WoD Hands-On : Bastioni di Roccianera Superiori (Parte Seconda)

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Benvenuti al Video Hands-on dedicato ai Bastioni di Roccianera Superiori , Parte 2!
Come nell’appuntamento precedente, vi mostreremo un video dei boss successivi rimasti, il Comandante Tharbek e Alafolle L’Indomabile.

Il primo inizia con un evento molto simile alla vecchia arena comprendente Npc Orchi e Draconici che provano a far fuori la compagine di Eroi sotto lo sguardo di Tharbek e di Zaela (una citazione dell’encounter originale dove c’era Nefarian) , dopo avercela fatta si avrà il tempo di prepararsi ad affrontare Tharbek sulla sua cavalcatura.
Il boss in sè all’inizio non è di particolare difficoltà perchè lancia una sorta di ravager “a-la Nazgrim” e null’altro ; quello che è mortale è invece il suo Razziacieli che oltre a fare una fiammata-conica frontale sputa veleno sul terreno di gioco.
Alla morte del Razziacieli il boss inizia a picchiare maggiormente il tank (va anche in berserk ogni tanto tirando delle belle botte!) , chargia un giocatore lontano a caso e invoca una schiera innumerevole di add quando scende sotto la soglia critica di vita segnando la fase burn in cui “deve morire”. Infatti, una volta morto, l’orda di ferro si ritirerà impaurita permettendoci di entrare nei meandri della fortezza.

Dopo una serie di pull rocamboleschi entreremo quindi nella zona in cui l’Orda di Ferro tiene i suoi animaletti draconici; in queste stanze è da segnalare la pericolosità di alcuni pull che rischiano di far wippare, l’uso dei CC non è un optional !
E alla fine arriviamo al Guardiano di Zaela, Alafolle l’Indomabile. Putroppo nei miei test ho potuto giocare questo boss solo in 4 giocatori (per altro inclini a morire nelle pozze!) e per questo motivo non ho potuto sconfiggerlo, ma ho trovato il boss estremamente divertente . In pratica, oltre ad una serie di void di fuoco a terra che costringono il gruppo ad una posizione “sparsa/spread”, il boss periodicamente sceglierà un lato della stanza da cui iniziare una fiammata che oneshotta ogni giocatore non tank e che costringerà il gruppo a correre nella direzione opposta.
Sceso abbastanza di vita, poi, il boss spiccherà il volo risvegliando una serie di draghetti e nel mentre bombarderà il Ponte per poi ricominciare la p1 ; solo alla fine (dove poi , rimasti in due, siamo morti 🙁 ) il boss scenderà direttamente sul campo di gioco per una fase “burn” che mi è sembrata semplice. C’è solo una meccanica di soft-enrage  per cui vengono accumulate delle stack crescenti sul tank .

[embedvideo id=”4_tLD8niC-8″ website=”youtube”]

 

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701