<  Torna alla lista mazzi

Spiteful Keleseth Priest

Mazzo creato 4 anni fa - Ultima modifica 4 anni fa
0
0

Introduzione

Non c’è molto da dire, in realtà. Anche se con la rotazione in wild di carte chiavi, quali Draconid Operative e Netherspite Historian, lo Spiteful Priest resta sempre tra i top tier del meta, questo perché con la dipartita di molti drop a dieci, il mazzo si è rinforzato per quanto riguarda la sinergia con la Spiteful Summoner, visto che non ci sono più gli dei di Old Gods, quindi avremo molte più probabilità di evocare un servitore decisamente forte, ad esempio Tyrantus, Deathwing su tutti.

Per quanto riguarda i rimpiazzi delle vecchie carte, penso che Keleseth sia un’ottima opzione, anche perché con l’uscita della Netherspite Historian, il drop a due resta vacante.

Per quanto riguarda il pacchetto draghi, invece, abbiamo il Nightmare Amalgam, che viene considerato un drago, quindi da considerarsi un attivatore in più per il Duskbreaker. Il Scaleworm è buono per fare alcuni trade e tenere la board sotto controllo.

Gameplay

Il gameplay è pressoché identico rispetto alla vecchia versione dello Spiteful Priest; si cerca di avere più board presence possibile, solo che in questo caso vogliamo trovare Keleseth il prima possibile, così da poter buffare i nostri servitori ed agevolarci la partita.
Lo Scaleworm ci aiuta con i trade in caso fossimo indietro con la board e contro gli aggro si cerca di trovare il Duskbreaker per pulire la board.
Poi ovviamente a turno sei (si spera) c’è la combo con la Spiteful Summoner, che con le spell a otto e a dieci di Anduin, può evocare dei servitori davvero utili, specialmente, come detto prima, con l’uscita di Old Gods, i drop a dieci sono notevolmente migliorati.

Mulligan

Il mulligan è molto semplice: Northshire Cleric, Prince Keleseth e Duskbreaker sono un must.
Se si parte come secondo, invece, la Spiteful Summoner è una valida opzione, perché a turno cinque si ha l’occasione di usare la moneta, così che la Summoner può subito evocarci il servitore grosso.

Matchup

Cubelock e Control Warlock – È semplice, grazie alla combo Twilight Acolyte e Cabal Shadow Priest, oltre ai Mind Control, dobbiamo puntare a rubare i Voidlord o il Doomcaller, così che il Death Knight non possa farli resuscitare.

Contro mazzi Aggro – Anche qui semplice, basta saper quando giocare il Duskbreaker, così da poter azzerare la board avversaria. Per di più la Cabal Shadow Priest ci permette di prendere in nostro possesso alcuni servitori pericolosi, tra i quali il Knife Juggler, il Direwolf Alpha o nel caso del Paladino il Righteous Protector.