WoD Villain Spotlight : Gul’Dan

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Il giovane ed ambizioso apprendista orco nacque nell’allora paradisiaco mondo di Draenor e divenne apprendista dell’all’epoca saggio Ner’zhul, che lo educò alla nobile magia sciamanica orchesca.
Quando il malvagio demone Kil’jaeden cercò di distruggere Draenor rendendo gli orchi una razza spietata (scopo di Kil’jaeden era quello di lanciare gli Orchi alla conquista di Azeroth, in modo da indebolire la sua gente in previsione dell’attacco dei suoi demoni) tentò dapprima di corrompere Ner’zhul, ed alla resistenza di esso volse gli occhi a Gul’dan.
Il giovane sciamano consegnò il maestro a Kil’jaeden ed apprese i segreti dell’empia magia demoniaca, facendo crescere il suo potere di giorno in giorno e formando il Concilio dell’Ombra, una setta che controllava gli orchi per portare a compimento il piano di Sargeras (il signore di Kil’jaeden, colui che era dietro a tutte le mosse di quest’ultimo).
Esigendo un ulteriore prova della sua lealtà, Kil’jaeden fece evocare a Gul’dan uno dei demoni più potenti; Mannoroth, il re dei signori delle fosse.
In seguito, durante la Seconda Guerra, dedicandosi allo studio di antichi testi che aveva trovato su Azeroth, Gul’dan scoprì l’esistenza di un potentissimo manufatto, l’Occhio di Sargeras, custodito in una delle isole circostanti il Maelstrom, nella misteriosa Tomba di Sargeras; dopo aver deciso quindi di dissociarsi da Kil’jaeden, l’orco guidò una spedizione nella cripta.
Ma Gul’dan pagò caro il prezzo del suo orgoglio: centinaia di Demoni lì nascosti attaccarono lui e i seguaci che l’avevano seguito. Nella battaglia che seguì, i seguaci di Gul’dan vennero massacrati e lo stesso orco, ferito a morte, fuggì nelle cripte scrivendo, mentre si addentrava, un resoconto dell’avventura nella Tomba sui muri (in lingua runica).
Morì lì, cadendo fra i corpi dei demoni che egli stesso aveva distrutto, avendoli attaccati con tutto il potere rimastogli in un ultimo impeto di autoconservazione.

Curiosità : Il Teschio di Gul’Dan canalizza una quantità mostruosa di potere demoniaco. Fu usato da Ner’zhul per aprire dei varchi mensionali e da Kadghar per chiudere il Portale Oscuro; Trovato da Illidan, gli permise di acquisire poteri sovraumani

Il teschio di Gul’Dan

 

In Warlords of Draenor, non si sà ancora che ruolo avrà Gul’Dan ; alcuni pensano che potrà ricoprire addirittura un ruolo simile a quello di Irathion in Mists of Pandaria.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701