LEC: i G2 ritornano in carreggiata mentre i Fnatic sprofondano

Profilo di Rios
 WhatsApp

La seconda settimana di LEC ha certificato l’assoluta incertezza che regna, attualmente, sul campionato.

Infatti in cima alla classifica troviamo RogueMAD Lions, due squadra che non ci aspetteremmo di vedere così in alto. Dietro di loro c’è un gruppo di inseguitori molto numeroso, di cui fanno parte anche FnaticG2 Esports. Pensate che ci sono ben sei squadra racchiuse in un punto.

Pagelle della week 2 della LEC

Excel Esports: 4,5

Quasi tutti i team della LEC hanno avuto modo di migliorarsi durante la lunga fase di off-season, gli Excel non l’hanno fatto. Il canovaccio del loro campionato è rimasto in linea con lo spring split, anche dopo i due cambi di roster di cui il team si è reso protagonista.

In questa settimana hanno trovato una vittoria importantissima contro gli SK Gaming, ma ancora sono bel lontani da uno standard di gioco accettabile. Il punto guadagnato è stato frutto degli innumerevoli errori degli avversari, che hanno fatto un grosso regalo a Caedrel e compagni.

F.C. Schalke 04: 4

Tra le squadre che non riescono a migliorarsi, troviamo anche gli Schalke 04, autori di prestazioni di basso livello competitivo. Nella week 2, la dirigenza del team, ha deciso di cambiare la botlane, inserendo NeonDreams al posto di Innaxe Nukes. Questa manovra non l’abbiamo capita, principalmente perché la corsia inferiore si era comportata discretamente nella super week 1.

Oggettivamente, InnaxeNukes, non erano il problema di questa squadra, che invece risiede nella corsia centrale. Abbedagge è completamente fuori forma e non riesce a giocare con i suoi compagni, anche quando trova delle risorse per farlo.

Infine vi è un evidente problema di comunicazione tra questi ragazzi e pensate che, dopo aver conquistato un Messaggero, si sono dimenticati di raccogliere il suo occhio, rendendo inutile ogni sforzo fatto per acquisirlo.

Fnatic: 3

Errare è umano, ma perseverare nell’errore è diabolico. Questa frase descrive, perfettamente, la terribile settimana dei Fnatic. Coach Mithy si è impuntato su una draft oggettivamente non funzionante e l’ha riproposta, identica, per due giornate di fila.

Abbiamo sempre lodato Rekkles e compagni per la loro voglia di proporre cose nuove, ma così non va, non si possono perdere due punti solo perché si vuol far funzionare una cosa che non funziona. Queste due sconfitte permettono ai G2 di agganciarli in classifica e li allontana dalla vetta.

G2 Esports: 6,5

G2 stanno tornando sui loro canoni di forma, anche se la strada sembra ancora lunga davanti a loro. Nonostante abbiano trovato due vittorie su due in questa settimana, non sono stati convincenti come al solito sul piano del gioco. Ancora ci sono delle cosine da sistemare, errori banali da correggere dovuti alla mancanza di allenamento che ha preceduto le due settimane prima dell’inizio della LEC.

Non date questa squadra per spacciata, perché crediamo, fortemente, che il loro sia solo un periodo di poca lucidità generale recuperabile in fretta. Le potenzialità per farlo ci sono tutte, bisogna ritrovare la voglia.

MAD Lions: 8

Chi mai avrebbe pensato di vedere i MAD Lions in testa dopo aver affrontato FnaticG2? Nessuno. I Leoni di Madrid continuano a sorprendere, mettendo in mostra uno stato di forma e di lettura del meta invidiabile. Tutti i giocatori stanno offrendo delle prestazioni di livello altissimo, con Humanoid che è ritornato a giocare come sa.

In questa settimana hanno dovuto affrontare due avversari che erano sulla cresta dell’onda (FnaticVitality), ma non hanno fatto una piega, anzi hanno dominato in lungo ed in largo. Un menzione d’onore va fatta alla corsia inferiore composta da CarrzyKaiser, che continuano a proporre cose nuove e sempre diverse (Wukong bot ad esempio).

MAD Lions sono una bellissima realtà di ragazzi giovani, potranno ambire a qualcosa in più in questo summer split della LEC.

Misfits Gaming: 5

Ogni settimana ci sembra di vedere sempre gli stessi Misfits, che commettono gli stessi errori e non migliorano la loro situazione in classifica. In questa week 2 è arrivata una vittoria sudata contro gli Schalke 04, ma i ragazzi sono stati poco convincenti in ogni loro prestazione.

Onestamente non capiamo perché Doss abbia presto il posto di Denyk nella corsia inferiore, visto che non sembra ancora pronto all’impatto con la LEC. Commette molti errori sciocchi e spesso lascia la sua squadra in inferiorità numerica nei momenti meno opportuni.

Misfits sembrano un cantiere aperto, questi ragazzi non ancora ancora trovato la quadratura del cerchio per poter competere nelle zone alte di classifica. FebivenKobbe devono dare una scossa all’ambiente, altrimenti sarà dura risalire la china.

Origen: 7

Ottima settimana per gli Origen che chiudono con due vittorie e risalgono in classifica. Nonostante i due punti guadagnati, rimangono ancora tanti dubbi sul loro effettivo valore nella corsa al titolo. Infatti il loro stile gioco monotono e leggibile non è cambiato, cosa che li rende prevedibili e facilmente counterabili.

Il potenziale dei singoli giocatori è molto alto, ma League Of Legends è un gioco di squadra e per vincere bisogna saper proporre cose nuove per spiazzare l’avversario. Chissà se, con il tempo, anche loro avranno la capacità di staccarsi dal loro stile per provare cose che non sono nelle loro corde.

Rogue: 5,5

Dopo una prima settimana scintillante, i Rogue s’incartano un po’ su stessi. La sconfitta subita per mano dei G2 è stata strana, perché ci ha mostrato una squadra che non stava giocando secondo quelli che sono i suoi canoni. E’ chiaro che una sconfitta contro i campioni in carica ci può sempre stare, ma ci aspettavamo di più da Vander e compagni.

Il punto guadagnato contro i Vitality gli permette di rimanere in testa alla classifica insieme ai MAD, però certi errori non sono ammissibili se si punta ad un risultato importante.

SK Gaming: 5,5

Anche gli SK Gaming fanno un passettino indietro rispetto a quello che avevamo visto nella week 1, ed hanno offerto un livello di gioco non bellissimo (specialmente contro gli Excel). Hanno avuto il grande merito di far esordire il nuovo Volibear all’interno del competitivo, ma ciò non basta per guadagnarsi la sufficienza.

Gli SK hanno bisogno di trovare una loro continuità, ed hanno bisogno di mettere Trick nel suo territorio di comfort (ovvero Sett) perché ha avuto un ruolo determinante nella sconfitta subita contro gli Excel.

Team Vitality: 4

Ci aspettavamo forse troppo dai Vitality? La loro prima settimana ci aveva esaltati e pensavamo che, gran parte dei problemi, fossero effettivamente risolti. La verità è che la squadra deve lavorare ancora tanto, visto che non sembra avere delle strategie di gioco vere e proprie.

Il potenziale per far bene c’è, finalmente i Vitality sono una squadra, ma i problemi ci sono e sono evidenti. Il voto di questa settimana non devi farvi pensare che questo team sia da buttare, ma anzi le sconfitte li aiuteranno a capire cosa non va ed a rimettersi in carreggiata.

Immagini via LoL Esports

LEC: la settimana del derby d’Europa

Profilo di Rios
 WhatsApp

Finalmente siamo arrivati. Il momento più atteso di tutte la stagione di LEC è giunto, già alla terza settimana di campionato. In questo week-end, infatti, potremo assistere al derby d’Europa, che si giocherà tra i Fnatic ed i G2 Esports.

Si confronteranno due roster sostanzialmente diversi rispetto allo scorso anno, ma comunque il fascino di questa sfida non è cambiato. Si tratta di una rivalità storica, la più importante mai vista nel Vecchio Continente. Una partita che nessun fan di League Of Legends vorrà perdere.

Sicuramente le due squadre arrivano a questa partita con due stati di forma e delle posizioni in classifica differenti, ma tutto questo non cambia delle premesse di alto livello.

Il derby della LEC

Gli imbattuti

Mancano ormai poche ore alla prima partita di questa terza settimana della LEC, a cui i Fnatic arrivano in uno stato di forma quasi eccellente. La squadra è ancora imbattuta, ed attualmente siede comodamente al primo posto della classifica con ben cinque vittorie su cinque match giocati.

Il team ancora non ha raggiunto il suo massimo stato di forma, sicuramente, ma ha già fatto vedere delle cose importanti. In primis abbiamo ammirato un Wunder che, lentamente, sta tornando sui quei livelli di eccellenza che difficilmente ha raggiunto nel 2021.

Inoltre RarozkHumanoid si stanno adattando molto bene ai nuovi compagni, diventando sempre più puliti nelle loro azioni dopo ogni partita. A tutto questo dovete aggiungere la migliore corsia inferiore d’Europa, composta da Upset ed Hylissang, che continuano a migliorare con il passare del tempo.

Insomma, una squadra che ha iniziato lo split nel migliore dei modi, che ha mostrato dei punti ma anche capace di mostrare un livello di gioco altissimo a tratti. Sicuramente nel derby sono i favoriti, e con Wunder che ha voglia di rivalsa nei confronti dei G2, il match potrebbe diventare una polveriera in pochissimo tempo.

Serve tempo

Cambiare due giocatori d’esperienza come RekklesMikyx per affidarsi a due rookie (anche se Targamas ha già giocato in EU LCS) era una scommessa coraggiosa, che avrebbe potuto far naufragare tutta la nave dei G2 Esports. Fortunatamente, i due hanno dimostrato di potersela giocare con i grandi, facendosi valere in diverse partite.

L’unico punto debole di questa corsia inferiore è l’esperienza, che è un fattore non da poco. Questo discorso si è materializzato nella partita giocata contro i Vitality, in cui FlakkedTargamas hanno sottovalutato pesantemente l’aggressività di Selfmade con Xin Zhao nelle prime fasi di game.

G2 Esports, inoltre, devono ancora sistemare qualche meccanismo e devono pulire le comunicazioni che non sempre sono state pulitissime (anche a causa del COVID che ha colpito la squadra). Insomma, gli ex campioni della LEC sono ancora un cantiere aperto, e per trovare un punto contro questi Fnatic dovranno giocare al 110%.

JankosCaps hanno delle enormi responsabilità nel tenere sotto controllo Upset ed Hylissang, in quanto potrebbero facilmente prendere il sopravvento sulla partita. Infine Dylan Falco non può permettersi di relegare Broken Blade su un ruolo improntato all’utility, visto che fino ad ora ha dimostrato di saper gestire meglio le cose quando può essere il carry della squadra.

Motivazioni

Per quanto sulla carta i Fnatic siano i favoriti in questo match, non è pensabile affidarsi solo alle statistiche quando si parla del derby della LEC. Infatti è una partita ricca di motivazioni e narrative, che possono condizionarne l’andamento generale.

Quando i G2 Esports hanno davanti i loro storici rivali, riescono a tirare fuori anche quello che non hanno, eliminando di fatto i problemi. Quella sconfitta subita nei playoff del summer split 2021, che ha eliminato gli spagnoli dalla corsa ai Worlds, brucia ancora moltissimo.

Proprio per questo motivo, crediamo che non ci sia mai una squadra favorita in un match del genere. Sicuramente vedremo uno spettacolo di altissimo livello, che ci farà emozionare. L’appuntamento rimane fissato per sabato 29 gennaio alle 21.

Rekkles spiega perché dovreste mutare la chat in ogni game

Profilo di Rios
 WhatsApp

In un recente streaming, andato in onda su Twitch, Rekkles ha spiegato perché muta la chat in ogni game, “invitando” anche i suoi spettatori a farlo. L’ex G2 ha chiaramente detto che non c’è nemmeno una singola ragione per non farlo, visto il flame presente.

Capita davvero poche volte di trovare qualcuno disposto a comunicare sul serio o aiutare, perciò la chat è soltanto un qualcosa che distrae e non aiuta a vincere. Un’opinione molto condivisibile, che potrebbe davvero svoltare il nostro modo di affrontare le soloQ.

Andiamo a leggere tutte le motivazioni del tiratore svedese, per cercare di capire il suo metodo e magari cercare di farlo nostro.

Rekkles e la chat in soloQ

Le dichiarazioni

ENG

“Is there any reason why you mute all in game? Is there any reason to not mute all in game? Give me one good reason not to mute every single game you play. Pings? Informations from others? From my experience people don’t give information that is usefull to others. The only time people ever give informations is when they are pissed, or mad, or titled and just wanna type something stupid, or ping you six times, or a question mark ping.

Yeah, just anything that is not helping you, so I see that question the other way around: Is there any reason not to mute all? I don’t feel like I’m missing out on anything. And actually, if you really want to get better as a player, then you might as well look at the map yourself.

Instead of being mad at the guy on mid for not pinging missing, just look yourself, or try to learn how to look yourself, or pay attention yourself. This will help you more than giving bad energy to someone you don’t know and someone you never will play with again.”

ITA

“C’è una ragione per cui muti tutti in game? (domanda della chat n.d.r.) C’è una ragione per non mutare tutti in game? (risposta di Rekkles alla domanda n.d.r.) Datemi una buona ragione per non mutare tutti in ogni game. Pings? Informazioni per gli altri?

Secondo la mia esperienza le persone non danno mai un’informazione utile agli altri. L’unica volta in cui le persone danno informazioni è quando sono scocciate, o arrabbiate, o solamente tiltate e vogliono scrivere qualcosa di stupido in chat, o vogliono pingarti sei volte, oppure ti fanno un punto interrogativo.

Si, solo cose che non ti stanno aiutando, quindi io vedo quella domanda dall’altro lato: c’è una ragione per non mutare tutti? Non sento di star perdendo qualcosa. Ed in realtà, se vuoi diventare davvero un giocatore migliore, dovresti guardare la mappa da solo. 

Invece di essere arrabbiato con chi è in mid per non aver pingato il missing, guarda da solo, oppure impara a guardare da solo, oppure ancora fai attenzione da solo. Questo ti aiuterà molto di più del dare energia negativa a qualcuno che non conosci e con cui non giocherai mai più.”

Patch 12.2: arrivano subito gli aggiustamenti per Zeri e Janna

Profilo di Rios
 WhatsApp

La patch 12.2 ha subito un piccolo aggiornamento, in quanto Riot ha deciso di anticipare le modifiche a JannaZeri previste per la 12.3 (qui l’anteprima della prossima patch). Un intervento che di fatto non porta cambiamenti numerici, ma aggiusta delle interazioni non volute che stavano caratterizzando i campioni.

L’intervento si è reso necessario ed immediato perché i due personaggi stavano sfruttando fin troppo bene questi “bug”, guadagnando un vantaggio non voluto. Proprio per questo motivo il team di sviluppo si è mosso subito, per tenere sotto controllo la situazione.

Ma andiamo a vedere quali bug sono stati fixati, leggendo le parole dei devs che non si sono risparmiati ed hanno chiarito il tutto.

La mid-patch 12.2

Il post di Riot August su Zeri

ENG

“We just micropatched out a nerf for Zeri’s hurricane interaction. It was looking very strong. Change: R chain lightning is no longer an on-hit effect (which means hurricane bolts no longer apply it)”

ITA

“Abbiamo micropatchato un nerf per Zeri e la sua interazione con l’Uragano (di Runaan n.d.r.). Era davvero troppo forte. Modifica: i fulmini a catena della R non sono più un effetto on-hit (ciò significa che le saette non applicano più l’Uragano).

Il bug di Janna

Il mini-rework che da poco è arrivato sui server live di League Of Legends ha alzato i winrate di Janna, dandole una nuova identità nella corsia inferiore. Il supporto ha velocemente scalato le tier, arrampicandosi fino a raggiungere quasi la cima.

Tutto questo è stato forse reso possibile da una sua interazione non voluta con la runa del Potenziamento Glaciale, il cui effetto durava molto di più nel momento in cui era attivato dalla R di Janna. Un bug davvero molto particolare, che ha dato al campione un vantaggio considerevole. Ora dovrebbe essere stato risolto, ma onestamente non crediamo che il potenziale della nuova Janna ne risentirà più di tanto.