Rainbow Six Siege: arrivano le versioni per le console next-gen

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Lanciato nel 2015, Tom Clancy’s Rainbow Six Siege è diventato uno degli sparatutto multiplayer di maggior successo, e nel suo quinto anno dall’uscita continua a evolversi con nuovi contenuti, come il lancio di Operazione Neon Dawn e la disponibilità delle versioni per PlayStation5 e Xbox Series X | S.

Rainbow Six Siege arriva sulle console next-gen

120 fps e 4K e nessun costo aggiuntivo

Il gioco arriva sulle console di nuova generazione con alcune novità molto attese, tra cui i 120 fps e una risoluzione massima di 4K con render scaling. Allo stesso prezzo della versione per la generazione attuale di console. Inoltre, i possessori di quest’ultima versione potranno ottenere la rispettiva versione di nuova generazione per la stessa famiglia di dispositivi senza alcun costo aggiuntivo. Inoltre i progressi di gioco saranno supportati cross-gen, quindi non perderete nulla al momento del cambio di console. Questa serie di miglioramenti intende sfruttare le principali potenzialità offerte dalle console di nuova generazione per offrire la migliore esperienza possibile ai giocatori.

Operazione Neon Dawn

Contemporaneamente, Operazione Neon Dawn, la stagione finale del quinto anno del gioco, è ora disponibile per PlayStation4, PlayStation5, Xbox Series X | S, la famiglia di console di Xbox One e Windows PC, oltre a UBISOFT+, il servizio in abbonamento di Ubisoft. La nuova stagione include diverse novità, tra cui la nuova operatrice Aruni, una versione rinnovata della mappa Grattacielo e nuove impostazioni di accessibilità. I possessori dell’Year 5 Pass potranno giocare con Aruni immediatamente, mentre tutti gli altri giocatori potranno sbloccarla usando la propria Fama o Crediti R6 a partire dall’8 dicembre. Mentre gli altri contenuti della nuova stagione, tra cui la versione rinnovata della mappa Grattacielo, saranno disponibili gratuitamente per tutti i giocatori. La stagione 4 del quinto anno vede anche l’introduzione di un Pass Battaglia, disponibile da ora fino al 22 febbraio.

Conosciamo meglio la nuova operatrice

Equipaggiata con un gadget originale, chiamato Cancello Surya, Aruni può impiegare alcuni cancelli laser su pareti, botole, porte e finestre. Tali cancelli sono in grado di danneggiare gli assalitori e i loro strumenti, ma si disattivano per consentire l’accesso ai difensori. Il cancello rappresenta un ostacolo in grado di fulminare tutti i droni e i proiettili, oltre a danneggiare gli operatori. Aruni ha in dotazione una P10 RONI o una MK 14 EBR come arma primaria, e una PRB 92 come arma secondaria.

Mappa rinnovata

Oltre alla nuova operatrice, ora i giocatori potranno scoprire una versione rinnovata della mappa Grattacielo che punta soprattutto a tre obiettivi principali. Il primo è guidare gli assalitori al suo interno riducendo il numero di balconate e spostandole per eliminare alcuni degli scontri a fuoco che i giocatori in precedenza potevano scatenare all’esterno. Poi è stata aggiunta una nuova rotazione tra i due lati dell’edificio al secondo piano e, infine, le posizioni della bomba sono state ribilanciate per rendere l’intera esperienza ancora più competitiva.

Il programma Sixth Guardian

Operazione Neon Dawn vede anche il lancio del programma Sixth Guardian, in cui alcune stagioni renderanno acquistabile uno speciale bundle a tempo limitato dedicato a varie organizzazioni di beneficenza. Da oggi, i giocatori di Rainbow Six Siege potranno acquistare un bundle con uniforme, skin per l’arma, ciondolo e copricapo per Doc. Il cento per cento dei ricavi netti, con un minimo di 60 dollari per ogni bundle venduto, sarà donato all’organizzazione di beneficenza The AbleGamers Charity. AbleGamers è un’organizzazione no profit che supporta i giocatori con disabilità fornendo loro gli strumenti necessari per divertirsi con la propria esperienza di gioco preferita e promuovendo l’inclusione nel settore videoludico.

Mario "Rios" Cristofalo

Sono un appassionato di videogiochi sin da quando ne ho memoria. La mia crescita è stata caratterizzata delle console Nintendo (grazie ai Pokèmon), e poi dall'esplosione di Xbox anche in Italia. Nel 2018, però, mi sono avvicinato al mondo di League Of Legends di cui mi sono perdutamente innamorato. Ad oggi mi occupo di LoL, ma anche di tutto ciò che è interessante nel mondo videoludico e tech in generale. Per info e collaborazioni: [email protected]

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701