LEC: Nisqy prende in giro i tifosi dei G2 Esports

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Il derby d’Europa dello scorso week-end, vinto dai Fnatic, ha scatenato tantissime polemiche sui social tra i supporter dei G2 Esports. I fan hanno puntato il dito contro le pause chiamate dagli arancio-neri che avrebbero, a loro dire, condizionato l’andamento del match di LEC. Nisqy ha voluto chiarire, ironicamente, la posizione della sua squadra, facendo arrabbiare ancora di più i tifosi.

Nisqy rivela il vero motivo delle pause durante il derby di LEC

Cos’è successo?

Se qualcuno di voi non ha ben chiaro cosa abbia scatenato le polemiche, vi facciamo un breve riassunto di ciò che è successo durante il week-end. Nella serata di sabato si è giocato il derby d’Europa in LEC, vinto dai Fnatic con una prestazione convincente.

Durante la partita, però, abbiamo assistito ad alcune pause durante i fight, che hanno fatto imbestialire i fan dei G2 Esports. Quest’ultimi, infatti, hanno puntato il dito contro i Fnatic colpevoli, secondo loro, di aver spezzato il ritmo del game condizionando il risultato finale del derby della LEC.

Queste pause hanno scatenato una polemica infinita sui social, e diverse figure delle due squadre sono intervenute per spiegare ciò che è realmente successo. L’ultimo, in ordine di tempo, a dire la sua è stato Nisqy, midlaner dei Fnatic, che ha rivelato la vera ragione delle pause in maniera decisamente ironica.

Le dichiarazioni di Nisqy

“Abbiamo preparato questa tattica durante la settimana. Dovevamo semplicemente mettere in pausa ogni volta che stavamo perdendo un fight, dicendo che fosse colpa di un bug. In questo modo, il team avversario sarebbe rimasto confuso, mentre noi saremmo rimasti concentrati. Così abbiamo vinto il game. Credo che Riot cambierà le regole nella prossima settimana, perciò non potremo mettere in pausa tante volte, in quanto lo stavamo già facendo in scrim durante gli allenamenti e stavamo battendo tutti con questa strategia. Perciò abbiamo deciso di provarla contro i G2 ed ha funzionato.”

Immagine di copertina via LoL Esports

Mario "Rios" Cristofalo

Sono un appassionato di videogiochi sin da quando ne ho memoria. La mia crescita è stata caratterizzata delle console Nintendo (grazie ai Pokèmon), e poi dall'esplosione di Xbox anche in Italia. Nel 2018, però, mi sono avvicinato al mondo di League Of Legends di cui mi sono perdutamente innamorato. Ad oggi mi occupo di LoL, ma anche di tutto ciò che è interessante nel mondo videoludico e tech in generale. Per info e collaborazioni: [email protected]

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701