Apollo Bold: la scommessa vincente di Tronsmart

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Da sempre, Tronsmart, fa del rapporto qualità-prezzo il suo cavallo di battaglia. Ed in un mercato pieno di concorrenti, come quello delle cuffie TWS, cerca di farsi strada grazie a questa caratteristica. Ora ha deciso di puntare più in alto, per andare ad attaccare quella fetta di clientela che vuole un prodotto premium con certe features (come il noise cancelling). Le Apollo Bold nascono proprio per soddisfare questo tipo di utente, e riescono a farlo in modo straordinario.

Recensione Tronsmart Apollo Bold

Confezione di vendita

Già a partire dalla confezione di vendita, possiamo capire che, questo prodotto, è destinato ad una fetta di utenza che ricerca la cura dei dettagli anche nelle confezioni. La scatola è molto grande e si apre come un libro, è piena di accessori ed i materiali usati restituiscono un buon feeling quando vengono toccati.

Una volta aperta la scatola, possiamo trovare una spiegazione della tecnologia di ANC usata su questo dispositivo, oltre al prodotto in se. Oltre alle cuffie ed al case di ricarica, sono presenti due paia di gommini di diversa misura, un cavetto USB-C per la ricarica ed una comoda custodia per trasportare il prodotto in sicurezza.

Scheda tecnica

  • Tecnologia Qualcomm aptXANCcVc
  • Tecnologia TrueWireless Stereo Plus
  • Chip Qualcomm QCC5124 che supporta aptXAAC ed SBC
  • Bluetooth 5.0 compatibile con i protocolli HFP/HSP/AVRCP/A2DP
  • Sei microfoni dotati di noice cancelling e cVc
  • Tre modalità d’uso: ANC, musica e trasparenza
  • Distanza di trasmissione di 15 metri
  • Certificazione IP45 che le rende resistenti all’acqua
  • Batteria delle cuffie 85 mAh
  • Batteria del case 500 mAh
  • Driver in grafene da 10mm
  • Impedenza di 32Ω±15%
  • Dimensioni delle cuffie: 16.86 x 23.13 x 23.96 mm
  • Dimensioni del case: 29.45 x 19.03 mm
  • Peso netto delle cuffie: circa 7 grammi
  • Peso netto del case: circa 54 grammi

Design e qualità costruttiva

Le Apollo Bold sono, sicuramente, un prodotto premium e la cura nei materiali usati per la costruzione del prodotto lo conferma. Il case di ricarica è costruito in plastica nera ed opaca (così non trattiene le ditate), quando lo si tiene in mano si sente che è un materiale buono e non economico come spesso succede con altre aziende. Il coperchio del case ha un po’ di gioco, quindi si muove leggermente se lo spostate quando è chiuso, ma niente di troppo preoccupante.

Grave la mancanza di più led che indicano lo stato di carica del case, ce n’è solamente uno che indica se le cuffie sono in ricarica o no. Gli auricolari sono anche costruiti con la stessa plastica di qualità, ma hanno un bordo color bronzo che le rende molto belle da vedere, conferendogli un certo carattere che le fa distinguere. La parte touch delle cuffie (che permette di attivare tutte le funzioni) è molto ben fatta, poiché è responsiva ai tocchi, non è troppo sensibile e prende i comandi corretti 9 volte su 10.

Indossabilità

Nonostante le Apollo Bold siano delle cuffiette di dimensioni importanti, nelle orecchie non si fanno sentire, non pesano e non causano dolori di nessun tipo. La loro struttura gli permette di ancorarsi bene al padiglione auricolare, e non cadranno mai nemmeno se le usate durante una corsa.

La certificazione IP45 le rende molto versatili per ogni tipo di uso, anche per gli sport praticati in acqua o per una banale doccia. Durante le giornate di prova non mi hanno mai dato fastidio, nonostante io abbia sempre problemi con le cuffie di tipo in-ear.

Qualità audio

Il driver in grafene da 10mm riesce a sviluppare un suono di qualità elevatissima e, inseme al chip di Qualcomm, fornisce un’esperienza di ascolto piacevole senza distorsioni anche al massimo del volume. I toni alti, medi e bassi sono tutti calibrati benissimo e non vengono impastati anche nei brani più difficili.

Ho molto apprezzato il senso che Tronsmart ha piazzato su queste Apollo Bold, perché permette di stoppare la musica semplicemente togliendo uno degli auricolari dalle orecchie. E’ una feature che hanno tutte le earbuds di fascia alta, ed è piacevole ritrovarla anche su questo prodotto.

Brani di riferimento

  • Snoh Aalegra- Fool for you
  • Raveena- If Only
  • Makoto Matsushita- Love Was Really Gone
  • Dua Lipa- Levitating
  • Oliver- Go With It (feat. Chromeo)

Active noise cancelling ed ambient mode

La caratteristica più importante delle Apollo Bold è sicuramente l’active noise cancelling. Grazie ad i sei microfoni a bordo di queste cuffiette, ogni rumore di fondo viene abbattuto. All’inizio la sensazione è un po’ alienante, perché tutti siamo abituati ad ascoltare i suoni che ci circondano, ma dopo un po’ ci si fa l’abitudine. Chiaramente sentirete ancora tutti i rumori più forti e più vicini a voi, ma tutto ciò che costituisce il classico brusio di fondo delle nostre vite verrà eliminato.

E’ una feature interessante, che pone le Apollo Bold in competizione diretta con prodotti di fascia più alta come le AirPods Pro o le Freebuds 3. Non vi consiglio di utilizzare questa funzione in strada, in quanto potreste correre il rischio di farvi male.

Oltre alla modalità ANC, queste cuffiette hanno l’ambient mode. Quando questa modalità è attiva, i sei microfoni non abbattono il rumore, ma lo amplificano per farvi sentire tutto ciò che vi circonda ed elimina il classico isolamento causato dagli auricolari in-ear. E’ una modalità che mi ha colpito di più rispetto alla ANC, perché non c’è alcun ritardo nel suono, ed ogni rumore è correttamente riprodotto. Se amate ascoltare la musica mentre camminate per strada, questa è la feature che fa per voi.

Qualità in chiamata

Solitamente non amo utilizzare le cuffie TWS per le chiamate, perché spesso i microfoni soffrono troppo il vento, e rendono la conversazione impossibile per chi ci ascolta. Visto che le Apollo Bold si fanno forti del sistema di ANC, ho voluto fare un test molto difficile per qualunque tipo di cuffia. Ho preso un ventilatore, l’ho acceso ed ho chiamato un amico che mi ha fatto da cavia.

Senza l’attivazione del noise cancelling, il mio interlocutore sentiva il vento causato dal ventilatore (oltre al rumore della ventola) e la conversazione era fattibile ma fastidiosa. Quando ho attivato l’ANC tutti i rumori sono stati soppressi, ed il mio interlocutore non si è più lamentato di nulla.

L’audio in chiamata è veramente di buon livello, ed i microfoni garantiscono un ottimo ascolto anche per chi è dall’altro lato.

Contenuti multimediali e gaming

Come ogni auricolare equipaggiato con il bluetooth 5.0, non ci sono lag o desync nella visualizzazione dei video, ma potreste avere qualche problema se utilizzate uno smartphone o PC  dotati di una versione più vecchia di bluetooth. Il gaming, come al solito, non è il loro scopo primario, perciò non è consigliabile usarle per giocare a qualunque tipo di gioco (che sia su pc o su cellulare).

Durata della batteria

La batteria è uno dei punti forti delle Apollo Bold, perché Tronsmart dichiara un’autonomia di 10 ore per le cuffie (con volume al 50%, mentre 6 ore con volume al 100%) e di 30 per il case di ricarica. Onestamente non sono mai riuscite a portarle a zero, e le ho cariate solo quando le ho tolte dalla confezione di vendita. Durante i miei test le ho utilizzate per circa 3 ore al giorno (tra chiamate e tutto il resto), ma non sono mai andato oltre la metà della batteria.

Conclusioni e prezzo

Le Apollo Bold rappresentano una scommessa importante per Tronsmart, che si butta nella fascia alta delle cuffie TWS. Con un presso di 94,99 euro sono indubbiamente un avversario da tenere in considerazione, che potrebbe rivoluzionare il mercato degli auricolari bluetooth. Ancora una volta il rapporto qualità-prezzo è la carta vincente di Tronsmart, che si candida per essere uno dei leader di questo mercato.

Link per l’acquisto: https://www.amazon.it/dp/B08C3383B7/

Link del prodotto sul sito di Tronsmart: https://www.tronsmart.com/products/tronsmart-apollo-bold-truewireless-stereo-plus-hybrid-anc-earbuds?utm_source=newsletter&utm_medium=banner&utm_campaign=tronsmart-apollo-bold

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701