Rising Legends: tutto pronto per la finalissima EMEA

Rising Legends: tutto pronto per la finalissima EMEA

Profilo di Rios
 WhatsApp

Rising Legends, il circuito competitivo di Teamfight Tactics, sta per arrivare alla sua naturale conclusione con le finalissime dell’EMEA. Il torneo ha accolto migliaia di giocatori, ma ora soltanto i migliori potranno sfidarsi per prendere il ricco premio finale.

Le finali si terranno tra pochissimi giorni, e sicuramente ci offriranno un livello di spettacolo davvero molto alto. I cinque player rimanenti si contenderanno un montepremi di 20.000 euro, che alzerà ulteriormente la voglia di vincere ed arrivare fino in fondo.

Insomma, prepariamoci a vivere un week-end molto intenso, che incoronerà il campione EMEA dopo un lungo campionato ricco di emozioni.

Le finali EMEA del Rising Legends

Un evento da non perdere

Rising Legends, il circuito competitivo per i giocatori di Teamfight Tactics della regione EMEA, sta giungendo al termine della sua prima stagione con l’arrivo delle finali, in cui cinque giocatori si qualificheranno per il Campionato di TFT: Aggeggi e marchingegni.

Dall’inizio del torneo a novembre 2021, migliaia di giocatori hanno partecipato a Rising Legends attraverso le Coppe della Spatola d’oro, le Qualificazioni aperte, le partite classificate e il Superbrawl.Le finali si svolgeranno dal 25 al 27 marzo e vedranno i migliori giocatori sfidarsi per spartirsi il montepremi di 20.000 € e aggiudicarsi uno dei cinque posti in palio per il Campionato di TFT: Aggeggi e marchingegni.

Durante ciascuna giornata del torneo verranno disputati sei turni, da cui metà dei giocatori ancora in gara avanzerà alla fase successiva della competizione.

Le dichiarazioni di Max Wischow, Product Lead degli eSport di TFT per EMEA

“Vorrei cogliere quest’occasione per ringraziare sinceramente tutte le persone che nell’ultimo mese hanno contribuito alla creazione dell’ecosistema del torneo di Rising Legends, in particolare i giocatori professionisti, gli influencer e la community che si è radunata per celebrare le migliori giocate della regione EMEA. Il primo anno di Rising Legends ha offerto ai giocatori e ai fan della regione EMEA un punto di ritrovo per la scena competitiva di TFT e non vedo l’ora di continuare i festeggiamenti con il Campionato Mondiale di TFT e il lancio del Set 7!”

Dove seguire il torneo

Potete seguire tutta l’azione di TFT in inglese sul canale ufficiale di Twitch. Ed in altre lingue attraverso il programma di co-streaming di Rising Legends. Ulteriori informazioni sul torneo, sulla diretta e sulle modalità di partecipazione saranno pubblicate sul sito ufficiale del torneo.

Torino Comics: al via tre tornei esports che si concluderanno in FIERA!

Torino Comics: al via tre tornei esports che si concluderanno in FIERA!

Profilo di Stak
 WhatsApp

Presto al via ben 3 tornei qualifier che serviranno a sancire i partecipanti per le finalissime del Torino Comics!

Il prossimo 10, 11 e 12 Giugno, in diretta da Torino Fiere, si svolgerà una nuova edizione del Torino Comics, all’interno del quale sarà ampiamente rappresentata anche la scena esports. Saranno in totale tre gli eventi che impegneranno la community di tutta Italia, per altrettanti amati titoli online.

Ci sarà infatti l’evento dedicato a TeamfightTactics, al quale si potranno iscrivere un massimo di 64 partecipanti; a questo si aggiungeranno anche un torneo di Hearthstone Battlegrounds (anche questo con massimo 64 giocatori), ed uno di Pokémon Unite.

L’evento dedicato a Pokémon Unite, sarà un torneo a squadre, al quale potranno partecipare un massimo di 16 team.

Tutta la manifestazione sarà patrocinata da LEGA ESPORT, mentre i partner RIOTORO e YENKEE metteranno in palio i loro prodotti hardware come premi per le competizioni.

Ovviamente sarà obbligatoria la tessera LEGA ESPORT, ma nei prossimi giorni andremo ad approfondire la questione per gli eventuali interessati.

Non appena saranno disponibili, pubblicheremo nuovi e più approfonditi dettagli sulla fase online di questi tornei. Restate sintonizzati con noi per saperne di più! 

Desideri avere maggiori informazioni sul Torino Comics? Ecco il link diretto per la pagina ufficiale.

Riot donerà i proventi dei Battle Pass per aiutare l’Ucraina

Riot donerà i proventi dei Battle Pass per aiutare l’Ucraina

Profilo di Rios
 WhatsApp

La Crisi Ucraina-Russia ha causa una crisi umanitaria di proporzioni enormi, che vede coinvolte migliaia (se non milioni) di persone nel paese dell’est Europa. Anche Riot, come altre softwarehouse, ha deciso di scendere in campo donando i ricavati dei suoi giochi alle associazioni di beneficienza.

Inoltre, l’azienda donerà, di sua sponte, un milione di dollari ad altre organizzazioni non-profit. Queste saranno impegnate direttamente sul campo per aiutare la popolazione, portando generi di prima necessità ma anche attrezzature mediche di base e non.

Andiamo a leggere il comunicato diffuso dalla società con il quale è stata annunciata l’apertura di questa raccolta fondi.

Riot manda aiuti in Ucraina

Il comunicato

La guerra in Ucraina ha causato un’amplia crisi umanitaria. Fin dall’inizio in tutto il mondo ci sono stati player che hanno voluto fare qualcosa e aiutare, lo stesso vale per noi.

Dal 5 al 12 marzo tutti i proventi delle vendite dei Battle pass di VALORANT, Legends of Runeterra, Teamfight Tactics, e Wild Rift, così come la nuova linea di aspetto Ape in League of Legends, saranno donati per sostenere gli aiuti umanitari nella regione. 

Oltre alle donazioni dei giocatori, Riot donerà 1 milione di dollari a tre organizzazioni umanitarie non profit:

  • International Medical Corps
  • Médecins Sans Frontières / Medici Senza Frontiere 
  • Croce Rossa Polacca 

Tutti i proventi delle donazioni di Riot e dei giocatori sosterranno direttamente gli aiuti umanitari in Ucraina e nelle altre zone colpite.

Una mossa lodevole

La guerra tra RussiaUcraina ha avuto conseguenze molto pesante sul popolo ucraino, costretto a lasciare il paese oppure a rifugiarsi lontano da casa. C’è chi ha perso tutto, ed è per questo motivo che è necessario dare tutto l’aiuto possibile. Se non potete materialmente comprare generi di prima necessità e mandarli in Ucraina, potete partecipare facilmente a questa raccolta di Riot, comprando i contenuti menzionati poco sopra.

Circuito Tormenta: in arrivo la nuova stagione competitiva

Circuito Tormenta: in arrivo la nuova stagione competitiva

Profilo di Rios
 WhatsApp

Dopo un primo anno eccezionale, che ne ha sancito il grande successo, il Circuito Tormenta sta per tornare con una nuova stagione competitiva. I giocatori di League Of LegendsValorantWild RiftTeamfight Tacticts devono prepararsi per scendere in campo ancora una volta.

Nel 2021 circuito ha ospitato ben 6000 partecipanti, divisi in circa 700 team spalmati su tutti i titoli oggetto di competizione. Le iscrizioni partiranno dal 18 marzo, e saranno aperte a tutti senza alcuna limitazione per i giocatori che vorranno partecipare.

Insomma, scaldate le mani e formate le vostre squadre, perché una delle più grandi competizioni amatoriali sta per tornare.

La nuova stagione del Circuito Tormenta

Si riparte

Riot Games annuncia oggi che la partenza del nuovo Circuito Tormenta, competizione amatoriale pensata per tutti i suoi fan, è ormai prossima. Infatti, a partire dal 18 marzo, sarà possibile iscriversi al ‘Circuito Tormenta’, che torna in Italia dopo l’eccezionale debutto dello scorso anno, che ha visto più di 6.000 partecipanti da tutto il paese, divisi in oltre 700 team, sfidarsi a colpi di click.

La competizione, che coinvolgerà alcuni dei titoli di punta di Riot, ovvero League of LegendsVALORANT, League of Legends: Wild Rift e, novità per il circuito, Teamfight Tactics, permetterà ai giocatori non professionisti di sfidarsi in un environment competitivo, vivendo in prima persona un’esperienza da pro-player. Inoltre, per i giochi che già godono di un ecosistema maturo e competizioni a livello professionale nel nostro territorio, il Circuito Tormenta rappresenta un vero e proprio percorso di crescita e accesso alla carriera professionistica.

Le dichiarazioni di Carlo Barone, brand manager di Riot Games Italy

“Portando il Circuito Tormenta in Italia, ci siamo prefissati l’obiettivo di dare ai nostri giocatori una maniera per vivere un’esperienza competitiva di qualità, indipendentemente dal loro livello di abilità, e di provare le stesse sensazioni che vivono i giocatori professionisti.

Nel raggiungere questo obiettivo, il Tormenta diventa così una fucina di futuri talenti. Alla base della sostenibilità di un ecosistema competitivo sano, e un percorso aspirazionale, che nei casi più eccezionali, può portare realmente al professionismo e alla nascita di nuove celebrità nazionali, da sempre due fattori fondamentali dello sviluppo del settore Esport in un mercato.

I risultati dello scorso anno ci hanno dato ragione. Con un livello di partecipazione sopra ogni nostra aspettativa, dandoci il chiaro segnale che esisteva questa necessità. Confermare, ampliare e migliorare questa iniziativa era quindi per noi un percorso obbligato. Siamo lieti di aver visto l’entusiasmo del mercato in risposta, tanto nei nostri partner sul territorio, quanto nelle realtà che hanno deciso di credere in questo formato”

Partner importanti

La competizione, che si dividerà in tornei dedicati ai vari titoli, vedrà ancora una volta il sostegno di importanti partner. Come PG Esports x League of Legends, ProGaming Italia x VALORANT e Qlash x Wild Rift e TFT. Ma offrirà anche la possibilità a tutti gli organizzatori di eventi sul territorio di aggiungere attività da loro gestite sotto il cappello del Circuito Tormenta, garantendo ai giocatori un percorso di continuità prima impossibile.

Il Circuito Tormenta 2022 partirà ufficialmente il 18 di marzo, e per l’occasione Riot Games e i suoi partner hanno organizzato un importante evento che verrà trasmesso in diretta sul canale Twitch ufficiale di Riot Italia, su quello di PG Esports, di Agent’s Range e di Qlash. Ulteriori dettagli sull’evento verranno comunicati prossimamente.

Struttura di League Of Legends

La competizione si articolerà in differenti modalità a seconda del gioco di riferimento. Per League of LegendsPG Esports ha deciso di fare le cose in grande coinvolgendo Red Bull come Main Partner, andando a far parte della competizione con il torneo 1 vs 1 Red Bull Solo Q. Inoltre, come ulteriore Main Partner di grande prestigio, tutti gli eventi legati a LoL saranno supportati da NicNac’s, le inconfondibili “The Double-Crunch-Peanuts”.

Le 2 migliori squadre del circuito avranno inoltre la possibilità di partecipare ad un “Relegation Tournament”. Che metterà in palio l’accesso alla seconda divisione, ovvero il “PG Nationals 2° Division: Proving Grounds”, permettendo quindi di avviarsi nel migliore dei modi verso un percorso professionistico.

La finalissima del circuito si disputerà invece nella perfetta cornice della Milan Games Week. Ed oltre ad ottenere la gloria, la squadra vincitrice si qualificherà automaticamente per un importante torneo internazionale.

Le dichiarazioni di Pierluigi Parnofiello, CEO di PG Esports

“Siamo entusiasti di poter proporre anche quest’anno alla nostra community la competizione del Circuito Tormenta. Crediamo sia importante offrire a tutti i giocatori non professionisti un’esperienza unica. Che dia la possibilità di divertirsi, sviluppare il proprio potenziale e iniziare un percorso all’interno di una comunità unita e accogliente”

La struttura di Valorant

Per VALORANT, invece, ProGaming conferma il suo profondo coinvolgimento con lo shooter tattico che li ha portati a sviluppare un vero e proprio branding dedicato, Agent’s Range, sotto il quale si svilupperanno tutte le attività dedicate del Circuito (e non solo).

Le dichiarazioni di Valentina Malagò, Product Owner di Agent’s Range

“Anche nel 2022 il Circuito Tormenta di VALORANT verrà supportato da ProGaming Italia che, in partnership con Riot Games, darà la possibilità a tutti gli appassionati e ai giocatori amatoriali di poter competere ad un livello più alto. Siamo felici di poter inoltre annunciare la novità principale di quest anno: l’Agents Series entrerà a far parte del Circuito Tormenta, garantendo ai team amatoriali più forti di competere ai massimi livelli.

Per questo 2022, vogliamo consolidare la natura community del Circuito Tormenta di VALORANT. Potenziando la collaborazione con le principali community italiane e rafforzando la scena competitiva del titolo. Siamo sicuri sarà un anno importante per VALORANT in Italia, che potrete seguire sul canale Twitch di Agent’s Range!”.

La struttura di Wild Rift e TFT

Per League of Legends: Wild Rift, viene riconfermata la partnership vincente con Qlash, che grazie al grande lavoro svolto nella gestione della parte semi-professionistica di Team Fight Tactics nel 2021, di comune accordo con Riot aggiungerà anche quest’ultimo alla rosa dei titoli del Tormenta, con un percorso di crescita molto ben definito che consentirà a tutti i giocatori dell’amato Auto-Battler di Riot di avere la possibilità di accedere alle competizioni più blasonate.

Le dichiarazioni di Alessandro Fazzi, Co-owner di QLASH

“Siamo felici di poter dare ancora una volta il nostro contributo nello sviluppo della scena amatoriale dei titoli Riot!
Confermato il Circuito Tormenta 2022 di Wild Rift che ha mostrato di essere un titolo con grandissimo potenziale ancora da esprimere. La nostra missione sarà certamente quella di permettere ai tanti non professionisti di giocare più tornei possibile e di vivere la competizione!
Il 2022 portera’ anche una novita’ importantissima della quale andiamo particolarmente fieri: TFT avra’ il suo circuito amatoriale all’interno del Circuito Tormenta. Siamo veramente orgogliosi della community che si e’ radunata intorno a questo gioco e crediamo che meriti l’opportunità di un suo spazio in cui poter competere. E attenzione: il nuovo circuito amatoriale sara’ anche la porta di ingresso per il circuito semi-professionistico!”

Dove iscriversi

Molto presto sarà quindi possibile registrarsi al Circuito Tormenta 2022. Per maggiori informazioni e per le modalità di iscrizione, visita: circuitotormenta.it.