Creatore di Cheat afferma: “Ricochet Disabilitato su Warzone”, la community ci crede

Creatore di Cheat afferma: “Ricochet Disabilitato su Warzone”, la community ci crede

Profilo di Gosoap
 WhatsApp

Ricochet Disabilitato? – Che Warzone stia soffrendo in questo periodo più di molti altri, almeno per quanto riguarda la piaga dei cheater, non è certo una novità.

Tra elicotteri in grado di fare i salti spazio temporali, giocatori super veloci ed imprendibili e “wallhackini” di ogni tipo, le lobby di Warzone sono ripiombate nell’insicurezza e nell’incertezza.

In questo periodo sarà certamente anche cresciuto il numero di segnalazioni “false positive”, con chissà quanti altri giocatori legit shadowbannati per l’evidente nuova era di Hackusation che sta caratterizzando il gioco.

Il gran numero di segnalazioni che in queste ultime settimane si sono susseguite, ha destato l’attenzione dei giocatori, che hanno iniziato a chiedersi come sia possibile che nonostante la presenza di RICOCHET e gli sforzi congiunti da parte dei team di sviluppo, ci si trovi ancora in questa condizione.

Ricochet è stato veramente disabilitato su Warzone?

Il caso più eclatante degli ultimi giorni ha coinvolto il noto streamer Lenun, reduce da un’esperienza veramente frustrante con un cheater ed un lanciagranate (ovviamente dotato di aimbot) – una combo decisamente difficile da digerire.

Trattandosi di uno streamer attualmente in TOP 250, la notizia è immediatamente andata virale, facendo “esplodere” la sezione commenti: “Come fa questo ragazzo a hackerare ed essere in qualche modo tra i primi 250?? CIAO RICOCHET?!?!?”…

Una delle risposte a questi commenti, riporta uno screen-shot di un gruppo su Discord in cui si legge: “Activision ha disabilitato l’Anti Cheat per un periodo limitato. Andate ed abusate dei peggio cheat fintanto che potete. Personalmente consiglio il multiplayer: è il più divertente.”

Lo screen-shot proviene da un famoso distributore di cheat, già noto ad Activision ed alla scena di Call of Duty in generale. Sebbene sia impossibile verificare la veridicità di questa informazione, la circolazione della notizia è stata senza dubbio motivo di preoccupazione per i giocatori.

Sorgono quindi spontaneamente almeno due domande… 1- Come è possibile che gli sviluppatori di cheat siano a conoscenza dello spegnimento di Ricochet? 2- Se dovesse essere vero, per quale ragione Ricochet è stato disabilitato?

Al momento entrambe queste domande restano senza risposta, con molti imbroglioni che hanno preso alla lettera le raccomandazioni di questi criminali. Ci aspettano quindi dei giorni di “fuoco”, con tantissimi giocatori che sicuramente abbandoneranno, seppur temporaneamente, il BR nelle prossime ore.

Non appena saranno disponibili nuovi aggiornamenti sulla questione, non esiteremo a riportarli qui su Powned.

In attesa di chiarimenti da parte di Activision, se e quando arriveranno, fateci sapere cosa ne pensate! La discussione come al solito è aperta!

  • Articolo realizzato in collaborazione con la community di riferimento di Warzone d’Italia (Facebook – Instagram)

Articoli correlati: 

Il nuovo evento Infil Strikes stravolge Rebirth Island

Il nuovo evento Infil Strikes stravolge Rebirth Island

Profilo di Stak
19/04/2024 17:46 di Marco "Stak" Cresta
 WhatsApp

Con l’aggiornamento settimanale abbiamo assistito al rilascio di un nuovo attesissimo evento in quel di Rebirth Island.

Da mercoledì sono infatti regolarmente entrati in rotazione gli Infil Strikes, degli eventi che sporadicamente possono stravolgere una parte dell’isola di Rebirth. Come accennato anche in un precedente speciale dedicato (lo troverete cliccando qui), questi Infil Strikes riguarderanno una delle seguenti zone: il FARO, il tetto di PRISON o la Torre Idrica.

Con l’Infil Strikes attivo, ad inizio partita (mentre siamo ancora sull’AC-130) noteremo che una delle tre zone sopra citate verrà bombardata e distrutta. L’intera zona colpita cambierà radicalmente il suo aspetto, e presenterà ai player una zona sostanzialmente “nuova” in cui giocare.

Se la distruzione della Torre dell’Acqua sembra quella meno “interessante” a livello di gameplay (se non il fatto che ci saranno “meno cecchini” in azione), lo stesso non si può dire di Faro e Prison, i cui “cambiamenti” promettono di garantirci un gameplay fortemente rinnovato in quel di Rebirth.

Intro con Infil Strikes su Rebirth Island – Warzone

Ancora non sono giunte molte testimonianze riguardo all’Infil Strikes, con i devs che stanno effettivamente “centellinando” la presenza dell’evento in lobby. Speriamo ovviamente che l’introduzione di questi “mega eventi” non influisca negativamente sulla stabilità/connessione dei server, come invece accaduto in passato.

Vi siete già imbattuti in questa tipologia di evento? Cosa ne pensate community degli Infil Strikes?

Fateci sapere cosa ne pensate con un commento sul gruppo, o mandateci le vostre clip più assurde con Infil attivo. Selezioneremo le migliori e le mostreremo a tutti i player che quotidianamente consultano i nostri speciali.

  • Articolo realizzato in collaborazione con la community di riferimento di Warzone d’Italia (Facebook)

Articoli correlati: 

Warzone, anche MP5 e Vaznev tra le TOP SMG da giocare: ecco tutti i LOADOUT

Warzone, anche MP5 e Vaznev tra le TOP SMG da giocare: ecco tutti i LOADOUT

Profilo di Stak
19/04/2024 13:01 di Marco "Stak" Cresta
 WhatsApp

Speciale Loadout – Nel meta close range di Warzone tornano protagoniste svariate armi del passato (più o meno recente, ndr) come la piccola Vaznev o la mai dimenticata MP5.

Armi di vertice durante l’era Modern Warfare 2, entrambe queste mitragliette godono oggi di alcuni nuovi loadout che possono concretamente riportare Vaznev ed MP5 al vertice del meta di Warzone. Per quanto riguarda la Vaznev-9K, andremo a vedere una classe estremamente precisa (e decisamente letale) proposta dal noto Velox.

La Lachmann Sub invece (o MP5, ndr), è tornata alla ribalta nelle classi di svariati top player mondiali… Ed in questo caso andremo a svelare il loadout usato dal campione del mondo in carica DiazBiffle per devastare una lobby su Rebirth Island.

Oltre alle due armi citate sopra però, che sono assolutamente valide come alternative “di livello”, mediante questo speciale andremo a vedere anche due tra le più recenti versioni per altre due armi di vertice del meta close range…

MP5, Vaznev, ma anche AMR-9 e Striker-9 tra i “top loadout del giorno” di Warzone

Parliamo dell’AMR-9 e della Striker-9, due pistole mitragliatrici che si ritrovano ormai da mesi nella “top” delle migliori armi del gioco, e che vantano entrambe una discreta popolarità tra i “pick” dei giocatori.

armi close range warzone Striker-9 – Top Loadout distanza ravvicinata Warzone di Booya
armi close range warzone AMR-9 Top Loadout distanza ravvicinata di TheKoreanSavage
armi close range warzone Vaznev 9K Top Loadout distanza ravvicinata di Velox
armi close range warzone Lachmann SUB (MP5) Top Loadout distanza ravvicinata di DiazBiffle

Cosa ne pensate dei 4 loadout svelati in questo speciale community? Una di queste classi ha maggiormente catturato la vostra attenzione? Fatecelo sapere con un commento nel gruppo.

  • Articolo realizzato in collaborazione con la community di riferimento di Warzone d’Italia (Facebook)

Articoli correlati: 

Jamcowl riesce a sganciare l’atomica su Warzone con 0 kill

Jamcowl riesce a sganciare l’atomica su Warzone con 0 kill

Profilo di Stak
18/04/2024 18:38 di Marco "Stak" Cresta
 WhatsApp

No KILL – Il noto content creator Jamcowl è riuscito in un obiettivo decisamente “originale” per uno sparatutto come Warzone, portando a termine la missione per la bomba atomica con una singolarissima peculiarità…

Jamcowl si era prefissato come obiettivo quello di riuscire a terminare la missione, concludendo però la partita con 0 kill. Armato di scudo ha quindi iniziato a sviluppare la quest, raccogliendo tutti i vari pezzi per comporre la bomba.

Nel frattempo il numero di avversari ancora in vita si è sempre di più ridotto, fino a quando Jamcowl non è rimasto faccia a faccia contro il suo ultimo avversario. Per riuscire nella sua “singolare missione”, Jamcowl ha quindi chiesto al suo ultimo avversario rimasto di “suicidarsi” nel gas prima dell’esplosione della bomba, cosi da essere sicuro di raggiungere il primato per “la prima bomba atomica di Warzone che non ha prodotto vittime”.

Alcuni giocatori hanno anche avuto da ridire con l’operato di Jamcowl, visto che la sua richiesta di “far suicidare” l’avversario sarebbe ben oltre il limite consentito dal TOS ufficiale… Ma resta comunque un video estremamente “divertente” ed assolutamente unico nel suo genere…

La bomba atomica con “zero kill + suicidio nel gas finale” di Jamcowl

Pilgore raggiunge il Prestigio 10 anche su MW3 senza una singola kill

Casi come questi di giocatori particolarmente “pacifici” non sono nuovi per la scena di Call of Duty. Proprio ieri ad esempio, su Reddit è stato segnalato che il giocatore Pilgore (già noto per le sue imprese a zero kill) è riuscito a raggiungere il Prestigio 10 su Modern Warfare 3 con 0.00 di K/D.

Ha dovuto impiegare tre giorni, tre ore e 17 minuti di gioco in multiplayer, con un totale di 486 partite vinte (ed una win ratio di 3.91), per ottenere questo risultato. Questa non è la prima volta che ci riesce, visto che anche nei precedenti COD è riuscito a portare a termine questa insana sfida.

Even pacifists can reach 10th prestige.
byu/Pilgore1 inModernWarfareIII

Cosa ne pensate di queste bizzarre prove di “non forza” community? Fatecelo sapere con un commento sul gruppo: la discussione, come sempre, è aperta!

  • Articolo realizzato in collaborazione con la community di riferimento di Warzone d’Italia (Facebook)

Articoli correlati: