#RoadToDraenor Parte 3: Los Burros!

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Benvenuti in questa nuova puntata di #RoadToDraenor! Questa volta, dopo i Cursed ed i B2B, saranno i Los Burros, gilda attualmente presente sul reame Pozzo dell’Eternità , a rispondere alle domande della redazione di Powned.it circa la nuova espansione in arrivo (di cui, lo ricordiamo, l’uscita è prevista fra meno di un mese) e, in generale, lo stato d’avanzamento del gruppo Raid. 
I Los Burros sono attivi da diverso tempo nella scena italiana di World of Warcraft ma adesso sono definitivamente pronti per affrontare al meglio la nuova espansione Warlords of Draenor .
Ecco l’intervista…vi auguriamo una buona lettura!

Los Burros wow

Ciao ragazzi e grazie per aver accettato questa intervista! Partiamo dalle origini per quelli che non dovessero conoscerle…come nascono i Los Burros?

Ciao a voi! Volevamo, prima di ogni altra cosa, ringraziarvi per la possibilità che ci avete dato. Parlando dei LB, diciamo che la nostra gilda nasce “grazie” (a malincuore a dire il vero!) al disband degli UE, da una conseguente fusione di giocatori provenienti appunto dagli UE, dagli Ex Guild (quelli della “vecchia guardia” non gli attuali) ed ovviamente dai Los Burros stessi con l’intenzione di fare progress seriamente ma, allo stesso tempo, cercando soprattutto di divertirci.

Come pensate di impostare la nuova espansione di WoW in ottica raid? Su internet c’è stato un gran parlare dei roster, dei raider…il toto nomi ecc. Siete pronti?

Il nostro obiettivo primario è fare progress serio e costante, questo ci porterà a scegliere sempre il miglior setup possibile ed i migliori players in raid. Ma, nonostante questa “voglia di progress”, non vogliamo dimenticarci del nostro lato social e del nostro voler divertirsi insieme. Diciamo che questo è e sarà sempre uno dei punti di forza della nostra gilda.

Avete salutato positivamente la modalità Mythic a 20 raider? o pensate fossero meglio i raid classici a 10 e 25 slot?

Sinceramente siamo molto incuriositi dalla modalità Mythic a 20 raiders, innanzitutto permette una race al progress unica, senza più due classifiche diverse e senza più battibecchi tra la difficoltà del 10 e quella del 25.
Oltre a questo, la modifica al numero dei partecipanti ai raid non potrà far altro che agevolare il rimescolarsi dei roster con il conseguente aumento del numero di gilde che potranno vantare un ottimo core di giocatori.
Tutto questo andrà solo ad avvantaggiare il progress e la competizione che genererà lo stesso.

Per quanto riguarda l’espansione vera e propria… molte voci confermano che con WoD ci sarà un enorme ritorno di utenza… cosa credete in merito? e se si, perché dal vostro punto di vista Draenor suscita e susciterà tutto questo entusiasmo?

Al momento sembra davvero una bella espansione, diciamo che è come un ritorno alle origini, un TBC innovativo. Devo dire inoltre che questo 20man ha suscitato molto interesse ma rimane comunque una mina vagante… sta tutto nelle loro mani (di Blizzard), come si giocheranno il nuovo lore, con raids e quant’altro. Staremo a vedere.

Il panorama italiano delle gilde di WoW, quando vissuto in modo propositivo, è capace di esprimere una meravigliosa ed emozionante (almeno per chi la segue) sfida al progress. Cosa pensate delle altre gilde concorrenti che saranno protagoniste di questa fantastica corsa?

Devo dire che con il disband degli UE il livello di competizione è aumentato, questo ha portato a dividerci in diversi gruppi, chi è stato assorbito da un’altra gilda, chi ne ha creata una “nuova” e chi è tornato nella “vecchia” gilda di appartenenza. Personalmente lo trovo davvero bello e divertente poter competere con altre gilde come aNc e Quantum Leap in primis! Alla fine senza competizione è tutto una noia e validi avversari sono sempre ben accetti! In ogni caso sono sicuro che ne vedremo delle belle e riusciremo a farci notare ed a dimostrare le nostre capacità!!

Grazie Los Burros per aver partecipato a questa rubrica! Buona fortuna per il progress! A presto.

Grazie a voi! Buon lavoro con Powned.it!

Marco "Stak" Cresta

Sono un appassionato di videogiochi fin da quando ne abbia ricordo e credo nella bontà del progresso che scaturirà grazie agli eSports anche a livello sociale. L'altra mia grande passione è da sempre stata l'attualità e la storia, motivo per il quale ho concluso il mio percorso di studi con la laurea in Scienze Politiche nell'Università calabrese di Cosenza.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701