Uzi è diventato ufficialmente free agent

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Dopo un 2019 deludente ed una primavera 2020 passata dietro le quinte, Uzi ha lasciato scadere il suo contratto con gli RNG.

Infatti, secondo il database di Riot, l’accordo tra il giocatore e la squadra sarebbe terminato il 30 di aprile, con nessuna volontà di rinnovarlo. La cocente eliminazione durante i Worlds dello scorso anno ha rotto qualcosa all’interno del carry cinese, che non è più riuscito a tornare sui suoi livelli.

Inoltre, durante questa stagione, ha dovuto combattere con tanti infortuni, che l’hanno tenuto lontano dalla scena competitiva. La superstar cinese sarebbe ad un passo dal ritiro.

Quale sarà il futuro di Uzi

Il mondiale 2019

Tutti noi abbiamo ancora bene in mente cosa è successo ai Worlds. Gli RNG erano nel gruppo della morte, insieme a FnaticSKTClutch Gaming. Il team cinese non è riuscito a passare il girone, eliminato (in maniera dolorosa) da Rekkles e compagni. Già in quel torneo, Uzi, aveva dimostrato di essere lontanissimo dal suo stato forma ottimale, condannando la sua squadra ad un tremendo anonimato.

Di fatto gli RNG erano diventati la sua ombra, e senza di lui non riuscivano più a performare come nel 2018 (quando vinsero il MSI). L’eliminazione dal mondiale ha fatto male a questo ragazzo, che si è lentamente defilato dal suo ruolo di titolare all’interno del team.

Primavera 2020

Come detto in precedenza, le apparizioni della superstar cinese, nel corso di quest’anno, sono state molto rare. Infatti i Royal hanno “promosso” l’ex carry dei Flash WolvesBetty, che ha giocato da titolare già durante la Demacia Cup. Indubbiamente Betty si è fatto valere, risultando un buon giocatore per la squadra (73% di kill partecipation ed un KDA di 5.6), ma Uzi aveva un peso decisamente diverso.

La squadra ha avuto una stagione ricca di alti e bassi (i bassi sono stati di più), relegandosi su un livello tremendamente mediocre. Il culmine della stagione è stato l’eliminazione nel primo round dei playoff per mano degli Edward Gaming, che ha certificato il fallimento completo del progetto RNG senza il loro giocatore simbolo.

Innumerevoli infortuni ed un possibile ritiro

Oltre alla mancanza di motivazioni legata ai risultati non soddisfacenti, il carry cinese, ha avuto (ed ha ancora) dei seri problemi alle braccia. Secondo quello che lui stesso ha dichiarato in un documentario per Nike, non sarebbe più in grado di giocare per diverse ore al pc. Dopo diversi esami clinici, i medici che hanno seguito il suo caso, hanno detto che le sue braccia sono così rovinate da sembrare quelle di un uomo di 40/50 anni.

Sappiamo bene quanto siano difficili le vite dei giocatori professionisti, non potersi allenare per molte ore di seguito potrebbe essere un problema serio. Chiaramente a queste condizioni nessuna squadra competitiva potrebbe accettarlo nel suo roster, e l’unica opzione viabile potrebbe essere il ritiro.

In questi mesi di off-season gli occhi di molti saranno puntati su questa situazione e non escludiamo clamorose sorprese.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701