wow classic

Sospensioni e ban in arrivo per i “livellini” che interferiscono su WoW Classic

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

WoW Classic – Attraverso un nuovo annuncio pubblicato direttamente sul forum ufficiale, gli sviluppatori di World of Warcraft Classic hanno reso nota un’importante novità che riguarda la questline Scepter of the Shifting Sands…disponibile da poco con l’avvio della fase 5 e con l’apertura dei cancelli di Ahn’Qiraj.

In particolare, i devs hanno fatto sapere che sono in arrivo dei ban e delle sospensioni per i giocatori di basso livello che vengono “beccati” mentre disturbano i giocatori impegnati proprio nella questline, andando ad esempio ad alterare le statistiche dei boss ingaggiandoli mentre questi combattono contro altri giocatori.

Da ora in poi quindi, se troverete ancora divertente disturbare le sessioni dei giocatori impegnati con la Green Scepter Shard, potreste presto ritrovarvi con un account sospeso.

Ecco le parole del community manager Kaivax:

WoW Classic – Scepter of the Shifting Sands

We’ve seen reports that on some realms, players appear to be disrupting those who are working on the Green Scepter Shard portion of the Scepter of the Shifting Sands questline. Specifically, by bringing uninvolved and low-level characters to engage with a required enemy and buff its stats/abilities.

As we did in original WoW, Blizzard Customer Support is going to take action on players who participate in such griefing, which could include the suspension of the player’s account.

It’s important to note that the key factor here is the presence or absence of a PvP solution. Players who are doing the quest cannot stop same-faction players (or a Normal realm, any players) from running into a boss that has a mechanic that amplifies the boss from that behavior.

Thanks to those who brought this to our attention.

 

Cosa ne pensate di questa nuova soluzione? Vi siete imbattuti anche voi in problemi di questo tipo?
La discussione, come sempre, è aperta!

Articoli correlati: 

Marco "Stak" Cresta

Sono un appassionato di videogiochi fin da quando ne abbia ricordo e credo nella bontà del progresso che scaturirà grazie agli eSports anche a livello sociale. L'altra mia grande passione è da sempre stata l'attualità e la storia, motivo per il quale ho concluso il mio percorso di studi con la laurea in Scienze Politiche nell'Università calabrese di Cosenza.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701