Attrix & Gugly mostrano a Second Dinner la lista di “cose da fare” per salvare Marvel Snap

Attrix & Gugly mostrano a Second Dinner la lista di “cose da fare” per salvare Marvel Snap

Profilo di Stak
 WhatsApp

L’attuale stato di Marvel Snap ha spinto Second Dinner a chiedere consigli sul futuro ad uno dei maggiori esperti del gioco, ovvero il top streamer della community italiana Attrix.

Dopo aver stilato una vera e propria lista di “cose da fare” insieme al prezioso aiuto di Gugly (certamente uno dei giocatori più autorevoli e stimati dell’intera scena mondiale di Snap, ndr) e finalizzata a migliorare l’attuale stato del gioco di Marvel Snap, Attrix ha quindi sottoposto all’attenzione del Manager Mathias tutti i vari punti.

Per alcuni di questi punti abbiamo preferito pubblicare degli speciali dedicati, che troverete consultando la sezione di Marvel Snap del sito. Per avere un’idea generale di tutte le questioni affrontate da Attrix e Mathias, il noto content creator italiano ha comunque suggerito quanto segue:

  • Inserire delle ricompense anche per la ladder. Le ricompense andrebbero inserite anche per chi fa infinito, con un aumento del valore delle stesse all’aumentare del livello raggiunto dai giocatori.
  • Per “ricompense” inoltre, Attrix ha specificato che queste dovrebbero essere specificatamente gold, token o crediti.
  • Aggiungere Patch/nerf, ota e buff anche per le Location. Le location impattano tanto quanto le carte, ed alcune di queste necessitano un rework.
  • Molte più carte ogni anno, e soprattutto carte più Forti ed in grado di impattare sul meta. Spesso escono carte inutili/aride, che non garantiscono alcuna novità allo stato del gioco.
  • Il gioco è poco accessibile, ed il “farming” delle risorse è inadeguato. La maggior parte dei nuovi giocatori che ha abbandonato lo ha fatto perché ha percepito il gioco come “money grabber” (termine per indicare un gioco nel quale si è “obbligati” a spendere molti soldi per stare al passo).

Sempre legato al discorso qui sopra, Attrix ha anche specificato che un nuovo giocatore non è invogliato ad iniziare, perché necessiterebbe di migliaia di euro per farsi un mazzo Tier 1. Le carte Pool 3 andrebbero quindi regalate ai giocatori, ed andrebbero inserite delle micro transazioni per permettere l’acquisto di stock di carte a basso prezzo.

Gli altri argomenti trattati per “migliorare lo stato di Marvel Snap”: 

Oltre a tutto questo, Attrix e Gugly hanno anche suggerito almeno 3 macro temi agli sviluppatori di Second Dinner… Ottenendo molto interesse da parte di Mathias, che ha anche “confermato” che alcuni di questi temi verranno presto presentati al grande pubblico. Non sappiamo con esattezza quale di tutti questi punti sia effettivamente prossimo all’uscita…Ma lo scopriremo certamente molto presto.

I 3 macro temi, che abbiamo discusso in speciali dedicati, sono:

Cosa ne pensate di tutte queste idee community? Seguiranno certamente aggiornamenti, che non esiteremo a riportare qui su Powned.

Il video di Attrix sul futuro di Marvel Snap

Restate sintonizzati con noi per non perdere neanche un singolo aggiornamento sulla questione.

Articoli correlati sull’argomento:

THUNDERBOLTS: quanto ha impattato questa stagione?

THUNDERBOLTS: quanto ha impattato questa stagione?

Profilo di maretta72
20/05/2024 18:49 di  "maretta72"
 WhatsApp

Speciale Marvel Snap – E’ iniziata ormai da giorni la nuova stagione di Marvel Snap, con nuove carte già rilasciate e altre che arriveranno durante il mese… In questo speciale andremo a vedere che impatto hanno avuto sul meta le carte della stagione precedente, ossia quelle rilasciate durante la stagione  THUNDERBOLTS.

In totale sono state rilasciate 6 carte di cui una è del pass stagionale, mentre le altre 5 sono delle pool 5.

IMPATTO DELLE CARTE NEL META DI MARVEL SNAP

  • BARON ZEMO

Carta del pass. Carta ok, più che forte è molto fastidiosa perchè va ad attingere dal mazzo dell’avversario. ‘Creatrice’ dell’archetipo mill, non è una carta essenziale da avere in collezione.

  • RED HULK

Classica carta grossa da giocare in chiusura che si è beccata finanche un nerf. Giocata un po’ ovunque, dal ramp all’Hela, si è rivelata una carta tremendamente forte al punto da essere schierato in molti game per “vincere la partita”.

  • U.S.AGENT

Carta meme del mese. Non ha utilità e non viene giocata. Carino il concept ma trova davvero poco senso dove, nella maggior parte dei casi, le carte grosse risentono davvero poco di perdere poche statistiche di power.

  • RED GUARDIAN

Ottima tech card. Principalmente giocata in Surfer e Cerebro 3, è una buonissima carta che può trovare ancora spazio in futuro e che torna utile in collezione.

  • WHITE WIDOW

Un po’ come per Zemo, è carina, ma soprattutto fastidiosa con quel suo -4 nel campo dell’avversario. Lo spazio nei mazzi lo trova tranquillamente, visto anche il suo costo, ma secondo me, non è una carta essenziale.

  • VALENTINA

Carta sulla quale si avevano enormi aspettative in positivo, che poi si è rivelata appena sufficiente. Il costo 6 non si è rivelato un bonus così forte come si credeva, facendo perdere molto valore alla carta, e rendendo la sua presenza in collezione abbastanza evitabile.

Spero che questo speciale possa essere stato di vostro gradimento e di restare aggiornati su nuovi contenuti e novità su Marvel SNAP.

Articoli correlati: 

Marvel SNAP: chi è Yondu? La storia del personaggio

Marvel SNAP: chi è Yondu? La storia del personaggio

Profilo di maretta72
20/05/2024 18:00 di  "maretta72"
 WhatsApp

Storia Yondu –  Continua la rubrica riguardante la storia dei personaggi, più o meno conosciuti dell’universo Marvel! Oggi la puntata è dedicata a Yondu.

Creato nel gennaio 1969 da Arnold Drake e Gene Colan, appare per la prima volta in ‘Marvel Super-Heroes’ volume 1 numero 18.

YONDU: la storia dietro la carta di Marvel Snap

Yondu Udonta è un membro della tribù Zatoan, esseri primitivi nativi di Centauri IV, che lavorava come cacciatore. Il suo pianeta di origine era il primo pianeta colonizzato da esseri umani che erano fuori dal sistema solare della Terra.

Nel 3006, Vance Astro, sbarca sul pianeta di Yondu con una nave a propulsione antiquata. Vance incontra Yondu quando era un adolescente. Il giovane collaborò con Vance quando i Badoon, una razza aliena, attaccarono il pianeta in quel periodo. Si ritiene che tutti gli altri centauriani siano stati uccisi, rendendo Yondu l’unico rimasto del suo popolo.

Il duo provò a scappare, ma venne portato sulla Terra una volta che questa venne conquistata nel 3007. Successivamente riescono a scappare, incontrando altri due sopravvissuti dalle colonie di Giove e di Plutone, con i quali andranno a formare i Guardiani della Galassia per combattere i Badoon.

Negli anni successivi, i Guardiani attaccarono gli avamposti dei Badoon nel sistema solare. Nel 3014 A.D., la squadra dei Guardiani ha combattuto al fianco di La Cosa e Captain America per difendere New York dalle forze dei Badoon.

Yondu insieme ai suoi colleghi Guardiani aiuta anche i Vendicatori contro Korvac. Durante questo scontro, la mano destra di Yondu viene  distrutta e sostituita da Martinex con un’appendice bionica. Yondu in seguito lascia la squadra quando si scopre che una piccola enclave del suo popolo è sopravvissuta su Centauri IV. Questi Kikaahe (“abitanti delle grotte”) sfuggirono alla morte per mano dei Badoon perché le pareti della caverna dove vivevano contenevano il minerale trillite (“yaka”) che bloccava le onde radio, proteggendoli quindi dai sensori. Dal momento che la sua nuova gente non accetterà la sua mano bionica, Yondu acconsentirà ai Guardiani di utilizzare la loro tecnologia medica avanzata per ripristinare la mano originale, potendosi così riconciliare con ciò che rimase del suo popolo.

Poteri e capacità

Yondu possiede una forza leggermente sovrumana (può sollevare circa 400 kg). Ha anche velocità, resistenza, agilità e riflessi uguali a quelli di un atleta umano. I suoi sensi fisici sono più acuti di quelli di un essere umano, in particolare il suo senso dell’olfatto e dell’udito. Quest’ultimo gli consente di rilevare suoni molto più alti di quelli che possono rilevare gli umani.

Utilizza come arma un arco a curva singola lungo 1,5 metri e una faretra di frecce composta da yaka, uno speciale metallo sensibile al suono che si trova solo su Centauri IV. Una freccia yaka può effettivamente cambiare direzione (ma non velocità) in risposta a certi fischi che alcuni Centauriani possono produrre. Yondu è così abile nel controllare le sue frecce che può farle ritornare nella sua mano o farsi strada tra una folla di persone senza toccarle.

Detto questo, spero che questo racconto sulle origini di Yondu vi sia piaciuto… Ricordandovi che nei prossimi giorni la rubrica si arricchirà con tante nuove storie sui protagonisti del meta di Marvel Snap.

Articoli correlati: 

Marvel SNAP: chi è Mobius M.Mobius? La storia del personaggio

Marvel SNAP: chi è Mobius M.Mobius? La storia del personaggio

Profilo di maretta72
18/05/2024 17:46 di  "maretta72"
 WhatsApp

Storia Mobius –  Continua la rubrica riguardante la storia dei personaggi, più o meno conosciuti dell’universo Marvel! Oggi la puntata è dedicata a Mobius M.Mobius.

Creato nel giugno 1991 da Walter Simonson, appare per la prima volta in ‘Fantastic Four’ numero 353.

MOBIUS M.MOBIUS: la storia dietro la carta di Marvel Snap

L’onorevole Mr. Mobius M. Mobius era un membro della direzione junior della Time Variance Authority.

Incontrò ben presto per la prima volta i Fantastici Quattro perseguendoli per “uso illegale del tempo”, “furto di continuità” e altre varie accuse, ma questi riuscirono a sfuggirgli.

A causa della perdita di alcuni file durante questo scontro, Mobius rischiò di essere retrocesso, dunque si ostinò nel perseguire la catturare del gruppo di eroi. Una volta raggiunti però, questi invece di combatterlo lo aiutarono a dimostrare il suo valore alla TVA, riuscendo perfino a trovargli un lavoro presso la Dinastia Kang a Chronopolis. Questo, unito alla meticolosa attenzione per i dettagli, contribuì a dare grande lustro a Mobius che venne pertanto promosso dalla TVA fino alla posizione di “burocrate senior“.

Mobius fu anche uno dei giudici (e l’unico a sopravvivere) presente al processo a She-Hulk, colpevole di aver alterato il flusso temporale avvertendo Occhio di Falco della sua imminente morte.

Attualmente si occupa del controllo sulle violazioni delle leggi della TVA.

Poteri e abilità

Mobius non ha super poteri ma è un grande leader, dotato di forte carisma e di un’autorità di livello molto alto all’interno della TVA dove viene rispettato e stimato da tutti.

Detto questo, spero che questo racconto sulle origini di Mobius M.Mobius vi sia piaciuto… Ricordandovi che nei prossimi giorni la rubrica si arricchirà con tante nuove storie sui protagonisti del meta di Marvel Snap.

Articoli correlati: