Tastiera Corsair Vengeance K70: precisione ed eleganza al servizio del gaming

Tastiera Corsair Vengeance K70: precisione ed eleganza al servizio del gaming

Profilo di Aerial
 WhatsApp

Powned.it è una realtà in continua crescita, e per offrire un servizio sempre migliore per i suoi utenti, da oggi, inizierà a recensire per voi hardware e gear dedicati alle esigenze dei gamers, aiutandovi nella scelta del migliore equipaggiamento per la vostra macchina da gioco! La prima di queste rubriche tratterà una tastiera, una periferica di primaria importanza per trasferire la nostra “skill” sui campi di battaglia; nello specifico prenderemo in esame il modello di punta della Corsair, produttore di hardware californiano che si è guadagnato la fiducia dei giocatori di tutto il mondo per via dei suoi elevati standard qualitativi.

La Corsair Vengeance K70 è una tastiera meccanica di ultima generazione, studiata per venire incontro alle esigenze degli hardcore gamers. Ma cosa è una tastiera meccanica ed in cosa si differenzia da quelle più comuni? Il proliferare di tastiere “meccaniche” a cui stiamo assistendo è in realtà un ritorno di fiamma per una tecnologia abbastanza datata, dovuto alla presa di coscienza che le vecchie tastiere (come le comuni Olivetti degli anni ’90) garantivano prestazioni superiori rispetto ai modelli successivi, ed avevano una maggiore solidità e longevità. La sostanziale differenza tra le due tecnologie sta nel fatto che nella tastiere meccanica ogni singolo tasto ha uno switch dedicato, mentre quella a membrana sfrutta un foglio flessibile che va mettere in funzione i contatti tramite la pressione del tasto.
Nonostante non sia vero che che le tastiere a membrana siano in assoluto inferiori a quelle meccaniche, e che solo attraverso l’uso di queste più dispendiose periferiche si possa ambire a traguardi professionistici, è innegabile che garantiscano prestazioni migliori, assicurando una latenza ridotta ai minimi termini (è importante ribadire però che rispetto ad una tastiera a membrana di fascia alta si ottenga un guadagno misurabile in millesimi di secondo), senza contare un feedback tattile più piacevole e maggiore resistenza all’usura, a discapito però di una maggiore “rumorosità”. Queste, a grandi linee, le differenze tra questi due archetipi. Andiamo ora ad analizzare nel dettaglio la K70, scoprendone pregi e difetti e per quali tipologie di giocatori è maggiormente indicata.

Visione globale

df

 

 

 

 

 

La tastiera ha un solido corpo in alluminio nero, che la rende più pesante di altri modelli anche più ingombranti, ma anche molto più robusta. La sua linea è semplice ma estremamente elegante, e si differenzia nettamente da molti altri modelli dedicati al gaming che sono spesso fin troppo appariscenti. Sgombra quindi di orpelli e feature ridondanti, si limita all’essenziale; come è possibile notare dalle foto, questa tastiera non ha un’area dedicata alle macro, facendo risparmiare superficie sulle nostre scrivanie, a patto di non essere un giocatore di MMO, nel qual caso questa mancanza potrebbe costituire un notevole punto a sfavore. E’ dotata di un poggiapolsi gommato rimovibile estremamente ergonomico e piacevole al tatto, che aiuta notevolmente nelle sessioni di scrittura. Nella parte posteriore, vicino al cavo, è presente uno slot USB, al quale è possibile collegare qualsiasi dispositivo come se fosse connesso al proprio PC. Subito accanto troviamo un selettore che consente di rendere la tastiera compatibile anche con le macchine e i sistemi operativi più datati.

I tasti

redLa Corsair Vengeance K70 fa uso di switch Cherry MX Red, i preferiti dai gamers. Questi switch hanno una corsa molto breve e pulita (4mm in totale e 2mm per l’effettiva risposta), non offrendo sostanzialmente resistenza fino alle pressione completa del tasto. Questo li rende adatti alla pressione ripetuta, per ricevere una riposta precisissima a molteplici tap ravvicinati, ma scoprendo il fianco alla pressione involontaria dei tasti, che risultano estremamente sensibili. Tutti i contatti della tastiera sono dorati, per garantire la migliore conduzione degli input. La tastiera, sottolineando la sua vocazione al gaming in ambito FPS, offre inoltre la possibilità di scambiare i tasti WASD e 1-6 con dei modelli antiscivolo e facilmente riconoscibili al tatto, dotati di una curvatura specifica che ne facilità presa ed utilizzo quando la mano è in posizione “di gioco”. Sia i tasti sostitutivi che la pinzetta che ne facilità l’estrazione sicura sono compresi nella confezione.

Funzionalità

Senza nome

La tastiera ha un sistema di retroilluminazione personalizzabile per quanto riguarda intensità e mappatura dei tasti, ma non il colore, che è un rosso acceso e sgargiante. Si possono quindi scegliere quali tasti illuminare tramite un semplice tasto dedicato, e quale intensità adottare, da un livello basso e sufficientemente percettibile, fino a quello massimo, che rischia di dare fastidio alla vista in situazioni di buio totale. Si deve notare come ogni tasto abbia un proprio led, che rende l’effetto di illuminazione funzionale e appagante alla vista.
Accanto ai tasti per regolare la retroilluminazione si trova l’immancabile funzione per bloccare il menù di Windows, la cui pressione accidentale può portare alla riduzione a finestra di un gioco proprio nel bel mezzo dell’azione (ricordo i tempi in cui noi giocatori “rimuovevamo” fisicamente il tasto per evitare questi incidenti). Spostandosi ancora sulla destra vi sono collocati i controlli del volume, che permettono di azzerarlo istantaneamente o regolarlo tramite un comodo cilindretto rotante. Subito sotto abbiamo poi i controlli dei player multimediali, per bloccare, mettere in pausa o scorrere video e canzoni in background, senza ridurre la finestra principale.
La tastiera è dotata di una funzione “anti-ghosting” che consente la pressione simultanea di molteplici tasti senza interferire con l’immissione del segnale.

Esperienza diretta

Senza nome

 

 

 

 

 

 

.
La prima cosa che si nota passando da una tastiera a membrana alla K70 dotata di Cherry MX Red è l’estrema sensibilità dei tasti. Nelle prime sessioni di gioco infatti è capitato più volte di attivarli involontariamente, quando ci sembrava di averne semplicemente “sfiorato” la superficie. Sono bastate però poche ore per prendere confidenza col nuovo prodotto e superare questo iniziale problema. Questa sensibilità influenza anche le sessioni di scrittura: i tasti non offrono alcuna resistenza e si ha un’esperienza di digitazione fluida che non stanca in alcun modo le dita, garantendo un’elevata gratificazione anche a chi non usa il pc solo per giocare, nonostante un inevitabile feedback uditivo superiore alle tastiere a membrana a cui siamo abituati.

Considerazioni finali

La Corsair Vengeance K70 offre probabilmente le massime prestazioni sul mercato per quanto riguarda le tastiere da gaming, ma dato il suo elevato costo, è importante prima chiedersi quali siano le nostre vere esigenze. Se ad esempio siamo accaniti giocatori di MMO saremo costretti a rinunciare alle funzioni macro. Anche se giochiamo solo saltuariamente a titoli d’azione forse la scelta migliore è rivolgersi ad una tastiera a membrana di fascia alta: andremo a spendere circa la metà e le nostre performarce rimarranno sostanzialmente invariate. Se invece non avete problemi di budget, volete investire in una tastiera che vi durerà nel tempo, e desiderate tratte il massimo dalle vostre sessioni di gioco (specialmente FPS o MOBA) la K70 è sicuramente un acquisto di cui non vi pentirete. Ricordate che, se decidete di acquistarla online, di assicurarvi che il layout sia italiano, dal momento che questa tastiera è disponibile anche nella nostra lingua.

Giudizio

Pro Contro Voto
+ Altissima qualità dei materiali
+ Linea semplice ma elegante
+ Eccellente nel gaming e nella digitazione
– Prezzo molto elevato
– Mancano le macro
9

Ottenere la Licenza Windows 10 PRO a 5 Euro: i consigli per te

Ottenere la Licenza Windows 10 PRO a 5 Euro: i consigli per te

Profilo di Stak
 WhatsApp

Il sistema operativo Windows e Microsoft Office sono fondamentalmente due software essenziali per un computer.

Il sistema operativo Windows garantisce il funzionamento sicuro ed efficiente del sistema informatico e Office 2021 può aiutarti a migliorare la produttività del tuo lavoro! Comprarli costa però un sacco di soldi. La buona notizia è che Godeal24 sta aumentando la sua offerta di sconti! Potrai acquistare chiavi OEM per Windows e Office al miglior prezzo! Le licenze vendute da Godeal24 sono licenze senza scadenza. Ciò significa che il loro utilizzo non è limitato nel tempo: dopo aver acquistato una licenza e averla attivata, puoi utilizzarla a tempo indeterminato!

Cominciamo con il Windows più utilizzato, ora il più classico Windows 10 e l’ultima versione di Windows 11 sono scontati del 50%! Windows 10 Pro a partire da 6,06€ per PC! Un’ampia varietà di categorie di software tra cui scegliere, Windows 10 Home, Windows 11 Pro e altro ancora!

50% sconto su Windows OS! (coupon code “ EGD50″)

La suite Microsoft Office offerta da Godeal24 include il trio Word-Excel-PowerPoint, così come altri software come Outlook o OneNote solo per citarne alcuni. Sono disponibili anche questi a tempo illimitato, non è necessario un abbonamento mensile a pagamento e l’ultimo Office 2021 Pro costa solo 12,99 €/PC! Non è uno scherzo, è un’offerta su misura per te! Ci sono più combinazioni tra cui scegliere per soddisfare ogni tua esigenza!

Fino al 62% di sconto! su Microsoft Office! (codice coupon “EGD62”)

Se desideri aggiornare Windows e Office contemporaneamente, il bubdle potrebbe essere l’offerta migliore! Usa il codice coupon “EGD62” per ottenere con uno sconto del 62%!

 

 

Molti utenti sono entusiasti del prezzo basso offerto da Godeal24, ma si chiedono perché il prezzo è così basso? Ancora più importante, è vero? Puoi stare certo che questo è un vero affare perché le licenze vendute da Godeal24 sono licenze OEM.

Si tratta di licenze che vengono solitamente vendute ai produttori di computer in modo che possano acquistare Windows a un prezzo inferiore da installare sui loro computer prodotti in serie. Lo svantaggio di una licenza OEM è che di solito è legata alla scheda madre, quindi una volta attivata, è difficile trasferire la licenza su un altro PC.

Per fortuna, Godeal24 vende le sue licenze OEM così a buon mercato che se sposti il ​​tuo PC o hai bisogno di un’altra licenza, puoi semplicemente acquistarne un’altra copia ed è ancora più economico rispetto al prezzo al dettaglio.

Informazioni su Godeal24.com

Godeal24 non solo fornisce buoni prodotti, ma è attivo anche il servizio post-vendita. Godeal24 ha un team di assistenza clienti professionale, che fornisce supporto tecnico 24 ore su 24, 7 giorni su 7, e finché acquisti prodotti su Godeal24, puoi anche goderti un servizio post-vendita a vita!

È ora di effettuare l’aggiornamento da Windows 7 a Windows 10 o Windows 11. Attualmente, Microsoft aggiornerà Windows 10 e Windows 11 per garantire la migliore esperienza utente. In termini di prestazioni di sicurezza, la nuova versione del sistema è sempre migliore della vecchia versione. Molto più forte! Ora è il momento perfetto per aggiornare il tuo computer con grandi sconti da Godeal24!

Se sei preoccupato di incontrare problemi durante l’installazione e l’uso, puoi sempre contattare il team di supporto tecnico di Godeal24 24 ore su 24, 7 giorni su 7, risolverà i tuoi problemi in tempo! E Godeal24 offre un servizio post-vendita a vita! (Contatta Godeal24: [email protected] )

LAN Gate, ULTIMA ORA: il Governo valuta l’istituzione della Federazione del GAMING SPORTIVO COMPETITIVO

LAN Gate, ULTIMA ORA: il Governo valuta l’istituzione della Federazione del GAMING SPORTIVO COMPETITIVO

Profilo di Stak
 WhatsApp

GAMING SPORTIVO COMPETITIVO – Una vera e propria “bomba” quella pubblicata una manciata di minuti fa da Agimeg.it, in merito all’ormai noto LanGate.

Sembra infatti che la politica italiana abbia definitivamente preso posizione riguardo al riconoscimento degli esports, con il Governo che è ora (finalmente) seriamente impegnato sulla questione.

Agimeg ha infatti riportato le dichiarazioni del Sottosegretario del MEF, l’Avvocato Federico Freni (in carica con il Governo Draghi dal 28 Settembre 2021, ndr), che ha da poco annunciato: “Il Governo sta valutando insieme al Coni l’istituzione di una Federazione del gaming sportivo competitivo“.

Leggiamo parte dell’intervento del Sottosegretario alla Camera: “Il Governo premette che sulla vicenda è necessario un supplemento di istruttoria e quindi chiede il rinvio del caso per rispondere puntualmente sui fatti citati dall’interrogante.

Tuttavia, il governo si riserva, quindi, di valutare tutte le iniziative normative più opportune al fine di garantire in tempi ragionevoli un’efficace e stabile regolamentazione del settore, riconoscendogli autonoma rilevanza, anche valutando, di concerto con il Coni l’istituzione di una Federazione che sovraintenda all’organizzazione del gaming sportivo competitivo.

Da ultimo, nelle more della definizione di tale quadro normativo, il Governo si riserva anche di valutare, di concerto con l’agenzia delle Dogane e dei Monopoli, l’opportunità delle misure intraprese“.

Una notizia certamente positiva per tutti gli addetti ai lavori, che indubbiamente andrà a favorire in modo diretto lo sviluppo e la sostenibilità di tutto il settore. Il governo è inoltre intenzionato a “valutare” le sanzioni, con la speranza che queste vengano tutte categoricamente cancellate.

Tutto questo accade tra l’altro a poche ore di distanza dalla pubblicazione della lettera aperta ed unitaria delle Sale Lan, un fatto abbastanza unico nel suo genere, che è stato infatti salutato con estrema positività da tutto il settore. Troverete ulteriori dettagli cliccando qui.

L’estratto relativo all’interrogazione parlamentare

Non sappiamo ancora come potrebbe andarsi a sviluppare la questione, ma non appena disponibili provvederemo a pubblicare nuovi aggiornamenti.

Articoli correlati sull’argomento: 

Le Sale Lan fanno fronte unito con una lettera aperta; intanto la Lega chiede al Ministro Franco di sospendere tutto

Le Sale Lan fanno fronte unito con una lettera aperta; intanto la Lega chiede al Ministro Franco di sospendere tutto

Profilo di Stak
 WhatsApp

Sale LAN & LanGate – “L’intento di questo gruppo di aziende è quello di cercare un confronto con le istituzioni pubbliche per trovare una soluzione normativa o interpretativa alla lacuna legislativa sulla questione, per evitare la problematica estensione di interpretazione e applicazione di norme datate a nuove tecnologie e moderni usi e costumi.

La volontà è quella di creare un nucleo che rappresenti tutte le aziende di questo settore per proporre un confronto aperto con ADM, MISE e le altre istituzioni collegate rispetto alle caratteristiche del mondo degli eSports e più in generale all’intrattenimento digitale, discutendo delle enormi potenzialità di questo settore che i governi di altri Paesi europei stanno incentivando con leggi e riforme”.

Inizia cosi la lettera aperta sottoscritta da numerose sale lan italiane in merito alla recente operazione condotta dall’ADM.

Fronte unito delle Sale Lan

A firmare questo documento sono infatti stati Ak Informatica, Drako.it, The Game Spot, PC-TEKLAB, VG Informatica, D2D Simulation, Gold Fox Gaming, Il Mago Di Dos, Reghium Esports, Playground 2.0, Login center, Driving Simulation Center e Di. Gi. Games.

Un segnale incoraggiante, che ci mostra un’importante fetta del nostro settore che si muove all’unisono per un unico comune obiettivo.

Attraverso questo documento, il coordinamento delle realtà sopracitate ha richiesto un tavolo di confronto immediato sia con l’ADM che con il MISE. Il fine ovviamente, è quello di trovare nel più breve tempo possibile una soluzione sana e sostenibile che consenta a queste realtà di rimettersi in moto, e di tornare a lavorare.

“È quindi necessario che dal tavolo di confronto proposto, emergano norme e regolamenti adattabili al settore ed in grado di coprire ed ancora una volta normare, un settore innovativo e complesso come quello che comprende l’organizzazione di tornei eSports, i Team, i Giocatori e tutto quanto ruoti attorno ad un mercato che allo stato attuale vive, di fatto, in una zona grigia normativa ma offre lavoro a migliaia di persone ed è gestito per la grande maggioranza da giovani imprenditori.

L’invito ufficiale sottoscritto è rivolto alle istituzioni citate, con la speranza che in tempi brevi si possa aprire un tavolo di confronto, allargato anche alle associazioni degli sviluppatori di videogiochi, le federazioni e il CONI”.

La Lega chiede al Ministro Daniele Franco di sospendere le sanzioni

A margine di questa nota, riportiamo l’interrogazione parlamentare che i deputati della Lega hanno inoltrato al Ministero delle Finanze Daniele Franco. Al ministro viene richiesto dai deputati l’immediata sospensione delle sanzioni comminate lo scorso weekend alle sale lan.

La “sospensione” delle sanzioni, scrivono i deputati della Lega, andrebbe applicata fino a quando non si farà chiarezza sulla questione. Nella lettera scrivono: “in attesa di chiarimenti atti a risolvere le criticità interpretative e applicative rispetto al caso concreto sopradetto, sì da scongiurare futuri contenziosi e, al contempo, non precludere alle medesime attività la legittima presenza nel settore ludico-ricreativo“.

Tutta la situazione legata al LanGate sembra quindi trovare effettivamente riscontro anche nel mondo della politica…

Un segnale positivo, che ci auguriamo possa garantire a tutte le sale lan italiane la dignità e la “serenità” che meritano.

Speciale SALE LAN, Alessio Cicolari (Esport Palace): “necessario dividere una volta per tutte videogiochi e VLT”

Articoli correlati sull’argomento: