Amnesiac lancia la bomba tanto attesa: ecco il ritorno dell’Handlock!

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

In tanti stavamo aspettando il momento in cui uno dei più affermati pro del mondo dirottasse la sua attenzione su un nuovo mazzo Handlock che potesse soddisfare la curiosità e la passione dei tanti giocatori del mondo letteralmente innamorati di questo archetipo. Con estrema sorpresa è Amnesiac ad inaugurare questa nuova strada e lo fa con estrema originalità: questa nuova lista è infatti assolutamente priva di creature e/o magie della nuova espansione.

Questo mazzo deve fare largo uso, specialmente nei primi turni, del potere eroe, non solo per avere più opzioni ma anche per la sinergia con le due carte Draco del Crepuscolo. Questo permette di giocare creature con molti HP già al turno 4. Il fatto di perdere molta vita è compensato dalla possibilità di schierare servitori molto resistenti con provocazione a difesa del vostro eroe, grazie a carte come Guardia Furia del Sole e Difensore di Argus

409484-gigante-di-montagna

Pur privato di tantissime delle storiche carte che ne componevano la lista (su tutte, i celebri Giganti di Magma che a seguito del nerf sono stati buttati fuori dal roster dell’Handlock), questo nuovo deck è stato armato di diverse creature che sapranno sicuramente dire la loro nella causa dell’Handlock: Mercante di Rinfreschi, Kodo Impetuoso e Spezzamagie sono alcune delle “nuove leve” scelte da Amnesiac per la sua lista.
Significativa è la totale assenza di carte giunte nella Locanda con gli Old Gods e, almeno in questo, l’Handlock rappresenta una sicura novità per questo primo periodo della 26° Stagione di Hearthstone.

Clicca qui per visualizzare l’Handlock di Amnesiac!

Marco "Stak" Cresta

Sono un appassionato di videogiochi fin da quando ne abbia ricordo e credo nella bontà del progresso che scaturirà grazie agli eSports anche a livello sociale. L'altra mia grande passione è da sempre stata l'attualità e la storia, motivo per il quale ho concluso il mio percorso di studi con la laurea in Scienze Politiche nell'Università calabrese di Cosenza.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701