I Quantum Leap salutano il competitivo di World of Warcraft

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Il competitivo di World of Warcraft della community italiana ha ricevuto poche ore fa una nuova e tristissima notizia: i Quantum Leap, storica gilda alleanza dalla storia quasi decennale, ha ufficialmente “appeso i guantoni al chiodo” comunicando il ritiro definitivo dalle corse al progress.
Sembra passata un’eternità da quando, sempre sulle pagine di Powned, comunicavamo gli esiti mozzafiato delle sfide tra i Quantum Leap e le altre gilde che lottavano per il podio italiano…quando gli officer dei QL punzecchiavano gli avversari (o venivano punzecchiati da questi) o quando ancora i “Nepe Calcoli” ci avrebbero dovuto aiutare a comprendere che il divario che c’era tra loro e gli sfidanti era più sottile di quel che sembrava (e non sempre era cosi…vero caro Nepenthes xD).

Sembra passata un’eternità si. Sicuramente da quando qualche mese fa i QL avevano dovuto subire degli importanti addii (alcuni dei quali assolutamente eccellenti come l’ormai ex GM Ursok) era stato messo in conto che i Quantum avrebbero passato un periodo tumultuoso e dagli esiti incerti…ma non avremmo mai potuto (e neanche voluto se è per questo) immaginare che poche ore dopo la kill di Kil’Jaeden avremmo anche assistito al definitivo abbandono di questa storica realtà.
I Quantum Leap non cessano di esistere oggi ma il 17 Novembre sarà per sempre ricordato dagli amanti del progress come il giorno in cui una delle 2/3 più storiche realtà della nazione deponeva le armi contro i boss in modalità mitica e la sfida nell’ucciderli il prima possibile.

Di certo non ha aiutato il posizionarsi in 615° posizione mondiale ed i quasi 40 giorni investiti sull’ultimo encounter del raid hanno certamente contribuito a far aumentare in modo esponenziale la mancanza di voglia per mettersi ulteriormente in discussione.
Oggi a perdere non è soltanto l’idea che c’era dietro questa gilda.
E’ nostra opinione che oggi, a perdere, sia stata l’intera scena nazionale di WoW che, anche grazie ai Quantum, ai Surge, agli ex “aNc” ed a tanti altri, ci ha fatto divertire, rosicare, gioire e commentare per diversi entusiasmanti anni!

Il comunicato ufficiale

Ebbene, con la kill di Kil’Jaeden e la chiusura di questo tier, ci ritroviamo ad annunciare con grande dispiacere, che la gilda Quantum Leap chiude le proprie attività all’interno del panorama Mitico Italiano.

Nata come gilda PVE softcore durante l’espansione Wrath of the Lich King (2008), è riuscita negli anni a scalare la classifica italiana, dimostrando di essere una delle realtà più solide e longeve del nostro paese. Dopo innumerevoli tier conclusi con successo, tra cui ricordiamo le First Kill Italiane di Helya (29/12/2016), Blackhand (07/04/2015), e della Grand Empress Shek’zeer (20/12/2012), ed alcune First Realm, la gilda ha ufficialmente deciso di rinunciare alla corsa al progress. Questa decisione, ponderata con cura, è stata scelta a causa dei recenti avvenimenti accaduti durante tutta Legion (fusioni, disband, ecc…), tra cui la decisione di alcuni giocatori importanti di cessare le proprie attività in gioco, a causa dell’eccessivo carico di “lavoro” dato dall’espansione. Tali problemi ci hanno portato a dover riorganizzare il roster parecchie volte, reclutando persone capaci e non, nella speranza di riuscire ad andare avanti. Questo tier in particolare però non ha condotto ai risultati sperati, né in termini di tempo, né in termini di prestazioni. Da qui, la decisione di rinunciare definitamente, o almeno per il momento, a qualsiasi tipo di raid softcore.

La gilda non cesserà di esistere, continuerà ad andare avanti grazie a quei giocatori che per anni l’hanno vista crescere, e che oggi hanno deciso (anche a causa di impegni personali) di rallentare, dedicandosi ai raid eroici e ad una fruizione più serena del gioco. Per tale motivo il modulo di application (che presto verrà aggiornato insieme al resto del sito) rimane attivo, ma non garantiamo in nessuno modo l’accesso alla gilda ed alle sue attività. Se tutti gli amici che in passato hanno avuto modo di giocare con noi, sono interessati a giocare for fun, sono i benvenuti.

Un ringraziamento va ovviamente a tutti i raider, officer e collaboratori che negli anni si sono succeduti, senza i quali nulla sarebbe stato possibile. Ed ovviamente, auguriamo buona fortuna a tutte le persone attualmente presenti in roster, che decideranno di trovare un altra gilda per proseguire il progress, ricordandogli che loggare la sera deve essere un momento di piacere, non di tortura. E i Quantum sono stati per tantissimi anni un luogo bellissimo in cui giocare.

Detto questo, vi diamo il nostro arrivederci a data futura, nel caso in cui ci saranno nuovamente le condizioni per poter raidare senza stress e problemi. Ci si vede su Azeroth!

Marco "Stak" Cresta

Sono un appassionato di videogiochi fin da quando ne abbia ricordo e credo nella bontà del progresso che scaturirà grazie agli eSports anche a livello sociale. L'altra mia grande passione è da sempre stata l'attualità e la storia, motivo per il quale ho concluso il mio percorso di studi con la laurea in Scienze Politiche nell'Università calabrese di Cosenza.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701