Nuova ondata di ban su World of Warcraft

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Attraverso un nuovo post pubblicato sul sito ufficiale di World of Warcraft, il community manager Kaivax ha fatto sapere che il 26 Aprile è partita una nuova ondata di ban su Azeroth.

Il CM ha infatti reso noto che nelle ore passate sono stati bloccati moltissimi account di gioco, beccati ad infrangere uno o più dei punti del TOS attraverso l’utilizzo di programmi vietati: la stragrande maggioranza dei ban ha colpito gli utilizzatori di bot (o comunque di programmi che automatizzano le azioni di gioco) anche se, almeno in un primo momento, non sono stati gli unici a subire il martello di Blizz.

Fonte: Reddit

Tra i ban infatti erano stati coinvolti in un primo momento anche i giocatori che utilizzavano programmi di “character model alteration“, uno su tutti il diffusissimo tmorph.
Dopo poco però Blizzard è nuovamente intervenuta sui social, forse resisi conto dell’eccessiva forza di questo ban wave gli sviluppatori annunciavano infatti che i ban per questo tipo di programmi erano stati convertiti in semplici Warning.

Ora è chiaro, una volta per tutte ed a tutta la community, che anche i programmi che non alterano direttamente il gameplay o le azioni che si possono fare su WoW sono a rischio e pertanto sarebbe meglio provvedere con la loro più immediata rimozione.

Marco "Stak" Cresta

Sono un appassionato di videogiochi fin da quando ne abbia ricordo e credo nella bontà del progresso che scaturirà grazie agli eSports anche a livello sociale. L'altra mia grande passione è da sempre stata l'attualità e la storia, motivo per il quale ho concluso il mio percorso di studi con la laurea in Scienze Politiche nell'Università calabrese di Cosenza.