Nadia, la streamer di Warzone, accusa Activision di sessismo: esclusa dall’evento di MW3

Nadia, la streamer di Warzone, accusa Activision di sessismo: esclusa dall’evento di MW3

Profilo di Gosoap
 WhatsApp

Nadia Warzone – Nel mondo di Call of Duty, la fine dell’estate porta con sé una serie di aspettative ed una certa attesa: l’annuncio ufficiale del prossimo titolo della saga, MW3, la presentazione di un trailer e l’invio degli inviti per eventi di risonanza, come il prossimo CoD Next.

Il CoD Next rappresenta il primo grande appuntamento pubblico del nuovo anno in cui i fan possono vedere alcuni dei loro creator e giocatori preferiti mettersi alla prova l’uno contro l’altro. Quest’anno, con l’attesa uscita di Call of Duty: Modern Warfare 3 fissata per il 10 novembre, l’evento è programmato per il 5 ottobre.

Tuttavia, sembra che una delle personalità più celebri del mondo del gaming, Nadia, non sarà presente. La popolare streamer di Twitch, nota per la sua costante presenza in Warzone negli ultimi anni, anche quando è stata oggetto di accuse di cheating, ha rivelato di non aver ricevuto un invito a causa di alcune “foto in bikini” pubblicate su Twitter/X.

La “denuncia” di Nadia: sessismo da parte di Activision per la streamer di Warzone?

Nadia ha manifestato il suo sdegno nei confronti di Call of Duty, accusando il colosso videoludico di applicare “doppi standard”. Frasi condivise su Twitter/X nella giornata di ieri, di cui ha approfittato per evidenziare che altri creator invitati, tra cui nomi di spicco come Swagg, Tfue e Aydan, hanno condiviso immagini altrettanto audaci nel corso degli anni.

“Nessun invito da Call of Duty per me al CoD Next a causa delle mie foto in bikini (non ho mai pubblicato immagini nuda), ma continuano ad invitare creatori che pubblicano foto simili. E quando ho sollevato la questione dei doppi standard settimane fa, l’hanno semplicemente ignorata e mentito”, ha affermato in un tweet ora rimosso.

nadia warzone

Nel corso di una diretta successiva, Nadia ha fornito spiegazioni leggermente diverse, suggerendo che il declino di interesse verso il gioco fosse stato evidente già in un precedente evento di presentazione e da lì sono nate le difficoltà.

Le motivazioni di Nadia: meno Warzone, sì, ma c’erano dei precedenti

Successivamente, ha affermato che alcuni hanno attribuito il motivo di questa scelta da parte di Activision alla sua minor presenza su Warzone rispetto al passato, ma di essere certa che questo non fosse il motivo. Ha indicato che il problema risalirebbe ad aprile, quando si ancora era molto attiva su Call of Duty. Anche all’epoca, secondo il suo resoconto, non sarebbe stata invitata alle sessioni di feedback per i creator.

Nadia ha rivelato anche di aver cercato di contattare Activision, chiedendo una risposta chiara sulla possibilità di ricevere un invito. Da qui, ha evidenziato che anche altre donne in una situazione simile sono state “escluse” da altri eventi.

Anche FaZe Kalei ha sollevato il problema in passato, quando è stata emarginata per le sue dichiarazioni sui social media, ma poi ti ritrovi una foto del sedere di qualcuno proprio sul profilo di Raven. Non è niente di nuovo, succede da molto tempo. Kalei è stata la prima grande creator donna di Warzone, ed ha denunciato la situazione ben due anni fa, ed eccomi qui a farlo anch’io. Non dovrebbe essere un modello costante. C’è chiaramente qualcosa che non va“.

Cosa ne pensate  community? Fatecelo sapere nei commenti: la discussione, come sempre, è assolutamente aperta!

Articoli correlati: 

SKIN/Progetto arma di Monster: ecco come sbloccano le ricompense (gratuite) su MW3 e Warzone

SKIN/Progetto arma di Monster: ecco come sbloccano le ricompense (gratuite) su MW3 e Warzone

Profilo di Stak
13/06/2024 20:43 di Marco "Stak" Cresta
 WhatsApp

Skin & Blueprint Monster – Ormai da diverse ore è attivo un nuovo evento Twitch Drops, che sta regalando migliaia di skin e progetti arma ad altrettanti giocatori di Warzone e MW3!

L’evento vede protagonista Monster, partner esclusivo in questa attività per Call of Duty, ed alcuni dei suoi principali creator della scena mondiale. Per questo primo round, sono stati infatti coinvolti i giocatori di fama mondiale TeePee e Symfuhny, con l’iniziativa che durerà fino al prossimo 15 Giugno.

Entro questa data, basterà guardare almeno 30 minuti di diretta Twitch di TeePee o Symfuhny per ottenere la prima Skin Veicolo dedicata a Monster.

Arrivando a guardare un’ora intera di diretta streaming live invece, avrete automaticamente diritto anche al progetto arma dedicato del TAQ.

Anteprima Twitch Drops Monster X Warzone/MW3 

Ricordiamo che per ottenere i premi, è necessario collegare il proprio account Activision con quello di Amazon Prime “prima” di iniziare a visualizzare le dirette. Troverete qui la sezione dedicata alle ricompense di Twitch.

  • Articolo realizzato in collaborazione con la community di riferimento di Warzone d’Italia (Facebook)

Articoli correlati: 

Confermati MW3 e Warzone all’Esports World Cup di Riyadh

Confermati MW3 e Warzone all’Esports World Cup di Riyadh

Profilo di Stak
13/06/2024 19:11 di Marco "Stak" Cresta
 WhatsApp

Dopo i leak di inizio mese, e con una serie di nuovi annunci pubblicati sui social, gli organizzatori dell’Esports World Cup hanno formalmente ufficializzato la presenza di Call of Duty tra le categorie in gara!

Vi saranno quindi due tornei distinti, uno incentrato sul multiplayer di Modern Warfare 3, ed uno totalmente diverso che si giocherà su Warzone. Riguardo l’ultimo citato, è già stato chiarito che il torneo verrà interamente disputato su Rebirth Island in modalità Ritorno.

I montepremi sono quelli dei tornei “importanti”, considerato che c’è 1 milione per Ritorno, ed 1.8 milioni di Dollari per il torneo di MW3.

Per quanto riguarda le date invece, Warzone andrà in scena dal 3 al 6 Luglio, MW3 invece sarà protagonista quasi in chiusura dell’Esport World Cup, dal 15 al 18 Agosto.

Esports World Cup & Warzone/MW3: come funziona? 

I partecipanti di entrambe le competizioni dovranno affrontarsi in una prima fase a gruppi, per stabilire quelli che saranno i nuovi gironi nella seconda fase a gruppi di Warzone, e direttamente i playoffs per il torneo di MW3.

Su Warzone vi sarà invece una “seconda fase a gruppi”, che sarà valida per decretare la “Top 14” che avanzerà in finale. Sempre nel torneo Ritorno avremo un totale di 21 team partecipanti, selezionati direttamente dagli organizzatori in base agli ultimi score ottenuti in competizione. Ognuno di questi andrà a premio, considerato che il montepremi sarà spalmato dai 200 mila Dollari del team vincente, ai 15 mila Dollari che riceveranno il 20° ed il 21° classificato, rispettivamente in “penultima” ed “ultima” posizione.

Per quel che riguarda MW3 invece, andranno a premio i primi 16 team, con il primo che vincerà 600 mila Dollari, ed i team qualificati in 13/16° che dovranno “accontentarsi” di 20 mila Dollari ciascuno.

Sempre per il multiplayer, queste sono invece le informazioni essenziali sul mode e mappe:

  • Hardpoint: 6 Star, Karachi, Rio, Sub Base, Vista
  • Search & Destroy: 6 Star, Highrise, Invasion, Karachi, Rio
  • Control: Highrise, Invasion, Karachi

Non appena saranno disponibili nuove e più dettagliate informazioni su questo importante evento, non esiteremo a riportarle qui su Powned.

  • Articolo realizzato in collaborazione con la community di riferimento di Warzone d’Italia (Facebook)

Articoli correlati: 

Nuova mappa di Warzone (AVALON): per alcuni potrebbe essere ispirata a “Monaco”

Nuova mappa di Warzone (AVALON): per alcuni potrebbe essere ispirata a “Monaco”

Profilo di Stak
13/06/2024 15:36 di Marco "Stak" Cresta
 WhatsApp

Nel corso delle ultime ore sono iniziate a circolare alcune teorie molto interessanti che riguardano la potenziale “nuova mappa” in arrivo su Warzone con Black Ops 6

Come noto, sappiamo (quasi) praticamente per certo che la prossima mappa BR sarà Verdansk. Visto che si tratta di una mappa già esistente, è quindi altamente probabile che ne venga aggiunta anche una seconda, magari più specifica per Ritorno (e quindi, più “piccola” di Verdansk). In tal senso scopriamo la grande novità di “Avalon“, una mappa svelata per la prima volta circa 12 ore fa mediante alcuni “teaser” su Warzone.

Il primo “avvistamento” di Avalon si è consumato nel corso della serata di ieri, quando un giocatore ha trovato la presunta nuova mappa di Warzone nel sottomarino di Rebirth.

Grazie a questa prima “conferma”, un altro giocatore, l’esperto Kalinine, ha poi trovato un altro riferimento ad Avalon, in un frame del lungo video “Black Ops 6 Direct“.

La “presunta” nuova mappa di Warzone Avalon anche in BO6 Direct

In questo, precisamente a 13 minuti e 7 secondi, si può vedere per un istante una stanza, presumibilmente l’ingresso di una sala mostre o di un museo. Lo si può facilmente intuire dal banner verticale a sinistra, sul quale leggiamo “L’era degli antichi. INGRESSO“. Il banner è scritto in lingua francese, quindi gli esperti hanno ipotizzato che quella stanza sia in qualche nuova mappa in territorio francese.

Se si osserva quel singolo frame con attenzione, si potrà inoltre notare sulla destra una mappa, la stessa trovata nel sottomarino di Rebirth. Si tratta ancora una volta di Avalon.

Perchè Avalon potrebbe ispirarsi a Monaco?

I due differenti teaser dimostrano sopra ogni dubbio che la città di Avalon è molto importante. Vista la sua presenza nel sottomarino di Rebirth, è praticamente scontato che si tratti di una nuova mappa di Warzone. La presenza del banner indicherebbe inoltre che la mappa è ambientata in Francia.

Perchè quindi non si dovrebbe trattare proprio della città francese di Avallon (con 2 L)? Semplicemente perché su Warzone si è sempre voluto evitare di accostare troppo le mappe a dei luoghi geografici precisi. Anche la stessa mappa di “Alcatraz“, che si chiamava cosi in onore del luogo a cui si ispira, ha visto il suo nome cambiare in Rebirth Island. Non esiste inoltre nessuna Verdansk (pur essendo chiaramente ispirata alla città Ucraina di Donetsk), cosi come non esiste una città chiamata “Vondel” (pur essendo questa ispirata all’omonimo “Vondelpark” di Amsterdam).

La città di Avallon si trova inoltre nel bel mezzo della Francia, mentre “Avalon” di Warzone ospita quella che sembra essere una vera e propria darsena, con il mare aperto davanti. Scartata Avallon, ci viene inoltre suggerito che in una delle missioni della campagna dovremo svaligiare un casinò.

Molti esperti hanno quindi ipotizzato che, “unendo tutti i vari puntini”, ci siano delle concrete possibilità che Avalon non sia altro che una sorta di “Monaco“. Ecco le primissime immagini che abbiamo disponibili su questa presunta nuova mappa:

Cosa ne pensate di queste teorie/speculazioni community? Fatecelo sapere con un commento sul gruppo! La discussione, come sempre, è aperta!

  • Articolo realizzato in collaborazione con la community di riferimento di Warzone d’Italia (Facebook)

Articoli correlati: