Rog Strix Scope: la tastiera definitiva per gli FPS

Rog Strix Scope: la tastiera definitiva per gli FPS

Profilo di Rios
 WhatsApp

Oggi è un giorno importante, inauguriamo una nuova rubrica tech e lo facciamo con la recensione di un prodotto molto interessante. Stiamo parlando della tastiera meccanica Asus Rog Strix Scope, che è creata per gli amanti degli FPS. Il prodotto ha molte caratteristiche interessanti, e porta delle novità in un mondo (quello delle tastiere) che difficilmente vede delle innovazioni.

Asus Rog Strix: una tastiera che sorprende

Design, estetica e materiali

Quando tirerete fuori la tastiera dalla scatola, noterete subito che il suo design è molto sobrio e pulito. Da spenta, infatti, non è molto appariscente ed il suo plate superiore in alluminio le dona un look ed un feeling decisamente premium. Nella parte inferiore troviamo della plastica dura, che non scricchiola e da una forte sensazione di solidità al prodotto. I keycaps sono fatti con il solito ABS, ma al tatto risultano molto gradevoli e morbidi. Non sono presenti delle connessioni passthrough, vista la mancanza di altre porte USB sul corpo della tastiera.

Una volta accesa, l’illuminazione RGB Aura fa la sua figura, grazie soprattutto alle infinite possibilità di personalizzazione accessibili direttamente dalla tastiera o dal software Armoury Crate di cui parleremo in seguito. In confezione sono inclusi dei keycaps argentati per il WASD, che permettono di riconoscere i tasti molto più facilmente.

 

Portabilità

La Scope è una tastiera full-size (ha il tastierino numerico), perciò non è molto compatta come altri prodotti della concorrenza. Le sue cornici quasi assenti aiutano a contenere la dimensioni che, in profondità, sono piuttosto ridotte. Nonostante Asus abbia lavorato bene per ottimizzare gli spazi, non si può dire che la tastiera sia facile da trasportare. Le dimensioni di  440 x 137 x 39 mm ed il peso di circa 1070 gr le forniscono un ingombro non esagerato ma comunque evidente.

Tutte queste caratteristiche la rendono assolutamente immobile quando è poggiata su un piano. Il discorso cambia quando si sollevano i piedini, che le fanno perdere un po’ di grip. L’impossibilità di staccare il cavo USB intrecciato (di ottima fattura anche questo) rendono quasi impossibile il trasporto in uno zaino, o in qualsiasi altra custodia.

Tasti e funzionalità nuove

La Rog Strix Scope introduce delle chicche interessanti e, a causa delle ottimizzazioni degli spazi, non ha dei tasti multimediali dedicati. A questa mancanza sopperisce il tasto FN che, combinato con i tasti da F5F11, vi permette comunque di controllare musica, video etc. Una chicca che troviamo sulla Scope è sicuramente la Stealth Mode. Premendo F12, infatti, tutto ciò che avete su schermo verrà immediatamente nascosto, e tutti i suoni saranno mutati.

Un’altra novità introdotta da questa tastiera è il tasto CTRL di dimensione doppie rispetto al normale. A questo punto vi starete chiedendo: ma a cosa serve concretamente? Negli FPS il CTRL è solitamente usato per abbassarsi, per far perdere ogni punto di riferimento al nemico. I giocatori più esperti lo utilizzano spesso e volentieri per vincere gli scontri più ravvicinati. Queste dimensioni maggiorate aiutano molto, visto che si riesce a trovare molto facilmente con il mignolo. Inoltre il tasto di windows è stato notevolmente ridotto, per evitare di premerlo per sbaglio durante le partite.

Switch Cherry MX

La Rog Strix Scope è equipaggiata con i famosissimi switch Cherry MX, molto popolari tra i videogiocatori per la loro risposta rapida e precisa. Purtroppo, in Italia, la tastiera è disponibile solo con gli switch Red che sono quelli più usati in ambito gaming. Gli switch sono molto sensibili e non necessitano di una forte pressione per la risposta, data l’assenza del click fisico e la loro linearità.

 

Prestazioni in game

Partiamo da un presupposto importante: gli FPS non sono il mio genere preferito. Questa Scope è nata proprio per quel genere di giochi, perciò i test che ho effettuato sono stati condotti sui titoli del momento ovvero: Apex LegendsFortnite. Nonostante la mia inesperienza negli sparatutto, ho potuto constatare che il CTRL più grande mi ha salvato la vita in più occasioni. Il tasto è molto semplice da trovare e, anche se non lo premete con forza, lui risponderà immediatamente.

Non contento di queste prove effettuate sul suo terreno di gioco, l’ho portata anche su League Of Legends. Sebbene non con la stessa rilevanza di un FPS, anche su LOL questa Rog Strix Scope è riuscita a stupirmi. La reattività degli switch Cherry MX fa la differenza anche sui MOBA, rendendo le rotazioni delle spell molto più fluide e veloci.

Prestazioni in uso office

Se siete amanti del rumore prodotto dagli switch meccanici, questa tastiera risulterà piacevole anche in fase di scrittura. Indubbiamente il suono dei tasti è forte, ma non è invadente quanto quelle di altre tastiere che ho provato. Se scrivete molto velocemente il rumore sarà molto più forte, perciò l’utilizzo office non è decisamente il suo forte anche se si difende bene quando la chiamate in causa.

Armoury crate

A condire tutta l’esperienza di questa periferica, abbiamo il software Armoury Crate che gestisce tutte le personalizzazioni, dall’illuminazione alle macro. La Scope può memorizzare fino a cinque profili, grazie alla sua memoria on board e potrete crearne uno per ogni gioco a cui giocate. Inoltre potrete gestire e programmare tutte le macro di cui avrete bisogno nelle sessioni di gaming, comandandole direttamente dalla tastiera grazie alla combinazione del tasto FN ed Alt Gr.

Prezzo e conclusioni

Attualmente il prezzo della Rog Strix Scope si aggira attorno ai 144€ su Amazon, grazie alla settimana di offerte dedicate al gaming. Di base la tastiera viene a costare circa 160€, che è un cifra indubbiamente elevata per una periferica che non ha nemmeno il poggiapolsi in bundle. Non è un oggetto accessibile a tutti e, soprattutto, è destinata a chi vuole veramente giocare ad un livello molto alto su titoli FPS. Nel corso della nostra esperienza ci ha convinti molto, la qualità è altissima e le funzioni nuove introdotte da Asus la rendono unica a suo modo.

La consigliamo a chi cerca una tastiera dedicata agli shooter, a chi non ha bisogno di muovere spesso la periferica viste le sue dimensioni ed il suo peso che, pur non essendo eccessive, non la rendono il massimo della portabilità. E’ sicuramente un investimento importante, ma se siete amanti degli FPS questa è la tastiera che fa per voi.

VOTO: 8

Ringraziamo Asus per averci inviato un esemplare da provare per scrivere questa recensione. Vi lasciamo il link di Amazon per poterla acquistare ora che è in offerta.

Lenovo Legion 7: gaming portatile alla massima potenza

Lenovo Legion 7: gaming portatile alla massima potenza

Profilo di Rios
28/01/2023 14:51 di Mario "Rios" Cristofalo
 WhatsApp

Il Lenovo Legion 7 è, almeno per il momento, uno dei portatili da gaming più completi e potenti disponibili ora sul mercato. Questo PC, infatti, vanta un hardware di tutto rispetto unito ad un design elegante, raffinato, molto diverso dai suoi competitor più vicini.

Durante la nostra prova non siamo mai riuscito a metterlo in difficoltà in nessuna circostanza, pur stressandolo con i giochi più moderni e pesanti che metterebbero alla prova qualsiasi macchina. Insomma, Lenovo ha fatto un grandissimo lavoro.

Andiamo quindi a scoprire più da vicino questo computer straordinario sotto tutti i punti di vista, anche nel prezzo non adatto a tutte le tasche.

Recensione Lenovo Legion 7

Caratteristiche tecniche

  • Processore: Intel Core i9-12900HX, 16C (8P + 8E)/24T, P-core 2.3/5.0GHz, E-core 1.7/3.6GHz, 30MB
  • RAM: 2x 16GB SO-DIMM DDR5-4800
  • Memoria: 1TB SSD M.2 2280 PCIe 4.0×4 NVMe
  • Scheda Grafica: NVIDIA GeForce RTX 3080 Ti 16GB , Boost Clock 1590MHz, TGP 175W
  • Display: IPS WQXGA (2560 x 1600) a mini LED da 40,64 cm (16″), 1250 nit, formato 16:10, frequenza di aggiornamento a 165 Hz (tempo di risposta di 3 ms), 100% della gamma di colori DCI-P3, 100% della gamma di colori Adobe RGB, certificazione fino a VESA DisplayHDR™ 1000, supporto per Dolby Vision™, certificazione TÜV Rheinland
  • Capacità e durata della batteria: 99,99Wh con una durata dichiarata di massimo 7,1h
  • Sistema operativo: Windows 11
  • Larghezza: 358,1 mm
  • Profondità: 263,5 mm
  • Altezza: 19,4 mm
  • Peso: 2,53 kg

Design ed estetica

Il primo impatto con il Lenovo Legion 7 è tanto stupefacente quanto straniante per un gamer. Infatti, il prodotto, non rispetta i canoni imposti dal settore dei portatili da gaming, ma anzi li riscrive portandoli ad un altro livello.

Infatti da spento il Legion 7 risulta essere molto elegante, con un corpo interamente in metallo e linee sobrie ma taglienti allo stesso tempo. Il colore grigio scelto da Lenovo per questo modello lo rende molto professionale, differente dai colori aggressivi a cui ci hanno abituati gli altri brand che producono i portatili da gaming.

Ma quando si preme il pulsante di accensione, avviene la magia. Tutti i LED RGB di cui dispone si accendono e colorano l’ambiente, trasportandoci immediatamente in un contesto molto più familiare per i videogiocatori.

I LED possono essere anche modificati e resi più appariscenti o più sobri, dando una doppia anima a questo computer: un’appariscente macchina per il gioco o un sobrio PC adatto a tutte le esigenze.

Il design del Legion 7 può piacere o non piacere, ma è innegabile il fatto che Lenovo stia provando (con successo) a differenziarsi dagli altri in termini di estetica. Questa scelta porta il look dei PC da gaming su un altro livello, facendo capire anche al pubblico generalista che non si tratta di qualcosa appetibile solo per i giovani ed i giovanissimi.

Prestazioni con batteria

Diciamolo subito: il Lenovo Legion 7 non è un campione nel settore della durata della batteria. Infatti, con un utilizzo intenso, la batteria non supera la durata di un’ora e mezza/due ore al massimo.

Giocando senza alimentazione si perde, inevitabilmente, qualcosa in termini di prestazione, ma l’hardware di cui dispone vi permette comunque di poter giocare in tranquillità per quel tempo sopraindicato.

In utilizzo prettamente office/multimedia, il Legion 7 si avvicina di molto ai valoro indicati da Lenovo per ciò che riguarda la durata della batteria. Chiaramente ci sono degli accorgimenti per poter aumentare la vita della batteria, ma niente di trascendentale.

Prestazioni con alimentazione esterna

Il Lenovo Legion 7 si porta dietro un alimentatore da ben 300W, che da al PC un boost notevole in termini di prestazione quando questo dispone di un’alimentazione esterna.

In queste condizioni la macchina riesce a sfruttare il pieno potenziale del suo i9 e della sua 3080 Ti, diventando il paradiso di ogni gamer. Il Legion 7 non ha mai un’esitazione, non si blocca, non freeza e non perde fps nemmeno dopo lunghissime sessioni di gaming.

Quando le temperature salgono si attiva l’ottimo sistema di ventilazione di cui dispone, che può essere regolato anche manualmente tramite l’apposita combinazione di tasti. Chiaramente le ventole si fanno sentire quando partono al massimo regime, ma comunque non sovrastano la buona resa sonora delle casse HARMAN che riescono a tenere il passo.

Questo cosa comporta? Beh, potete giocare a qualunque tipo di gioco con tutti i dettagli impostati al massimo senza paura. Anche un gioco come Cyberpunk 2077 ha una resa magnifica, con un frame-rate più che accettabile e che non scende mai sotto i 60 fps. Nei giochi meno pretenziosi in termini di prestazioni non avrete alcun calo di frame, ma anzi arriverete a dei numeri di fps davvero folli (su League Of Legends si arriva ad oltre 300)

Display

Ma queste prestazioni sono rese ancora migliori da un display di livello altissimo. Infatti il Lenovo Legion 7 dispone di un display da 16″ IPS in 16:10 con una risoluzione massima di 2560×1600 pixel ed un refresh rate che arriva fino a 165hz.

Giocare o consultare contenuti multimediali con questo pannello è un’esperienza incredibile, che non ha nulla da invidiare ai monitor di fascia medio-alta disponibili per i PC da casa. Il display ha un’ottima calibrazione di base, ed il picco di luminosità a 500 nits e l’anti-glare di cui dispone lo rendono visibile in ogni condizione di luce e quindi perfetto per essere usato anche all’aperto.

Tastiera e touchpad

La tastiera del Lenovo Legion 7 è forse l’unica nota dolente di un prodotto che è quasi perfetto. Per quanto sia ottima in termini di prestazioni (sempre molto sensibile e reattiva), per quanto riguarda la costruzione ha delle criticità piuttosto fastidiose.

Infatti la tastiera risulta essere piuttosto rumorosa in alcuni punti, e la barra spaziatrice risulta essere il focus principale di questo problema. Quando andrete ad usare questo tasto, potrete sentire un fastidioso stridio metallico, a cui dovrete abituarvi per forza. Inoltre la tastiera tende a flettersi in alcune zone, ma non dovrebbe essere un problema sul lungo periodo.

Il touchpad, dall’altro lato, non ha nessun difetto. Ha le giuste dimensioni, è molto facile da utilizzare ed è precisissimo con le gesture ed in generale in ogni circostanza. Anche i tasti di cui dispone sono sensibili e ben fatti, ma chiaramente è impossibile usarlo per giocare.

Prezzo

Come avrete capito leggendo la recensione fino a questo punto, il Lenovo Legion 7 è un PC senza compromessi, forse non adatto a tutti. Il suo hardware al top del mercato lo portano ad essere sicuramente performante ed esagerato in senso positivo ma, inevitabilmente, tutto ciò ha un costo piuttosto importante.

Il Legion 7 può avere diverse configurazioni, ma quella che abbiamo avuto noi in prova supera i 3000 euro. Un prezzo enorme, e sicuramente non alla portata di tutti. Un prezzo che, nonostante tutto, riesce a soddisfare anche i palati più tra i gamer.

Questo Lenovo Legion 7 è un prodotto adatto a chi ha delle necessità molto alte, ma che al contempo non ha la possibilità di avere un computer fisso di pari livello.

AMD presenterà le CPU serie 7000 “non-X” al prossimo CES?

AMD presenterà le CPU serie 7000 “non-X” al prossimo CES?

Profilo di VinCesare
29/12/2022 10:11 di Vincenzo "VinCesare" De Cesare
 WhatsApp

AMD Serie 7000 – Il mondo della tecnologia é in costante evoluzione ed é normale che anche le maggiori aziende produttrici di semiconduttori si attivino per stare al passo con i tempi. Tra queste c’é sicuramente AMD.

La nota azienda statunitense é al lavoro per portare al pubblico un nuovo chipset aggiornato, performante e avvicinabile da ogni tipologia di tasca.

Un assaggio c’é stato con i nuovi AMD Ryzen Serie 7000 in versione X: CPU ultra performanti ad un costo super competitivo. Ma da Settembre si attende anche la versione “non-X” di questi nuovi chip basati sulla nuova architettura Zen4.

Un leak, però, dei colleghi di Videocardz vorrebbe questi nuovi modelli annunciati proprio nel mese di Gennaio durante il “Consumer Electronics Show” (CES), in svolgimento proprio tra qualche settimana.

Sempre secondo il leak, tre sarebbero i modelli da annunciare: il Ryzen 9 7900, il Ryzen 7 7700 ed il Ryzen 5 7600. Dovrebbero essere pronti alla distribuzione il 10 Gennaio.

Questi, poi, tutti i dettagli sui modelli leakati:

  • RYZEN 5 7600
    • 6-Core, 12-Thread, 5.1GHz, 38MB Cache, 65W TDP – $229
  • RYZEN 7 7700
    • 8-Core, 16-Thread, 5.3GHz, 40MB Cache, 65W TDP – $329
  • RYZEN 9 7900
    • 12-Core, 24-Thread, 5.4GHz, 76MB Cache, 65W TDP – $429

Già da questa piccola infografica si evince come i tre modelli siano ultra competitivi a livello di prezzi, anche rispetto alle loro versioni X già in commercio. Tutto ciò senza rinunciare alle prestazioni e con il bonus di consumare davvero pochissimo a livello energetico.

Davvero arriverà tutto questo tra qualche giorno? Speriamo sia così!

Il futuro é qui: le NVIDIA GeForce RTX 4080 e 4090 sono realtà

Il futuro é qui: le NVIDIA GeForce RTX 4080 e 4090 sono realtà

Profilo di VinCesare
21/09/2022 12:00 di Vincenzo "VinCesare" De Cesare
 WhatsApp

NVIDIA GeForce RTX 4080/4090 – La tecnologia di certo non si ferma e questo vale anche per le aziende che producono Schede Grafiche, nonostante la recente crisi dei semiconduttori.

Questa fase, però, sembra essere superata e pian piano tutto sta tornando alla normalità. E quale miglior momento per NVIDIA per presentare i suoi prossimi prodotti di punta?

Il futuro delle GPU sembra essere arrivato, la nuova Serie 40 delle GeForce RTX è qui con i suoi maggiori prodotti: la 4080 e 4090.

NVIDIA sul suo sito ufficiale ha presentato tutte le maggiori caratteristiche e differenze con la vecchia serie. Ed ovviamente c’è anche il prezzo minimo di vendita, che non è di certo basso dato le prestazioni.

Con la nuova architettura Ada Lovelace, la Serie 40 si pone l’obiettivo di raddoppiare le prestazioni rispetto alla Serie 30. Si punta, poi, all’iperrealismo grazie all’efficienza del Ray Tracing e ad una velocità impressionante aumentando a dismisura gli FPS con una minima latenza.

La RTX 4090 parte da 1979€, mentre la sorella minore RTX 4080 partirà da 1109€, per la versione a 12 GB, mentre 1479€ per la versione a 16 GB.

La prima sarà già disponibile dalla metà del mese di Ottobre, mentre per le 4080 dovremo attendere almeno Novembre.

Questo è tutto ciò che ha presentato NVIDIA e potrete leggere tutti i dettagli e le specifiche a QUESTO LINK dal sito ufficiale.

Che ne pensate del nuovo futuro delle Schede Grafiche? Come si presentano le nuove NVIDIA GeForce RTX 4080 e 4090?