Per alcuni reami di WoW Classic le code di attesa potrebbero essere lunghe!

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Attraverso un nuovo intervento pubblicato sul forum ufficiale di World of Warcraft Classic, gli sviluppatori hanno reso note alcune interessanti informazioni circa lo stato dei server e della loro popolazione.

Secondo quanto riferito dal community manager Bornakk infatti, potrebbe essere una buona idea quella di creare un personaggio in un server con una popolazione inferiore di numero, cosi da evitare le lunghe code d’attesa previste per i prossimi giorni (specialmente quelli immediatamente successivi al lancio di fine Agosto) per entrare nel gioco.

Il post

As of now, a large number of WoW Classic characters have been created on the following realms. Players with characters on this realm are likely to experience severe queues at release.

  • Herod – PvP
  • Whitemane – PvP

We have updated the algorithm for the realm population tags so they more accurately reflect the expected population for that realm. The realms that are listed as “Full” are where we expect to see extended queues. If you’re concerned about long queue times affecting your play experience, you may want to consider creating characters on a lower population realm before the game releases on August 26 at 3:00 p.m. PDT.

Voi in quale server avete scelto di creare il vostro personaggio?
Preferirete giocare su un server “pieno” di persone con potenziali problemi di coda, o su uno più scarno a livello di popolazione (e quindi più facile da “joinare”)?

I server Europei

NomeTipoLinguaPopolazione
Gehennas (New)PvPIngleseTBA
GolemaggPvPInglesePieno
Hydraxian WaterlordsRPIngleseBassa
Mirage RacewayNormalIngleseBassa
Pyrewood VillageNormalIngleseBassa
ShazzrahPvPInglesePieno
Zandalar TribeRP-PvPIngleseBassa
AuberdineNormalFranceseBassa
SulfuronPvPFranceseBassa
EverlookNormalTedescoPieno
LucifronPvPTedescoPieno
Хроми (Chromie)NormalRussoBassa
Пламегор (Flamegor)PvPRussoBassa

 

Marco "Stak" Cresta

Sono un appassionato di videogiochi fin da quando ne abbia ricordo e credo nella bontà del progresso che scaturirà grazie agli eSports anche a livello sociale. L'altra mia grande passione è da sempre stata l'attualità e la storia, motivo per il quale ho concluso il mio percorso di studi con la laurea in Scienze Politiche nell'Università calabrese di Cosenza.