Ubisoft annuncia la Rainbow Six World Cup, il Campionato Mondiale di R6

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Anche Rainbow Six Siege avrà un campionato mondiale, la R6 World Cup: è una delle tante novità emerse dall’Ubisoft Forward, conferenza sullo stato dell’arte della casa sviluppatrice canadese che ha sviluppato l’FPS tattico rilasciato nell’ormai lontano 2015.

Proprio come un mondiale in piena regola di un qualsiasi sport tradizionale, la Rainbow Six World Cup vedrà affrontarsi vere e proprie nazionali (selezionate con un innovativo metodo che vedremo più avanti).

A scendere in campo, a partire con le fasi iniziali del 14 settembre, saranno ben 45 nazionali: 14 sono invitate direttamente (sì, c’è anche l’Italia), mentre le altre 31 si affronteranno in un turno di qualificazione grazie al quale 6 squadre staccheranno il biglietto di partecipazione alle fasi finali

Rainbow Six World Cup – i dettagli sul campionato mondiale di R6

2021 sarà un anno particolarmente interessante per l’Esport di Rainbow Six” ha spiegato Ubisoft: “Un nuovo livello di competizione a lungo atteso verrà svelato nel corso dell’anno per rendere l’annata ancora più speciale per la community, i giocatori, e noi. Siamo fieri di presentare la prima edizione assoluta delle Rainbow Six World Cup, un livello di competizione indipendente atteso da tempo che vedrà impegnati le migliori nazionali del mondo nell’Estate del 2021. […] quale nazione è la migliore della scena Esport di Rainbow Six mondiale? il 2021 è l’anno in cui avremo finalmente una risposta“.

Con queste parole, Ubisoft ha annunciato il primo campionato mondiale di Rainbow Six Siege, e non è una sorpresa che l’Italia sia una delle 14 nazionali che hanno ricevuto l’invito diretto (nonostante le favorite per la vittoria siano USA, Brasile e Francia), e che quindi non dovrà affrontare la fase di qualificazione.

L’organizzazione della competizione sarà suddivisa in due fasi centrali:

  • Nella prima fase, in partenza dal settembre 2020, le 45 nazioni selezioneranno tre Team Manager: uno sarà nominato dalla sede locale di Ubisoft, uno sarà eletto direttamente dai giocatori professionisti della scena locale ed il terzo sarà votato dalla community di riferimento.
  • Nella seconda fase, che partirà quest’autunno, questi manager selezioneranno cinque giocatori che vestiranno la maglia (virtuale) della loro nazione, ma attenzione: è fissato a due il numero massimo di giocatori di uno stesso team che potranno essere eletti nella formazione titolare.

Una volta nominate le nazionali, prenderà il via il turno di qualificazione, che vedrà i 31 team non invitati direttamente affrontarsi in gironi sulla base della loro posizione geografica.

Infine, nell’Estate del 2020 si terranno le fasi finali della World Cup di R6, con 20 team che si contenderanno il titolo di Campioni Mondiali di Rainbow Six Siege.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701