LEC: i G2 si riprendono il derby d’Europa

LEC: i G2 si riprendono il derby d’Europa

Profilo di Rios
 WhatsApp

La quindicesima giornata della LEC inizia a far sudare freddo tutti i fan dei Fnatic, protagonisti oggi di una sconfitta durissima nel derby d’Europa. Gli arancio-neri sono stati stompati brutalmente dai G2 Esports, che continuano a migliorare progressivamente.

MAD Lions, invece, chiudono sullo 0-2 una settimana catastrofica per loro, che però gli regala la qualificazione sicura per i playoff ed un primo non ancora minacciato. Infatti i Rogue hanno perso contro gli SK Gaming, permettendo così agli ex campioni di rimanere tranquilli.

Ormai manca pochissimo alla fine della stagione regolare, e tutti i team si giocheranno il loro destino nella prossima super-week.

La quindicesima giornata della LEC

Il ratto degli Astralis

La prima partita di questo sabato della LEC è stata folle, una vera e propria montagna russa di emozioni, che ha causato infarti multipli ai fan degli Astralis e dei Vitality. Le due squadre si sono scambiate il vantaggio più volte, nonostante i francesi avessero iniziato in modo quasi perfetto.

Perkz e compagni, infatti, erano riusciti ad imporre una dominazione su tutte le lane ed anche nei match-up che dovevano essere perdenti, grazie ad un Haru che ha cancellato Xerxe dalla mappa. Con queste premesse ci si aspettava una partita ben diversa, ma gli Astralis hanno tenuto durissimo.

I danesi hanno aspettato con pazienza, prendendo quelle poche risorse che erano concesse. Questo stile di gioco è stato fondamentale per loro, in quanto ha riportato in partita il Twitch di Kobbe. Grazie a questo campione la squadra ha iniziato a vincere fight su fight, anche se il vantaggio in gold era sempre dalla parte dei Vitality.

La differenza per la vittoria finale l’hanno fatta gli errori singoli commessi in late-game, specialmente dal lato dei Calabroni. A causa di due errori gravi, uno dei quali commessi da Alphari (trovato fuori posizione poco prima del fight al Drago Anziano), i Vitality hanno dovuto rinunciare alle loro speranze di portare a casa un punto importantissimo per la classifica. Gli Astralis sono stato bravissimi nel capitalizzare tutte le occasioni offerte, prendendosi una vittoria tanto insperata quanto meritata.

Miracolo di Natale

Siamo ancora un po’ lontani dal periodo natalizio, ma oggi i BDS hanno deciso di regalarci un miracolo, degno dei migliori film dedicati alla festività. La squadra elvetica, infatti, ha trovato la sua seconda vittoria in questo summer split della LEC, contro un avversario tosto come gli Excel.

Certo, gli XL non sono più quelli di inizio stagione, ma erano una minaccia difficile da affrontare per la squadra “free win” di ogni settimana. Nonostante questa premessa, abbiamo visto un ottimo livello di gioco da parte di NUCLEARINT e compagni.

La squadra ha giocato secondo quelli che sono i suoi canonici dogmi, prendendo un buon vantaggio in early-game, ma riuscendo questa volta a farlo fruttare anche nel resto della partita. I ragazzi sono stati bravi a sfruttare tutti gli errori dei loro avversari ed a giocare secondo le proprie condizioni di vittoria.

Per la prima volta in questa stagione abbiamo visto un team in questi BDS, unito e pronto a muoversi come una singola unità. E questa caratteristica è stata visibile durante i fight, quando gli svizzeri hanno messo in mostra la loro reale forza. E’ stato comunque difficile per loro portare a casa questa vittoria, hanno dovuto sudare molto ma comunque hanno meritato il punto conquistato.

Un altro scivolone in draft

Esattamente come successo nella giornata di ieri, i MAD Lions sono scivolati nuovamente in draft, dimostrando una lettura del meta non proprio brillantissima. Prendere Zeri quando TwitchYuumi sono disponibili non è proprio una mossa molto furba, anche per il primo team della LEC.

Infatti le ragioni di questa sonora sconfitta sono da ricercarsi proprio in quei due pick, che hanno permesso ai Misfits di vincere ogni fight passato un certo minutaggio. I Leoni spagnoli hanno fortemente sottovalutato lo scaling del Ratto zaunita, forti forse dei piccoli vantaggi ottenuti in early-game ottenuti su uno Zanzarah poco brillante oggi.

Purtroppo questo non è stato abbastanza per contrastare la forza di Twitch, che grazie alla copertura costante di Ornn ed alle cure di Yuumi ha potuto fare tutto quello che voleva durante le schermaglie. Una vittoria importantissima per i Misfits, che porta la squadra sempre più vicina alla conquista dei playoff.

Composizione troppo audace

Rogue hanno provato ad innovare, ma le cose non sono andate proprio nel verso giusto. I pick di PantheonTaliyah non sono stati giocati nella maniera corretta, ed anzi sono diventati assolutamente inutili in brevissimo tempo.

Purtroppo Malrang non è riuscito a sfruttare correttamente il potere aggressivo da early-game del suo campione, optando per un farming della giungla continuo e quasi insensato. Questo fattore ha permesso a Gilius di gankare a ripetizione la corsia inferiore di Comp e Trymbi, che con Sivir ed Ashe non sono riusciti ad avere un impatto su questa partita.

Gli SK Gaming sono stati bravissimi ad inserirsi nelle crepe evidenti dei Rogue, sfruttando così l’incapacità del team di giocare per le proprie condizioni di vittoria. Un punto davvero cruciale per la squadra tedesca in ottica playoff, che gli permette di sperare ancora e puntare tutto sulla prossima super-week.

Il derby d’Europa

L’ultimo match di questa giornata di LEC ci ha offerto un derby d’Europa incredibile, che ha visto i G2 stompare con forza i poveri Fnatic. La squadra arancio-nera ha praticamente perso il match già nelle fasi di draft, dimenticandosi di draftare una fonte di DPS ulteriore oltre all’Azir di Humanoid.

Inoltre prendere Ezreal per contrastare Draven ed un Jarvan IV in toplane per bloccare Sejuani non è proprio una mossa intelligente, anzi. Tutte le corsie hanno perso sin dai primi minuti, anche grazie ad uno Jankos che ha sfruttato al 100% di Pantheon in giungla.

Questo ha portato i Fnatic ad affrontare i fight con estrema difficoltà, anche se nel mid-game il team ha provato a rimontare sfruttando il momento d’oro di Ezreal. Durante queste fasi, però, è mancato proprio Humanoid, quel fulcro di danno su cui si poggiava tutta la composizione.

Il midlaner ceco si è fatto trovare sempre fuori posizione da Caps, che ha sfruttato meglio la suprema di Azir con Sylas rispetto ad Azir stesso. Queste schermaglie ed il controllo perfetto degli obiettivi hanno condotto i G2 verso una vittoria quasi facile, che gli permette così di avvicinarsi alla cima della classifica.

LEC: ecco il quadro completo dei playoff

LEC: ecco il quadro completo dei playoff

Profilo di Rios
 WhatsApp

Nella giornata di ieri, 14 agosto 2022, si è chiusa la stagione regolare del summer split della LEC, consegnando al pubblico il quadro completo dei playoff. E’ stata un’ultima di campionato piuttosto intensa, che addirittura si è protratta fino ad oltre la mezzanotte.

Per decretare il tabellone dei playoff, infatti, si sono resi necessari ben due spareggi, con tre squadre a contendersi soltanto gli ultimi due posti. Alla fine l’hanno spuntata ExcelFnatic, capaci di eliminare i favoritissimi Vitality che hanno vissuto una super week da incubo.

Insomma, l’estate europea è stata caldissima, molto di più del solito, ed ancora siamo ben lontani dal mettere la parola fine a questa stagione.

Il quadro dei playoff della LEC

L’upper bracket

Ad occupare i quattro posti dell’upper bracket troviamo: G2 EsportsMAD LionsRogueMisfits Gaming. Questi team si sono assicurati una posizione piuttosto privilegiata, perché in caso di sconfitta avranno un paracadute piuttosto comodo.

Stare in questa parte del tabellone assicura ai team di poter perdere una serie senza essere eliminati, giocandosi poi le proprie chance all’interno del lower bracket dove o si vince o si va a casa. In ogni caso dobbiamo prepararci a degli scontri davvero emozionanti, visti gli accoppiamenti che sono venuti fuori.

Ad aprire le danze dei playoff saranno Rogue MAD Lions il 26 agosto 2022, rivitalizzando così quel derby che ha dominato la LEC durante il 2021. A seguire troveremo G2 EsportsMisfits Gaming, in una serie che sulla carta sembra essere già scritta. Caps e compagni, infatti, sono arrivati primi nella stagione regolare, assicurandosi non solo il numero massimo di championship points, ma anche un posto ai Worlds 2022.

Infatti se i G2 Esports dovessero perdere tutte le serie all’interno dei playoff arriverebbero comunque quarti, piazzamento utile per la corsa verso il Mondiale. Vi ricordiamo che la LEC quest’anno avrà quattro slot per i Worlds, ve ne avevamo già parlato in un articolo dedicato (lo trovate cliccando qui).

  • Rogue-MAD Lions (26 agosto)
  • G2 Esports-Misfits Gaming (27 agosto)

Il lower bracket

Infine arriviamo alla parte più insidiosa del tabellone: il lower bracket. Qui troviamo Fnatic ed Excel, che il 28 agosto si affronteranno per garantirsi la sopravvivenza all’interno dei playoff. Nel lower bracket non ci sono seconde chance, non si può perdere nemmeno una serie se si vuole puntare alla finalissima.

Entrambi i team arrivano da una stagione ricca di alti e bassi (specialmente gli Excel), che gli ha permesso di conquistare un posto per i playoff soltanto nell’ultima giornata. I Fnatic hanno dovuto giocare una super week quasi perfetta, vincendo tutte le partite a loro disposizione ed incrociando anche le dita per i risultati degli altri contendenti.

Eppure gli arancio-neri non sono sembrati molto convincenti, dato che Upset ha dovuto caricarsi in spalla tutti i suoi compagni per portarli di peso fino ai playoff. Una settimana completamente carriata dal tiratore tedesco, capace di gettare il cuore oltre l’ostacolo. Purtroppo, però, il team non è riuscito ad assicurarsi un posto nell’upper bracket, vista la sconfitta subita per mano dei Misfits nello spareggio decisivo.

Il percorso degli Excel, invece, è stato molto più rocambolesco. La squadra ha dovuto sperare nel suicidio completo dei Vitality per assicurarsi una chance di giocarsi lo spareggio per un posto nei playoff. Alla fine le stelle si sono allineate nella maniera corretta, visto che il team francese ha chiuso l’ultima settimana della stagione regolare con un terrificante 0-3. Gli Excel non si sono fatti trovare impreparati nella partita di spareggio, hanno sfruttato il momento negativo dei loro avversari ed hanno così agguantato un sesto posto che sembrava impossibile.

Chiunque uscirà vincitore da questo scontro mortale dovrà poi vedersela con almeno uno degli sconfitti dell’upper bracket per poter sperare di accedere ai Worlds 2022.

Guardiani Stellari: quali sono le migliori skin del nuovo lotto?

Guardiani Stellari: quali sono le migliori skin del nuovo lotto?

Profilo di Rios
 WhatsApp

Il nuovo evento dei Guardiani Stellari ha portato su League Of Legends tante nuove skin, incluse due leggendarie ed una prestigio. Oggi prenderemo in esame quelle che, secondo noi, sono i must have di questo lotto rilasciato recentemente all’interno del gioco.

Alcune delle nostre scelte potrebbero sorprendervi, mentre altre sembrano quasi scontate. Non è stato comunque facile stilare questa classifica, in quanto la qualità delle skin rimane sempre altissima, a prescindere dai gusti personali di ogni singolo giocatore.

Insomma, Riot ha fatto un ottimo lavoro per questo evento (almeno sul lato delle skin), riportando una delle skinline più amate dai giocatori ad un livello eccellente.

Le migliori skin dei Guardiani Stellari

1-Morgana e Fiddlesticks Nemesi Stellare

Il nostro primo posto della classifica è occupato dai due “cattivi” di questo arco narrativo: Morgana Fiddlesticks. Infatti le loro skin Nemesi Stellare riesce a dare un look completamente diverso ad entrambi i campioni, facendo salire il valore complessivo della skin stessa.

Per quanto valgano “soltanto” 1350RP, sembrano appartenere ad un’altra fascia di prezzo. La quantità di effetti grafici nuovi, le voiceline ed il voiceover diverso rendono queste skin un assoluto must have. Speriamo vivamente che Riot continui ad approfondire la skinline Nemesi Stellare perché potrebbe darci davvero tante soddisfazioni.

2-Kai’Sa ed Akali Guardiane Stellari

Subito nella nostra classifica delle skin dei Guardiani Stellari troviamo le skin di Kai’Sa ed Akali, le due leggendarie di questo evento. Qui il livello è davvero altissimo, specialmente per Akali, che grazie alla sua cortina fumogena riesce ad avere anche degli effetti grafici molto particolari e curati nei minimi dettagli.

Anche Kai’Sa non è da meno, sia chiaro, ma perde qualche punticino qui e lì. Infatti il viso del campione è fin troppo simile alla sua forma base, non ricalcando molto l’estetica della splashart e l’aspetto da ragazzina che dovrebbe avere il personaggio all’interno dell’evento.

Nonostante questo piccolo difetto, siamo davanti ad una skin spettacolare. Entrambe valgono il prezzo che costano (1820RP n.d.r.), e sicuramente sapranno darvi grandi soddisfazioni se giocate Akali e/o Kai’Sa.

3-Taliyah Guardiana Stellare

Taliyah Guardiana Stellare è stata una grossa sorpresa, lo dobbiamo ammettere. Infatti per essere una skin da 1350RP è curata in alcuni dettagli che solitamente vengono tralasciati. Prendiamo come esempio il pet che accompagna Taliyah, vero fulcro centrale di questa skin.

Infatti il simpatico animaletto sarà visibile in ben due abilità del campione: la W e la R. Nel primo caso sarà proprio lui a sbalzare in avanti i nemici con la spinta sismica, mentre diventerà una sorta di cavalcatura per Taliyah quando casta la R. Dei dettagli molto particolari, come dicevamo, che fanno guadagnare moltissimi punti a questa skin, rendendola una delle migliori del nuovo lotto dei Guardiani Stellari.

In più comprandola potete fare anche del bene, visto che il ricavato totale della vendita sarà completamente devoluto in beneficienza da Riot.

4-Ekko Guardiano Stellare

Anche la skin di Ekko, così come quella di Taliyah, è stata una piacevolissima sorpresa. Per quanto non ci sembrasse particolarmente convincente nella splashart, dobbiamo dire che il modello in game e gli effetti grafici delle abilità sono molto curati e ben fatti sotto tutti i punti di vista.

5-Syndra Guardiana Stellare (edizione prestigio)

Infine arriviamo a lei: la protagonista più desiderata di tutto l’evento dei Guardiani Stellari. Non è in prima posizione perché non è immediata da ottenere. Infatti bisogna comprare il pass ed accumulare 2200 gettoni, cosa non proprio facile da fare.

Nonostante questa piccola difficoltà, Syndra Guardiana Stellare è una skin prestigio di qualità eccelsa, come non se ne vedevano da tempo. Bisogna investire molto tempo per riuscire ad accaparrarsela, ma vi assicuriamo che ne varrà la pena alla fine.

Emmy 2022, ARCANE, la serie di League of Legends, fa il botto e porta a casa 3 premi, ecco quali

Emmy 2022, ARCANE, la serie di League of Legends, fa il botto e porta a casa 3 premi, ecco quali

Profilo di Gosoap
 WhatsApp

Traguardo importantissimo per Arcane, la serie ormai divenuta quasi un must per ogni fan del mondo di League of Legends, che anche agli Emmy 2022 riceve un successo clamoroso.

Un successo quello agli Emmy 2022 che ha rispecchiato perfettamente le aspettative dei fan ed anche dei profani, che comunque hanno trovato in Arcane una delle migliori produzioni del piccolo schermo basate su un videogioco.

Come riportato dalla stessa pagina ufficiale Twitter di Arcane, sono stati 3 i premi riscossi all’edizione di quest’anno degli Emmy. Li vediamo qui di seguito.

  • Anne-Laure To, Color Script Artist
    • Arcane • “The Boy Savior” • Netflix • A Riot Games and Fortiche Production for Netflix
  • Julien Georgel, Art Direction
    • Arcane • “Happy Progress Day!” • Netflix • A Riot Games and Fortiche Production for Netflix
  • Bruno Couchinho, Background Designer
    • Arcane • “When These Walls Come Tumbling Down” • Netflix • A Riot Games and Fortiche Production for Netflix

Per capire l’impatto che questa serei evento ha avuto sul pubblico mondiale, basti pensare che questi sono solo 3 dei premi che dovranno essere riscossi; questo perchè Arcane è ancora in lizza per altre riconoscenze ben più prestigiose.

Quanti premi raggiungerà Arcane alla fine di questa edizione 2022 degli Emmy Awards? Quale serie potrebbero minacciare il suo dominio? Come al solito la discussione è aperta!

Articoli Correlati: