PG Nationals: ecco il quadro dei playoff

PG Nationals: ecco il quadro dei playoff

Profilo di Rios
 WhatsApp

L’ultima giornata della stagione regolare del summer split del PG Nationals ci ha regalato un finale al cardiopalma, che ha chiuso il quadro dei playoff. Nella giornata di ieri ogni pronostico è stato infranto, visto che gli Atleta Esports (campioni in carica) hanno agguantato la qualificazione all’ultimo.

Un evento davvero imprevisto, specialmente dopo aver visto la crisi in cui la squadra è precipitata durante le settimane precedenti. Insieme a loro si sono qualificati: Macko Esports (primi), Cyber Ground Gaming (secondi) ed Outplayed (terzi).

Quattro squadre che ci faranno divertire, e che sono pronte per darsi battaglia per conquistare il titolo di campione italiano di League Of Legends.

I playoff del PG Nationals

I primi tre qualificati

Se dovessimo dirvi quale team ci ha impressionati di più in questo summer split 2022, sicuramente sceglieremmo i Cyber Ground Gaming. La squadra siciliana ha infatti iniziato la stagione in sordina, a riflettori spenti, cosa che le ha permesso di crescere nel migliore dei modi.

Con il passare delle partite, però, l’attenzione nei loro confronti è salita a dismisura. Le Aquile sono progressivamente diventate una macchina da guerra quasi perfetta, conquistando così la migliore qualificazione mai avuta dall’organizzazione in uno split del PG Nationals.

Il dominio dei Macko, invece, era quasi atteso, scontato. Ma nonostante questo, la squadra non ci è sembrata dominante come in passato. Qualche volta coach Cristo ed i suoi ragazzi hanno sperimentato un po’ troppo, testando i limiti su degli avversari che hanno sfruttato la cosa per batterli.

Chiaramente non stiamo dicendo che i Macko siano una squadra debole, anzi crediamo che siano ancora i favoriti per la vittoria, ma soltanto che il loro percorso in questa stagione regolare è stato diverso rispetto al solito, anche se guardiamo le prestazioni dei singoli giocatori.

Infine abbiamo gli Outplayed, la squadra più difficile da capire di questo quartetto. Il team di Brizz, infatti, ha alternato prestazioni sontuose a scivoloni quasi clamorosi. Quando riescono a prendere il pallino del gioco dominano in lungo ed in largo, mentre quando si presentano le prime difficoltà cadono senza riuscire a rialzarsi. Una squadra strana, quindi, ma con tantissimi margini di crescita. Il roster è ricco di talento, ed in midlane brilla con forza la gemma di Dehaste, anche se manca ancora qualcosa.

Il colpaccio degli Atleta Esports

A chiudere il gruppetto delle classificate ai playoff troviamo, con molta sorpresa, i campioni in carica degli Atleta Esports. Ma perché parliamo di sorpresa? La squadra non ha avuto una stagione brillante, ed è stata flagellata ripetutamente dai problemi.

Il team ha anche dovuto cedere una vittoria a tavolino agli OP, a causa del COVID che aveva contagiato quasi tutti i giocatori e dei problemi di linea. Tanti problemi quindi, che i ragazzi sono riusciti a superare in qualche modo. Nelle ultime due giornate, infatti, Endz e compagni hanno gettato il cuore oltre l’ostacolo qualificandosi quando sembrava impossibile.

La vittoria di ieri, ottenuta ai danni dei Cyber Ground, è stata a dir poco eroica. Gli Atleta sono riusciti a mantenere il sangue freddo fino alla fine, arginando i tentativi di rimonta degli avversari e rendendosi protagonisti di una vittoria sfavillante.

Chiaramente questa qualificazione non risolve in automatico tutti i problemi, ma da un grande boost al morale dei giocatori e dello staff. Siamo sicuri del fatto che venderanno cara la pelle durante i playoff, e magari riusciranno a tirar fuori anche qualche risultato inaspettato.

Chi non ce l’ha fatta

Subito dopo il quartetto dei qualificati troviamo quello degli esclusi, composto da: AxolotlSamsung Morning StarGG Esports ed Esports Empire. Un gruppetto niente male, che ha al suo interno due squadre che hanno creduto al sogno playoff fino alla fine.

Partiamo dagli Axolotl, forse la delusione più grande di questo summer split del PG Nationals. Infatti la squadra, dopo un inizio altalenante, aveva inanellato una serie di ben sei vittorie consecutive, riportandosi con forza ai piani alti della classifica.

Ma questo non è bastato, in quanto il team è crollato subito dopo senza una spiegazione apparente. Forse le altre organizzazioni si sono adattate al loro stile di gioco, o forse il momento magico si è esaurito, ma sta di fatto che le quattro sconfitte consecutive hanno fatto sfumare un sogno che sembrava essersi concretizzato.

Nonostante i Samsung Morning Stars abbiano concluso la loro stagione con una mancata qualificazione, possono comunque essere contenti per ciò che hanno realizzato. La squadra, infatti, arrivava da uno spring split disastroso, chiuso con un parziale record di 0 vittorie e 14 sconfitte.

Nonostante questo, la dirigenza ha creduto nel progetto, facendo i dovuti aggiustamenti e rivitalizzando il roster guidato da coach Trap. Una buona estate per loro, anche se dovranno affrontare il tanto temuto relegation tournament per mantenere il loro posto nel PG Nationals.

Infine abbiamo GG Esports ed Esport Empire, due squadre che non hanno mai seriamente ingranato per ragioni diverse. Il tracollo più importante lo hanno avuto gli EE, che avevano costruito un roster per puntare in alto, ed invece si sono ritrovati all’ultimo posto.

Il team non è mai riuscito a trovare la sua dimensione, ed anche con delle stelle come Rubi0oLebron non è riuscito a muoversi nella direzione corretta. Anche gli Esports Empire dovranno affrontare il temibile viaggio nel relegation tournament, sperando di poter tenere quel posto prestigioso all’interno del PG Nationals.

Il quadro dei playoff

Round 1 26 luglio

  • Cyber Ground Gaming-Macko Esports (chi vince questa va in finale)

27 luglio

  • Outplayed-Atleta Esports (chi perde è fuori)

Semifinale 31 luglio

  • Perdente del game 1-Vincente del game 2

Finale 4 agosto


Torneo League of Legends By ReadyCheck 02/09: ISCRIZIONI ANCORA APERTE!

Torneo League of Legends By ReadyCheck 02/09: ISCRIZIONI ANCORA APERTE!

Profilo di Stak
 WhatsApp

Torneo League of Legends – Attraverso questo speciale, vogliamo ricordare a tutte le nostre lettrici ed ai nostri lettori interessati a League of Legends di un nuovo torneo a cui siete tutti invitati!

Stiamo parlando del nuovo 5v5 Summoner’s Brawl organizzato da ReadyCheck, nuova piattaforma tornei che ospita tanti eventi dedicati alla scena esports. Il 5v5 Summoner’s Brawl andrà in scena Venerdì 2 Settembre alle ore 19, e vedrà i partecipanti fronteggiarsi in un 5Vs5 nella Summoner’s Rift.

In palio ben 2000 RCP (del valore di 200 Euro, ndr), che verranno distribuiti interamente al team vincitore.

Entrare nella lista dei partecipanti è semplicissimo, vi basterà cliccare sul seguente link (CLICCA QUI), loggare su ReadyCheck, ed iscrivervi per il torneo di League of Legends.

Dovrete aggiungere anche i nomi dei vostri compagni di squadra in fase di iscrizione a questo torneo visto che la struttura del 5v5 Summoner’s Brawl è a team.

L’iscrizione, sia alla piattaforma che al torneo, sarà totalmente gratuita! Vi ricordiamo inoltre che la fase di check-in dovrà essere completata SOLAMENTE dal capitano che avrà iscritto la squadra, e non da tutti i suoi membri.

Cosa farete community? Vi iscriverete e vi metterete alla prova? Per info e altro, ecco il link ufficiale alla pagina del torneo: clicca qui!

Sapete che sui profili social di ReadyCheck si sta tenendo un giveaway? In palio due controller NACON: clicca qui per scoprire maggiori informazioni, la partecipazione è gratuita!


LEC: i MAD Lions monopolizzano l’All-Pro Team

LEC: i MAD Lions monopolizzano l’All-Pro Team

Profilo di Rios
 WhatsApp

L’estate dei MAD Lions è stata un vero e proprio successo, facendo rinascere la squadra dopo uno spring split piuttosto sottotono. La selezione dell’All-Pro Team della LEC ha certificato ulteriormente la forza degli ex campioni, visto il monopolio imposto dal roster spagnolo.

Quattro ruoli su cinque sono finiti in mano ai Leoni madrileni, e soltanto la toplane è rimasta in mano ad un altro team. Un risultato assolutamente meritato per questi ragazzi, capaci di sfiorare la prima posizione in stagione regolare per poi mancarla di un soffio.

Andiamo quindi a vedere tutte le selezione della giuria degli esperti, dando uno sguardo anche alle seconde e terze linee.

L’All-Pro Team della LEC

Il primo posto

Come detto in precedenza, l’All-Pro Team è stato quasi interamente monopolizzato dal roster dei MAD LionsElyoyaNisqyUNFORGIVENKaiser hanno sbaragliato la concorrenza, grazie ad una stagione giocata a ritmi altissimi.

Questo risultato certifica l’ottimo lavoro svolto dalla squadra, che riesce a portare a casa anche questo trofeo oltre a quello già vinto per il miglior coaching staff della stagione.

L’unico giocatore capace di soffiare un posto ai MAD Lions è stato BrokenBlade, toplaner dei G2 Esports. Il tedesco ha avuto una stagione davvero molto convincente, di un altro livello rispetto ai suoi compagni, e sempre capace di esprimere una costanza che spesso non è appartenuta ai G2.

Il secondo posto

Il secondo posto dell’All-Pro Team della LEC ci offre un quadro molto più vario, anche se tre posizioni su cinque sono occupati dai giocatori dei G2. In corsia superiore troviamo Alphari dei Vitality, unico giocatore costante e solido del roster francese.

Subito dopo abbiamo il duo Jankos e Caps, colonna portante dei G2 Esports. I due hanno avuto delle prestazioni altalenanti nel corso della stagione, anche se nelle ultime settimane sono riusciti a raddrizzare le loro performance individuali ed essere un fattore decisivo nelle vittorie del loro team.

A chiudere il cerchio in corsia inferiore ci sono Comp dei RogueTargamas sempre dei G2. Una coppia di giocatori spettacolare, che ha mostrato ottime cose in questa stagione regolare.

Il terzo posto

  • Odoamne (Rogue)
  • Markoon (Excel)
  • Vetheo (Misfits Gaming)
  • Neon (Misfits Gaming)
  • Trymbi (Rogue)

LEC: l’ingresso dei Karmine Corp nella lega sembra più vicino

LEC: l’ingresso dei Karmine Corp nella lega sembra più vicino

Profilo di Rios
 WhatsApp

Pochi giorni fa vi avevamo parlato di un possibile addio degli Astralis, che stavano considerando le offerte di altre organizzazioni per la vendita del loro slot in LEC. Da allora le voci si sono fatte sempre più insistenti e gli indizi sui social hanno iniziato a proliferare.

Nelle scorse ore, infatti, alcuni rappresentati degli Astralis e dei Karmine Corp hanno voluto far impazzire i fan, mostrandosi in una sorta di tavolo delle trattative. Un gioco molto intelligente, che crea tantissimo hype nella community francese e non solo.

Chiaramente ancora non c’è nulla di ufficiale in campo, ma qualche fondo di verità potrebbe davvero esserci in questa assurda storia.

I Karmine Corp arrivano in LEC?

I social esplodono

Come detto in precedenza, nei giorni scorsi LEC Wooloo ha lanciato una vera e propria bomba su Upcomer: gli Astralis potrebbero vendere il loro slot all’interno del campionato europeo di League Of Legends. Una notizia che ha subito fatto il giro del mondo, ed ha fatto impazzire tutti i fan della LEC.

In molti si sono letteralmente scervellati per cercare di capire quali potessero essere i pretendenti dello slot, nonostante Wooloo avesse dato una rosa di nomi papabili. Tra questi c’era quello dei Karmine Corp, ambiziosa organizzazione francese che già da tempo punta ad entrare in LEC dopo aver conquistato ben 3 titoli consecutivi dell’EU Masters.

Ebbene, sembra che l’ipotesi della vendita ai KC sia quella più attendibile. Infatti, nelle scorse ore, i dirigenti di entrambi i team hanno fatto esplodere i social con alcuni post condivisi su Twitter. I rappresentati delle squadre si sono fatti ritrarre in una sorta di tavolo delle trattative, cosa che darebbe ancora più credibilità alle ipotesi formulate in questi giorni.

Al momento non c’è ancora nulla di ufficiale, ma tutto sembra ormai sempre più reale. Ma c’è anche un’altra squadra che, a luci spente, potrebbe mettere i bastoni tra la ruote ai sogni dei Karmine Corp. Infatti, in quel post, uno dei dirigenti degli Astralis ha anche mostrato di aver ricevuto una telefonata da Lee Trink, il CEO del FaZe Clan. I motivi di questa chiamata potrebbero essere molteplici, visto che Astralis non compete solo su League Of Legends, ma comunque mette un po’ di pepe su una trattativa che sta infiammando questi ultimi scampoli d’estate.