LEC: ora i Vitality fanno davvero paura

LEC: ora i Vitality fanno davvero paura

Profilo di Rios
 WhatsApp

La dodicesima giornata della LEC ha definitivamente sancito il risveglio dei Vitality, che ora giocano come un team vero e proprio. La squadra ha vinto anche il match of the week giocato contro i G2, chiudendo così la loro settimana sul 2-0 ed al terzo posto in classifica.

Ancora claudicanti i G2 ed i Fnatic che non riescono a trovare la propria quadratura del cerchio, nonostante gli arancio-neri abbiano trovato un punto importante contro il Team BDS. I MAD Lions, invece, continuano a vincere, rimanendo il miglior team europeo.

Insomma, la classifica cambia repentinamente e nessuna squadra potrà stare tranquilla fino alla fine della stagione regolare.

La dodicesima giornata della LEC

Game (quasi) perfetto

Il primo game della giornata ci ha offerto uno stomp pazzesco da parte dei Misfits, che hanno cancellato degli SK Gaming per nulla combattivi. La squadra tedesca ha sbagliato tutto sin dalle fase di draft, prendendo tanti campioni che usano scatti (GnarViSylasZeri ed Alistar) contro la Poppy di Zanzarah.

Un pick micidiale, che ha distrutto ogni singolo piano dei poveri SK. Nella Landa, infatti, Gilius e compagni non hanno potuto fare nulla, se non soccombere sotto i colpi ben assestati dei Coniglietti. Inoltre abbiamo visto un Vetheo mostruoso con Akali, che in diverse occasioni non solo è riuscito a sopravvivere a dei fight sfavorevoli, ma è riuscito anche a prendere diverse kill quasi irreali.

La vittoria è stata quindi abbastanza semplice, anche se il game perfetto è sfuggito di un soffio. Infatti gli SK sono riusciti ad abbattere una torre ed a prendere qualche kill, negando così il sogno dei loro avversari.

Settimana riscattata

Gli Astralis hanno fatto un capolavoro: hanno battuto i Rogue riscattando la loro settimana di LEC. La squadra danese si è dimostrata più tenace e coriacea del previsto per i polacchi, specialmente nella corsia inferiore, dove Kobbe ha fatto brillare la sua Sivir.

Il team ha subito giocato secondo le sue condizioni di vittoria, prendendo un buon vantaggio monetario già dalle prime fasi di game. Una conquista non da poco, specialmente se consideriamo che la draft degli Astralis voleva accumulare per poi esplodere realmente in late.

Purtroppo i Rogue, pur perdendo, hanno continuato a giocare secondo il loro pattern, chiudendosi a riccio senza riuscirci. Infatti gli Astralis sono riusciti ad insinuarsi benissimo tra le crepe di questo stile di gioco, trovando piccole vittorie in ogni singola azione e cancellando il povero Odoamne dalla partita (è stato gankato a spam).

Da lì in poi i Rogue non sono mai riusciti a costruire una risposta credibile e convincente a ciò che stavano facendo gli avversari, accasciandosi su un fianco e lasciando campo libero alla splendente vittoria degli Astralis.

Un’altra partita caotica

Questa settimana della LEC è stata caratterizzata, fino ad ora, da due game piuttosto caotici, una nella giornata di ieri ed una oggi. I protagonisti della partita odierna sono stati i MAD Lions e gli Excel Esports, che hanno dato vita ad un vero e proprio bronze time.

Inizialmente i MAD erano riusciti ad imporsi con forza, specialmente in corsia inferiore, dove Kaiser (con Leona) ed UNFORGIVEN (con Draven) hanno dominato in lungo ed in largo. Pensate che il tiratore tiratore svedese ha guadagnato ben due kill entro i primi 10 minuti, stabilendo un vantaggio monetario enorme sul Lucian di Patrik.

I due però non hanno giocato da soli, ma anzi sono stati aiutati molto dalle ottime gank di Elyoya e dai roaming di Nisqy con Twisted Fate. Ma nel mid-game le cose sono cambiate, moltissimo. I MAD hanno commesso tantissimi errori, non hanno giocato nella maniera corretta, regalando kill e risorse importantissime ad un avversario che non si è mai fatto pregare.

Infatti, nonostante gli Excel stessero giocando praticamente senza Mikyx (morto per la maggior parte del tempo), hanno provato a tenere botta riuscendoci. Questi tentativi hanno allungato fin troppo la durata del game, che però è finito comunque in mano ai MAD Lions. Gli attuali leader della LEC hanno ritrovato la bussola in late, vincendo diversi fight e conquistando così il Nexus avversario.

Una vittoria per il morale

Fnatic hanno vissuto delle settimane terribili, condite da ben cinque sconfitte consecutive, l’ultima arrivata proprio ieri. Oggi, però, il calendario della LEC gli ha regalato l’occasione giusta per riprendersi, almeno per dal punto di vista puramente mentale.

Il Team BDS è stata proprio la preda perfetta per gli arancio-neri, che hanno sfruttato la debolezza di questo roster per portare a casa una vittoria quasi gratuita. Upset e compagni non hanno giocato particolarmente bene, anzi sono riusciti a commettere tantissimi errori, rischiando anche di dare fin troppo vantaggio ai loro avversari.

Fortunatamente, però, i BDS spengono sempre le cuffie ad un certo punto delle loro partite. Ed anche in questo caso non hanno fatto eccezione, facendo scelte sbagliate e mettendo in piedi delle esecuzioni altrettanto peggiori. I Fnatic hanno semplicemente sfruttato questo aspetto, portando a casa una vittoria che non risolve la crisi tecnica ma almeno da fiducia per il futuro.

Il match of the week

Il match of the week della LEC è stato un disastro completo per i G2 Esports, cancellati da dei Vitality che adesso fanno paura. Il team francese infatti ha surclassato gli avversari sotto ogni punto di vista, dal micro al macro fino ad arrivare alla comunicazione generale nei fight e nelle rotazioni.

G2 non sono mai riusciti a rimanere al passo con i Calabroni, specialmente se guardiamo a ciò che è successo nel match-up in jungle ed in toplane. Haru ha totalmente cancellato Jankos dalla mappa, costringendolo ad un playstyle non ottimale che non gli ha permesso di giocare correttamente insieme a BrokenBlade. La sua Irelia non ha trovato lo spazio giusto per snowballare, anzi ha regalato troppe risorse allo splendido Gnar di Alphari.

Inoltre i Vitality sono riusciti a giocare meglio attorno alle loro condizioni di vittoria, sfruttando perfettamente la loro draft per bloccare la volontà di scaling avversaria. Una vittoria sontuosa, che ora ci fa capire il vero valore di questa squadra.

LEC: ecco il quadro completo dei playoff

LEC: ecco il quadro completo dei playoff

Profilo di Rios
 WhatsApp

Nella giornata di ieri, 14 agosto 2022, si è chiusa la stagione regolare del summer split della LEC, consegnando al pubblico il quadro completo dei playoff. E’ stata un’ultima di campionato piuttosto intensa, che addirittura si è protratta fino ad oltre la mezzanotte.

Per decretare il tabellone dei playoff, infatti, si sono resi necessari ben due spareggi, con tre squadre a contendersi soltanto gli ultimi due posti. Alla fine l’hanno spuntata ExcelFnatic, capaci di eliminare i favoritissimi Vitality che hanno vissuto una super week da incubo.

Insomma, l’estate europea è stata caldissima, molto di più del solito, ed ancora siamo ben lontani dal mettere la parola fine a questa stagione.

Il quadro dei playoff della LEC

L’upper bracket

Ad occupare i quattro posti dell’upper bracket troviamo: G2 EsportsMAD LionsRogueMisfits Gaming. Questi team si sono assicurati una posizione piuttosto privilegiata, perché in caso di sconfitta avranno un paracadute piuttosto comodo.

Stare in questa parte del tabellone assicura ai team di poter perdere una serie senza essere eliminati, giocandosi poi le proprie chance all’interno del lower bracket dove o si vince o si va a casa. In ogni caso dobbiamo prepararci a degli scontri davvero emozionanti, visti gli accoppiamenti che sono venuti fuori.

Ad aprire le danze dei playoff saranno Rogue MAD Lions il 26 agosto 2022, rivitalizzando così quel derby che ha dominato la LEC durante il 2021. A seguire troveremo G2 EsportsMisfits Gaming, in una serie che sulla carta sembra essere già scritta. Caps e compagni, infatti, sono arrivati primi nella stagione regolare, assicurandosi non solo il numero massimo di championship points, ma anche un posto ai Worlds 2022.

Infatti se i G2 Esports dovessero perdere tutte le serie all’interno dei playoff arriverebbero comunque quarti, piazzamento utile per la corsa verso il Mondiale. Vi ricordiamo che la LEC quest’anno avrà quattro slot per i Worlds, ve ne avevamo già parlato in un articolo dedicato (lo trovate cliccando qui).

  • Rogue-MAD Lions (26 agosto)
  • G2 Esports-Misfits Gaming (27 agosto)

Il lower bracket

Infine arriviamo alla parte più insidiosa del tabellone: il lower bracket. Qui troviamo Fnatic ed Excel, che il 28 agosto si affronteranno per garantirsi la sopravvivenza all’interno dei playoff. Nel lower bracket non ci sono seconde chance, non si può perdere nemmeno una serie se si vuole puntare alla finalissima.

Entrambi i team arrivano da una stagione ricca di alti e bassi (specialmente gli Excel), che gli ha permesso di conquistare un posto per i playoff soltanto nell’ultima giornata. I Fnatic hanno dovuto giocare una super week quasi perfetta, vincendo tutte le partite a loro disposizione ed incrociando anche le dita per i risultati degli altri contendenti.

Eppure gli arancio-neri non sono sembrati molto convincenti, dato che Upset ha dovuto caricarsi in spalla tutti i suoi compagni per portarli di peso fino ai playoff. Una settimana completamente carriata dal tiratore tedesco, capace di gettare il cuore oltre l’ostacolo. Purtroppo, però, il team non è riuscito ad assicurarsi un posto nell’upper bracket, vista la sconfitta subita per mano dei Misfits nello spareggio decisivo.

Il percorso degli Excel, invece, è stato molto più rocambolesco. La squadra ha dovuto sperare nel suicidio completo dei Vitality per assicurarsi una chance di giocarsi lo spareggio per un posto nei playoff. Alla fine le stelle si sono allineate nella maniera corretta, visto che il team francese ha chiuso l’ultima settimana della stagione regolare con un terrificante 0-3. Gli Excel non si sono fatti trovare impreparati nella partita di spareggio, hanno sfruttato il momento negativo dei loro avversari ed hanno così agguantato un sesto posto che sembrava impossibile.

Chiunque uscirà vincitore da questo scontro mortale dovrà poi vedersela con almeno uno degli sconfitti dell’upper bracket per poter sperare di accedere ai Worlds 2022.

Guardiani Stellari: quali sono le migliori skin del nuovo lotto?

Guardiani Stellari: quali sono le migliori skin del nuovo lotto?

Profilo di Rios
 WhatsApp

Il nuovo evento dei Guardiani Stellari ha portato su League Of Legends tante nuove skin, incluse due leggendarie ed una prestigio. Oggi prenderemo in esame quelle che, secondo noi, sono i must have di questo lotto rilasciato recentemente all’interno del gioco.

Alcune delle nostre scelte potrebbero sorprendervi, mentre altre sembrano quasi scontate. Non è stato comunque facile stilare questa classifica, in quanto la qualità delle skin rimane sempre altissima, a prescindere dai gusti personali di ogni singolo giocatore.

Insomma, Riot ha fatto un ottimo lavoro per questo evento (almeno sul lato delle skin), riportando una delle skinline più amate dai giocatori ad un livello eccellente.

Le migliori skin dei Guardiani Stellari

1-Morgana e Fiddlesticks Nemesi Stellare

Il nostro primo posto della classifica è occupato dai due “cattivi” di questo arco narrativo: Morgana Fiddlesticks. Infatti le loro skin Nemesi Stellare riesce a dare un look completamente diverso ad entrambi i campioni, facendo salire il valore complessivo della skin stessa.

Per quanto valgano “soltanto” 1350RP, sembrano appartenere ad un’altra fascia di prezzo. La quantità di effetti grafici nuovi, le voiceline ed il voiceover diverso rendono queste skin un assoluto must have. Speriamo vivamente che Riot continui ad approfondire la skinline Nemesi Stellare perché potrebbe darci davvero tante soddisfazioni.

2-Kai’Sa ed Akali Guardiane Stellari

Subito nella nostra classifica delle skin dei Guardiani Stellari troviamo le skin di Kai’Sa ed Akali, le due leggendarie di questo evento. Qui il livello è davvero altissimo, specialmente per Akali, che grazie alla sua cortina fumogena riesce ad avere anche degli effetti grafici molto particolari e curati nei minimi dettagli.

Anche Kai’Sa non è da meno, sia chiaro, ma perde qualche punticino qui e lì. Infatti il viso del campione è fin troppo simile alla sua forma base, non ricalcando molto l’estetica della splashart e l’aspetto da ragazzina che dovrebbe avere il personaggio all’interno dell’evento.

Nonostante questo piccolo difetto, siamo davanti ad una skin spettacolare. Entrambe valgono il prezzo che costano (1820RP n.d.r.), e sicuramente sapranno darvi grandi soddisfazioni se giocate Akali e/o Kai’Sa.

3-Taliyah Guardiana Stellare

Taliyah Guardiana Stellare è stata una grossa sorpresa, lo dobbiamo ammettere. Infatti per essere una skin da 1350RP è curata in alcuni dettagli che solitamente vengono tralasciati. Prendiamo come esempio il pet che accompagna Taliyah, vero fulcro centrale di questa skin.

Infatti il simpatico animaletto sarà visibile in ben due abilità del campione: la W e la R. Nel primo caso sarà proprio lui a sbalzare in avanti i nemici con la spinta sismica, mentre diventerà una sorta di cavalcatura per Taliyah quando casta la R. Dei dettagli molto particolari, come dicevamo, che fanno guadagnare moltissimi punti a questa skin, rendendola una delle migliori del nuovo lotto dei Guardiani Stellari.

In più comprandola potete fare anche del bene, visto che il ricavato totale della vendita sarà completamente devoluto in beneficienza da Riot.

4-Ekko Guardiano Stellare

Anche la skin di Ekko, così come quella di Taliyah, è stata una piacevolissima sorpresa. Per quanto non ci sembrasse particolarmente convincente nella splashart, dobbiamo dire che il modello in game e gli effetti grafici delle abilità sono molto curati e ben fatti sotto tutti i punti di vista.

5-Syndra Guardiana Stellare (edizione prestigio)

Infine arriviamo a lei: la protagonista più desiderata di tutto l’evento dei Guardiani Stellari. Non è in prima posizione perché non è immediata da ottenere. Infatti bisogna comprare il pass ed accumulare 2200 gettoni, cosa non proprio facile da fare.

Nonostante questa piccola difficoltà, Syndra Guardiana Stellare è una skin prestigio di qualità eccelsa, come non se ne vedevano da tempo. Bisogna investire molto tempo per riuscire ad accaparrarsela, ma vi assicuriamo che ne varrà la pena alla fine.

Emmy 2022, ARCANE, la serie di League of Legends, fa il botto e porta a casa 3 premi, ecco quali

Emmy 2022, ARCANE, la serie di League of Legends, fa il botto e porta a casa 3 premi, ecco quali

Profilo di Gosoap
 WhatsApp

Traguardo importantissimo per Arcane, la serie ormai divenuta quasi un must per ogni fan del mondo di League of Legends, che anche agli Emmy 2022 riceve un successo clamoroso.

Un successo quello agli Emmy 2022 che ha rispecchiato perfettamente le aspettative dei fan ed anche dei profani, che comunque hanno trovato in Arcane una delle migliori produzioni del piccolo schermo basate su un videogioco.

Come riportato dalla stessa pagina ufficiale Twitter di Arcane, sono stati 3 i premi riscossi all’edizione di quest’anno degli Emmy. Li vediamo qui di seguito.

  • Anne-Laure To, Color Script Artist
    • Arcane • “The Boy Savior” • Netflix • A Riot Games and Fortiche Production for Netflix
  • Julien Georgel, Art Direction
    • Arcane • “Happy Progress Day!” • Netflix • A Riot Games and Fortiche Production for Netflix
  • Bruno Couchinho, Background Designer
    • Arcane • “When These Walls Come Tumbling Down” • Netflix • A Riot Games and Fortiche Production for Netflix

Per capire l’impatto che questa serei evento ha avuto sul pubblico mondiale, basti pensare che questi sono solo 3 dei premi che dovranno essere riscossi; questo perchè Arcane è ancora in lizza per altre riconoscenze ben più prestigiose.

Quanti premi raggiungerà Arcane alla fine di questa edizione 2022 degli Emmy Awards? Quale serie potrebbero minacciare il suo dominio? Come al solito la discussione è aperta!

Articoli Correlati: