PG Nationals: si avvicina la finale del torneo di Rainbow Six

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

L’edizione invernale del Tom Clancy’s Rainbow Six Siege PG Nationals 2020 vedrà la propria conclusione nei prossimi giorni. Più precisamente, la finalissima, l’evento più sentito e atteso dai fan esport di tutto il paese, si terrà il 24 gennaio a partire dalle 15:00 sul canale Twitch ufficiale del gioco, Rainbow6IT. L’evento sarà, come da tradizione, una celebrazione in toto della scena competitiva dedicata al famosissimo sparatutto tattico di casa Ubisoft, con diversi momenti dedicati a una delle fanbase tra le più entusiaste e appassionate dell’intero movimento.

La finale del PG Nationals di Rainbow Six Siege

Un pre-show ricco di ospiti

PG Esports Ubisoft hanno pensato ad un pre-show davvero speciale, un contenitore dedicato a veterani e neofiti di Rainbow Six Siege con approfondimenti, interviste e tanti, tanti ospiti ed esponenti di spicco della scena italiana. Ci saranno i ragazzi della R6 Italian Community e streamer come Elisery Alucc.  Inoltre, il pubblico potrà assistere ad una sfida inedita ed imperdibile: la Staff Rumble targata Pringles, che vedrà impegnati coach e manager dei team che hanno partecipato al PG Nationals di Rainbow Six.

Match per il terzo/quarto posto

Subito dopo il pre-show è previsto lo scontro per il terzo posto, che vedrà protagonisti Goskilla e Notorious Legion, pronti a darsi battaglia all’ultima kill per assicurarsi un posto sul podio.

La finalissima

L’appuntamento del 24 gennaio con il Winter Split 2020, lo si può ben dire, sarà per il pubblico collegato da casa un crescendo di emozioni e palpitazioni, che culminerà con la finalissima tra Macko e Mkers, uno dei game più attesi di tutto il panorama esport italiano. I Macko, infatti, sono il team che ha difeso i colori italiani durante la Challenger League e si può proprio dire che “Villa” sia il loro fortino, espugnato solamente dai Mkers. Il roster è composto da player dalla grande esperienza internazionale come Sirboss e Alation e da giovani astri nascenti della scena competitiva italiana come T3b.

Mkers sono, invece, una realtà da tempo affermata a livello internazionale, tanto da arrivare ad essere il primo team italiano a partecipare al celebre Six Invitational, il campionato del mondo Rainbow Six Siege.

Il perno della squadra è sicuramente Aqui, un vero asso che primeggia praticamente in tutte le statistiche. Dal rapporto morti-uccisioni fino all’entry difference, la capacità di mettere a segno la prima kill della partita.

A questi livelli, però, è soprattutto il gruppo a fare la differenza e il buon Aqui. Infatti, sa di poter contare sul prezioso supporto dei suoi compagni. Come Sasha, maestro nel ribaltare anche le situazioni più disperate, Gemini Torok, coach e punto di riferimento del team.

La posta in gioco è massima, così come l’abilità dei player impegnati, insomma, gli ingredienti per uno spettacolo con i fiocchi ci sono tutti, non resta che collegarsi al canale Twitch Rainbow6IT e fare il tifo: chi porterà a casa il titolo di campione?

Mario "Rios" Cristofalo

Sono un appassionato di videogiochi sin da quando ne ho memoria. La mia crescita è stata caratterizzata delle console Nintendo (grazie ai Pokèmon), e poi dall'esplosione di Xbox anche in Italia. Nel 2018, però, mi sono avvicinato al mondo di League Of Legends di cui mi sono perdutamente innamorato. Ad oggi mi occupo di LoL, ma anche di tutto ciò che è interessante nel mondo videoludico e tech in generale. Per info e collaborazioni: [email protected]

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701