Serie 4: benvenuti nella Coppa del Mondo Horizon

Serie 4: benvenuti nella Coppa del Mondo Horizon

Profilo di Rios
 WhatsApp

La Serie 4 di Forza Horizon 5 da ufficialmente il via alla Coppa del Mondo Horizon, un evento che ci permetterà di rappresentare diverse nazionali. A secondo delle auto che useremo per completare le sfide, daremo punti a questo o quel paese in base alla provenienza del veicolo usato.

In questa prima settimana, però, l’Italia è stata parecchio svantaggiata, in quanto non ci sono degne rappresentati nella classe C (classe su cui si basa questa prima settimana). Speriamo che il nostro paese possa avere lo spazio che si merita, e brillare nel territorio delle supercar che lo rappresentano.

Ma andiamo a vedere insieme come superare le sfide di questa settimana, che sono notevolmente ridotte rispetto a quelle delle serie precedenti.

La prima settimana della Serie 4

Campionati stagionali

Fuori pista

  • Restrizioni: solo auto di classe C 600 provenienti da: Stati Uniti, Italia, Giappone, Francia, Regno Unito, Francia o Germania
  • Auto consigliata: Nissan Pulsar GTI-R del 1990

Il primo campionato della settimana, vi metterà difronte a delle gare miste tra sterrato ed asfalto. Alcuni percorsi risultano molto infidi, perciò un veicolo a trazione integrale è fortemente consigliato. Tra tutte le scelte disponibili, spicca la Nissan Pulsar, un’auto leggendaria che saprà darvi parecchie soddisfazioni.

Con lei potrete tranquillamente giocare senza impegnarvi troppo, dato che è nettamente più forte rispetto a tutte le altre concorrenti (almeno in questo campionato). Quindi datele una chance, visto che costa soltanto 20k crediti nell’autosalone.

Turbocompresso

  • Restrizioni: solo auto di classe C 600 provenienti da: Stati Uniti, Italia, Giappone, Francia, Regno Unito, Francia o Germania
  • Auto consigliata: Ford Bronco del 2021

Nonostante le restrizioni del campionato siano uguali a quello procedente, in questo non potrete utilizzare la Nissan Pulsar. Fortunatamente, però, il Ford Bronco è una validissima alternativa alla compatta proveniente dal Giappone.

In questo caso, saremo difronte ad un evento totalmente cross-country, quindi anche qui vi serverà un veicolo a trazione integrale. Sotto questo punto di vista, il Bronco, è davvero un’ottima scelta, in quanto non teme nessun tipo di asperità del terreno.

Non ci sono limiti

  • Restrizioni: solo auto di classe C 600 provenienti da: Stati Uniti, Italia, Giappone, Francia, Regno Unito, Francia o Germania
  • Auto consigliata: Renault Clio Williams del 1993

Anche qui abbiamo le stesse regole dei campionati precedenti, ma non possiamo usare i veicoli scelti per le sfide già affrontate. Dovremo cambiare ancora una volta ma, fortunatamente, abbiamo la Clio Williams. Anche questa piccola auto sarà in grado di darvi tante soddisfazioni, facendovi vincere in scioltezza.

Certo, potreste usare la Lamborghini LM 002, ma dopo svariati test siamo stati costretti a bocciarla. E’ un veicolo troppo pesante, che non può nemmeno essere modificato troppo visto che parte da un livello C 562 e difficilmente rimane nei margini richiesti dalle sfide.

Sfida forzathon settimanale della Serie 4

In questa Serie 4 non avremo le acrobazie settimanali per tutto il mese, in quanto Playgroundgames ha deciso di non inserirle nella playlist. Per prendere la NIO EP9, premio stagionale di questa settimana, vi basterà completare i campionati e la sfida forzathon che è davvero semplicissima. Seguite le indicazioni del gioco e la porterete a termine in brevissimo tempo.

DRIVE TO DREAM: luce sul nuovo contest a caccia dei migliori driver europei!

DRIVE TO DREAM: luce sul nuovo contest a caccia dei migliori driver europei!

Profilo di Stak
 WhatsApp

Lanciato ieri, 16 Maggio 2022 da Identity Event srl, agenzia di comunicazione legata al mondo del motorsport il contest DRIVE TO DREAM alla sua prima edizione.

Un’idea innovativa nata con lo scopo di fare scouting tra i tantissimi talenti dell’Esports Europeo, il miglior driver potrà essere selezionato per correre un’intera stagione nella Porsche Carrera Cup Italia nel 2023.

Una sinergia nata qualche mese fa tra Identity Event ed Ak Esports con i suoi partner tecnologici. Ad accompagnare la comunicazione dell’evento ci sono content creators del calibro di Alberto Naska ed Andrea Pirillo.

L’auto di riferimento per la competizione è la fantastica Porsche 911(992) GT3 Cup, sia in Assetto Corsa Competizione, dove hanno luogo le competizioni virtuali, che per la selezione e test con vetture reali in pista. L’obiettivo di questo contest è dare una possibilità anche ai sim drivers che per ragioni di budget non possono entrare nel mondo delle corse partendo da Kart o formule minori come accade di consueto.

Come detto la piattaforma della competizione virtuale è Assetto Corsa Competizione, il simulatore di guida prodotto da Kunos Simulazioni, la cui fedeltà nella riproduzione dell’esperienza in pista è tale da diventare il riferimento obbligato per una iniziativa che si basa sul trasferimento delle abilità del pilota tra il Sim Racing e la guida sulle piste reali.

Drive to Dream punta a coinvolgere migliaia di appassionati con l’obiettivo di divenire il nuovo talent scout del motorsport a ruote coperte.

Il format

Accedono al campionato tutti i maggiori di 16 anni residenti in Europa che avranno acquistato sul sito ufficiale https://drivetodream.eu il video corso della Porsche GT3 Cup, prodotto da Identity Event grazie ad alcuni famosi coach drivers per 99€.

Drive to dream si svolgerà in due fasi, la prima online con il simulatore Assetto Corsa Competizione e la nuova Porsche 911 GT3 Cup dove tutti i partecipanti dovranno sfidarsi in 2 gare, una ad Imola ed una a Misano per poter accedere alla fase finale virtuale. I migliori 96 driver accederanno all’ultima competizione presso il  circuito di Monza divisi in due batterie da 48 driver.

I migliori 10 sim driver di ogni batteria, per un totale di 20, passeranno alla seconda fase di Drive to Dream che si svolgerà presso il Porsche Experience Center di Franciacorta dove con l’ausilio di due driver professionisti come Matteo Cairoli e Riccardo Pera oltre che con il supporto di ingegneri e meccanici del team Ombra Racing si svolgeranno i test e le selezioni in pista. Da questi test il migliore verrà selezionato per correre tutta la stagione 2023 sulla Porsche 911 GT3 Cup di Ombra Racing sponsorizzata da Identity Event nel campionato Porsche Carrera Cup Italia 2023.

CALENDARIO DRIVE TO DREAM

  • Iscrizioni: dal 16 Maggio al 12 Giugno
  • Online Qualifications: Dal 22 Giugno al 22 Luglio (1° qualification Misano – 2° qualification Imola)
  • Online Finals: 23 Settembre (Monza)
  • Track Test: TBC
  • 2023: Porsche Carrera Cup Italia

CANALI DRIVE TO DREAM

Forza Horizon 5: la Serie 7 inaugura il mese della Ferrari

Forza Horizon 5: la Serie 7 inaugura il mese della Ferrari

Profilo di Rios
 WhatsApp

Nel pomeriggio di domani, 28 aprile 2022, la Serie 7 arriverà su Forza Horizon 5 ed inaugurerà quello che potremmo definire il “mese della Ferrari“. Infatti durante le nuove playlist del festival, avremo la possibilità di ottenere ben 5 nuove vetture del celebre marchio motoristico italiano.

Queste aggiunte saranno disponibili gratuitamente per tutti, in quanto slegate dai veicoli ottenibili solo tramite l’acquisto del pass auto. Bisognerà soltanto portare a termine le classiche sfide settimanali, che però non sono state molto entusiasmanti nel giorni passati.

Ma la Serie 7 non si limiterà a questo, visto che Playground Games ha annunciato tante altre novità in arrivo per il suo gioco.

La Serie 7 di Forza Horizon 5

Il “mese della Ferrari”

Tutti gli appassionati d’auto non possono non amare le creazioni della Ferrari, marchio motoristico italiano apprezzato in tutto il mondo. Lo sanno bene gli sviluppatori di Playground Games, che hanno deciso di dedicare questo mese di Forza Horizon 5 al Cavallino Rampante.

Infatti, da oggi pomeriggio, si potranno ottenere ben cinque veicoli della casa di Maranello. In questa lista troviamo auto storiche del brand, ma anche qualche nuova uscita che i fan di Forza Horizon 5 hanno chiesto gran voce sin dal giorno d’uscita del gioco.

  • 1962 Ferrari 250 GT Berlinetta Lusso
  • 1992 Ferrari 512 Testa Rossa
  • 2014 Ferrari California T
  • 2020 Ferrari F8 Tributo
  • 2020 Ferrari SF90 Stradale

Le novità del pass auto

Oltre alle auto gratuite sopramenzionate, arriveranno anche degli altri veicoli esclusivi per tutti quegli utenti che hanno acquistato il pass auto di Forza Horizon 5. Nell’elenco fornito dagli sviluppatori ci sono delle chicche interessanti, anche se nulla è davvero entusiasmante.

  • 2003 Ford F-150 SVT Lightning
  • 2008 Dodge Magnum SRT-8
  • 2014 Forsberg Racing Nissan 370Z “SafariZ” Safari Rally Tribute
  • 2019 Toyota Tacoma TRD Pro

Il Cinco de Mayo

Infine, durante la Serie 7, ci saranno anche le celebrazioni del Cinco di Mayo, una delle feste più importanti per la cultura messicano-statunitense. E per celebrare adeguatamente questa ricorrenza, vedremo degli addobbi a tema nella mappa di gioco. Purtroppo ancora non si hanno notizie della prima espansione di Forza Horizon 5, che ancora tarda ad arrivare.

Coppa del Mondo Horizon: una grossa occasione persa

Coppa del Mondo Horizon: una grossa occasione persa

Profilo di Rios
 WhatsApp

L’ultima settimana della Coppa del Mondo Horizon ha decretato, almeno in termini di gameplay puro, il fallimento dell’evento. Questo progetto aveva tutte le potenzialità per essere straordinario, ma alla fine è stato soltanto un rimescolare le carte in maniera goffa e ripetitiva.

Purtroppo Playground Games non ha saputo (o voluto) dare di più, propinando la solita formula con una veste leggermente diversa. Una mancanza che condannato l’andamento generale dell’evento, che non ha convinto sotto moltissimi punti di vista e che poteva dare di più.

Insomma, un piccolo disastro che non intacca la bellezza di Forza Horizon 5, ma che poteva regalare al gioco un altro periodo splendente.

La Coppa del Mondo Horizon non convince

Potenzialità non sfruttate

Come detto nell’introduzione dell’articolo, la Coppa del Mondo Horizon aveva delle potenzialità davvero grandissime per Forza Horizon 5. Parliamo di una competizione “a nazionali”, che ha messo in campo il meglio dell’industria automobilistica mondiale.

GiapponeGermaniaGran BretagnaItaliaFranciaStati Uniti si sono contesi (ed ancora si contendono) la vittoria finale. Un format innovativo per un gioco di auto, che avrebbe potuto dare una profondità impensabile al gameplay di un gioco di auto.

Purtroppo, però, Playground Games ha sbagliato la rotta. Infatti la classica formula delle sfide stagionali non è cambiata, anzi è addirittura peggiorata. I campionati settimanali, ad esempio, sono stati tutti identici tra di loro. Non c’è stata la minima parvenza di sfida o di diversità, ma il tutto si è ridotto ad un vincere le gare quasi sempre con lo stesso veicolo.

Alcune nazioni, come l’Italia, sono state fortemente penalizzate da queste scelte uguali, non hanno lasciato spazio alle supercar nostrane. All’interno di Forza Horizon 5, infatti, il nostro paese può vantare solo le supercar, visto che i veicoli di classe inferiore o i fuoristrada non sono stati considerati dagli sviluppatori.

Alla fine tutto si è ridotto ad un farming compulsivo di punti per vincere le auto in palio, proprio come succede nelle normali stagioni. Quando la Coppa del Mondo Horizon è stata annunciata ci si aspettava di più, per un format che avrebbe potuto rivoluzionare il gioco. Speriamo vivamente che Playground Games possa migliorare questo tipo di evento, per riproporlo in futuro nel corso della lunga vita del titolo. Ma, per adesso, dobbiamo bocciare un progetto che non ha portato nulla di nuovo.