ULTIMI MAZZI

Guarda tutti i mazzi

Ben Brode interviene sui nerf:”Non crediamo che i nuovi giocatori siano stupidi!”

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Come tutti saprete, recentemente la Blizzard ha annunciato importanti cambiamenti a 5 carte ritenute problematiche dal team di sviluppo di Hearthstone. Numerose, come prevedibile, sono state le polemiche: in particolare, il nerf dell’Ascia Ardente, carta chiave di quasi tutti i mazzi Guerriero, ha scatenato la community, al punto da spingere il Game Director Ben Brode in persona ad intervenire, sia su GameSource, sia in risposta ad alcuni post su Reddit.

Riportiamo i tratti salienti dei suoi interventi:

  • Le carte vengono nerfate in un certo modo per bilanciarne il power-level e per evitare che siano sempre troppo giocate anche perchè appartengono a set che non ruotano, e non perché ritengono stupida la community.
  • I giocatori tendono a ricordare le statistiche e gli effetti di una carta in base al suo artwork, ciò rende le modifiche al costo di mana migliori, in quanto anche visivamente ci si può accorgere, ad esempio dal bordo verde che circonda la carta, se essa è giocabile o meno in quel turno.
  • Tra i possibili modi in cui possono cambiare una carta, gli sviluppatori tendono a cambiare il suo costo in mana.
  • Il Capitano Cantaguerra ha visto modificato il suo testo e non il suo costo poiché quest’ultimo rappresentava agli occhi del team di sviluppo l’anima della carta; da certi eventi passati il team ha tratto le dovute conclusioni ed ha imparato.
  • Se avessero pensato che un’Ascia Ardente che costasse 2 mana con stats 2/2 fosse stata decisamente migliore per il gioco, sarebbe stata modificata in questo modo.
  • Ben è convinto che l’Ascia Ardente verrà giocata come sono state giocate altre armi con stesse statistiche e costo a prescindere dai loro effetti.
  • Ci sono troppe carte dei set Classico e Base che vengono inserite in tutti i mazzi, questo rende difficile fare in modo che il formato Standard sia abbastanza diverso anno dopo anno.
  • I giocatori potrebbero non ricordarsi di una modifica ad una carta se nessuno la giocasse, provocando errori; ed anche questo è uno dei vantaggi della modifica al costo di una carta.
  • Non è un problema del team di sviluppo se i giocatori sbagliano ed imparano dai loro errori, ciò che il team vuole è rendere il gioco più intuitivo.
  • Ben si dice pentito del modo in cui è stato annunciato il cambiamento di Ascia Ardente.

E voi cosa ne pensate? Alla luce di queste spiegazioni, siete favorevoli o contrari ai bilanciamenti che presto sconvolgeranno la taverna? Siete d’accordo o no con la politica adottata dalla Blizzard?


Ben Brode interviene sui nerf:”Non crediamo che i nuovi giocatori siano stupidi!”
Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701