Attiva su Warzone e MW2 l’Intelligenza Artificiale per “controllare” la chat vocale

Attiva su Warzone e MW2 l’Intelligenza Artificiale per “controllare” la chat vocale

Profilo di Stak
 WhatsApp

Chat Vocale & Warzone – Con l’update pubblicato nel corso del pomeriggio di ieri, gli sviluppatori di Activision hanno aggiunto un servizio di controllo “aggiuntivo” per monitorare la tossicità dei giocatori della community.

Si tratta di un sistema interamente gestito dall’intelligenza artificiale, che si occuperà di tenere sotto controllo ed “ascoltare” ciò che si dicono i giocatori nella chat vocale.

In questo caso quindi, se il sistema dovesse registrare insulti, offese, ingiurie o altri comportamenti ritenuti tossici, emetterà in totale autonomia delle punizioni.

Per il momento sembra che il sistema di controllo sia attivo unicamente nella regione nord americana; secondo quanto riferito dai devs però, già con il rilascio di MW3 questo sistema sarà attivo in ogni angolo del mondo (Asia esclusa, ndr).

Il post ufficiale sul controllo della chat vocale di Warzone

Activision collaborerà con Modulate per offrire una moderazione globale della chat vocale in tempo reale, su larga scala, a partire dal prossimo Call of Duty di questo autunno.

Il nuovo sistema di moderazione della chat vocale di Call of Duty utilizza ToxMod… Tecnologia di moderazione basata sull’intelligenza artificiale di Modulate, per identificare in tempo reale eventuali comportamenti ritenuti tossici.

Questi includono l’incitamento all’odio, un linguaggio discriminatorio, le molestie e altro ancora. Il nuovo programma rafforzerà i sistemi di moderazione già operativi, guidati dal team anti-tossicità di Call of Duty, che include filtri basati su testo in 14 lingue per il testo di gioco (chat e nomi utente), nonché un solido sistema di reporting dei giocatori all’interno dello stesso.

Il lancio di questa nuova tecnologia di moderazione della chat vocale è fissato per il 30 Agosto in Nord America, per tutti i giochi esistenti, e quindi Call of Duty: Modern Warfare II e Call of Duty: Warzone; a questo lancio seguirà una versione completa in tutto il mondo (Asia esclusa) programmata per Call of Duty: Modern Warfare III il 10 novembre. Il supporto inizierà in inglese con altre lingue che seguiranno in un secondo momento.

Non ci resta che attendere il rilascio del nuovo sistema anche in Italia, con la speranza che anche questo possa contribuire al miglioramento del livello di tossicità attualmente presente su Call of Duty.

Articoli correlati:

Novità per la personalizzazione delle armi di Modern Warfare 3

Novità per la personalizzazione delle armi di Modern Warfare 3

Profilo di Stak
02/10/2023 20:32 di Marco "Stak" Cresta
 WhatsApp

Con il nuovo Modern Warfare 3 avremo molte più possibilità di personalizzare le nostre armi preferite…

Attraverso un nuovo speciale pubblicato sul sito ufficiale del gioco, gli sviluppatori di Sledgehammer Games hanno infatti illustrato tutte quelle che sono le possibilità dei giocatori per rendere assolutamente unici i nostri loadout.

Prima di tutto è bene chiarire che è stato confermato l’intero pacchetto armaiolo di MW2. La personalizzazione delle armi sarà quindi estremamente simile, solo molto più dettagliata (tornano le statistiche degli accessori ad esempio, ndr).

Oltre ai vari accessori infatti, una volta raggiunto il livello massimo dell’arma potremo sbloccare dei nuovi livelli di personalizzazione mediante i contenuti aftermarket. Con l’aftermarket, potremo quindi rendere una normale pistola una vera e propria SMG, o potremo arricchire le nostre armi con poteri “speciali” sbloccabili mediante delle sfide.

Personalizzazione delle armi oltre ogni limite su Modern Warfare 3

In una di queste ad esempio, una volta ottenute 25 kill sparando con la mitragliatrice Pulemyot in hipfire (o in Tac-Stance), andremo a sbloccare la possibilità di trasformare l’arma.

Nello specifico, potremo montare sulla Pulemyot il kit Bullpup, che aumenta notevolmente la mobilità, la manovrabilità dell’arma e la sua velocità di fuoco. Quella che prima era una lenta e pesante LMG, può quindi diventare un’arma ideale per correre e sparare a gran velocità.

Il comunicato ufficiale ed il video sulle armi di Modern Warfare 3 

New Challenges, New Playstyles

Gunsmith functions much in the same way it does in Modern Warfare II. Players still gain Weapon XP to unlock attachments for a specific weapon and its associated Weapons Platform, in addition to gaining alternative progression routes at launch. You can choose from familiar attachment options like the Barrel, Muzzle, Magazine, Optic, Laser, Rear Grip and more to create the optimal version of each weapon, depending on your playstyle.

However, for certain weapons that reach max level, players will be able to transform their design using Aftermarket Parts. At launch, Modern Warfare III will feature several sets of Aftermarket Parts, which take the form of Conversion Kits. To access these kits, you’ll need to complete in-game challenges that become available once the supported weapon obtains max level. Finish that final challenge, and the Conversion Kit is yours. Consider it the final, impressive reward for finishing a weapon’s progression path.

New Weapon, New Attachments

Pay attention to and cycle through your weapon’s attachment selection when equipping Conversion Kits. New Aftermarket Parts might become available as attachments that weren’t accessible using the base weapon, and some previously available attachments may become restricted. Because the weapon is fundamentally changed, so are the ways it can be modified.

Conversion Kit ExamplesThree Aftermarket Weapons

To give you a better idea of the kinds of changes Aftermarket Parts bring to a weapon, here are three Conversion Kit examples, beginning with the bullpup LMG conversion mentioned in the video. The examples shown below also come paired with example attachments to give an idea of how you can further customize your weapon’s lethality in the field in conjunction with Aftermarket Parts.

Aftermarket Parts Loadout #1: Pulemyot LMG

Unlock Challenge at Max Level: Get 25 Kills while hip firing or using Tac-Stance.

Transform this belt-fed machine gun with the Bullpup Conversion Kit, greatly increasing the weapon’s mobility and handling, rate of fire, and recoil off the hip and when in Tac-Stance. What was once a behemoth weapon can now be used to run and gun without giving up the LMG’s deep ammo reserves.

Add some Aftermarket Parts in the form of recoil pads fitted to the Stock for greater accuracy, as well as the Aftermarket Bullpup Barrell for improved bullet velocity and damage range. This provides a solid foundation for aggressive play that can only be further improved through the use of additional attachments.

Aftermarket Parts Loadout #2: Renetti Handgun with Full-Auto Carbine

Unlock Challenge at Max Level: Get 30 Kills with five attachments equipped.

Through use of 3D-printed parts, you can convert the burst-fire Renetti into a full-auto Handgun reminiscent of an SMG. Gain increased bullet velocity, range, and rate of fire at the cost of some mobility and recoil control. The conversion also supports Tactical Stance, unavailable with the base model, offering greater options in how you approach each fight.

Pair the Conversion Kit with a larger Magazine to minimize reloads and you’ll be firmly in SMG territory. Add a Barrel to further extend your damage range, or focus on hip-firing improvements for fighting at top speed.

Aftermarket Parts Loadout #3: WSP Swarmwith Akimbo Brace Stocks

Unlock Challenge at Max Level: Unlock via weekly challenge in the preseason.

Add additional support to the weapon’s frame, allowing Operators to place one WSP Swarm in each hand for an aggressive Akimbo stance that sacrifices some damage range and mobility for the advantage of overwhelming your opponents with a rain of fire. With dual weapons, you’ll no longer be able to aim down sights, so get up close and make it count.

Complement the Akimbo Conversion Kit with a Laser that improves hip-fire accuracy; for aggressive stealth play, try equipping a Suppressor with the Hollow Point Ammunition to stagger enemies without giving up your position.

Other Gunsmith Enhancements

The new Gunsmith is bringing additional innovations to the overall weapons system. These include more shared attachments and the removal of certain penalties when equipping small Optics.

Attachment Unlocks: For new Modern Warfare III weapons, attachments such as Grips, Barrels, Magazines, and Stocks will no longer require players to use a specific weapon after they’ve already been unlocked for another one. For example, the Assault Stock attachment is available for both the AMR9 SMG (at Level 8) and the Riveter Shotgun (at Level 12). If your AMR9 is already progressed to Level 8 or higher, the Stock will be available on the Riveter immediately, and vice versa.

1x Optic Attachments: As opposed to their counterparts in Call of Duty: Modern Warfare II, new 1x zoom Optic attachments will no longer penalize your Operator’s Aim Down Sights speed, allowing faster target acquisition when using these sights.

 

Cosa ne pensate di questo imponente update community? Le novità dell’armaiolo di Modern Warfare 3 vi convincono? Fatecelo sapere nei commenti, la discussione, come sempre, è aperta!

Articoli correlati: 

Giocatori infuriati contro la skin albero di Warzone: “difficile da vedere, è un contenuto P2W”

Giocatori infuriati contro la skin albero di Warzone: “difficile da vedere, è un contenuto P2W”

Profilo di Stak
02/10/2023 14:44 di Marco "Stak" Cresta
 WhatsApp

La nuova skin Gaia a forma di albero antropomorfo sta generando tantissime discussioni all’interno di Warzone, e non solo per il suo bizzarro aspetto…

Nel corso delle ultime ore sono decisamente aumentati i post dei player che lamentano una scarsissima visibilità di questa skin, che la maggior parte delle volte riesce perfettamente a camuffarsi diventando quasi “invisibile”.

Non appena il giocatore dotato della skin albero si avvicina ad una zona con delle ombre, o peggio ancora quando si sdraia tra i cespugli, diventa quasi impossibile vederlo.

Questo anche perchè la skin è praticamente invisibile per buona parte della sua superficie, caratteristica che sta facendo infuriare una quantità di giocatori davvero impressionante.

Il dettaglio della skin albero di Warzone 

Come potete vedere voi stessi dall’immagine sopra, è la parte inferiore quella più “problematica” da individuare visto che è quasi totalmente invisibile…

Difficile da vedere, ancor più da “seguire” in fase di fuoco (ovviamente è “difficile” per chi non usa l’aim assist, ndr), il “Groot malvagio” (come teneramente ribattezzato dai giocatori di Warzone) è un contenuto che, purtroppo, ha delle caratteristiche da “pay 2 win“.

Come accaduto in passato per la skin di Roze, è altamente probabile che lo stesso destino riguarderà presto anche la skin albero della Stagione 6. Voi cosa ne pensate community? Sareste favorevoli o contrari ad un nerf per questo modello?

Articoli correlati:

Svelata la prima immagine della nuova mappa di Warzone! Gli esperti: “stesse vibes di Verdansk”

Svelata la prima immagine della nuova mappa di Warzone! Gli esperti: “stesse vibes di Verdansk”

Profilo di Stak
02/10/2023 14:16 di Marco "Stak" Cresta
 WhatsApp

Mappa Warzone – Come noto fra meno di 3 giorni avremo finalmente un assaggio di quello che sarà il futuro del BR Activision e di tutto il franchise di Call of Duty. Il 5 di Ottobre andrà infatti in scena il COD Next, durante il quale gli sviluppatori del nuovo Modern Warfare 3 ci illustreranno i contenuti, e le peculiarità, che andranno a caratterizzare il gioco.

Si inizierà dal multiplayer, con i devs che ci mostreranno il gameplay ed anche un approfondimento rispetto a tutte le nuove mappe in arrivo.

Sempre durante il COD Next riceveremo qualche aggiornamento in più rispetto alla modalità “zombie”, forse la più attesa dagli appassionati del franchise. Anche per questa, avremo finalmente un assaggio di gameplay oltre ad una serie di domande/risposte con i devs di Treyarch.

Infine, sarà il grande turno di Warzone, il BR chiamato a rinnovarsi per una terza volta. In questo caso un’anticipazione vera e propria c’è già stata, considerato che Activision ha mostrato quella che, a tutti gli effetti, è la prima vera immagine ufficiale della nuova mappa…

La prima immagine della nuova mappa di Warzone/Modern Warfare 3

Da questa immagine sembra decisamente chiaro che la nuova mappa sarà caratterizzata da delle “vibrazioni” molto simili a quelle di Verdansk. Nell’anteprima possiamo scorgere una zona portuale, con molto cemento ed asfalto che ricorda davvero tantissimo la zona del porto di Verdansk.

Anche in questo caso, durante il COD NEXT assisteremo ad un primissimo gameplay (che si terrà in live, probabilmente con i migliori streamer della scena mondiale), ed alla premiere ufficiale della mappa 2023/2024 che sostituirà Al Mazrah.

Il video commento di JGOD

L’appuntamento è quindi fissato per questo Giovedì alle 19, quando avremo finalmente la possibilità di vedere cosa avranno in serbo per noi i devs di Call of Duty. Siete pronti per scoprire il futuro del franchise?

Articoli correlati: