WoW Classic: al via il raid di Blackwing Lair! Tra le novità anche delle ricompense per la reputazione!

WoW Classic: al via il raid di Blackwing Lair! Tra le novità anche delle ricompense per la reputazione!

Profilo di Stak
 WhatsApp

Durante la serata di ieri è ufficialmente iniziata una nuova interessantissima stagione all’interno di WoW Classic!

Con una nuova patch gli sviluppatori hanno infatti svelato i primi dettagli sull’attesissimo Blackwing Lair, raid da 40 giocatori che fa parte del Massiccio Roccianera e che ci permetterà, ancora una volta, di sfidare il temibile Nefarian per porre fine al suo dominio.
A dire il vero, Nefarian è già effettivamente stato sconfitto, con diverse gilde che durante le ore della notte sono riuscite ad azzerare ogni minaccia presente nell’incursione sconfiggendo persino il temibile Nefarian (qui ulteriori dettagli).

All’interno dell’incursione saranno comunque presenti ben 8 boss, iniziando da Razorgore the Untamed e finendo proprio con il figlio maggiore di Deathwing, il signore di Blackrock Spire:

  • Razorgore the Untamed (Alafurion l’Indomabile): Razorgore ha il compito di proteggere e far schiudere diverse uova di Drago Nero nascoste a Blackwing Lair.
  • Vaelastrasz the Corrupt (Vaelastrasz il Corrotto): dopo aver affrontato Nefarian in battaglia e aver perso, Vaelastrasz è stato corrotto e ora è costretto a combattere contro i nemici di Nefarian.
  • Broodlord Lashlayer: Lashlayer è un draconide dello Stormo Nero. Anche se non sono veri e propri draghi, i draconidi vengono spesso usati dallo stormo come soldati di prima linea.
  • FiremawEbonroc e Flamegore: in qualità di membri dello Stormo dei Draghi Neri, ciascuno di questi imponenti draghi è sotto il comando di Nefarian, ma in realtà sono tutti leali a Deathwing.
  • Chromaggus: un mostro cromatico unico, creato da Nefarian, che può sfruttare il potere di tutti i diversi stormi contro i nemici.
  • Nefarian: signore di Blackrock Spire, Nefarian è un membro dello Stormo dei Draghi Neri, il figlio maggiore di Deathwing e il creatore del Chromatic Dragonflight (Stormo dei Draghi Cromatici).

Il trailer

Con l’aggiornamento di ieri non c’è stato però solamente spazio per il nuovo raid, visto che tra le novità dobbiamo menzionare anche le nuove Missioni di classe e le ricompense per la reputazione.

Nello specifico, c’è da dire che con il nuovo aggiornamento di WoW Classic, i personaggi riceveranno delle ricompense di reputazione affrontando una serie di missioni di classe negli oscuri meandri del Temple of Atal’Hakkar (di seguito il dettaglio pubblicato dai devs):

Con il nuovo aggiornamento, i personaggi potranno ottenere nuove ricompense per la reputazione con Argent Dawn, Timbermaw Hold, Thorium Brotherhood, Silverwing Sentinels e Warsong Outriders.

Consulta la lista di oggetti completa disponibile su Wowhead.

MISSIONI DI CLASSE DI LIVELLO 50

I personaggi di livello 50 o superiore possono parlare con i propri istruttori di classe in qualunque capitale per cominciare una serie di missioni che li condurrà nelle profondità del Temple of Atal’Hakkar, situato nelle Swamp of Sorrows.

Migliaia di anni fa, l’impero dei Gurubashi cadde preda di una rivolta civile da parte di una potente setta di sacerdoti, gli Atal’ai, che volevano evocare su Azeroth un avatar del loro dio del sangue, Hakkar the Soulflayer. Il popolo dei Gurubashi esiliò gli Atal’ai nelle Swamp of Sorrows, dove i sacerdoti costruirono il Temple of Atal’Hakkar. Ysera, Aspetto dello Stormo dei Draghi Verdi, fece affondare il tempio nelle paludi e ne affidò la custodia a dei guardiani per assicurarsi che i rituali d’evocazione non avessero mai più luogo.

I Druidi verranno mandati a incontrare Towa Pathfinder a Un’Goro Crater, che fornirà loro una serie di missioni: Blood Petal PoisonToxic Test e A Final Ingredient.  Al completamento di questa serie di missioni, potrai scegliere fra tre ricompense di qualità rara: Grizzled PeltForest’s Embrace o Moonshadow Stave.

 

Di seguito, riportiamo invece il nuovo post di anteprima con il dettaglio di tutte le principali novità sbarcate con il nuovo raid su Classic!

Il post ufficiale su Blackwing Lair

Nei recessi oscuri della vetta di Blackrock Mountain, Nefarian, figlio maggiore di Deathwing (Alamorte), conduce alcuni dei suoi esperimenti più terribili, controllando creature potenti come fossero burattini e combinando le uova di diversi stormi di draghi con risultati raccapriccianti. Dovesse avere successo, tempi ancora più bui si profilano all’orizzonte.

Le terrificanti profondità di Blackwing Lair (Fortezza dell’Ala Nera) stanno aspettando avventurieri abbastanza coraggiosi da affrontare i pericoli che nascondono. Raduna i tuoi alleati più fedeli e preparati a intraprendere un viaggio infido nel cuore della montagna per depredarne i tesori.

Boss dell’incursione: 8
Livello: 60
Zona: Burning Steppes (Steppe Ardenti)


Come arrivarci:

Blackwing Lair si trova in cima a Blackrock Spire (Bastioni di Roccianera). Puoi entrare nella montagna dalle Burning Steppes o attraverso Searing Gorge (Gorgia Rovente).


Come sintonizzarsi

Non si può accedere a Blackwing Lair senza prima essere sintonizzati.

Dirigiti verso Blackrock Spire e prendi il passaggio a destra. Qui, dovrai farti strada con la forza contro la Scarshield Legion per raggiungerne il Quartiermastro. Una volta ucciso lo Scarshield Quartermaster, potrai depredare l’oggetto Blackhand’s Command: cliccaci col pulsante destro per veder comparire la missione Blackhand’s Command.

La missione ti manderà a Upper Blackrock Spire (Bastioni di Roccianera Superiori) per accedere all’Orb of Command (Globo del Comando) che si trova dietro il trono del General Drakkisath (Generale Drakkisath): puoi decidere di ucciderlo o chiedere al tuo gruppo di distrarlo.

Dopo aver sconfitto Warchief Rend Blackhand (Capoguerra Rend Manonera), avrai accesso a un’entrata alternativa all’interno di Upper Backrock Spire, ed è lì che il tuo gruppo d’incursione dovrà entrare.


Affrontare il Black Dragonflight (Stormo dei Draghi Neri)

Otto boss ti attendono all’interno di Blackwing Lair, ognuno dei quali rappresenta una sfida diversa da affrontare seguendo strategie specifiche. Per vincere, dovrai coordinarti al meglio col tuo gruppo.

  • Razorgore the Untamed (Alafurion l’Indomabile): Razorgore ha il compito di proteggere e far schiudere diverse uova di Drago Nero nascoste a Blackwing Lair.
  • Vaelastrasz the Corrupt (Vaelastrasz il Corrotto): dopo aver affrontato Nefarian in battaglia e aver perso, Vaelastrasz è stato corrotto e ora è costretto a combattere contro i nemici di Nefarian.
  • Broodlord Lashlayer: Lashlayer è un draconide dello Stormo Nero. Anche se non sono veri e propri draghi, i draconidi vengono spesso usati dallo stormo come soldati di prima linea.
  • FiremawEbonroc e Flamegore: in qualità di membri dello Stormo dei Draghi Neri, ciascuno di questi imponenti draghi è sotto il comando di Nefarian, ma in realtà sono tutti leali a Deathwing.
  • Chromaggus: un mostro cromatico unico, creato da Nefarian, che può sfruttare il potere di tutti i diversi stormi contro i nemici.
  • Nefarian: signore di Blackrock Spire, Nefarian è un membro dello Stormo dei Draghi Neri, il figlio maggiore di Deathwing e il creatore del Chromatic Dragonflight (Stormo dei Draghi Cromatici).

Mettersi in ghingheri

I giocatori potranno continuare a cercare i pezzi per il loro Tier 2, con i relativi bonus, dentro Blackwing Lair, inclusi bracciali, cinture, stivali, guanti, spallacci e corazze.

Gli elmi del Tier 2 si possono depredare da Onyxia a Onyxia’s Lair (Antro di Onyxia) e i gambali a Molten Core (Nucleo Ardente) da Ragnaros. Che il DKP sia con te!


Oggetti aggiuntivi

Troverai anche altri oggetti di notevole valore, come Claw of the Black Drake (Artiglio del Draco Nero)Chromatically Tempered Sword e Dragonbreath Hand Cannon. Potrai depredare anche Elementium Ore dal Blackwing Technician (Tecnico dell’Ala Nera). Questo minerale può essere fuso in un Elementium Bar, necessario per la missione che permette di forgiare la spada leggendaria Thunderfury, Blessed Blade of the Windseeker (Furiatonante, Lama Benedetta del Vento Eterno) (sì, proprio quella).

Come con la sorella Onyxia, potrai depredare anche la Head of Nefarian (Testa Mozzata di Nefarian) dopo averlo sconfitto, con la quale potrai iniziare una missione e far sapere a tutti della tua vittoria.


Per altri approfondimenti su quest’incursione epica, leggi la Wowhead’s Blackwing Lair Raid Strategy Guide e unisciti alle discussioni sui forum.

Spellbreak chiude i battenti, ma arrivano in soccorso Blizzard e World of Warcraft

Spellbreak chiude i battenti, ma arrivano in soccorso Blizzard e World of Warcraft

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

Spellbreak Blizzard – Sappiamo che la vita di un videogioco non è per niente facile e non tutti i giochi possono vantare anni di onorata carriera e in questi giorni l’ultimo ad abbandonare il panorama videoludico è Spellbreak. Anche se Blizzard potrebbe essere l’ancora di salvezza del team di sviluppo.

Spellbreak è uno degli ultimi arrivati nel mondo dei Battle Royale ed ha cercato di imporsi per la sua originalità nel gameplay, ma purtroppo non tutto è andato liscio ed è stata annunciata la chiusura dei server dal 2023.

Quindi anche Proletariat, lo studio di sviluppo del gioco, chiude i battenti? No per niente e bisogna ringraziare Blizzard e la nuova espansione Dragonflight di World of Warcraft. Già perché Blizzard ha proprio acquisito Proletariat per il suo MMORPG.

Proletariat ha nel suo novero sviluppatori esperti e veterani del settore e Blizzard non ha voluto farsi sfuggire l’occasione. Ben 100 dipendenti lavoreranno su WoW e, a più stretto giro adesso, a Dragonflight.

La mossa è stata fatta per rendere quanto più di qualità possibile il prossimo enorme contenuto di WoW. Il gruppo di Spellbreak, Proletariat, insieme a Blizzard, ci riusciranno? Non ci resta che attendere…

Voi cosa ne pensate di questa mossa di Blizzard?

Articoli correlati: 

World of Warcraft Dragonflight – Il preacquisto è disponibile!

World of Warcraft Dragonflight – Il preacquisto è disponibile!

Profilo di Stak
 WhatsApp

Blizzard Entertainment ha annunciato oggi che Dragonflight, la prossima espansione del gioco di ruolo multigiocatore di massa online World of Warcraft è ora disponibile per il preacquisto su www.worldofwarcraft.com e il suo lancio è previsto più tardi quest’anno.

In Dragonflight, i giocatori si imbarcheranno verso le Isole dei Draghi, il luogo d’origine dei draghi, dove i leggendari Aspetti hanno fatto ritorno per rivendicare la propria casa.

Le Isole dei Draghi contengono quattro nuove meravigliose zone che gli avventurieri potranno esplorare durante il loro viaggio verso il nuovo livello massimo 70: le vivaci Sponde del Risveglio, le verdi Pianure di Ohn’ahra, la grandezza della Vastità Azzurra e la splendente Thaldraszus. Il Volo Draconico, una nuova forma di spostamento per via aerea, permette ai giocatori di volare nei cieli di ogni area con stile, in sella a Drachi delle Isole dei Draghi personalizzabili.

Le isole sono la casa della nuova razza giocabile dei Dracthyr, che mescolano la magia degli Stormi dei Draghi in due specializzazioni, assalto a distanza e guaritore, con la nuova classe eroica dell’Evocatore, che inizia dal livello 58.

“Siamo emozionati nell’annunciare che porteremo la nostra prossima espansione ai giocatori più tardi quest’anno. Dragonflight è un ritorno ad Azeroth e alla libertà e all’esplorazione per la quale è conosciuto World of Warcraft” spiega il Produttore esecutivo Holly Longdale. “Questa è l’occasione per vivere di persona la storia delle leggendarie Isole dei Draghi, e di immergersi nel fantasy che da sempre è al centro dell’universo di Warcraft.”

Rivisitazione completa del sistema talenti

L’espansione introduce una rivisitazione completa del sistema dei talenti dei personaggi, che offre talenti significativi e d’impatto a ogni livello. Ci sono anche significativi aggiornamenti alle professioni di gioco, con i sistemi di incarichi di lavoro e specializzazione, insieme a un’interfaccia utente più fluida e moderna.

Bonus per il preacquisto digitale e Collector’s Edition

Dragonflight è disponibile per il preacquisto digitale nelle versioni Base Edition (prezzo consigliato 49,99 $), Heroic Edition (prezzo consigliato 69,99 $), ed Epic Edition (89,99 $). Ogni edizione digitale include uno o più oggetti per aiutarti a unire le forze con gli Stormi dei Draghi mentre riconquistano il loro reame perduto:

  • Base Edition: include Drakks, una mascotte bonus per il preacquisto che ti accompagnerà nelle tue avventure.
  • Heroic Edition: include la mascotte bonus Drakks, la nuova mascotte Foskystrasza, un potenziamento per un personaggio di Dragonflight (livello 60) e una cavalcatura volante Plasmasogni Aggrovigliato.
  • Epic Edition: include tutti i bonus della Base e Heroic Edition, l’effetto per la Pietra del Ritorno dei Viaggiatori del Tempo, la Trasmogrificazione per testa Diadema del Custode della Magia, la Trasmogrificazione per schiena delle Ali del Risveglio in cinque varianti di colore, e 30 giorni di tempo di gioco.

Dragonflight è disponibile anche come set da collezione in scatola, che contiene un sacco di oggetti in aggiunta a una chiave digitale per la Epic Edition e la mascotte Drakks. Con il set da collezione, i giocatori possono esplorare lo sviluppo visivo di Dragonflight con il libro rilegato “The Art of Dragonflight”, migliorare la propria postazione con il tappetino del mouse di Alexstrasza e aggiungere una rappresentazione iconica dei cinque principali Stormi dei Draghi di Azeroth con il set di cinque spille da collezione.

Il set da collezione è disponibile oggi sul Blizzard Gear Store ufficiale al link https://gear.blizzard.com/collections/world-of-warcraft e verrà spedito più tardi quest’anno.

 

Cosa ne pensate community? Preacquisterete la nuova espansione Dragonflight di WoW? La discussione, come sempre, è aperta!

Articoli correlati: 

Asmongold verso la creazione di un’alternativa a ‘World of Warcraft’?

Asmongold verso la creazione di un’alternativa a ‘World of Warcraft’?

Profilo di Gosoap
 WhatsApp

Asmongold & World of Warcraft – La notizia dell’inizio di una strettissima collaborazione tra OTK e lo studio di produzione e sviluppo videoludico nota con il nome di Notorious (scusate il gioco di parole) ha destato una certa sorpresa nella community di appassionati del genere MMORPG, ed a ragion veduta.

Chi conosce infatti l’ambiente, sa che qualche tempo fa i noti streamer Asmongold (leggenda di World of Warcraft) e Mizkif, avevano iniziato una strettissima partnership che alla fine si è concretizzata nel gruppo che ha poi preso il nome di OTK. Ora il gruppo è ufficialmente entrato in contatto con Notorious, uno studio di sviluppo molto promettente che al suo interno può contare anche sul supporto di alcuni ex-sviluppatori di World of Warcraft.

Prima di lasciarvi alle considerazioni dei rappresentanti del primo progetto presentato, che prenderà il nome di ”Project Honor”, ci sovviene la domanda: e se finalmente vedremo un MMORPG che funzioni, a differenza delle proposte degli ultimi anni, che alla fine si sono rivelate spesso dei FLOP?

Asmongold, ora si che si può creare un World of Warcraft alternativo

“OTK e Notorious che si uniscono rappresentano quello che riteniamo essere il futuro dello sviluppo e della pubblicazione di giochi. Mai prima d’ora un gruppo di influencer delle nostre dimensioni ha collaborato con uno studio di giochi del calibro di Notorious. Crediamo che questa partnership cambierà per sempre lo sviluppo del gioco indie”.

“Abbiamo parlato a lungo dello sviluppo di giochi, quindi l’idea di collaborare con un team che si allinea così strettamente al modo in cui vediamo i giochi è stata un una follia.” – questo il brevissimo intervento di Asmongold sulla questione, che ha comunque pronunciato con tono speranzoso, non solo per il progetto, ma anche per come questo potrebbe cambiare per sempre il modo di concepire giochi.

Insomma, cosa ne pensate community? Come al solito la discussione è aperta!

Articoli Correlati: