Nuova patch su Retail, su Classic e sulla beta di Burning Crusade!

Nuova patch su Retail, su Classic e sulla beta di Burning Crusade!

Profilo di Stak
 WhatsApp

Patch Burning Crusade – Questo Martedì è un giorno carico di update e di aggiornamenti per tutti i titoli legati al mondo di Azeroth e di World of Warcraft.

A partire da alcuni hotfix per la versione retail, fino ad arrivare a delle modifiche per Classic, andiamo quindi a scoprire quali sono stati tutti gli interventi scelti dai devs per questa settimana, iniziando proprio dalle modifiche che hanno colpito la versione di Shadowlands.

Per la versione retail la maggior parte delle modifiche riguarda il dungeon Sanguine Depths, che con il restart dei server subirà diversi interventi di bilanciamento ad alcuni dei personaggi che lo popolano.
Ecco quanto comunicato da Blizzard sul forum ufficiale:

Dungeons and Raids

  • Sanguine Depths
    • [With regional restarts] Dark Acolyte’s Dark Bolt cast time increased to 2 seconds (was 1.5 seconds).
    • [With regional restarts] Chamber Sentinel’s Craggy Fracture damage reduced by 20%, is cast less frequently, and now targets fewer players.
    • [With regional restarts] Za’rali’s Shining Radiance now removes all bleed effects, including Severing Slice and Grievous (Affix). The tooltip will be updated in a future patch to reflect this change.
    • [With regional restarts] Fixed an issue where Sinfall Boon ’s buff increased from killing non-combat creatures.
    • Grand Proctor Beryllia
    • General Kaal
      • [With regional restarts] Reduced the periodic damage of Wicked Gash by 33%.
  • Spires of Ascension
    • Devos
      • Fixed an issue where throwing a spear at Devos would fail to register a hit when it looked like it should.

 

Come dicevamo all’inizio dell’articolo, vi sono poi delle modifiche che riguardano da vicino anche la versione “Classic” di WoW, sia per quanto riguarda il Classic attualmente disponibile sul live, sia per la beta che sta in questo momento vedendo protagonista l’espansione Burning Crusade.

Iniziando proprio dall’ultima citata, nella beta abbiamo visto l’abilitazione delle Arena Skirmishes e dei Battlegrounds, che sono quindi finalmente disponibili per tutti i test del caso.
Sulla versione live abbiamo invece assistito al rilascio della patch 1.13.7, contenuto che introduce diversi aggiustamenti al gameplay (su tutti un aggiornamento al sistema di priorità dei buff) e poi anche delle modifiche per Naxxramas e per alcuni oggetti.

Ecco le note ufficiali:

Beta WoW Classic – Patch Burning Crusade

We’ve enabled Battlegrounds and Arena Skirmishes on the Badge of Justice realm, allowing those activities to be tested at level 70 with template characters. Speak to Donjon in Shattrath to be sent to Orgrimmar or Stormwind, where you’ll find “King” Dond offering gear suitable for PvP.

WoW Classic – Server Live

Chronoboon Displacer

  • Players who complete Chromie’s quests in Andorhal can obtain an ancient artifact of Bronze Dragonflight magic.
  • Use the Chronoboon Displacer to store any world buffs such as Rallying Cry of the Dragonslayer, Warchief’s Blessing, and Spirit of Zandalar for later use.
  • Click the Supercharged Chronoboon Displacer to restore your buffs with their previous remaining durations intact.
  • You may not benefit from additional world buffs until you have restored any that you currently have stored in the Supercharged Chronoboon Displacer.

Gameplay Adjustments

  • Beneficial buff priority system
    • Beneficial buffs are now prioritized, similarly to how debuffs have been prioritized.
    • This should help prevent situations where limited-duration or low impact buffs such as Renew, Rejuvenation, or 6-piece set bonuses would “push off” important buffs such as Rallying Cry of the Dragonslayer or Flask of the Titans when used on a player that is near the buff limit.
    • Mark of the Champion, Rune of the Dawn, and Seal of the Dawn’s benefits are now marked as “passive” auras and will no longer count towards the player buff cap.
  • Spell batching removed
    • The 400ms “spell batch” window has been reduced to 10ms.
    • This should cause most player abilities to behave in a more responsive way, with damage and healing applied to targets faster. Certain operations in the game now resolve faster, such as purchasing multiple quantities of items from vendors rapidly.
    • Paladin seals will now persist on the Paladin for a very short time after they’re replaced by a different seal, so that “seal twisting” remains possible.

Naxxrammas

  • There is now no area of the raised platform in Heigan the Unclean’s encounter space that is safe from Heigan’s mana burn while Heigan himself is on the platform.
  • Fixed a few areas in the Heigan the Unclean encounter space where Plague Waves could overlap and deal double damage.

Items

  • Made several fixes and improvements to the combat behavior of guardians summoned from items such as the Vanquished Tentacle of C’thun, Defender of the Timbermaw, and Arcanite Dragonling to make them more likely to engage in combat in a wider variety of situations.
  • Shadow Oil and Frost Oil can now proc while the player is on the Global Cooldown.
    • Developers’ note: Shadow Oil is still bound by an internal cooldown however, and this is intended.
  • Resolved an issue that caused the Barov Peasant Caller trinket to only spawn 1 Peasant.
  • Resolved several issues with the Eye of the Dead trinket:
    • Spells such as Chain Heal and Prayer of Healing now only consume a single charge.
    • Heal-over-time spells now properly consume a charge when used.

Bug Fixes

  • The Cryptstalker Headpiece is no longer missing part of the red eye glow effect.
  • Resolved an issue that caused the Brimstone Staff and Rhok’delar, Longbow of Ancient Keepers to not properly animate.
  • City Guards now once again correctly respond to /salute and /wave emotes.

 

Cosa ne pensate community?
La discussione, come sempre, è assolutamente aperta!

Articoli correlati: 

L’Orda ha la sua TOP100 su Sepulcher! Ancora in “alto mare” l’Alleanza

L’Orda ha la sua TOP100 su Sepulcher! Ancora in “alto mare” l’Alleanza

Profilo di Stak
 WhatsApp

Orda Sepulcher – Durante la scorsa settimana si è finalmente andato a concludere il ranking Top100 delle gilde orda su Sepulcher of the First Ones.

Infatti, grazie alle ultime kill ottenute lo scorso 10 Maggio dagli americani di HC e Unity, e dagli europei di Pure e Экзекьют, si è andata a comporre la Hall of Fame ufficiale per quest’altra incredibile corsa al Progress.

Ricordiamo che la vittoria è andata agli Echo, seguiti dai Method, gli Skyline, gli SK Pieces ed i Liquid, con ben altre 4 gilde cinesi a seguire all’interno della top10.

Decisamente peggiore la situazione dell’Alleanza, con la Hall of Fame che al momento riporta solamente 12 organizzazioni in tutto il mondo. La prima di queste, i cinesi 绝世, sono riusciti ad abbattere la versione mitica del Jailer solamente l’11 di Aprile, a quasi un mese di distanza dalla World First Kill ottenuta sul medesimo boss dagli Echo.

L’aspetto più interessante da notare in questo caso, è che la maggioranza delle gilde Alleanza sono asiatiche, e che solamente una di queste, gli Honolulu di Sylvanas, gioca dall’Europa.

Andiamo a vedere tutti i dettagli con la Hall of Fame completa dell’Orda:

Clicca qui o l’immagine in basso, per accedere al ranking completo con i nomi di tutte e 100 le gilde che hanno concluso Sepulcher of the First Ones.

 

Il punto sul progress italiano

Per quanto riguarda la situazione delle org impegnate su Sepulcher, si segnala che gli Unreal di Nemesis si trovano al momento a 10/11, e da poco hanno iniziato il loro progress sul Jailer mitico.

Questa l’attuale Top10:

# Gilda/Server Progress
1 10/11 M
2 7/11 M
3 7/11 M
4 7/11 M
5 7/11 M
6 7/11 M
7 7/11 M
8 6/11 M
9 6/11 M
10 5/11 M

Cosa ne pensate di questa situazione community? Avreste mai immaginato una tale “emorragia” di gilde Alleanza nella scena occidentale di World of Warcrft?

La discussione, come sempre, è aperta!

Articoli correlati: 

La World First di Sunwell Plateau ottenuta da una gilda cinese!

La World First di Sunwell Plateau ottenuta da una gilda cinese!

Profilo di Stak
 WhatsApp

World First Sunwell Plateau – Straordinario risultato ottenuto da una gilda di un server cinese su World of Warcraft Classic!

Stiamo parlando degli Old School, gilda cinese dell’Orda che è riuscita in una manciata di minuti a completare il “nuovo” raid di Sunwell Plateau.

Pensate che per l’abbattimento di tutti i boss, compreso Kil’jaeden, è stato ottenuto in poco più di 50 minuti totali!

La run, che potrete trovare su Twitch cliccando qui, ha visto gli Old School avere la meglio su più di 100 gilde, che sono già riuscite ad ottenere il medesimo risultato.

Al momento sono poco meno di 150 le organizzazioni che sono riuscite a superare Kil’jaeden, con gli Avatar, i PROGRESS ed i WELCOME (tutte gilde Alleanza) che hanno concluso Sunwell a pochi minuti di distanza.

Gilde impegnate nella World First: anche i Midwinter salutano la scena! 

Dopo le notizie non positive giunte da casa SK Gaming sembra che anche un’altra storica protagonista delle World First si appresta ad appendere mouse e tastiera al chiodo.

La gilda è quella dei Midwinter, storica realtà nordamericana protagonista di tutti i raid di questi ultimi anni. Detentori di svariate World First come quella su Wrathion, su Maut o su Ursoc, i Midwinter hanno annunciato  con un triste post su Twitter lo scioglimento ufficiale del loro avventura.

Ecco il post:

Cosa ne pensate di questa vicenda community? Quella dei Midwinter è secondo voi una situazione isolata? La discussione, come sempre, è aperta!

Articoli correlati: 

Attacco DDoS a Blizzard: problemi di connessione nel server americano

Attacco DDoS a Blizzard: problemi di connessione nel server americano

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

Una situazione problematica si è verificata questa notte sui server di Blizzard ed ha portato grosse difficoltà a tutti i giocatori del server americano. Si tratta di un attacco DDoS che ha paralizzato i servizi dell’azienda di Irvine nel Nuovo Continente.

Per i meno avvezzi alla terminologia informatica, gli attacchi DDoS (Distributed Denial of Service) sono pratiche informatiche (di hacker) in grado di affollare i server delle aziende con un elevatissimo traffico di dati limitando o paralizzando del tutto i normali servizi.

Potete immaginare come questa pratica abbiamo interrotto il normale afflusso di dati sulla piattaforma Battle.Net. Il problema, però, è stato limitato solamente sul server americano, ma ha comunque provocato una marea di disservizi a migliaia di giocatori.

Molti soffrivano enorme latenza, mentre molti altri sono stati disconnessi senza possibilità di rientrare nei loro giochi preferiti per almeno un’ora, quando Blizzard ha annunciato di aver risolto il problema dell’attacco DDoS ed ha richiesto di riprovare a rientrare in game.

Per almeno un’altra ora, però, i giocatori hanno avuto problemi. Ma pian piano le cose sembrano esser rientrate e tutti i servizi ripartiti con la solita regolarità. Non si conoscono ancora i motivi di questo attacco DDoS, evento che non accade con frequenza elevata

Il tweet ufficiale

Che ne pensate di questa situazione? Avete avuto problemi sul server americano per l’attacco DDoS a Blizzard? Fateci sapere la vostra…

Articoli Correlati: