che vi permetta di continuare ad accumulare PC senza intoppi. Maggiori dettagli presto disponibili nelle note sulla patch.

Conclusione

Continueremo ad analizzare e migliorare la modalità Classificata, ma siamo soddisfatti dei risultati ottenuti finora. Grazie di cuore a tutti i giocatori che ogni giorno si impegnano per scalare le classifiche mostrandoci quanto in alto è possibile arrivare in Apex Legends.

Fonte: EA

Russia rifiutata anche dagli esport, visti di viaggio annullati ed assenza forzata per il Team Empire

Russia rifiutata anche dagli esport, visti di viaggio annullati ed assenza forzata per il Team Empire

Profilo di Gosoap
 WhatsApp

Russia/esport – Uno dei team più forti dell’intera storia del competitivo di Apex Legends sarà costretto a saltare la prossima edizione dei mondiali del gioco ancora a causa del conflitto Russia-Ucraina e delle sue conseguenze a livello globale.

Mentre tutti i migliori team da ogni parte del globo si stanno proprio in queste ore dirigendo negli Stati Uniti d’America per le fasi preliminari di quello che sarà poi il mondiale, qualcuno è stato costretto a casa.

In quest’ultima categoria, non per propria scelta, è purtroppo ricaduto anche il Team Empire, la squadra composta da tre giocatori russo che in quest’annata si è rivelata la migliore di tutta la zona EMEA.

Russia ed esport, la situazione non migliore ed anzi si aggrava

A dare notizia di quanto stesse accadendo, il giovane talento Kirill “RANCHES” Rulinwere, che ha annunciato su Twitter che nonostante gli ottimi risultati, i visti per gli States (sia il suo che quelli di Denis “cleaveee” Rassokhin e Alexey “Maliwan” Rusinov) erano stati rifiutati.

Ogni giocatore avrebbe speso approssimativamente per richiedere il proprio visto circa 10.000 $, oltre chiaramente al tempo speso a prepararsi ed allenarsi, che ora risulta del tutto sprecato.

Ennesima pagina nera dunque per l’esport, che dopo la sua nascita con l’obiettivo dichiarato di unire, un po’ come lo sport tradizionale, i giocatori sotto un’unica bandiera, continua ad essere diviso dai conflitti ideologici.

Che ne pensate? Come al solito la discussione è aperta!

Articoli Correlati:

Apex Legends, tutte le novità dello SPLIT 2 della Stagione 13

Apex Legends, tutte le novità dello SPLIT 2 della Stagione 13

Profilo di Gosoap
 WhatsApp

Dopo quello che si potrebbe considerare un ”flop” rispetto al successo delle scorse due stagioni, gli svilupaptori di Apex Legends si preparano ad aprire il secondo split della Stagione 13.

Maggiormente critico per la community del gioco, sembrerebbe essere stato il quasi totale ”overhaul” al sistema delle ranked, che è stato accolto con una certa diffidenza.

Apparentemente unica nota positiva della Season 13, sembrerebbe essere stato Newcastle, che anche a distanza di diverse settimane dal lancio è rimasto abbastanza in alto nelle classifiche di gradimento.

Tutte le novità del nuovo Split della Stagione 13 di Apex Legends

Innanzitutto, visto che i tempi sono abbastanza stretti, parliamo di tempistiche: il nuovo split prenderà il via oggi 28/06/2022 alle 19.00 circa (ora italiana).

Allo scattare delle 19.00 tutti i nostri account verranno riportati indietro di 1 rank esatto (ossia 4 divisioni). Inoltre, il costo d’entrata per le classificate verrà ridotto di 10RP.

Sebbene la mappa che ospiterà le prossime settimane di classificate non sia ancora stata ufficializzata, tutti gli indizi sembrerebbero indicare World’s Edge, che è mancata dalla rotazione della scorsa Stagione.

Un altro cambiamento dello Split 2, sarà la diminuzione dei valori delle uccisioni. Respawn li ha modificati per dare più RP alle squadre vincenti con eliminazioni elevate.

Cosa ne pensate community? Come al solito la discussione è aperta!

Articoli Correlati:

CEO di EA costretto a dimezzarsi lo stipendio, seria difficoltà economica dopo Battlefield 2042

CEO di EA costretto a dimezzarsi lo stipendio, seria difficoltà economica dopo Battlefield 2042

Profilo di Gosoap
 WhatsApp

EA e Battlefield 2042 – Dopo le varie vicissitudini e le difficoltà vissute dalla compagnia nel corso del 2022, il CEO di EA Andrew Wilson è stato costretto a tagliare il suo stipendio a metà, suscitando la sorpresa di moltissimi utenti.

Un cambio di rotta per la compagnia che come anticipato da molti esperti sarebbe già dovuto avvenire dallo scorso anno e per un motivo che purtroppo è abbastanza chiaro a tutti.

Colpevole di questo tracollo disastroso dal quale tutti speriamo di vedere EA rialzarsi, è stando alle ultime dichiarazioni, il fallimento di Battlefield 2042, un progetto da diversi milioni di dollari che non ha evidentemente portato gli effetti sperati.

EA in difficoltà a causa di Battlefield 2042? Ecco cosa succede

A rivelare il dato sui salari e le entrate della azienda è stato il report annuale che la compagnia puntualmente rilascia.

Mentre nel report si può leggere come nonostante Apex Legends e Fifa 22 abbiano in questo anno fatto registrare numeri da capogiro, i guadagni dei due non siano riusciti a coprire il flop di Battlefield 2042, lasciando un buco nei bilanci aziendali.

Questo sarebbe il motivo che avrebbe portato il CEO di EA Andrew Wilson a dover ridurre il proprio stipendio della metà, passando dai precedenti 39.2 MILIONI $ agli attuali 19.9.

Secondo alcune voci esperte, essendo Wilson uno dei CEO più pagati al mondo, era per il bene di EA indispensabile ridurre questa uscita sregolata dai bilanci.

Cosa ne pensate community? Come al solito la discussione è aperta!

Articoli Correlati: