Come funzioneranno le nuove ranked RITORNO di Warzone? Ecco la spiegazione ufficiale

Come funzioneranno le nuove ranked RITORNO di Warzone? Ecco la spiegazione ufficiale

Profilo di Stak
 WhatsApp

Come noto ormai da diverse ore, con l’aggiornamento relativo alla Stagione 2 di Warzone verranno le classificate in modalità Ritorno!

Le nuove ranked saranno giocabili sulla mappa di Fortune’s Keep, di cui abbiamo visto ogni dettaglio in uno speciale dedicato, già a partire dal prossimo 7 Febbraio. Per quanto riguarda le caratteristiche, sappiamo che la nuova modalità classificata utilizzerà per la prima volta le regole Ritorno. Le basi sono le stesse: dovremo puntare alla TOP 250 dei migliori  giocatori di Warzone facendo punti nelle partite, ed avanzando nei vari rank.

Come al solito si parte dal Bronzo, passando per l’Argento, l’Oro, il Platino, il Diamante, il Cremisi, l’Iridescente ed appunto la TOP 250, con gli ultimi due rank che saranno a disposizione solo dei player con più di 10.000 punti “skill rate”. I punti si otterranno ancora una volta piazzandosi nella TOP della partita, con le kill, gli assist e finanche le kill totali di squadra.

Le classificate torneranno poi anche in Battle Royale, ma sembra che dovremo aspettare qualche tempo più avanti nel corso dell’anno.

Per partecipare, i giocatori devono essere almeno di livello 55, mentre per quel che riguarda i vari parametri iniziali sappiamo che giocheremo:

  • In modalità Terzetti
  • Su Fortune’s Keep
  • Mode Ritorno
  • Eventi pubblici disponibili solo “Saldi” e “Rifornimento”
  • Restrizioni su alcuni veicoli (i veicoli con torretta non saranno disponibili)
  • Varie limitazioni agli elementi di gioco (alcune armi saranno vietate, come alcuni accessori ed alcuni perk) 
  • Modifiche agli oggetti ed ai loro prezzi agli shop

Le ricompense in arrivo con le ranked di Warzone Ritorno 

Con dei prossimi speciali, andremo ad approfondire ogni singolo aspetto relativo alle classificate di Warzone in modalità Ritorno, in particolare riguardo alla distribuzione dei punti SR, ed alle ricompense.

Articoli correlati: 

Cheater Evoluti su Warzone: trovato il modo di eludere completamente RICOCHET?

Cheater Evoluti su Warzone: trovato il modo di eludere completamente RICOCHET?

Profilo di Gosoap
28/02/2024 11:28 di Amin "Gosoap" Bey El Hadj
 WhatsApp

La situazione cheater in Warzone sembra aver raggiunto nuovi livelli, con gli hacker di Call of Duty che avrebbero trovato un modo per passare praticamente inosservati al sistema anti-cheat RICOCHET di Activision.

Questa piaga ha afflitto Call of Duty per anni. Dai primi giorni di Warzone nel 2020, aimbot e wallhack sono diventati sempre più diffusi.

Alla fine del 2021 gli sviluppatori sono finalmente intervenuti introducendo RICOCHET, un sistema anti-cheat progettato da zero appositamente per CoD che, almeno per un po’, è stato efficace.

Tuttavia, non è passato molto tempo prima che i rivenditori di cheat trovassero il modo per aggirare il sistema.

Cheater Scatenati su Warzone ora possono eludere totalmente Ricochet

Un video di ‘NukeJesus’ su YouTube, mostra un particolare ‘salto evolutivo’ nella storia del cheating di CoD. Secondo quanto riferito, i cheater avrebbero ora trovato un modo per evitare completamente di essere rilevati.

“Quando ricevi una serie di segnalazioni sul tuo account, l’anti-cheat inizia a scattarti delle foto, screenshot del tuo gameplay, principalmente”

“Alcuni di questi strumenti che questi fornitori di cheat hanno, sono in grado di rilevare quando stanno per farti uno screenshot e spegnere letteralmente i tuoi cheat per un millisecondo, in modo che nelle provo fotografiche non appaia nulla.”

In un battito di ciglia, tutto in esecuzione in background senza alcun controllo manuale richiesto, questo software può spegnersi temporaneamente e poi riavviarsi, il tutto per evitare il sistema di rilevamento di RICOCHET.

In alcuni casi, può accadere anche “più volte a partita”, il che significa che il software è sufficientemente avanzato da ripetere il processo a piacimento. Mentre si attende una risposta da parte di Activision, ci assicureremo di aggiornarvi qui con ulteriori dettagli man mano che emergono.

Voi cosa ne pensate community? Fatecelo sapere nei commenti: la discussione, come sempre, è aperta!

  • Articolo realizzato in collaborazione con la community di riferimento di Warzone d’Italia (Facebook – Instagram)

Articoli correlati: 

Warzone, ecco quali sono le armi migliori (e con il TTK più basso) da usare al momento

Warzone, ecco quali sono le armi migliori (e con il TTK più basso) da usare al momento

Profilo di Stak
27/02/2024 20:30 di Marco "Stak" Cresta
 WhatsApp

Armi Migliori – Con le numerose patch che sono state rilasciate in queste ultime settimane, il meta delle armi di Warzone ha subito svariati cambiamenti.

Questi hanno riguardato maggiormente le armi long range, con un vero e proprio stravolgimento di tutti gli equilibri che sono rimasti intoccati per l’intera stagione 1.

Nella Top5 delle migliori armi per TTK del close range, ovvero le mitragliette utili nei combattimenti a distanza ravvicinata, la situazione è rimasta pressoché invariata. Al momento tra le armi di vertice si menzionano la RAM-9, l’AMR9, l’HRM-9, la Striker 9 e la WSP-9.

Nulla è paragonabile a queste cinque pistole mitragliatrici, le uniche in grado di assicurarci la “polverizzazione” istantanea di tutti i punti ferita dei nostri nemici.

Holger 26 e Bruen MK9 le migliori armi a lunga distanza su Warzone

Come dicevamo ad inizio articolo, il meta per le armi long range è invece decisamente cambiato, merito soprattutto delle ultimissime tornate di patch che hanno riguardato l’MTZ556 e l’Holger 26. Nella top 5 delle armi da lungo raggio abbiamo quindi il Bruen Mk9, l’Holger 26, l’MTZ-556, il Pulemyot 762 ed il “sempre presente” RAM-7.

Nonostante i nerf, ed i numerosi bilanciamenti indirizzati a questo AR, il RAM-7 continua “imperterrito” a svettare tra le best assolute, forte anche di un controllo del rinculo eccezionale. Il Bruen MK9, in questo caso promosso dal celebre Booya, e soprattutto il Pulemyot, scelto come “best in slot” dal fenomenale Aydan, stanno invece vivendo una fase di rinnovata competitività, sempre per merito del loro clamoroso TTK.

Andiamo a vedere i dettagli rispetto a tutte queste armi, con i loadout più consigliati da giocare al momento.

Loadout per le migliori armi close range di Warzone

armi long range warzone RAM9 consigliato da WhosImmortal (close range)
armi long range warzone AMR9 consigliato da Metaphor
armi long range warzone HRM-9 TOp Loadout di Jgod
armi long range warzone Striker-9 close range di WhosImmortal
armi long range warzone WSP-9 support di BOOYA

Loadout per le migliori armi long range di Warzone 

armi long range warzone Holger-26 – Top 5 armi long range Warzone di TGD
armi long range warzone Bruen MK9 Top Loadout consigliato da Booya
armi long range warzone MTZ-556 Top Loadout di DiazBiffle
armi long range warzone Pulemyot 762 Top Loadout consigliato da Aydan
armi long range warzone RAM-7 Top Loadout di WhosImmortal

Cosa ne pensate di tutte queste versioni community? Quale utilizzerete nel corso della vostra prossima sessione di gioco su Warzone? Fatecelo sapere con un commento sul gruppo: la discussione, come sempre, è assolutamente aperta!

  • Articolo realizzato in collaborazione con la community di riferimento di Warzone d’Italia (Facebook – Instagram)

Articoli correlati: 

I devs di Warzone si scusano per i problemi della scorsa settimana; Giocatori molto critici: “ricompense inutili”

I devs di Warzone si scusano per i problemi della scorsa settimana; Giocatori molto critici: “ricompense inutili”

Profilo di Stak
27/02/2024 16:02 di Marco "Stak" Cresta
 WhatsApp

Visti i numerosi problemi che hanno caratterizzato Warzone e Modern Warfare 3 durante lo scorso Venerdì, gli sviluppatori di Activision hanno deciso di “farsi perdonare” offrendo delle ricompense per tutti i loro giocatori.

Come noto lo scorso weekend sono stati segnalati molteplici problemi ai server, ma anche bug al battle pass e bug che hanno reso sostanzialmente “impossibile” l’accesso al BR ed al multiplayer.

Situazioni del genere sono abbastanza comuni nei titoli online, e frequentemente i devs offrono delle ricompense come forma di “scuse” per lo stress causato ai giocatori.

In questa situazione però, non sembra che le ricompense scelte dai devs abbiano fatto breccia nei cuori dei player… Anzi, tutto il contrario…

I giocatori di Warzone si lamentano: “ricompense praticamente inutili, era meglio non distribuirle proprio” 

Come ricompensa per il tempo perso lo scorso Venerdì, i devs hanno infatti deciso che:

  • L’evento “esperienza doppia” verrà esteso fino ad oggi, 27 febbraio
  • Tutti i giocatori riceveranno un gettone per l’esperienza doppia della durata di un’ora per l’XP account, per l’XP delle armi e per l’XP del Battle Pass 

Secondo una fetta importante di giocatori, entrambe queste ricompense sono decisamente “inutili”, e non bilanciano assolutamente le quasi 18 ore di “inaccessibilità” che hanno caratterizzato Warzone lo scorso fine settimana.

Voi cosa ne pensate community? I devs avrebbero potuto proporre delle ricompense più “sostanziose” vista la situazione decisamente tragica dello scorso weekend? Fatecelo sapere nei commenti: la discussione, come sempre, è aperta!

  • Articolo realizzato in collaborazione con la community di riferimento di Warzone d’Italia (Facebook – Instagram)

Articoli correlati: