Uldir apre le sue porte: oggi al via la modalità normale ed eroica e la nuova season PVP!

Uldir apre le sue porte: oggi al via la modalità normale ed eroica e la nuova season PVP!

Profilo di Stak
 WhatsApp

La pericolosa ed importante incursione di Uldir è il primo contenuto ufficiale dell’end game di Battle for Azeroth che ha definitivamente aperto i suoi cancelli. Da diverse ore è infatti possibile giocare in questo raid in modalità normale o eroica mentre dal prossimo 12 Settembre sarà possibile affrontare la sfida al livello mitico: in questa nuova incursione dovremo affrontare e superare ben 8 boss e tra questi gli ultimi due sono Mythrax l’Annientatore e G’huun che fanno parte della terza ala del raid chiamata anche “Cuore della Corruzione“.

Tra le altre interessanti novità ricordiamo che da questa notte sono disponibili 6 nuovi boss eterni oltre al fatto che è regolarmente iniziata anche la prima stagione pvp di questo nuovo ciclo di World of Warcraft.
Di seguito tutti i dettagli.

È arrivato il momento giusto per affrontare molte nuove sfide su Azeroth… quale sceglierai per prima?

NELLE PROFONDITÀ DI ULDIR

Sono ora aperte le modalità Normale ed Eroica di Uldir.

Millenni fa, desiderosi di comprendere la natura del loro eterno nemico, i Titani costruirono questa struttura sotterranea per studiare e mantenere in quarantena gli esemplari catturati. Speravano che, studiando le energie del Vuoto che vincolano gli Dei Antichi alla ricerca di debolezze e reazioni, avrebbero trovato un modo per neutralizzarlo. Purtroppo, si sbagliavano. La struttura venne sigillata per impedire agli orrori di riversarsi su Azeroth. Ma di recente i sigilli sono stati spezzati…

Numero di boss dell’incursione: 8
Modalità: Ricerca delle incursioni, Normale, Eroica, Mitica
Livello: 120

5 settembre – Modalità Normale ed Eroica
12 settembre – Modalità Mitica; modalità Ricerca delle incursioni Ala 1: Sale del Contenimento (Taloc; M.A.D.R.E.; Zek’voz, Alfiere di N’zoth)
26 settembre – Modalità Ricerca delle incursioni Ala 2: Discesa Cremisi (Divoratore Fetido; Vectis; Zul, Rinato)
10 ottobre – Modalità Ricerca delle incursioni Ala 3: Cuore della Corruzione (Mythrax l’Annientatore; G’huun)


BOSS ESTERNI ORA DISPONIBILI!

Benché molte delle minacce più grandi alla pace di Azeroth siano tenute sotto chiave in antiche cripte o nascoste in fortezze montane, altre camminano sfacciatamente alla luce del sole. Nonostante il senso di sopravvivenza spinga i saggi a fuggire da questi terrori, la gloria attende i coraggiosi eroi che oseranno mettere alla prova il loro coraggio contro questi temibili avversari.

Sei nuovi boss esterni sono ora disponibili a Zandalar e a Kul Tiras.

T’zane (Nazmir) – Animato dal potente vudù della vicina necropoli, T’zane vaga per le paludi di Nazmir in cerca di nuove anime da consumare.

Ji’arak (Zuldazar) – Questo immenso pterrordattilo ha costruito il proprio nido sulle cime più alte di Zuldazar, dove l’aria è così rarefatta che anche respirare è difficile e la sopravvivenza di ogni forma di vita è messa a dura prova. Occasionalmente, scende verso le paludi sottostanti alla ricerca di cibi più nutrienti da portare alla propria prole.

Costrutto di Grandine (Drustvar) – Progettato dagli abitanti originari di Drustvar, il Costrutto di Grandine aveva lo scopo di difendere le terre dagli invasori. Purtroppo, anni di inattività lo hanno confuso e ora vede tutti i residenti come pericoli da eliminare.

Azurethos, il Tifone Alato (Kul Tiras) – Azurethos, il terrore dei mari di Kul Tiras, governa il potere dei venti e lo sfrutta per spingere i nemici via dal proprio territorio, provocare trombe marine e ribaltare navi. Si è guadagnato la reputazione di essere una delle bestie più pericolose di Kul Tiras.

Araldo della Guerra Yenajz (Valle dei Sacraonda) – Oscuri sussurri avvolgono la Valle dei Sacraonda, mentre voci su strane creature si diffondono nelle campagne e le famiglie marchiano le proprie porte con rune vendute dagli scribi locali. Spesso congedate come esagerazioni, ogni tanto le storie dei vecchi si rivelano meno pericolose dei terrori in agguato al di là della nostra vista.

Mangiadune Kraulok (Vol’dun) – Riverite da tutti i Troll, in particolare dagli Zandalari, le ossa dei rettili giganti di Zandalar sono diffuse su tutto il territorio. Con il propagarsi delle energie oscure tra le sabbie, alcune cose che dovevano restare morte ora non lo sono più. Kraulok cammina nuovamente per le dune, accecato dall’ira e dall’eterna agonia dei suoi ultimi momenti di vita. Sventura per coloro che incroceranno il percorso della bestia.

Sconfiggere l’Araldo della Guerra Yenajz, T’zane, il Mangiadune Kraulok, il Costrutto di Grandine, Ji’arak e Azurethos permette di compiere l’impresa Mostruosità scatenate.


LA STAGIONE 1 PVP È INIZIATA!

Hai ciò che serve per scalare le classifiche? La Stagione 1 di Battle for Azeroth inizia con nuove ricompense e due nuove arene: Presidio della Pesca e Mugambala.

RICOMPENSE PVP

Ogni settimana ci saranno nuove ricompense per il PvP e i Punti Conquista sono tornati come metro dell’attività PvP. Ogni settimana otterrai un pezzo di equipaggiamento PvP specifico, fino a ottenere un set completo di qualità crescente nel corso della stagione. I giocatori che partecipano alle attività di PvP classificato possono iniziare a far salire il proprio indice PvP per ottenere ricompense più potenti. Sia le ricompense settimanali che gli equipaggiamenti che otterrai alla fine degli scontri avranno livelli più alti man mano che il tuo indice salirà:

Tier PvP

Indice PvP

Non classificato 0 – 1.399
Combattente 1.400 – 1.599
Sfidante 1.600 – 1.799
Rivale 1.800 – 2.099
Duellante 2.100 – 2.399
Gladiatore 2.400+

Quando avrai ottenuto dei Punti Conquista, recati dal Maresciallo Gabriel nella locanda Sale e Canti, vicino al Porto dei Bracescura di Boralus, oppure da Xander Silberman presso Mugambala a Zandalar, per scambiarli con nuovi oggetti PvP. In quei posti troverai anche la nuova cassa PvP settimanale.

Troverai ulteriori informazioni sugli aggiornamenti al PvP classificato e sulle ricompense qui. Balza sul tuo avversario, trasla via oppure caricalo per entrare nel vivo dell’azione! Controlla le Classifiche PvP per scoprire chi ha ciò che serve per arrivare in cima.


STAGIONE 1 DELLE SPEDIZIONI MITICHE CON CHIAVI DEL POTERE

Abbiamo aggiunto un nuovo livello alle spedizioni mitiche con Chiave del Potere con l’introduzione delle stagioni, in linea con gli ultimi contenuti e ricompense. Come parte della Stagione 1, abbiamo introdotto un nuovo modificatore, Infestazione, che apparirà sulle Chiavi del Potere di livello 10 o superiore. Il modificatore Infestazione mostra le conseguenze della corruzione del dio del sangue G’huun, che colpirà alcuni dei presenti nella spedizione. Cambieremo questo terzo modificatore a ogni nuova stagione per tenere sempre sull’attenti i giocatori.

Chi arriverà in cima alle classifiche delle Spedizioni Mitiche con Chiave del Potere?


Cosa stai aspettando? Andiamo!

Spellbreak chiude i battenti, ma arrivano in soccorso Blizzard e World of Warcraft

Spellbreak chiude i battenti, ma arrivano in soccorso Blizzard e World of Warcraft

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

Spellbreak Blizzard – Sappiamo che la vita di un videogioco non è per niente facile e non tutti i giochi possono vantare anni di onorata carriera e in questi giorni l’ultimo ad abbandonare il panorama videoludico è Spellbreak. Anche se Blizzard potrebbe essere l’ancora di salvezza del team di sviluppo.

Spellbreak è uno degli ultimi arrivati nel mondo dei Battle Royale ed ha cercato di imporsi per la sua originalità nel gameplay, ma purtroppo non tutto è andato liscio ed è stata annunciata la chiusura dei server dal 2023.

Quindi anche Proletariat, lo studio di sviluppo del gioco, chiude i battenti? No per niente e bisogna ringraziare Blizzard e la nuova espansione Dragonflight di World of Warcraft. Già perché Blizzard ha proprio acquisito Proletariat per il suo MMORPG.

Proletariat ha nel suo novero sviluppatori esperti e veterani del settore e Blizzard non ha voluto farsi sfuggire l’occasione. Ben 100 dipendenti lavoreranno su WoW e, a più stretto giro adesso, a Dragonflight.

La mossa è stata fatta per rendere quanto più di qualità possibile il prossimo enorme contenuto di WoW. Il gruppo di Spellbreak, Proletariat, insieme a Blizzard, ci riusciranno? Non ci resta che attendere…

Voi cosa ne pensate di questa mossa di Blizzard?

Articoli correlati: 

World of Warcraft Dragonflight – Il preacquisto è disponibile!

World of Warcraft Dragonflight – Il preacquisto è disponibile!

Profilo di Stak
 WhatsApp

Blizzard Entertainment ha annunciato oggi che Dragonflight, la prossima espansione del gioco di ruolo multigiocatore di massa online World of Warcraft è ora disponibile per il preacquisto su www.worldofwarcraft.com e il suo lancio è previsto più tardi quest’anno.

In Dragonflight, i giocatori si imbarcheranno verso le Isole dei Draghi, il luogo d’origine dei draghi, dove i leggendari Aspetti hanno fatto ritorno per rivendicare la propria casa.

Le Isole dei Draghi contengono quattro nuove meravigliose zone che gli avventurieri potranno esplorare durante il loro viaggio verso il nuovo livello massimo 70: le vivaci Sponde del Risveglio, le verdi Pianure di Ohn’ahra, la grandezza della Vastità Azzurra e la splendente Thaldraszus. Il Volo Draconico, una nuova forma di spostamento per via aerea, permette ai giocatori di volare nei cieli di ogni area con stile, in sella a Drachi delle Isole dei Draghi personalizzabili.

Le isole sono la casa della nuova razza giocabile dei Dracthyr, che mescolano la magia degli Stormi dei Draghi in due specializzazioni, assalto a distanza e guaritore, con la nuova classe eroica dell’Evocatore, che inizia dal livello 58.

“Siamo emozionati nell’annunciare che porteremo la nostra prossima espansione ai giocatori più tardi quest’anno. Dragonflight è un ritorno ad Azeroth e alla libertà e all’esplorazione per la quale è conosciuto World of Warcraft” spiega il Produttore esecutivo Holly Longdale. “Questa è l’occasione per vivere di persona la storia delle leggendarie Isole dei Draghi, e di immergersi nel fantasy che da sempre è al centro dell’universo di Warcraft.”

Rivisitazione completa del sistema talenti

L’espansione introduce una rivisitazione completa del sistema dei talenti dei personaggi, che offre talenti significativi e d’impatto a ogni livello. Ci sono anche significativi aggiornamenti alle professioni di gioco, con i sistemi di incarichi di lavoro e specializzazione, insieme a un’interfaccia utente più fluida e moderna.

Bonus per il preacquisto digitale e Collector’s Edition

Dragonflight è disponibile per il preacquisto digitale nelle versioni Base Edition (prezzo consigliato 49,99 $), Heroic Edition (prezzo consigliato 69,99 $), ed Epic Edition (89,99 $). Ogni edizione digitale include uno o più oggetti per aiutarti a unire le forze con gli Stormi dei Draghi mentre riconquistano il loro reame perduto:

  • Base Edition: include Drakks, una mascotte bonus per il preacquisto che ti accompagnerà nelle tue avventure.
  • Heroic Edition: include la mascotte bonus Drakks, la nuova mascotte Foskystrasza, un potenziamento per un personaggio di Dragonflight (livello 60) e una cavalcatura volante Plasmasogni Aggrovigliato.
  • Epic Edition: include tutti i bonus della Base e Heroic Edition, l’effetto per la Pietra del Ritorno dei Viaggiatori del Tempo, la Trasmogrificazione per testa Diadema del Custode della Magia, la Trasmogrificazione per schiena delle Ali del Risveglio in cinque varianti di colore, e 30 giorni di tempo di gioco.

Dragonflight è disponibile anche come set da collezione in scatola, che contiene un sacco di oggetti in aggiunta a una chiave digitale per la Epic Edition e la mascotte Drakks. Con il set da collezione, i giocatori possono esplorare lo sviluppo visivo di Dragonflight con il libro rilegato “The Art of Dragonflight”, migliorare la propria postazione con il tappetino del mouse di Alexstrasza e aggiungere una rappresentazione iconica dei cinque principali Stormi dei Draghi di Azeroth con il set di cinque spille da collezione.

Il set da collezione è disponibile oggi sul Blizzard Gear Store ufficiale al link https://gear.blizzard.com/collections/world-of-warcraft e verrà spedito più tardi quest’anno.

 

Cosa ne pensate community? Preacquisterete la nuova espansione Dragonflight di WoW? La discussione, come sempre, è aperta!

Articoli correlati: 

Asmongold verso la creazione di un’alternativa a ‘World of Warcraft’?

Asmongold verso la creazione di un’alternativa a ‘World of Warcraft’?

Profilo di Gosoap
 WhatsApp

Asmongold & World of Warcraft – La notizia dell’inizio di una strettissima collaborazione tra OTK e lo studio di produzione e sviluppo videoludico nota con il nome di Notorious (scusate il gioco di parole) ha destato una certa sorpresa nella community di appassionati del genere MMORPG, ed a ragion veduta.

Chi conosce infatti l’ambiente, sa che qualche tempo fa i noti streamer Asmongold (leggenda di World of Warcraft) e Mizkif, avevano iniziato una strettissima partnership che alla fine si è concretizzata nel gruppo che ha poi preso il nome di OTK. Ora il gruppo è ufficialmente entrato in contatto con Notorious, uno studio di sviluppo molto promettente che al suo interno può contare anche sul supporto di alcuni ex-sviluppatori di World of Warcraft.

Prima di lasciarvi alle considerazioni dei rappresentanti del primo progetto presentato, che prenderà il nome di ”Project Honor”, ci sovviene la domanda: e se finalmente vedremo un MMORPG che funzioni, a differenza delle proposte degli ultimi anni, che alla fine si sono rivelate spesso dei FLOP?

Asmongold, ora si che si può creare un World of Warcraft alternativo

“OTK e Notorious che si uniscono rappresentano quello che riteniamo essere il futuro dello sviluppo e della pubblicazione di giochi. Mai prima d’ora un gruppo di influencer delle nostre dimensioni ha collaborato con uno studio di giochi del calibro di Notorious. Crediamo che questa partnership cambierà per sempre lo sviluppo del gioco indie”.

“Abbiamo parlato a lungo dello sviluppo di giochi, quindi l’idea di collaborare con un team che si allinea così strettamente al modo in cui vediamo i giochi è stata un una follia.” – questo il brevissimo intervento di Asmongold sulla questione, che ha comunque pronunciato con tono speranzoso, non solo per il progetto, ma anche per come questo potrebbe cambiare per sempre il modo di concepire giochi.

Insomma, cosa ne pensate community? Come al solito la discussione è aperta!

Articoli Correlati: