Marvel SNAP: chi è Sandman? La storia del personaggio

Marvel SNAP: chi è Sandman? La storia del personaggio

Profilo di maretta72
 WhatsApp

Storia Sandman – Continua la rubrica riguardante la storia dei personaggi, più o meno conosciuti dell’universo Marvel! Oggi la puntata è dedicata a Sandman.

Creato nel settembre 1963 da Stan Lee e Steve Ditko, appare per la prima volta in Amazing Spider-Man volume 1 numero 4.

SANDMAN: la storia dietro alla carta di Marvel Snap

William Baker nacque nel borough di Queens a New York. Quando Baker aveva solo tre anni, suo padre lo abbandonò, lasciandolo alle cure di sua madre. Il ragazzo cresce senza il padre e viene continuamente tormentato dai bulli della scuola, che spesso lo picchiano e distruggono le sue “opere di sabbia”. Infatti, William aveva un lato molto creativo e utilizzava la sabbia per creare delle sculture. Il suo talento venne notato dalla sua insegnante, Miss Flint, per la quale si prese una cotta.

William cambiò dopo aver appreso che la sua insegnante stava per sposarsi e diventò un ragazzo violento e forte, che divenne il capo dei bulli che lo avevano tormentato in precedenza, adottando il soprannome di Flint, in riferimento alla sua insegnante. Divenne rapidamente un ottimo giocatore di football americano alle superiori, dimostrandosi però troppo aggressivo e rabbioso.

Pur di salvare un’amico tormentato dagli strozzini, Flint finì per far perdere intenzionalmente un’importante partita, ma ciò causò la sua espulsione della squadra. Per la rabbia, arrivò anche a picchiare duramente l’allenatore e intraprese, da quel giorno, la strada del crimine.

Compì diverse rapine, finendo per essere catturato molte volte. Durante il periodo in carcere, Flint conosce suo padre, ma non gli rivela di essere suo figlio, per paura di non essere accettato, assumendo l’alias di Flint Marko. Dopo il rilascio di suo padre, Flint, per stare accanto al genitore, fugge dalla prigione. Inseguito dalla polizia, arrivò in un’area di sperimentazione, dove venne investito da un’esplosione nucleare che mischiò le sue molecole con la sabbia, donandogli la possibilità di trasformare il suo corpo in sabbia e mutando parti del suo corpo in armi.

Poteri e abilità

Come suggerisce il suo nome di battaglia, Baker ha la capacità di trasformarsi in sabbia, mantenendo il controllo su ogni minuscola particella del suo corpo: è in grado di assumere qualsiasi forma, tanto da avere una malleabilità pari a quella di Mister Fantastic, ma può volere che il suo corpo sia indurito, compattato, disperso o modellato, o una combinazione di queste qualità. Inoltre è in grado di aumentare o diminuire entro un certo limite le dimensioni del suo corpo. Il più delle volte in combattimento, questa capacità gli consente di assorbire la maggior parte dei colpi con pochi o nessun effetto negativo oltre a riformarsi, un’azione relativamente veloce.

Detto questo, spero che questo racconto sulle origini di Sandman vi sia piaciuto… Ricordandovi che nei prossimi giorni la rubrica si arricchirà con tante nuove storie sui protagonisti del meta di Marvel Snap.

Articoli correlati: 

Marvel SNAP: chi è Mobius M.Mobius? La storia del personaggio

Marvel SNAP: chi è Mobius M.Mobius? La storia del personaggio

Profilo di maretta72
18/05/2024 17:46 di  "maretta72"
 WhatsApp

Storia Mobius –  Continua la rubrica riguardante la storia dei personaggi, più o meno conosciuti dell’universo Marvel! Oggi la puntata è dedicata a Mobius M.Mobius.

Creato nel giugno 1991 da Walter Simonson, appare per la prima volta in ‘Fantastic Four’ numero 353.

MOBIUS M.MOBIUS: la storia dietro la carta di Marvel Snap

L’onorevole Mr. Mobius M. Mobius era un membro della direzione junior della Time Variance Authority.

Incontrò ben presto per la prima volta i Fantastici Quattro perseguendoli per “uso illegale del tempo”, “furto di continuità” e altre varie accuse, ma questi riuscirono a sfuggirgli.

A causa della perdita di alcuni file durante questo scontro, Mobius rischiò di essere retrocesso, dunque si ostinò nel perseguire la catturare del gruppo di eroi. Una volta raggiunti però, questi invece di combatterlo lo aiutarono a dimostrare il suo valore alla TVA, riuscendo perfino a trovargli un lavoro presso la Dinastia Kang a Chronopolis. Questo, unito alla meticolosa attenzione per i dettagli, contribuì a dare grande lustro a Mobius che venne pertanto promosso dalla TVA fino alla posizione di “burocrate senior“.

Mobius fu anche uno dei giudici (e l’unico a sopravvivere) presente al processo a She-Hulk, colpevole di aver alterato il flusso temporale avvertendo Occhio di Falco della sua imminente morte.

Attualmente si occupa del controllo sulle violazioni delle leggi della TVA.

Poteri e abilità

Mobius non ha super poteri ma è un grande leader, dotato di forte carisma e di un’autorità di livello molto alto all’interno della TVA dove viene rispettato e stimato da tutti.

Detto questo, spero che questo racconto sulle origini di Mobius M.Mobius vi sia piaciuto… Ricordandovi che nei prossimi giorni la rubrica si arricchirà con tante nuove storie sui protagonisti del meta di Marvel Snap.

Articoli correlati: 

Marvel SNAP: chi è Ravonna? La storia del personaggio

Marvel SNAP: chi è Ravonna? La storia del personaggio

Profilo di maretta72
16/05/2024 20:21 di  "maretta72"
 WhatsApp

Storia Ravonna-  Continua la rubrica riguardante la storia dei personaggi, più o meno conosciuti dell’universo Marvel! Oggi la puntata è dedicata a Ravonna.

Creata nel Dicembre 1965 da Stan Lee e Don Heck, appare per la prima volta in ‘Avengers’ numero 23. 

RAVONNA: la storia dietro la carta di Marvel Snap

Ravonna è figlia del re Carelius, sovrano di un regno non identificato del 40º secolo supervisionato da Kang il Conquistatore. Incontrò per la prima volta Kang quando quest’ultimo cercò di inglobare la sua era nel suo impero, ma il criminale si innamorò di lei. Kang lasciò correre il rischio di una ribellione nella speranza di ottenere la mano della principessa ma, quando il popolo insorse, decise di rispondere e sottometterlo in definitiva.

Essendo sul punto di vincere, condusse i Vendicatori in una linea temporale per far assistere loro al suo trionfo, pensando di sconfiggerli e poi di sposare Ravonna. Durante l’attacco finale, Kang si rifiutò di giustiziare la principessa, portando quindi uno dei suoi generali, Baltag, a rivoltarsi contro di lui.

Kang fu quindi costretto a chiedere l’aiuto degli eroi e della popolazione per sottomettere i suoi stessi uomini, salvando Ravonna dalla sua prigionia e rivelando il sincero amore che provava per lei. In seguito, mentre Kang stava rimandando i Vendicatori al loro tempo, Baltag tentò di sparare al criminale a tradimento, venendo salvato da Ravonna che si rese conto di amare a sua volta Kang, quindi lo protesse facendogli da scudo e cadde in un coma simile alla morte, mentre il generale fu giustiziato.

LA RAVONNA DI UN’ALTRA LINEA TEMPORALE

Successivamente viene rivelato che una Ravonna proveniente da un’altra linea temporale era effettivamente divenuta la consorte di Kang, con questa che venne quindi usata da Immortus nel suo piano per distruggere Kang e tutte le sue controparti.

Kang salvò questa Ravonna quando venne gettata nel Limbo e questo creò una realtà alternativa in cui proprio Kang era morto.Kang cominciò così a distruggere le varie controparti di se stesso, senza mai rendersi conto che faceva tutto parte del piano di Immortus e Ravonna.

Si scoprirà in seguito che la Ravonna originale venne rianimata dal Gran Maestro, e venuta a sapere della verità, giurò vendetta su Kang per non averla salvata pur avendone la possibilità.

Poteri e abilità

Ravonna non ha particolari poteri sovrumani, a parte l’incredibile resistenza fisica. È dotata di un grande intelletto, è una formidabile combattente corpo a corpo e padroneggia varie armi esotiche. Sa anche maneggiare varie tecnologie futuristiche e ha ricevuto un’avanzata educazione relativa ad arti e scienze del 41º secolo.

Detto questo, spero che questo racconto sulle origini di Ravonna vi sia piaciuto… Ricordandovi che nei prossimi giorni la rubrica si arricchirà con tante nuove storie sui protagonisti del meta di Marvel Snap.

Articoli correlati: 

Marvel SNAP: chi è Sage? La storia del personaggio

Marvel SNAP: chi è Sage? La storia del personaggio

Profilo di maretta72
14/05/2024 19:15 di  "maretta72"
 WhatsApp

Storia Sage– Continua la rubrica riguardante la storia dei personaggi, più o meno conosciuti dell’universo Marvel! Oggi la puntata è dedicata alla nuova carta in arrivo oggi, Sage.

Creata nel aprile 1980 da Chris Claremont e John Byrne, appare per la prima volta in ‘Uncanny X-Men’ numero 132.

SAGE: la storia dietro la carta di Marvel Snap

Tessa, suo vero nome, è un personaggio poco conosciuto e della quale non si sa praticamente nulla, se non il fatto che durante la sua adolescenza visse da sola in un villaggio dei Balcani cercando di venir fuori dal conflitto che c’era in corso tra i ribelli e le forze governative. Sappiamo anche che successivamente fece parte di un harem per motivi però poco chiari.

Un giorno, sentendosi chiamata si recò presso una caverna nelle vicinanze delle montagne di Hindu Kush dove trovò intrappolato Charles Xavier sotto una pila di detriti con entrambe le gambe fratturate, conseguenza dello scontro con l’alieno Lucifer.

Tessa aiutò l’uomo gravemente ferito e, mentre tentavano di raggiungere un ospedale, incontrarono un convoglio delle Nazioni Unite i cui membri erano stati in parte uccisi e in parte violentati. Provando rabbia verso coloro che avevano perpetrato tali atti, Tessa si vendicò tanto brutalmente che i sensi di colpa non l’abbandonarono per anni.

Poteri e abilità

La mutazione di Sage consiste nell’avvertire il potenziale mutante negli altri, attivarlo nelle dovute circostanze e far avanzare allo stadio successivo la mutazione.

Possiede inoltre una memoria perfetta che le permette di ricordare qualsiasi cosa abbia visto o sentito, elaborando dati molto più velocemente di qualsiasi super computer, ed utilizza quest’abilità informatica per analizzare e catalogare i mutanti ed i loro geni. Possiede anche abilità telepatiche che le permettono di collegarsi a chiunque e fare il download di tutti i suoi pensieri, ricordi ed esperienze.

Detto questo, spero che questo racconto sulle origini di Sage vi sia piaciuto… Ricordandovi che nei prossimi giorni la rubrica si arricchirà con tante nuove storie sui protagonisti del meta di Marvel Snap.

Articoli correlati: