Quali sono le nuove Spedizioni di Shadowlands?

Quali sono le nuove Spedizioni di Shadowlands?

Profilo di Stak
 WhatsApp

Con una nuova anteprima pubblicata direttamente sul sito di World of Warcraft, gli sviluppatori di Blizzard hanno reso noti i primi dettagli relativi alle nuove spedizioni di Shadowlands.

Con il lancio della nuova espansione saranno ben otto i dungeon disponibili per i giocatori, ad iniziare dalla spedizione del Bastione chiamata Scia Necrotica, disponibile già al livello 51, e fino ad arrivare alle Profondità Sanguigne, dungeon che si trova all’interno del castello di Nathria e che sarà disponibile a partire dal livello 60.

Ecco quanto comunicato dagli sviluppatori sul sito ufficiale:

Il post sulle Spedizioni di Shadowlands

Grandi avventure ti aspettano nelle otto nuove spedizioni di Shadowlands: quattro per la progressione di livello e quattro per il livello massimo. Gli avventurieri otterranno l’accesso a ogni spedizione per la progressione man mano che progrediranno nelle diverse zone, ossia il Bastione, Maldraxxus, Selvarden e Revendreth.


Spedizioni del Bastione

Scia Necrotica

Con un inimmaginabile atto di tradimento, le forze di Maldraxxus, il regno incaricato di difendere le Terretetre, hanno invaso il Tempio del Coraggio. Hanno saccheggiato l’Animum e usato i Kyrian massacrati per alimentare le proprie pratiche oscure. Lasciate a se stesse, le forze necrotiche della necropoli di Zolramus saccheggeranno il Bastione, lasciando dietro di sé solo distruzione.

Livello: 51
Boss: 4
Modalità: Normale, Eroica e Mitica

  • Piagaossa: questa corpulenta massa di carne in putrefazione conosciuta come Piagaossa è stata amorevolmente realizzata dal Chirurgo Cucicarne. Ora, quest’abominio è impaziente di essere scatenato contro il Tempio del Coraggio.
  • Amarth, il Mietitore: Amarth supervisiona la mietitura dei cadaveri dall’alto della mostruosa creatura non morta Ossartiglio, volando sul campo di battaglia. Questo sadico comandante ha eliminato la Mano del Coraggio e ora è qui per l’Eletta.
  • Chirurgo Cucicarne: il Chirurgo Cucicarne è la mente dietro i terribili abomini provenienti dalla fortezza fluttuante di Zolramus. Si dedica alla sua arte con tutto il suo ingegno maniacale, per trasformare la carne dei nemici caduti in costrutti non morti da sfruttare come arma durante le guerre di Maldraxxus.
  • Nalthor il Vincolabrina: dalla cima di Zolramus, la ziggurat fluttuante, Nalthor il Vincolabrina comanda le forze che attaccano il Bastione. Il subdolo Lich intende far piovere morte e gelo sulle terre incontaminate del Bastione.

Guglie dell’Ascensione

In mezzo alle nuvole, pinnacolo degli ideali dei Kyrian, le Guglie dell’Ascensione sono il centro del potere dell’Arconte. Mai messa in discussione per innumerevoli eoni, la governante del Bastione ha da sempre impersonato le virtù del dovere e del servizio, ma a causa delle fratture nel credo degli Ascesi, provocate della siccità e dell’instabilità, il regno dell’Arconte di trova ad affrontare un pericolo inimmaginabile, quando uno dei suoi più fidati seguaci finisce sotto il controllo della malvagità.

Livello: 60
Boss: 4
Modalità: Eroica e Mitica

  • Kin-Tara: nonostante gli Aspiranti Kyrian abbiano dovuto aspettare pazientemente la loro tardiva ascensione durante la siccità d’Animum, gli Indegni non hanno avuto timore di concedere loro le tanto amate ali. Kin-Tara ha dimostrato il suo valore ai Kyrian Oscuri e ha appreso come dominare i cieli non appena è ascesa. Finché resterà ancora in piedi, le Guglie dell’Ascensione apparterranno a Devos.
  • Ventunax: Ventunax è una dei costrutti più letali degli Indegni, progettata in origine per testare il coraggio degli Aspiranti Kyrian. I movimenti della Pretoriana sono così rapidi che è come se scomparisse dalla vista dei suoi nemici.
  • Orifiron: Orifrion è una potente arma nell’avanguardia dell’Eletta della Lealtà. Il Colosso Oscuro ha dominato l’invasione della città grazie alla sua artiglieria alimentata dall’Animum, e ora difende con tenacia la fonte di potere dinanzi al Seggio dell’Arconte.
  • Devos, Eletta del Dubbio: Devos ha incarnato la lealtà fino a quando un’anima con un passato turbolento non è giunta al Bastione. I suoi dubbi l’hanno sopraffatta e condotta alla ribellione, aiutata dai poteri più oscuri delle Terretetre. Impadronirsi delle Guglie dell’Ascensione è stato solo il primo passo, ora la distruzione dell’Arconte è alla sua portata.

Spedizioni di Maldraxxus

Piagafunesta

Sotto le rovine della Casata delle Piaghe si cela una delle forze più distruttive che Maldraxxus abbia mai conosciuto. Coloro che bramano questo potere cercano tra i detriti irradiati di piaga in una corsa alla rivendicazione di quest’arma per sé stessi. Chiunque la troverà terrà tra le sue grinfie il destino delle Terretetre.

Livello: 53
Boss: 4
Modalità: Normale, Eroica e Mitica

  • Blobgrog: forse nessuno stabilirà mai l’esatta natura delle malattie e delle melme emerse a seguito della caduta della Casata delle Piaghe, ma l’ammasso di poltiglia e carne chiamato Blobgrog custodirà tale segreto con particolare zelo.
  • Dottor Skifus: la distruzione della Casata delle Piaghe e l’eruzione di poltiglia che ha seguito non rallenteranno il presunto genio del Dottor Skifus e dei suoi esperimenti folli.
  • Domina Lamatossica: Domina Lamatossica si affida a Piagafunesta come strumento della sua vendetta per la caduta della Casata degli Occhi. Nessuno le impedirà di recuperare l’arma nascosta tra le sue rovine, nemmeno i suoi vecchi alleati.
  • Margravio Stradama: tutti credevano che il Margravio Stradama avesse incontrato la sua fine nell’esplosione che distrusse la sua casata. In realtà, quell’esplosione non fece che donarle una nuova forma mostruosa, portandola alla pazzia e abbandonandola nel cuore dell’ormai caduta Casata delle Piaghe.

Teatro del Dolore

A Maldraxxus si viene costantemente valutati per dimostrare di essere i migliori a difesa delle Terretetre. Il posto migliore per dimostrare il proprio valore è il Teatro del Dolore. Una moltitudine di contendenti si affrontano nella speranza di arrivare a lottare contro uno dei campioni. Brutalità! Caos! Violenza! E ovviamente dolore! Solo i più forti diventano i campioni della propria casata e solo uno può essere il più forte di tutti.

Livello: 60
Boss: 5
Modalità: Eroica e Mitica

  • Affronto degli Sfidanti: i campioni non combattono contro la prima persona che passa. Prima, i contendenti si sfidano tra di loro per determinare chi è degno. Dessia la Decapitatrice, Paceran il Virulento e Sathel la Maledetta hanno unito i loro vari stili di combattimento per sbaragliare la concorrenza. Schiacceranno chiunque si trovi tra loro e il titolo.
  • Fendisangue: assetato di vittoria e di nuovi pezzi, Fendisangue è pronto a mostrare alla Casata dei Costrutti che può costruire il guerriero migliore. Da quando è arrivato a Maldraxxus, si è guadagnato ogni pezzo del suo corpo, ma continua la sua ricerca di pezzi adatti provenienti dai nuovi sfidanti.
  • Xav l’Immortale: Xav ha combattuto e sconfitto così tanti nemici che c’è una fila di contendenti che combattono per un’opportunità. Se tra di loro emergerà qualcuno, Xav saprà apprezzare una vera sfida.
  • Kul’tharok: Kul’tharok è un maestro delle arti necromantiche e dimostra che la forza bruta non è l’unico modo per arrivare in cima. La via per la vittoria passa per il suo labirinto di portali magici e poi oltre il suo massacro necrotico.
  • Mordretha, l’Imperatrice Eterna: dopo infinite battaglie e infinite vittorie, Mordretha ha sconfitto ogni avversario che l’ha sfidata. In vita era una maestra della magia oscura e il tempo che ha trascorso a Maldraxxus le ha fatto approfondire le sue conoscenze. Sarà questo il combattimento per il titolo che il Teatro del Dolore stava aspettando con trepidazione?

Spedizioni di Selvarden

Nebbie di Tirna Falcis

Livello: 55
Boss: 3
Modalità: Normale, Eroica e Mitica

Il bosco di Tirna Falcis è stato sempre protetto dai Silfi, un luogo sacro che si dice custodisca antichi segreti. Le leggende raccontano che un viandante poco accorto potrebbe ritrovarsi a vagare per l’eternità nei suoi sentieri avvolti dalla nebbia. Ma mentre la siccità di Animum consuma le foreste di Selvarden, i suoi nemici cercano di saccheggiarne la potente magia. Persino i nativi della regione sono spinti dalla fame e dalla disperazione a consumare ciò che la Regina dell’Inverno ha di più caro.

  • Ingra Maloch: costretti a un’esistenza al di fuori del ciclo della vita e della morte, i Drust ora cercano di sottrarsi al proprio destino utilizzando i meccanismi di rinascita di Selvarden. Il loro tentativo di conquista ora passa per Tirna Falcis, dove Ingra Maloch e i suoi seguaci usano la magia empia per soggiogare gli abitanti del posto.

 

  • Evocanebbie: Tirna Falcis è difesa da forze potenti, ma anche astute. L’Evocanebbie ha furbescamente sfruttato la nebbia per confondere e disorientare gli invasori. A causa dell’attacco dei Drust, l’Evocanebbie non è in grado di distinguere facilmente amici e nemici. Solo dopo aver risolto i suoi enigmi e vinto ai suoi giochi sarà possibile raggiungere il cuore di Tirna Falcis.
  • Tred’ova: I gorm sono giunti fino al limitare di Selvarden, divorando i gusci appassiti dei morti… Ma la belva chiamata Tred’ova si è rimpinzata di qualcosa di molto più prezioso: il Semebrado di Lakali, Loa della conoscenza. Ora che Tred’ova ha assaporato il potere e la saggezza del Loa, brama più della semplice sopravvivenza.

Aldilà (spedizione di livello massimo)

Bwonsamdi ha mantenuto un posto segreto nelle Terretetre, chiamato L’Aldilà. Quando i morti hanno iniziato a essere incanalati nella Fauce, Bwonsamdi ha nascosto molte anime nel suo piccolo dominio, tenendo al sicuro i suoi seguaci Troll. Ma così facendo ha infranto un vecchio accordo con Mueh’zala e ora l’antico Loa è venuto a prendersi quelle anime e a distruggere il loro guardiano. Bwonsamdi avrà bisogno di fare appello a un altro dei suoi accordi, per sopravvivere a questo assalto e proteggere le anime.

Livello: 60
Boss: 4
Modalità: Eroica e Mitica

  • Hakkar lo Scortica Anime: anche la sola presenza di Hakkar lo Scortica Anime ha causato dei tumulti su Azeroth. La violenza e le piaghe segnano il suo sangue e il suo inimmaginabile potere. Quelli a lui fedeli combattono fino alla morte, e oltre. Rinunciare al potere non è mai stata un’opzione per lui, nemmeno quando non è il proprio.
  • I Manalampo: onestà e fiducia assolute sono ciò che rende Millefica e Millhouse Manalampo una coppia così potente. Be’, l’onestà, la fiducia, un pizzico di magia e della tecnologia sperimentale. La combinazione armonica di questi quattro elementi rende i Manalampo la coppia più letale, pericolosa e disastrosa di sempre.
  • Fornitrice Xy’exa: la Fornitrice Xy’exa è un’astuta collezionista che brandisce diversi strumenti magici raccolti nel corso dei millenni, sfruttando la manipolazione dello spazio per restare sempre un passo avanti agli innumerevoli nemici che si è fatta nel corso dei suoi affari.
  • Mueh’zala: Padre del Sonno, Figlio del Tempo, Amico della Notte, Mueh’zala accompagnava i morti di Azeroth da molto prima che Bwonsamdi facesse il suo primo patto. Sa che un dio dovrebbe governare, e non elemosinare i suoi servitori e i suoi adoratori. I piani orditi nei tempi antichi per reclamare il potere daranno i loro frutti, una volta che avrà sistemato le cose con il suo sostituto ribelle.

Spedizioni di Revendreth

Sale della Redenzione

Sotto l’Accusatrice, le Sale della Redenzione erano un tributo alla missione di Revendreth. Per quanto riecheggiassero di sofferenze e peccati, tutto era finalizzato alla redenzione di anime al fine di impedire loro di cadere nella Fauce. Ma il nuovo Ciambellano Supremo ha deviato lo scopo originario delle sale, per risucchiarne egoisticamente tutto l’Animum, spesso al punto tale da impedire alle anime di riuscire a redimersi. Qualcuno deve porre fine alla depravazione cresciuta all’interno di queste mura.

Livello: 57
Boss: 4
Modalità: Normale, Eroica e Mitica

  • Halkias, Mastodonte Macchiato dal Peccato: le Pietre del Peccato sono dei registri inerti di trasgressioni passate. Le macchinazioni dei Venthyr depravati hanno permesso a Halkias, un enorme golem, di crescere col potere delle Pietre del Peccato trascurate. Le forze del Ciambellano Supremo hanno faticato ad arginarlo, suddividendo il suo Animum tra molteplici frammenti di golem fatti di Pietra del Peccato.
  • Eminenth: il possente Litogeno conosciuto come Eminenth ha sempre disprezzato gli estranei, specialmente i mortali. Egli osserva le Sale della Redenzione dal cielo ed è disposto a schiacciare chiunque tenti di violarne la soglia.
  • Gran Giudice Aleez: all’interno delle Sale della Redenzione, oltre il cortile e i Gargoyle, c’è una chiesa diversa da qualsiasi altra su Azeroth. Qui è dove il Gran Giudice Aleez presiede una congregazione di spiriti, che diffonde l’oscuro verbo di Sire Denathrius agli immeritevoli.
  • Ciambellano Supremo: il Ciambellano Supremo ha scalato i ranghi della società dei Venthyr con costanza e crudeltà, diventando un Mietitore dopo aver contribuito alla cattura della ribelle Accusatrice. Ora egli governa le sale dell’Accusatrice stessa, accumulando Animum e distorcendo il sacro processo di espiazione per i suoi scopi deviati.

Profondità Sanguigne

Nelle profondità del Castello di Nathria si trovano le Profondità Sanguigne, una prigione creata per ospitare i dissidenti più pericolosi di Sire Denathrius. I prigionieri vengono trattenuti qui per eoni, prosciugati del proprio Animum ai fini di ricerca e studio. La resistenza di Oblio del Peccato conosce uno di questi prigionieri, che potrebbe aiutare a spostare l’equilibrio di potere nella lotta contro Sire Denathrius a proprio favore. Hanno bisogno d’aiuto, però, per liberarlo.

Livello: 60
Boss: 4
Modalità: Eroica e Mitica

  • Kryxis il Vorace: Kryxis il Vorace percepì tutte le Scorte d’Animum presenti negli angoli più irraggiungibili delle Profondità Sanguigne, e la sua insaziabile bramosia di consumare una tale fonte d’energia lo portò alla follia. Dopo il recente squarcio formatosi a Revendreth, Kryxis ha trovato un modo per entrare nelle catacombe, con lo scopo di assorbire tutto l’Animum presente, fino all’ultima goccia.
  • Esecutore Tarvold: molti Venthyr considerano il tormento delle loro accuse e l’estrazione dei peccati e dell’Animum come loro sacro compito. La creatura conosciuta col nome di Esecutore Tarvold, al quale è stato permesso di provare un piacere perverso nel torturare i prigionieri, dimostra la depravazione di cui Revendreth è diventata preda.
  • Gran Supervisore Berillia: ci sono solo poche creature abbastanza antiche da sapere se il Gran Supervisore Berillia avesse appreso il suo spietato modello di studio a Revendreth, o se non avesse mai abbandonato quello specifico peccato. La crudeltà che ha usato per padroneggiare la magia d’Animum è stata rivolta su un nuovo e singolare prigioniero, il Naaru Z’rali. Comanderà la Luce di questa creatura a ogni costo.
  • Generale Kaal: il Generale Kaal è uno dei più grandi generali di Sire Denathrius e supervisiona tutte le operazioni a Revendreth. Forte, agile e astuto, il Generale Kaal sfrutta la sua destrezza e la sua infusione d’Animum per eliminare tutti coloro che osano opporsi al suo padrone.

 

Quale di questi dungeon vi ispira maggiormente? La discussione, come sempre, è assolutamente aperta!

Articoli correlati: 

L’Orda ha la sua TOP100 su Sepulcher! Ancora in “alto mare” l’Alleanza

L’Orda ha la sua TOP100 su Sepulcher! Ancora in “alto mare” l’Alleanza

Profilo di Stak
 WhatsApp

Orda Sepulcher – Durante la scorsa settimana si è finalmente andato a concludere il ranking Top100 delle gilde orda su Sepulcher of the First Ones.

Infatti, grazie alle ultime kill ottenute lo scorso 10 Maggio dagli americani di HC e Unity, e dagli europei di Pure e Экзекьют, si è andata a comporre la Hall of Fame ufficiale per quest’altra incredibile corsa al Progress.

Ricordiamo che la vittoria è andata agli Echo, seguiti dai Method, gli Skyline, gli SK Pieces ed i Liquid, con ben altre 4 gilde cinesi a seguire all’interno della top10.

Decisamente peggiore la situazione dell’Alleanza, con la Hall of Fame che al momento riporta solamente 12 organizzazioni in tutto il mondo. La prima di queste, i cinesi 绝世, sono riusciti ad abbattere la versione mitica del Jailer solamente l’11 di Aprile, a quasi un mese di distanza dalla World First Kill ottenuta sul medesimo boss dagli Echo.

L’aspetto più interessante da notare in questo caso, è che la maggioranza delle gilde Alleanza sono asiatiche, e che solamente una di queste, gli Honolulu di Sylvanas, gioca dall’Europa.

Andiamo a vedere tutti i dettagli con la Hall of Fame completa dell’Orda:

Clicca qui o l’immagine in basso, per accedere al ranking completo con i nomi di tutte e 100 le gilde che hanno concluso Sepulcher of the First Ones.

 

Il punto sul progress italiano

Per quanto riguarda la situazione delle org impegnate su Sepulcher, si segnala che gli Unreal di Nemesis si trovano al momento a 10/11, e da poco hanno iniziato il loro progress sul Jailer mitico.

Questa l’attuale Top10:

# Gilda/Server Progress
1 10/11 M
2 7/11 M
3 7/11 M
4 7/11 M
5 7/11 M
6 7/11 M
7 7/11 M
8 6/11 M
9 6/11 M
10 5/11 M

Cosa ne pensate di questa situazione community? Avreste mai immaginato una tale “emorragia” di gilde Alleanza nella scena occidentale di World of Warcrft?

La discussione, come sempre, è aperta!

Articoli correlati: 

La World First di Sunwell Plateau ottenuta da una gilda cinese!

La World First di Sunwell Plateau ottenuta da una gilda cinese!

Profilo di Stak
 WhatsApp

World First Sunwell Plateau – Straordinario risultato ottenuto da una gilda di un server cinese su World of Warcraft Classic!

Stiamo parlando degli Old School, gilda cinese dell’Orda che è riuscita in una manciata di minuti a completare il “nuovo” raid di Sunwell Plateau.

Pensate che per l’abbattimento di tutti i boss, compreso Kil’jaeden, è stato ottenuto in poco più di 50 minuti totali!

La run, che potrete trovare su Twitch cliccando qui, ha visto gli Old School avere la meglio su più di 100 gilde, che sono già riuscite ad ottenere il medesimo risultato.

Al momento sono poco meno di 150 le organizzazioni che sono riuscite a superare Kil’jaeden, con gli Avatar, i PROGRESS ed i WELCOME (tutte gilde Alleanza) che hanno concluso Sunwell a pochi minuti di distanza.

Gilde impegnate nella World First: anche i Midwinter salutano la scena! 

Dopo le notizie non positive giunte da casa SK Gaming sembra che anche un’altra storica protagonista delle World First si appresta ad appendere mouse e tastiera al chiodo.

La gilda è quella dei Midwinter, storica realtà nordamericana protagonista di tutti i raid di questi ultimi anni. Detentori di svariate World First come quella su Wrathion, su Maut o su Ursoc, i Midwinter hanno annunciato  con un triste post su Twitter lo scioglimento ufficiale del loro avventura.

Ecco il post:

Cosa ne pensate di questa vicenda community? Quella dei Midwinter è secondo voi una situazione isolata? La discussione, come sempre, è aperta!

Articoli correlati: 

Attacco DDoS a Blizzard: problemi di connessione nel server americano

Attacco DDoS a Blizzard: problemi di connessione nel server americano

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

Una situazione problematica si è verificata questa notte sui server di Blizzard ed ha portato grosse difficoltà a tutti i giocatori del server americano. Si tratta di un attacco DDoS che ha paralizzato i servizi dell’azienda di Irvine nel Nuovo Continente.

Per i meno avvezzi alla terminologia informatica, gli attacchi DDoS (Distributed Denial of Service) sono pratiche informatiche (di hacker) in grado di affollare i server delle aziende con un elevatissimo traffico di dati limitando o paralizzando del tutto i normali servizi.

Potete immaginare come questa pratica abbiamo interrotto il normale afflusso di dati sulla piattaforma Battle.Net. Il problema, però, è stato limitato solamente sul server americano, ma ha comunque provocato una marea di disservizi a migliaia di giocatori.

Molti soffrivano enorme latenza, mentre molti altri sono stati disconnessi senza possibilità di rientrare nei loro giochi preferiti per almeno un’ora, quando Blizzard ha annunciato di aver risolto il problema dell’attacco DDoS ed ha richiesto di riprovare a rientrare in game.

Per almeno un’altra ora, però, i giocatori hanno avuto problemi. Ma pian piano le cose sembrano esser rientrate e tutti i servizi ripartiti con la solita regolarità. Non si conoscono ancora i motivi di questo attacco DDoS, evento che non accade con frequenza elevata

Il tweet ufficiale

Che ne pensate di questa situazione? Avete avuto problemi sul server americano per l’attacco DDoS a Blizzard? Fateci sapere la vostra…

Articoli Correlati: