Infestazione su Warzone: ecco tutte le ricompense uniche (GRATUITE E NON) da riscattare oggi stesso

Infestazione su Warzone: ecco tutte le ricompense uniche (GRATUITE E NON) da riscattare oggi stesso

Profilo di Stak
 WhatsApp

Speciale Ricompense Warzone – Con il nuovo aggiornamento relativo all’Infestazione, è imponente anche il numero di ricompense che saranno a disposizione dei giocatori.

Queste saranno come sempre di due tipologie ben distinte: avremo le ricompense gratuite/giornaliere, ottenibili semplicemente loggando all’interno del gioco, ed avremo poi anche le ricompense ottenibili mediante il completamento delle prove legate all’evento stagionale “Operation Nightmare“.

Iniziando dalle prime, sappiamo che loggando giornalmente su Warzone o MW2 otterremo:

  • Charm Happy Pumpkin 
  • Emblema Evil Goat 
  • Sticker Arma Eye Contact 
  • Player Card War Snake 
  • Sticker Arma Triplets, Kinda 
  • Schermata di caricamento Hell’s Army 
  • Sticker Arma Halloween Witch 
  • Progetto Arma Nightmare Sweats 
  • Token per l’esperienza (XP Token)

Le ricompense in arrivo con l’evento stagionale di Warzone 

Per quanto riguarda l’evento stagionale invece, ai giocatori verrà richiesto di raccogliere il maggior numero possibile di anime di altri giocatori sconfitti. Una volta ottenute 15 anime, e poi 30, 60, 90 o 150 anime a salire potremo riscattare:

  • Sticker Arma Gone Batty 
  • Calling Card Skullified 
  • Charm Bit Corny
  • Skin veicolo Creature Copter 
  • Progetto arma Alien Death Ray 
  • Schermata di caricamento Join Me
  • Charm Bad Luck? 
  • Sticker Arma Carved Up 
  • Progetto arma Violent End 
  • XP Token
  • Tier Skip per il battle pass

Dettagli ricompense evento – Infestazione (Warzone & MW2) 

Cosa ne pensate di queste ricompense community? Fatecelo sapere nei commenti, la discussione, come sempre, è aperta!

Articoli correlati: 

Nuovi bilanciamenti per le armi di Warzone: potenziati danni e controllo del rinculo per l’MTZ 556

Nuovi bilanciamenti per le armi di Warzone: potenziati danni e controllo del rinculo per l’MTZ 556

Profilo di Stak
22/02/2024 12:05 di Marco "Stak" Cresta
 WhatsApp

Speciale Loadout MTZ-556 & Patch – Con una nuova patch pubblicata nel corso della serata di ieri, i devs di Warzone hanno deciso di introdurre dei nuovi bilanciamenti per alcune armi del gioco.

Finiscono sotto la lente d’ingrandimento del team di bilanciamento il fucile d’assalto MTZ-556, e poi anche la pistola TYR, lo shotgun Haymaker ed il fucile da cecchino Longbow.

Iniziando proprio dal primo, si segnala un ottimo buff (potenziamento) per l’MTZ, che vede aumentare il suo controllo del rinculo, la sua stabilità, ed anche i suoi danni.

Di contro si segnalano alcuni indebolimenti per le altre, ad iniziare dal Haymaker e dal suo JAK Maglift Kit, per il quale si segnala un nerf ai danni. Andiamo a vedere tutti i dettagli degli aggiornamenti nello schema riassuntivo qui di seguito…

Le armi potenziate/indebolite con la nuova patch di Warzone

  • Armi potenziate: MTZ-556 (diminuito il rinculo ed aumentato il controllo in fase di fuoco prolungata; aumentati i danni a distanza massima, cosi come quelli a distanza media e minima); TYR (diminuita la penalità nella velocità di movimento)
  • Armi indebolite: Haymaker (lieve nerf ai danni); Longbow (lieve nerf alla velocità aim down sight)

MTZ-556 nuova arma di vertice per il meta long range di Warzone? 

Potrebbe quindi essere il momento ideale per provare il rinnovato MTZ-556, oggi sorprendentemente facile da usare e dotato di un TTK assolutamente di vertice.

Nel caso foste interessati a provare sin da subito questa nuova arma, ecco alcune versioni consigliate che potrebbero garantirvi delle partite ad un altissimo livello di ottani:

armi long range warzone MTZ 556 “Best Loadout” di TrueGameData
armi long range warzone MTZ-556 – Top Loadout di RaidAway
armi long range warzone MTZ-556 – Top Loadout di TheKoreanSavage

Cosa ne pensate di questi loadout community? Quale proverete durante la vostra prossima sessione di gioco su Warzone? Fatecelo sapere nei commenti… La discussione, come sempre, è aperta!

  • Articolo realizzato in collaborazione con la community di riferimento di Warzone d’Italia (Facebook – Instagram)

Articoli correlati: 

I devs di Call of Duty sul sistema anti-cheat “spento”: “non è vero! Ricochet ha bannato 6 mila cheaters in pochi giorni”

I devs di Call of Duty sul sistema anti-cheat “spento”: “non è vero! Ricochet ha bannato 6 mila cheaters in pochi giorni”

Profilo di Stak
22/02/2024 11:34 di Marco "Stak" Cresta
 WhatsApp

Speciale Ricochet & Warzone – Gli sviluppatori di Call of Duty sono intervenuti sulla questione “anti-cheat spento” rassicurando i giocatori che in realtà è tutto assolutamente funzionante ed operativo…

Come certamente saprete, ormai da un paio di giorni tantissimi giocatori di Warzone sono convinti che il sistema anti-cheat Ricochet sia stato “spento” per qualche strana ragione. La notizia è stata data circa due giorni fa dagli stessi venditori di cheat, che hanno dichiarato: “Ricochet è stato disabilitato, questo è il momento di abusare di quanti più cheat volete“…

Da quel momento la community di Warzone è ricaduta in un vero e proprio periodo di pesantissimo hackusations, con i giocatori che ora “vedono cheaters” dovunque, anche dove non non ci sono.

Oggi gli sviluppatori di Activision provano quindi a fare chiarezza ed a tranquillizzare i giocatori, segnalando il fatto che in realtà Ricochet non ha mai interrotto la sua “caccia agli imbroglioni”…

Sistema Anti-Cheat Ricochet spento su Warzone? FALSO, bannati più di 6 mila imbroglioni nel weekend

Nel post i devs commentano:

Il team anti-cheat di RICOCHET ha monitorato un picco nelle segnalazioni di cheat all’interno della community. Attualmente stiamo testando ulteriori aggiornamenti di sicurezza; tuttavia, sono appena stati distribuiti i seguenti aggiornamenti:

  • Codice di gioco disabilitato per vantaggi a tempo limitato (es. super velocità)
  • Nell’ambito degli aggiornamenti di sicurezza in corso, un singolo sistema di telemetria è stato messo offline per gli aggiornamenti durante il fine settimana. Questa azione ha portato i creatori di cheat a dichiarare che RICOCHET Anti-Cheat era offline. Non lo era affatto. Come risultato dell’attività di monitoraggio durante il fine settimana e della riattivazione mirata di questo sistema aggiornato, il #TeamRICOCHET è stato in grado di identificare e bannare oltre 6000 account per cheat e hacking dal 16 febbraio al 20 febbraio.

Il nostro team continua a lavorare sugli aggiornamenti di sicurezza per problemi relativi a varie modalità di Call of Duty: Warzone e Modern Warfare III.

Quindi non solo il sistema anti-cheat Ricochet non è mai stato spento… Ma ha anche fatto fuori svariate altre migliaia di cheaters solo negli ultimi 4 giorni.

Vedremo se nelle prossime ore vi saranno degli ulteriori sviluppi della situazione, fermo restando che secondo quanto riportato dai devs è “tutto assolutamente funzionante ed operativo”. Voi cosa ne pensate community? La discussione, come sempre, è assolutamente aperta!

  • Articolo realizzato in collaborazione con la community di riferimento di Warzone d’Italia (Facebook – Instagram)

Articoli correlati: 

Anche per Jgod gli sniper di Warzone utilizzabili sono solo due: “XRK per le mappe piccole, KATT AMR per Urzikstan”

Anche per Jgod gli sniper di Warzone utilizzabili sono solo due: “XRK per le mappe piccole, KATT AMR per Urzikstan”

Profilo di Stak
21/02/2024 20:21 di Marco "Stak" Cresta
 WhatsApp

Speciale Sniper – L’esperto analyst di Warzone Jgod ha pubblicato una guida assolutamente “definitiva” per comprendere quali sono i migliori fucili da cecchino da usare al momento in gioco…

Come facilmente prevedibile, il meta degli sniper ruota al momento attorno a due armi specifiche… Da un lato l’XRK Stalker, sniper in grandissima forma dopo la recente tornata di potenziamenti che ha pesantemente migliorato i suoi  danni… Dall’altro il KATT AMR, cecchino “puro” in grado di abbattere con un solo e singolo colpo anche un bersaglio a distanze siderali.

Quali sono le principali differenze tra questi due fucili? 

Il rinnovato XRK Stalker è sicuramente il migliore da utilizzare su Ritorno e più in generale sulle mappe più piccole e contenute. Dotato della più elevata velocità dei proiettili, l’XRK Stalker è anche lo sniper più “veloce” a livello di utilizzo (non a caso molti lo paragonano al mai dimenticato KAR98-K).

L’unica pecca dell’XRK è che può eseguire dei colpi one shot solo a determinate distanze… Infatti, se il bersaglio (full piastrato) si troverà a più di 75 metri, dovremo tassativamente colpirlo almeno due volte per mandarlo al tappeto.

Il KATT AMR invece non ha limiti riguardo ai colpi one shot, e si presenta ai player come lo sniper “puro” per eccellenza da usare su Warzone. Quest’arma è però anche più lenta ed ingombrante rispetto allo Stalker, oltre ad avere una velocità dei proiettili decisamente minore rispetto sempre all’XRK.

KATT AMR o XRK Stalker, quale sniper usare su Warzone? 

In linea generale quindi, l’XRK Stalker è sempre lo sniper “più consigliato” da utilizzare al momento sul gioco. Nel caso un giocatore sia però caratterizzato da un gameplay più “stazionario” e da gunfight combattuti a distanze anche superiori agli 80 metri, il KATT AMR sarà certamente il fucile più consigliato. Andiamo a vedere i dettagli di entrambi i loadout.

I loadout consigliati per Katt AMR e XRK Stalker di Warzone 

armi long range warzone XRK Stalker – Best Sniper Warzone – Loadout di JGOD
armi long range warzone KATT AMR – Best Sniper Warzone – Loadout di JGOD

Che ne pensate di queste versioni community? Quale proverete durante la vostra prossima sessione di gioco su Warzone? Fatecelo sapere nei commenti, la discussione, come sempre, è assolutamente aperta!

  • Articolo realizzato in collaborazione con la community di riferimento di Warzone d’Italia (Facebook – Instagram)

Articoli correlati: