Teamfight Tacticts: i devs introducono il set “Galassie”!

Teamfight Tacticts: i devs introducono il set “Galassie”!

Profilo di Stak
 WhatsApp

Con un nuovo post pubblicato sul sito ufficiale è stato svelato il tema del prossimo set in arrivo su Teamfight Tacticts.

A partire dal mese di Marzo infatti, saluteremo L’Ascesa degli Elementi per intraprendere delle nuove avventure nel set Teamfight Tactics: Galassie, grazie al quale vedremo presto su TFT tanti nuovi campioni, tratti, aspetti, plance, Mini Leggende ed anche una nuova meccanica tematica del set.

Il primo post pubblicato dai devs, si concentra proprio sulla nuova meccanica del set (che con molta originalità è stata chiamata “Galassie“), con la quale oltre alle partite con le regole normali, ve ne saranno alcune che ci porteranno in una Galassia differente, caratterizzata da delle regole leggermente diverse.

Ecco il post completo:

Il mese prossimo saluteremo Teamfight Tactics: L’Ascesa degli Elementi e daremo un caloroso benvenuto a Teamfight Tactics: Galassie. Il nuovo set vi trasporterà all’interno di una guerra intergalattica in stile League of Legends con nuovi campioni, tratti, aspetti, plance, Mini Leggende e una nuova meccanica tematica del set. Nelle prossime settimane vi daremo informazioni più precise su tutte le novità. Oggi cominciamo con la nuova meccanica del set di TFT: Galassie.

Ma prima, parliamo degli esagoni elementali

Per prima cosa parliamo del sistema degli esagoni elementali. Abbiamo aggiunto una meccanica del set a L’Ascesa degli Elementi perché volevamo aumentare la rigiocabilità, aggiungere variazioni a ogni partita e costringere i giocatori ad adattare continuamente il loro stile di gioco. Speravamo che un elemento centrale diverso in ogni partita dimostrasse che mantenere la stessa formazione non è sempre la scelta migliore. Inoltre, con gli esagoni collocati in punti diversi a ogni partita, non sarebbe stato sempre chiaro come utilizzarli al meglio.

In generale, siamo soddisfatti del risultato del sistema degli esagoni elementali, specialmente del modo in cui Qiyana si integra con il sistema e di come permette di creare configurazioni sempre diverse nelle varie partite. Le partite con l’elemento della Montagna hanno prime linee più forti e il tratto Montagna appare prima. Quelle Oceano permettono lanci di incantesimi più rapidi e stati Shojin. Le partite con l’elemento Nuvola offrono un leggero vantaggio ai maghi, mentre quelle Inferno sono più esplosive del normale. Ogni partita è un po’ diversa, ed è proprio quello che volevamo.

Rise_of_the_Elements.jpg

Detto questo, sappiamo che il sistema non è ancora perfetto, ma continuando così stiamo sicuramente imparando molto per il futuro. Il primo punto cruciale è rappresentato dai problemi di chiarezza. Gli esagoni usano il sistema degli oggetti e, anche se l’avevamo immaginato come un interessante compromesso strategico, non è molto chiaro (specialmente per i nuovi giocatori) quali benefici porti ai campioni. Siamo stati anche un po’ troppo prudenti con il livello di potenza degli esagoni. Hanno un impatto talmente leggero sulla partita che spesso la cosa migliore da fare è semplicemente ignorare la meccanica e posizionarsi meglio. Idealmente, meccaniche di gioco così visibili e complesse richiederebbero scelte più ponderate; al momento, però, gli esagoni elementali non raggiungono l’obiettivo.

Gli esagoni elementali abbandoneranno TFT con L’Ascesa degli Elementi, e nel set delle Galassie esploreremo una meccanica tutta nuova.

Galassie nelle galassie

Abbiamo chiamato la meccanica del set di Teamfight Tactics: Galassie… “Galassie.” Sì, siamo molto creativi. Ecco come funziona: oltre alle partite con le regole normali, alcune partite di TFT vi porteranno in una Galassia differente con regole leggermente diverse.

Per esempio, una di queste Galassie è quella del Neekoverso, in cui tutti partono con due oggetti Aiuto di Neeko pronti all’uso. Tutti hanno lo stesso vantaggio, quindi è importante decidere come e quando usare quegli oggetti. Meglio usarli all’inizio su un potente campione di costo tre o quattro per cominciare ad accumulare vittorie? Preferite puntare a un potente campione a 3 stelle che sarebbe normalmente troppo difficile da ottenere? O aspettate il fine partita per quello a 2 stelle di costo cinque?

Star_Guardian_Placeholder_Image.jpg

Un’altra Galassia che potrete visitare è quella del “carosello a costo 4” (il nome non è ancora definitivo), in cui il primo carosello è composto interamente da campioni di costo 4. Questo porta ad altre decisioni: dovreste creare una configurazione intorno a quel campione? O lo venderete per un picco di oro iniziale? Un campione di costo quattro con il componente giusto è forte dall’inizio, ma quattro oro aggiuntivi possono permettere di avere vari campioni a 2 stelle.

Non saprete in quale Galassia giocherete finché la partita non avrà inizio, quindi la vostra capacità di adattamento verrà messa alla prova. E c’è un’altra cosa: mano a mano che il set avanza, verranno gradualmente introdotte nuove Galassie. Quindi, è molto probabile che all’uscita vi capiterà una partita normale, visto che saranno attive solo una o due Galassie, ma per la fine del set ce ne saranno anche 10 diverse (…e qualcuna potrebbe sparire).

L’universo è grande, e c’è tanto da esplorare!

Perché?

Con le Galassie contiamo di centrare alcuni obiettivi. Per prima cosa, vogliamo qualcosa che aumenti la varietà e richieda una capacità di adattamento maggiore. TFT funziona davvero bene quando non basta leggere una guida per sapere come giocare al meglio, ma è necessario adattarsi a ciò che succede in partita. Per questo era importante creare una meccanica che lo permettesse.

Poi, vogliamo una meccanica del set più chiara possibile. Come già detto, gli esagoni elementali erano una meccanica piuttosto semplice ma con delle regole un po’ confuse. Con Galassie volevamo qualcosa chiaro sin da subito, in modo che, anche se è la vostra prima partita a TFT, sia possibile capire subito cosa succede.

Infine, vogliamo qualcosa di espandibile. Gli esagoni elementali sono belli, ma siamo rimasti delusi dal fatto di non poterne aggiungere altri nel corso del set. Galassie ci dà l’opportunità di aggiungere altri elementi di frequente, dal momento che non sono così radicate nei campioni del set, com’era Qiyana. Non vediamo l’ora di offrirvi delle Galassie davvero uniche da esplorare nei prossimi mesi.

PROJECT_Placeholder_Image.jpg

Come sapremo se funziona

Mentre si carica ogni partita, dovrete provare l’emozione di non sapere in quale Galassia finirete e, una volta lì, l’approccio con cui affrontate la partita dovrebbe cambiare in modo unico e divertente. Se vedremo tante partite diverse in Galassie diverse giocate in modi originali, allora sarà un successo.

Speriamo vi divertiate ad esplorare le Galassie, e non vediamo l’ora che le proviate tutte! Seguiteci la prossima settimana per dare un’occhiata ad alcuni dei tratti che saranno presenti in Teamfight Tactics: Galassie.

Riot: “Xbox rappresentava per noi una fonte di ispirazione”

Riot: “Xbox rappresentava per noi una fonte di ispirazione”

Profilo di Rios
 WhatsApp

Nelle scorse ore vi avevamo già parlato dell’ufficializzazione della collaborazione tra XboxRiot, che di fatto unirà due delle community più grandi del mondo. Ma nonostante questo, oggi andiamo ad approfondire questo discorso tramite un comunicato diffuso dagli auto di League Of Legends.

Le due aziende si sono sempre sfiorate nel corso della loro storia, e Microsoft è anche arrivata ad un passo dal comprare la softwarehouse di Los Angeles prima di rinunciare. Questa collaborazione potrebbe essere solo un primo passo, che ci porterà verso un futuro radioso.

Andiamo a leggere le dichiarazioni del team, per capire come e perché due colossi del mondo videoludico hanno voluto unire le loro forze.

La collaborazione tra Riot ed Xbox

Il comunicato

“Già prima che Riot Games fosse anche solo un’idea, Xbox rappresentava per noi una fonte di ispirazione, con la sua costante spinta per innovare il mondo dei videogiochi e il suo impegno a creare community inclusive. In Xbox vediamo un team come il nostro, sempre impegnato a sfidare le convenzioni di questo settore per trovare nuovi modi con cui sviluppatori e publisher possono essere al servizio dei giocatori.

Oggi, Riot Games e Xbox annunciano che tutti i principali titoli di Riot arriveranno su Game Pass. Questa collaborazione unisce due delle più grandi community di gaming al mondo grazie alla nostra passione comune per i giochi competitivi incentrati sui giocatori. Game Pass è la più recente di una lunga lista di innovazioni introdotte da Xbox e non vediamo l’ora di aggiungere i nostri titoli al suo catalogo. Siamo entusiasti di poter invitare i giocatori di Xbox a unirsi alla nostra community di 180 milioni di aspiranti professionisti, noob incalliti, creatori di contenuti, fan delle K/DA e tanto altro ancora.

Per la prima volta nella storia di Game Pass, questa collaborazione si estenderà oltre i giochi per PC e includerà anche i titoli di Riot esclusivi per dispositivi mobili e quelli accessibili su entrambe le piattaforme. Tutti i membri di Game Pass avranno accesso a:

  • League of Legends (PC): Tutti i campioni sbloccati
  • League of Legends: Wild Rift (dispositivi mobili): Tutti i campioni sbloccati
  • Legends of Runeterra (PC e dispositivi mobili): Set Fondamenta sbloccato
  • Teamfight Tactics (PC e dispositivi mobili): Varie Mini Leggende sbloccate
  • VALORANT (PC): Tutti gli agenti sbloccati

I giocatori riceveranno anche esperienza bonus in alcuni giochi.

Nei prossimi mesi, vi daremo maggiori informazioni su questa collaborazione e su come i membri di Game Pass possono accedere ai contenuti. Nella maggior parte dei paesi, i giocatori avranno accesso completo ai contenuti di Game Pass, ma in qualche caso, potrebbero essere limitati in base al titolo. Per ulteriori informazioni, seguiteci su riotgames.com e news.xbox.com.”

Riot ed Xbox uniscono le forze: vantaggi esclusivi per gli abbonati al Game Pass

Riot ed Xbox uniscono le forze: vantaggi esclusivi per gli abbonati al Game Pass

Profilo di Rios
 WhatsApp

Durante l’evento di Xbox e Bethesda (ancora in corso mentre vi scriviamo) ha svelato delle soprese interessanti per gli amanti dei titoli di Riot. Infatti l’azienda ha ufficialmente unito le forze con Microsoft, annunciando vantaggi esclusivi per gli abbonati al servizio del Game Pass.

La collaborazione inizierà ufficialmente durante l’inverno di quest’anno, e coinvolgerà le console, i PC e persino i dispositivi mobile. Al momento non ci sono molti dettagli in merito a questo accordo, ma alcune delle cose che sono trapelate risultano molto interessanti.

Sicuramente ne sapremo di più tra qualche mese, ma per ora possiamo essere contenti per tutto quello che è stato svelato.

Riot ed Xbox uniscono le forze

I vantaggi per gli abbonati al Game Pass

Tutti i giocatori che si abboneranno o sono già abbonati al Game Pass riceveranno diversi vantaggi, che garantiranno una partenza facilitata nei titoli di Riot. Infatti tutti i campioni di League Of LegendsWild Rift saranno immediatamente sbloccati per gli utenti del Game Pass, cosa importantissima specialmente per chi si avvicina a questi giochi per la prima volta.

La stessa cosa accadrà per VALORANT, dove tutti gli agenti disponibili saranno sbloccati immediatamente e senza costi aggiuntivi. Discorso un po’ diverso per Legends Of Runeterra, titoli all’interno del quale sarà sbloccato gratuitamente il “Foundation Set“. Infine per i giocatori di TFT sarà disponibile una selezione di mini leggende tra cui scegliere, ma i dettagli non sono stati specificati.

Come detto in precedenza, la collaborazione a cui assisteremo nei prossimi mesi non si limiterà a questo. Infatti vedremo i giochi di Riot presto sulle console di Xbox, ma ancora non si sa quali titoli saranno disponili. Al momento noi puntiamo su VALORANT (quasi sicuramente) e su League Of Legends, in una versione rivista ed ottimizzata per essere giocata con i pad (anche se c’è la possibilità di giocare con mouse e tastiera anche su console).

Mese del Pride: al via i festeggiamenti in tutti i giochi di Riot

Mese del Pride: al via i festeggiamenti in tutti i giochi di Riot

Profilo di Rios
 WhatsApp

Da oggi parte ufficialmente il Pride Month, il mese dedicato alla comunità LGBTQIA+ e che celebra tutti i passi avanti fatti nel riconoscimento delle minoranze. Per questo motivo Riot è pronta a festeggiare nel migliore dei modi, coinvolgendo tutti i giocatori suddivisi su più titoli.

Gli eventi e le ricompense ottenibili in questo lasso di tempo non riguarderanno solo League Of Legends, ma anche VALORANTTFTLegends Of Runeterra. Questa è un’occasione per unire tutti sotto un’unica bandiera, per sensibilizzare ancora di più su certe tematiche importanti.

Tutti i giocatori riceveranno dei premi esclusivi, che andranno ad aggiungersi a quelli già messi a disposizione negli anni precedenti.

Il Mese del Pride di Riot Games

Celebrare la comunità LGBTQIA+

“Il mese del Pride è arrivato! Il Pride è un momento per stare insieme, celebrare le comunità LGBTQIA+, riconoscere i passi avanti che abbiamo fatto e continuare a impegnarsi per creare un ambiente inclusivo per tutti. 

Rioter e giocatori provengono da un ampio spettro di contesti diversi e da moltissime comunità, e siamo entusiasti di festeggiare il Pride insieme, nel gioco e fuori. 

Nel 2018, abbiamo introdotto il Soffice arcobaleno, che dà ai giocatori queer una rappresentazione permanente delle loro identità nel gioco. Nel corso degli anni, la nostra collezione del Pride è aumentata, con nuove icone, emote e illustrazioni che rappresentano sempre più identità uniche. Ci siamo impegnati per rendere i nostri giochi, e il mondo dei videogiochi in generale, un ambiente più inclusivo per tutte le comunità LGBTQIA+.

Siamo felici di festeggiare il Pride nei nostri uffici di tutto il mondo e non vediamo l’ora di vedere come tutti voi lo celebrerete nel gioco. Ora vi daremo un’anteprima di quello che troverete nel corso del mese del Pride, ma ricordatevi di visitare leagueoflegends.com per scoprire i dettagli di tutto ciò che arriverà su League of Legends, Teamfight Tactics, Legends of Runeterra e Wild Rift. I giocatori di VALORANT devono invece andare su playvalorant.com per trovare tutte le informazioni sulle novità in arrivo e su come ottenerle nel gioco.”

Contenuti esclusivi

“Tutti i giochi di Riot festeggeranno il Pride con dei contenuti unici. La maggiori parte di questi contenuti arriverà domani, 1° giugno. Troverete nuove icone, scie, carte giocatori e molto altro nei nostri vari titoli. Inoltre, tenete gli occhi aperti per i festeggiamenti che si terranno in molte leghe di eSport con trasmissioni locali ed eventi durante tutto il mese del Pride. 

Vogliamo che tutti i giocatori sentano la propria identità rappresentata nei nostri giochi. Non importa chi siete, dove vivete o chi amate, vogliamo fare in modo che possiate essere voi stessi mentre giocate. I nostri campioni e i nostri agenti hanno tutti le proprie identità, che sono rappresentative del nostro pubblico eterogeneo in tutto il mondo. 

Con l’avanzare del mese, tenete d’occhio l’orizzonte e forse potreste notare due dei più famosi eroi di Bilgewater che si dirigono verso il porto con tante storie da raccontare. “

I festeggiamenti dei Rioter

“I Rioter provengono da un ampio spettro di contesti diversi. Il nostro impegno è di fare in modo che Riot sia un ambiente accogliente e inclusivo per i Rioter che fanno parte delle comunità LGBTQIA+. Benché dovremo sempre lavorare attivamente per continuare a migliorare, siamo onorati di essere stati riconosciuti dalla Human Rights Campaign come uno dei Migliori luoghi di lavoro per l’uguaglianza LGBTQ+ nel 2022.

Quest’anno, i nostri uffici di tutto il mondo festeggeranno il Pride a modo loro. I Rioter nel nostro campus principale a Los Angeles parteciperanno alla parata West Hollywood Pride Parade. Los Angeles, insieme a varie altre città, ha organizzato la sua prima parata del Pride nel 1970 per commemorare il primo anniversario della rivolta di Stonewall a New York. Nel corso degli anni, le parate del Pride sono cresciute di dimensioni e si sono diffuse in tutto il mondo. A Los Angeles, la parata del Pride è diventata una tradizione annuale per i Rioter e siamo felici di poter tornare sulle strade con altri Rainbow Rioter anche quest’anno.

I Rioter in Brasile festeggeranno con degli importanti eventi di eSport e organizzeranno una serie di eventi con giocatori provenienti da comunità LGBTQIA+. Il primo torneo verrà trasmesso a giugno con League of Legends, mentre VALORANT e Wild Rift si terranno nel corso dell’anno.”

Una marcia per il Mese del Pride

“In tutto il mondo, il Pride viene celebrato in periodi diversi dell’anno, quindi i Rioter nei nostri uffici in Europa, Medio Oriente e Nord Africa terranno una marcia virtuale per il Pride dalla fine di giugno fino ad agosto. Questo è il secondo anno in cui organizziamo questo evento, che costituisce un modo per incoraggiare i Rioter a partecipare ad attività incentrate sulla salute mentale, fisica e sociale. Prendendo parte a questi momenti, otterranno punti che potranno convertire direttamente in donazioni di beneficenza o riscattare per merchandise del Pride.

Consultate i nostri canali sui social per scoprire in che modo tutti i nostri uffici festeggeranno il Pride quest’anno. Troverete fan art, nuove storie e molto altro nel corso del mese.

Ricordatevi di tenere d’occhio tutte le nostre piattaforme per avere maggiori dettagli su tutti i nuovi contenuti cosmetici e su come poterli sfoggiare in gioco. Non vediamo l’ora di festeggiare con voi!”