Cosa ne pensa un ex militare e cecchino di Escape from Tarkov? Ecco la sua reazione

Cosa ne pensa un ex militare e cecchino di Escape from Tarkov? Ecco la sua reazione

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

Con il ritorno di fiamma dei giocatori sull’FPS realistico Escape from Tarkov, abbiamo pensato di ripescare un vecchio video di reaction di un ex militare e cecchino americano che reagisce ad alcune clip del gioco. Cosa ne penserà?

Il video è realizzato dai colleghi di Gamology che sono soliti portare ai giocatori tutta una serie di video reaction, per moltissimi giochi, per quantificare il livello di realismo di questi. Oggi tocca ad Escape from Tarkov, in un video di alcuni mesi fa.

Richard Maynes, ex militare per le truppe americane, con 6 anni di ruolo da cecchino alle spalle, ha cercato di giudicare nel modo più realistico possibile Escape from Tarkov, vedendo alcuni cecchini all’opera.

Ovviamente il consiglio e l’attenzione di Maynes si è soffermato su tutte le varie coperture dei giocatori: trovare sempre oggetti o alberi/cespugli che possano coprirvi e divenire non rintracciabili dai giocatori. Il consiglio migliore è quello di non elevarsi all’High Ground se non si hanno questo tipo di coperture: quando per esempio si è su un’alta roccia, i nostri avversari potrebbero riconoscere la nostra silhouette. È preferibile scendere di qualche metro ed avere la parete rocciosa a coprirci, per mimetizzarci con l’ambiente.

Maynes ci dà anche alcuni utili consigli per coprire nel modo migliore possibile luoghi interi, con le nostre armi, magari aiutato dai nostri compagni di battaglia, con i quali possiamo avere sott’occhio intere zone incrociando le visuali (non avendo così angoli bui).

Ovviamente per le sue reazioni vi lasciamo al video, in cui potrete assistere ad alcune giocate molto belle e ben eseguite, con splendide comunicazioni tra compagni. Nel video c’è anche una piccola, quanto interessante, digressione di Richard Maynes sugli effetti dell’essere un soldato nella vita reale.

Il video di Gamology

Che ne pensate di questo video e reazione? Fateci sapere la vostra…

Escape from tarkov rende omaggio a Dr Disrespect con un OGGETTO ESCLUSIVO

Escape from tarkov rende omaggio a Dr Disrespect con un OGGETTO ESCLUSIVO

Profilo di Gosoap
 WhatsApp

Quando si parla di creazione di contenuti online e di Shooter in prima ed in terza persona, è davvero impossibile non annoverare tra i nomi principali della scena il Dr Disrespect, l’uomo che si fa chiamare il ”Two Times” che indossa gli iconici occhiali da sole ed il famoso giubbino rosso.

Polemico, controverso, ma mai banale, il ”Doc” si è più volte distinto per le sue giocate estreme e per le sue opinioni molto forti che sono solite ”non guardare in faccia a nessuno”. La sua figura, tuttavia, è ormai leggendaria ed Escape From Tarkov ha deciso di rendergli omaggio.

Ad annunciare la novità è stato lo stesso Game Director di Escape From Tarkov Nikita Buyanov, che ha condiviso sul suo profilo Twitter ufficiale un’immagine di quello che sembrerebbe esser un nuovo giubbotto giubbotto, chiaramente ispirato a quello indossato da Dr Disrespect.

Escape from Tarkov e Dr Disrespect, omaggio meritato

Per ora non è stata fornita dai Devs nessuna informazione circa la veridicità di quanto mostrato da Nikita, ma il fatto che lo stesso Doc abbia riconsiviso l’immagine sul proprio account, lascia certamente ben sperare che non si tratti di una montatura.

Entusiasta anche la reazione dei numerosi fan del Two Times, che hanno visto finalmente, dopo anni di soprusi da parte delle piattaforme e degli sviluppatori, un certo riconoscimento per il loro idolo.

Che ne pensate voi? Come al solito non mancate di farci sapere la vostra opinione con un commento qui sotto, oppure in community. A questi potrete accedere usando i pulsanti che troverete in cima alla pagina.

Articoli Correlati:

La Russia si disconnette da internet: ma cosa vuol dire?

La Russia si disconnette da internet: ma cosa vuol dire?

Profilo di Rios
 WhatsApp

La crisi tra UcrainaRussia ha innescato diverse reazioni a livello internazionale, coinvolgendo anche il mondo dei videogiochi e di internet in generale. In queste ore, il presidente Vladimir Putin, ha deciso che la Federazione si staccherà dalla rete globale, spostandosi completamente sul proprio intranet.

Una mossa decisamente inaspettata, visto che già il vice-premier ucraino Fedorov aveva chiesto una cosa simile all’Icann (Internet Corporation for Assigned Names and Numbers), ma senza trovare successo. Questa decisione avrà diverse ripercussioni, ed alcune sono al momento imprevedibile.

Sicuramente anche il settore dei videogiochi online subirà il colpo, ma ancora non si sa cosa succederà di preciso nel prossimo futuro.

La Russia si disconnette da internet: conseguenze anche per il gaming?

La comunicazione del vice ministro Cernenko

In queste ore, il vice ministro Cernenko, che si occupa dello sviluppo digitale, della comunicazione e dei mass media, ha inviato una comunicazione formale a tutte le autorità russe. Un messaggio davvero imprevisto ed imprevedibile che annuncia, tramite diversi punti, la disconnessione della Russia dalla rete globale di internet.

Il comunicato è stato scovato dai servizi d’intelligence occidentali, che ne hanno fornito una traduzione in inglese. Qui sotto ve li riportiamo in italiano.

  1. Verificare la presenza dell’accesso degli account personali degli amministratori dei domini dei siti pubblici in rete Internet. In caso di assenza dell’accesso eseguire le azioni richieste su ripristina accesso.
  2. Aggiornamento e (o) rendere più complessa la politica della password, modifica password account personale del registratore dei domini, password degli amministratori di risorse pubbliche e, se possibile, introdurre fattori di autentificazione aggiuntivi per gli utenti.
  3.  Passare ad utilizzare i server di DNS localizzati sul territorio della Federazione Russa .
  4.  Cancellare da pagine HTML tutti i codici Javascript scaricati da risorse estere.
  5. In caso di utilizzo di hosting estero, spostare le risorse pubbliche posizionate su di esso verso un hosting russo.
  6.  In caso di inserimento di una risorsa pubblica nella zona di dominio diverso dalla zona di dominio russo se possibile spostarlo alla zone di dominio “ru”.
  7. Comunicare a tutti gli enti dipendenti l’elenco delle misure di potenziamento delle risorse pubbliche.
  8.  Informare con lettera ufficiale indirizzata al ministero dello sviluppo digitale della Russia l’esecuzione delle misure entro il 15 marzo. In caso di rifiuti che comportano indisponibilità delle risorse pubbliche segnalare al ministero dello sviluppo digitale.

Cosa significa tutto questo?

In questo periodo drammatico per tutto il mondo, le sanzioni contro la Russia hanno progressivamente isolato il paese a livello economico. Molte grandi aziende hanno già lasciato il territorio della Federazione, aumentando ancora di più questo isolazionismo.

Anche tanti colossi del gaming hanno deciso d’intraprendere delle personali azioni contro la Russia, vietando la vendita dei propri titoli o addirittura rendendo irraggiungibili i propri store digitali. Ve ne avevamo parlato più volte nei giorni scorsi, ma questa mossa del presidente Putin potrebbe essere devastante per i gamer.

Infatti alcuni videogiochi online non hanno server locali in Russia, oppure si appoggiano ad infrastrutture che non rientrano nell’intranet del paese. Questo vuol dire inasprire, ancora di più, l’isolazionismo venutosi a creare dopo l’invasione dell’Ucraina.

Una “Cortina di Ferro” digitale, che non permetterebbe ai cittadini russi d’informarsi su fonti diverse da quelle governative entro l’11 marzo. Circa 140 milioni di persone sarebbero del tutto tagliate fuori dalla comunicazione e dall’informazione mondiale e dal gaming in generale.

Articoli correlati

Dr Disrespect svela il suo unico problema con Escape from Tarkov

Dr Disrespect svela il suo unico problema con Escape from Tarkov

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

Escape from Tarkov negli ultimi mesi ha attirato tantissimo pubblico e giocatori, e tra questi spiccano soprattutto nomi di player famosi in tutto il globo, anche alcuni che in passato avevano lasciato il gioco. Stiamo parlando per esempio del noto Dr Disrespect.

Il dottore, come moltissimi, è tornato a cimentarsi nel famoso gioco di Battlestate Games ed ha ri-apprezzato le meccaniche presenti su Tarkov, ma durante la sua stream del 21 Gennaio ha espresso una “problematica” del gioco.

Secondo il suo gusto e feeling del gioco, l’inerzia dei movimenti, come implementata nella patch 12.12 non è eccellente. Il feeling è stato definito lento e “non lo implementerebbe mai in un suo gioco”.

Apprezzo il gioco, davvero. Ma se avessi una lamentela per Tarkov, sarebbe il feeling dell’inerzia del gioco. Non è ottima. Capisco il suo intento e lo rispetto, ma mi sento con un inutile gamer da 700 libbre (ndr. circa 300 kg) fuori controllo.

Un fan ha anche spiegato che il feeling migliora con l’aumento del livello e Dr Disrespect ha risposto: “Lo spero. Sembri lento. Questo è il design previsto, ma la super lentezza…questa è l’unica cosa che non avrei fatto.

Il video della live

(la clip sul tema è a circa 6:35:00 in poi)

Che ne pensate? Anche per voi l’inerzia appesantisce troppo? Fateci sapere la vostra…