WoW Classic: World First di Hakkar con 5 High Priests vivi

WoW Classic: World First di Hakkar con 5 High Priests vivi

Profilo di Stak
 WhatsApp

Hakkar WoW Classic – Ieri sera è stata aggiunta su WoW Classic una nuova ed importante patch chiamata “Rise of the Blood God“, che introduce sulla versione classica di Azeroth lo storico raid di Zul’Gurub, controllato dal potente Hakkar.

Il raid è già disponibile sui server live e diverse ore fa abbiamo assistito anche alla World First Kill del boss in “hard mode”, ottenuta dalla gilda BLaDE of KiLL che è riuscita a sconfiggere l’ultimo boss del raid, Hakkar, tenendo in vita i cinque “Gran Sacerdoti” che popolano questo raid.

Non uccidendo questi 5 personaggi, specificatamente High Priest Arlokk, High Priest Jek’lik, High Priest Mar’li, High Priest Thekal e High Priest Venoxis, si accederà al combattimento con Hakkar in una modalità più difficile, con il boss che sarà in grado di utilizzare dei poteri che altrimenti non avrebbe, cosa questa che rende la fight particolarmente più delicata e complessa.

Il raid dei Blade of Kill è comunque riuscito a mettere al tappeto Hakkar, conquistando un risultato estremamente positivo (che è stato anche provato dalla gilda Elitist Jerks, dove gioca anche il Game Director Ion Hazzikostas, e fallito al 2% della vita del boss) che possiamo anche gustarci attraverso il video pubblicato dalla stessa gilda, riportato poco sotto:

 

Cosa ne pensate di questo straordinario risultato? Voi con la vostra gilda fin dove siete riusciti a spingervi contro Hakkar?

Dettagli nuova patch Zul’Gurub

Il trailer di Hakkar – WoW Classic

Zul’gurub

Nelle profondità della giungla di Stranglethorn, ti aspetta un’antica città dei Troll piena di inenarrabili pericoli. Hai ciò che serve per svelare i suoi misteri? Raduna un gruppo di esploratori coraggiosi e raggiungi Zul’gurub, un’incursione di massimo livello per 20 giocatori, con 120 nuovi oggetti rari ed epici da depredare lungo i suoi viali alberati e nei suoi templi perduti.

Boss dell’incursione: 13
Livello: 60
Zona: Stranglethorn Vale
Reputazione: Zandalar Tribe (Tribù Zandalari)
Reset settimanale: 3 giorni

Come raggiungerla

L’entrata di Zul’gurub si trova a est del lago Nazferiti a Stranglethorn Vale. I giocatori dell’Orda possono volare al Grom’gol Base Camp (Forte di Grom’gol) e viaggiare verso est, al di là del lago, fino a raggiungere l’incursione. I giocatori dell’Alleanza dovranno invece viaggiare verso sud da Duskwood (Boscovespro) e poi dirigersi verso est, sul lago.

Scontri

13 boss in totale ti aspettano a Zul’gurub, quattro dei quali disponibili su rotazione come parte dello scontro Edge of Madness, che consente di affrontarne uno diverso a ogni reset settimanale.

Prima di affrontare Hakkar, per aumentare le tue probabilità di successo dovrai sconfiggere i suoi cinque sacerdoti. Se lasciati vivi, questi presteranno i loro poteri al Blood God, rendendolo praticamente inarrestabile. Possono essere sconfitti in qualsiasi ordine, e ognuno rilascerà ricompense che potrebbero far comodo al gruppo nel viaggio attraverso Zul’gurub.

Ai vincitori…

Grandi ricompense ti attendono a Zul’gurub, inclusi cinque pezzi d’equipaggiamento epici ottenibili come ricompense di missione, una volta raggiunta sufficiente reputazione con la Zandalar Tribe. Se la fortuna dovesse arriderti, potresti ottenere le cavalcature Swift Razzashi Raptor (Raptor Razzashi) e Swift Zulian Tiger (Tigre Zuliana>.

Per ulteriori informazioni, puoi leggere la guida di Wowhead.


The Dragons of Nightmare

C’è qualcosa che non va nell’Emerald Dream (Sogno di Smeraldo). Giganteschi draghi del Green Dragonflight (Stormo dei Draghi Verdi) sono stati avvistati a guardia dei portali dei Great Trees (Grandi Alberi), ma queste creature un tempo nobili sono state infuse con una nuova presenza malvagia, e non sono più portatori della pace per la quale Ysera è conosciuta. Per affrontarli dovrai portare molti alleati robusti con te, perché i loro poteri sono formidabili e non esiteranno a eliminare qualunque cosa si avvicini loro.


Stranglethorn Fishing Extravaganza

Prendi la tua canna da pesca (e la tua spada): la Stranglethorn Fishing Extravaganza sta per iniziare lungo le coste di Stranglethorn Vale! Prima del giorno stabilito, gli amichevoli Goblin del vicinato visiteranno Ironforge (Forgiardente) e Orgrimmar per informare gli aspiranti pescatori del torneo e fornire loro le istruzioni necessarie su come partecipare. Quando sarà giunto il momento, un urlo risuonerà per tutta Stranglethorn e darà il via alla preparazione degli ami e al lancio delle lenze!


The Stirring of the Silithid

Le aride sabbie di Silithus (Silitus) si stanno agitando. Qualcosa si sta risvegliando oltre le mura a sud. Aiuta i Druidi del Cenarion Circle ad addentrarsi nei misteri di questi deserti, va’ in cerca di risposte in merito alla presenza misteriosa del Twilight Hammer (Martello del Crepuscolo) e scopri di più sulle strane creature note come Silithid esplorando i loro alveari. Gli avventurieri di alto livello saranno chiamati a compiere molte nuove imprese!


Cosa stai aspettando? Entra e scrivi una (nuova) storia, quindi unisciti alla discussione sui forum.

World of Warcraft Dragonflight – Il preacquisto è disponibile!

World of Warcraft Dragonflight – Il preacquisto è disponibile!

Profilo di Stak
 WhatsApp

Blizzard Entertainment ha annunciato oggi che Dragonflight, la prossima espansione del gioco di ruolo multigiocatore di massa online World of Warcraft è ora disponibile per il preacquisto su www.worldofwarcraft.com e il suo lancio è previsto più tardi quest’anno.

In Dragonflight, i giocatori si imbarcheranno verso le Isole dei Draghi, il luogo d’origine dei draghi, dove i leggendari Aspetti hanno fatto ritorno per rivendicare la propria casa.

Le Isole dei Draghi contengono quattro nuove meravigliose zone che gli avventurieri potranno esplorare durante il loro viaggio verso il nuovo livello massimo 70: le vivaci Sponde del Risveglio, le verdi Pianure di Ohn’ahra, la grandezza della Vastità Azzurra e la splendente Thaldraszus. Il Volo Draconico, una nuova forma di spostamento per via aerea, permette ai giocatori di volare nei cieli di ogni area con stile, in sella a Drachi delle Isole dei Draghi personalizzabili.

Le isole sono la casa della nuova razza giocabile dei Dracthyr, che mescolano la magia degli Stormi dei Draghi in due specializzazioni, assalto a distanza e guaritore, con la nuova classe eroica dell’Evocatore, che inizia dal livello 58.

“Siamo emozionati nell’annunciare che porteremo la nostra prossima espansione ai giocatori più tardi quest’anno. Dragonflight è un ritorno ad Azeroth e alla libertà e all’esplorazione per la quale è conosciuto World of Warcraft” spiega il Produttore esecutivo Holly Longdale. “Questa è l’occasione per vivere di persona la storia delle leggendarie Isole dei Draghi, e di immergersi nel fantasy che da sempre è al centro dell’universo di Warcraft.”

Rivisitazione completa del sistema talenti

L’espansione introduce una rivisitazione completa del sistema dei talenti dei personaggi, che offre talenti significativi e d’impatto a ogni livello. Ci sono anche significativi aggiornamenti alle professioni di gioco, con i sistemi di incarichi di lavoro e specializzazione, insieme a un’interfaccia utente più fluida e moderna.

Bonus per il preacquisto digitale e Collector’s Edition

Dragonflight è disponibile per il preacquisto digitale nelle versioni Base Edition (prezzo consigliato 49,99 $), Heroic Edition (prezzo consigliato 69,99 $), ed Epic Edition (89,99 $). Ogni edizione digitale include uno o più oggetti per aiutarti a unire le forze con gli Stormi dei Draghi mentre riconquistano il loro reame perduto:

  • Base Edition: include Drakks, una mascotte bonus per il preacquisto che ti accompagnerà nelle tue avventure.
  • Heroic Edition: include la mascotte bonus Drakks, la nuova mascotte Foskystrasza, un potenziamento per un personaggio di Dragonflight (livello 60) e una cavalcatura volante Plasmasogni Aggrovigliato.
  • Epic Edition: include tutti i bonus della Base e Heroic Edition, l’effetto per la Pietra del Ritorno dei Viaggiatori del Tempo, la Trasmogrificazione per testa Diadema del Custode della Magia, la Trasmogrificazione per schiena delle Ali del Risveglio in cinque varianti di colore, e 30 giorni di tempo di gioco.

Dragonflight è disponibile anche come set da collezione in scatola, che contiene un sacco di oggetti in aggiunta a una chiave digitale per la Epic Edition e la mascotte Drakks. Con il set da collezione, i giocatori possono esplorare lo sviluppo visivo di Dragonflight con il libro rilegato “The Art of Dragonflight”, migliorare la propria postazione con il tappetino del mouse di Alexstrasza e aggiungere una rappresentazione iconica dei cinque principali Stormi dei Draghi di Azeroth con il set di cinque spille da collezione.

Il set da collezione è disponibile oggi sul Blizzard Gear Store ufficiale al link https://gear.blizzard.com/collections/world-of-warcraft e verrà spedito più tardi quest’anno.

 

Cosa ne pensate community? Preacquisterete la nuova espansione Dragonflight di WoW? La discussione, come sempre, è aperta!

Articoli correlati: 

Asmongold verso la creazione di un’alternativa a ‘World of Warcraft’?

Asmongold verso la creazione di un’alternativa a ‘World of Warcraft’?

Profilo di Gosoap
 WhatsApp

Asmongold & World of Warcraft – La notizia dell’inizio di una strettissima collaborazione tra OTK e lo studio di produzione e sviluppo videoludico nota con il nome di Notorious (scusate il gioco di parole) ha destato una certa sorpresa nella community di appassionati del genere MMORPG, ed a ragion veduta.

Chi conosce infatti l’ambiente, sa che qualche tempo fa i noti streamer Asmongold (leggenda di World of Warcraft) e Mizkif, avevano iniziato una strettissima partnership che alla fine si è concretizzata nel gruppo che ha poi preso il nome di OTK. Ora il gruppo è ufficialmente entrato in contatto con Notorious, uno studio di sviluppo molto promettente che al suo interno può contare anche sul supporto di alcuni ex-sviluppatori di World of Warcraft.

Prima di lasciarvi alle considerazioni dei rappresentanti del primo progetto presentato, che prenderà il nome di ”Project Honor”, ci sovviene la domanda: e se finalmente vedremo un MMORPG che funzioni, a differenza delle proposte degli ultimi anni, che alla fine si sono rivelate spesso dei FLOP?

Asmongold, ora si che si può creare un World of Warcraft alternativo

“OTK e Notorious che si uniscono rappresentano quello che riteniamo essere il futuro dello sviluppo e della pubblicazione di giochi. Mai prima d’ora un gruppo di influencer delle nostre dimensioni ha collaborato con uno studio di giochi del calibro di Notorious. Crediamo che questa partnership cambierà per sempre lo sviluppo del gioco indie”.

“Abbiamo parlato a lungo dello sviluppo di giochi, quindi l’idea di collaborare con un team che si allinea così strettamente al modo in cui vediamo i giochi è stata un una follia.” – questo il brevissimo intervento di Asmongold sulla questione, che ha comunque pronunciato con tono speranzoso, non solo per il progetto, ma anche per come questo potrebbe cambiare per sempre il modo di concepire giochi.

Insomma, cosa ne pensate community? Come al solito la discussione è aperta!

Articoli Correlati:

 

World of Warcraft introduce oggi un nuovo ‘contratto’ per ridurre la tossicità

World of Warcraft introduce oggi un nuovo ‘contratto’ per ridurre la tossicità

Profilo di Gosoap
 WhatsApp

Contratto Sociale – Ad inizio Maggio, i giocatori di World of Warcraft erano stati avvertiti dell’arrivo di un importante cambiamento per quanto riguarda le interazioni sociali sul gioco, troppo spesso piene di scambi estremamente tossici, dei quali la community di è più volte lamentata.

Da oggi in poi, la prima volta che loggherete sul gioco, vi troverete di fronte ad un pop-up non ”skippabile”, all’interno del quale troverete le nuove regole del Contratto Sociale, che potrete decidere di accettare, oppure, in caso contrario, sarete obbligati ad uscire immediatamente dal gioco.

Senza ulteriori indugi andiamo di seguito a vedere il testo integrale di questo nuovo contratto, cercando anche di capire se quest’ultimo possa davvero essere utile come previsto dagli sviluppatori, per ridurre la tossicità delle interazioni tra i giocatori.

Nuovo contratto sociale su World of Warcraft, di cosa si tratta?

Sebbene almeno all’apparenza il nuovo contratto sociale cerchi in qualche modo di introdurre i player ad una serie di regole che, onestamente, dovrebbero appartenere già ad ogni membro di una società sviluppata, nasconde in realtà molto più di quello che credete.

Leggendo ”tra le righe” del testo integrale (CLICCANDO QUI), la community sembrerebbe aver notato l’intento da parte di Blizzard a cercare di aumentare il controllo sulle interazioni, con una moderazione molto più capillare ed attenta ai dettagli. Anche le punizioni dal canto loro saranno molto più severe, con ban e sospensioni che dovrebbero arrivare con molta più facilità.

Insomma, cosa ne pensate community? Vi piace questa idea? Come al solito la discussione è aperta!

Articoli Correlati: