Legion – LE CLASSI – Druido

Profilo di Anthrax
 WhatsApp

Penultimo appuntamento con LE CLASSI!! Il druido, la classe ibrida per eccellenza, necessita di alcune modifiche..vero? Leggiamo quali saranno!

Anteprima delle classi di Legion - Druido

Benvenuti alla nostra serie di anteprime delle classidi World of Warcraft: Legion. In questa puntata, esploreremo il Druido. Per scoprire quali cambiamenti ci sono in serbo per le altre classi, controllate la panoramica.

Continuiamo la nostra anteprima delle classi e specializzazioni di World of Warcraft: Legion con l’analisi del Druido. Ci vogliamo concentrare sull’identità di classe, discutendo nuovi progetti e presentando le abilità più importanti di ogni specializzazione, che sono poi le informazioni di base sulle quali abbiamo creato talenti e Artefatti. Tenendo tutto ciò a mente, vediamo cosa significa essere un Druido in World of Warcraft.

Guardiani della natura che cercano di preservare l’equilibrio e proteggere la vita, i Druidi hanno una versatilità senza pari sul campo di battaglia. Ciò è dovuto in parte al fatto che il druidismo è molto più di una disciplina di combattimento. È un ordine culturale ricco di tradizioni così antiche che l’origine della loro classe risale a una mitologia vecchia di millenni.

I Druidi sfruttano l’energia grezza della natura per avere un’incredibile varietà di abilità offensive e difensive, e per rigenerare la salute di chi è ferito. Attraverso la comunione con la natura e con il semidio Cenarius, il Signore della Foresta, i Druidi sono soprannaturalmente dotati del dono dei mutaforma, che consente loro di trasformarsi in ogni sorta di creatura della natura, e di accedere a poteri straordinari.

Famosi per le numerose abilità ibride e la capacità di mutare forma, i Druidi sono stati divisi in ben quattro specializzazioni. In Legion, il grosso dei cambiamenti si concentrerà sullo stile di gioco della specializzazione Equilibrio, su una più forte coesione delle abilità dei Druidi Guardiani Ferini con il loro tema e su alcune novità riguardo le abilità che ne mutano la forma, per sottolineare le differenze tra le funzioni delle varie forme.

L’utilizzo delle varie forme in diverse situazioni è stato difficile per molti anni, sia a causa della mancanza di talenti al di là della specializzazione che rendessero le forme mutate più forti, sia perché il processo stesso si è rivelato confuso e contorto. Per risolvere questo problema, abbiamo scelto una nuova strada, sostituendo Cuore Selvaggio con una nuova fila completa di talenti di Affinità, che essenzialmente permettono a ogni Druido di scegliere una specializzazione secondaria tra le altre tre.

Le affinità forniscono due vantaggi. In primo luogo, sono delle abilità passive utili in ogni momento, anche mentre si sta ricoprendo il ruolo principale. In secondo luogo, forniscono accesso a più competenze chiave da utilizzare nella rispettiva forma mutata. Per darvi un’idea di come la scelta della vostra Affinità impatterà sullo stile di gioco, indipendentemente dalla forma in cui siete, ecco uno sguardo alle abilità passive che forniscono:

  • Affinità dell’Equilibrio
    • Influenza Astrale: aumenta la portata degli incantesimi, delle abilità e degli attacchi automatici di 5 m.
  • Affinità dell’Aggressore Ferino
    • Rapidità Felina: aumenta la velocità di movimento del 15%.
  • Affinità del Guardiano Ferino
    • Pelle Spessa: riduce tutti i danni subiti del 10%.
  • Affinità della Rigenerazione
    • Dono di Ysera: cura costantemente il Druido, o gli alleati se il Druido è già al massimo di salute.

Diversamente da Cuore Selvaggio, le Affinità non sono benefici temporanei. Questo accesso migliorato a una specializzazione secondaria, raggiunto attraverso una meccanica di gioco più pulita, consente ai Druidi di qualsiasi specializzazione di prendere decisioni di combattimento situazionali.

Equilibrio

Gli elementi che scolpiscono la forma dell’universo sono forze fluide della natura. Alcuni esseri cercano di piegare la potenza degli elementi alla propria volontà. I Druidi, invece, sono devoti agli spiriti protettori della natura. Molto tempo fa, il costante equilibrio della natura si è incrinato, lasciando il mondo vulnerabile a eventi catastrofici, tra cui la prima invasione della Legione Infuocata.

Sfruttando i sacri poteri della luna, del sole e delle stelle, i Druidi dell’Equilibrio usano la magia arcana e della natura, resa ancora più potente grazie all’abilità Mutaforma, che consente all’incantatore di assumere la Forma del Lunagufo, per aiutare a sconfiggere ogni squilibrio che minacci l’ordine naturale di tutte le cose.

“i Druidi dell’Equilibrio usano la magia arcana e della natura per aiutare a sconfiggere ogni squilibrio che minacci l’ordine naturale di tutte le cose.”

Stile di gioco

I Druidi dell’Equilibrio hanno avuto una serie di rotazioni cicliche nel corso degli anni. Il problema di progettazione principale è che queste rotazioni costringono i giocatori a guardare spesso gli indicatori dell’interfaccia, lanciando incantesimi con una sequenza in gran parte predeterminata. In Legion, cercheremo di fornire un’esperienza di combattimento flessibile, dove sia possibile utilizzare le abilità che si preferiscono, ognuna con un suo scopo preciso. La barra che indicava le Eclissi è stata sostituita da una nuova risorsa, il potere astrale, che viene accumulata e spesa, fornendo una piattaforma su cui costruire sequenze di abilità con effetti interessanti, coinvolgenti e potenti. Lo stile di gioco dei Druidi dell’Equilibrio sarà incentrato sul mantenimento dei danni periodici, sull’accumulo di potere astrale con Assalto Lunare e Ira Solare e sul suo consumo con Cometa Arcana o Pioggia di Stelle.

Ecco le abilità fondamentali della specializzazione Equilibrio:

  • Fuoco Lunare
    • 45 metri di portata, istantaneo.
    • Un rapido raggio lunare brucia un nemico, infliggendo lievi danni da arcano istantaneamente e ingenti danni da arcano aggiuntivi in 18 secondi.
    • Utilizzabile in Forma d’Orso.
  • Fuoco Solare
    • 45 metri di portata, istantaneo.
    • Un rapido raggio solare brucia un nemico, infliggendo lievi danni da natura istantaneamente e ingenti danni da natura aggiuntivi in 14 secondi al bersaglio primario e a tutti i nemici entro 5 metri.
  • Assalto Lunare
    • 45 metri di portata, 2,5 secondi di lancio.
    • Evoca un attacco di energia lunare, infliggendo ingenti danni da arcano al bersaglio e lievi danni da arcano a tutti gli altri nemici entro 5 metri.
    • Genera 15 potere astrale.
  • Ira Solare
    • 45 metri di portata, 1,5 secondi di lancio.
    • Scaglia una sfera di energia solare contro il bersaglio, infliggendo moderati danni da natura.
    • Genera 9 potere astrale.
  • Cometa Arcana
    • 40 potere astrale, 45 metri di portata, istantaneo.
    • Lancia una cometa di energia stellare sul bersaglio, infliggendo ingenti danni astrali.
    • Fornisce Potenziamento Lunare e Solare, che aumentano rispettivamente i danni inflitti dal successivo Assalto Lunare o Ira Solare del 30%. Ciascun Potenziamento si accumula fino a 3 volte.
  • Pioggia di Stelle
    • 60 potere astrale, 45 metri di portata, istantaneo.
    • Richiama delle ondate di stelle cadenti su una posizione bersaglio, infliggendo ingenti danni astrali in 8 secondi.
    • I nemici nell’area d’effetto subiscono il 30% di danni aggiuntivi da Fuoco Lunare e Fuoco Solare.
  • Maestria: Luce Stellare
  • Aumenta i danni inflitti da Cometa Arcana e Pioggia di Stelle, e dei loro potenziamenti, del 30% (con la maestria fornita da un equipaggiamento standard).

Inoltre, per darvi un’idea di come alcuni talenti possano integrarsi con quanto detto, ecco un esempio di un talento specifico per la specializzazione Equilibrio:

  • Benedizione degli Antichi
    • Istantaneo
    • Fornisce una benedizione, attivando o scambiando uno dei seguenti effetti benefici:
      • Benedizione di Elune: aumenta il potere astrale generato da Ira Solare e Assalto Lunare del 50%.
      • Benedizione di An’she: genera 3 potere astrale ogni 2 secondi.

Aggressore Ferino

Anche i Druidi Aggressori Ferini cercano di contenere lo squilibrio nelle energie della natura. Essi rispettano la fantastica complessità del mondo fisico e il delicato intrecciarsi dello scopo intrinseco di tutte le creature viventi. Sulla terra o sotto il mare, in una giungla lussureggiante o nel deserto arido, la morte è parte del ciclo della vita. La natura è un’eterna danza di equilibri tra predatore e preda.

In quanto mutaforma, i Druidi Aggressori Ferini anelano a una maggiore comprensione di questa verità. Essi cercano una connessione viscerale con la natura selvaggia, che si manifesta in combattimento nella loro Forma Felina. Gli Aggressori Ferini sono predatori agili e feroci, che squarciano, mordono e fanno sanguinare i loro nemici. Le forze del caos restano soggiogate dalla furia primordiale dei Druidi.

Gli Aggressori Ferini sono predatori agili e feroci, che squarciano, mordono e fanno sanguinare i loro nemici.

Stile di gioco

I Druidi Aggressori Ferini hanno una solida base di gioco allineata con l’immaginario della loro classe. In Legion le modifiche sono quindi lievi, concentrate sulle opzioni di scelta dei talenti, che forniscono una gamma più ampia di personalizzazione del combattimento. Rendere Ruggito Selvaggio opzionale nell’albero dei talenti in Warlords of Draenor ha funzionato bene nell’apertura di nuove opportunità di gioco. Ora vogliamo allargare ulteriormente questo approccio, affiancando a Ruggito Selvaggio due alternative interessanti, che portano a diversi stili di gioco.

Ecco le abilità fondamentali della specializzazione Aggressore Ferino:

  • Artigliata
    • 40 energia, portata di mischia, istantaneo.
    • Artiglia il bersaglio, infliggendo moderati danni fisici. Fornisce 1 punto combo.
    • Aumenta i danni inflitti ai bersagli sanguinanti del 20%.
    • Quando si è in modalità furtiva, Artigliata infligge il 20% di danni aggiuntivi e ha il doppio della probabilità di critico.
  • Graffio
    • 35 energia, portata di mischia, istantaneo.
    • Graffia il bersaglio, infliggendo lievi danni da sanguinamento istantaneamente e ingenti danni da sanguinamento aggiuntivi in 15 secondi. Riduce la velocità di movimento del bersaglio del 50% per 12 secondi. Fornisce 1 punto combo.
    • Quando si è in modalità furtiva, Graffio stordisce il bersaglio per 4 secondi.
  • Squarcio
    • 30 energia, 1-5 punti combo, portata di mischia, istantaneo.
    • Mossa risolutiva che infligge ingenti danni da sanguinamento in 24 secondi. I danni aumentano in base ai punti combo.
  • Morso Feroce
    • 25 energia, 1-5 punti combo, portata di mischia, istantaneo.
    • Mossa risolutiva che infligge danni per punto combo e consuma fino a 25 energia aggiuntiva per aumentare i danni inflitti fino a un massimo del 100%.
    • Se utilizzato su un bersaglio con meno del 25% di salute restante, rinnova la durata dell’effetto di Squarcio.
    • Probabilità di critico raddoppiata contro bersagli sanguinanti.
  • Presagio di Lucidità
    • Passivo.
    • Gli attacchi automatici hanno una probabilità di ridurre il costo in energia della successiva abilità in Forma Felina del 100%.
  • Furia Primordiale
    • Passivo.
    • Infliggere un colpo critico con un attacco che fornisce punti combo fornisce 1 punto combo aggiuntivo.
    • I danni periodici non possono attivare questo effetto.
  • Maestria: Artigli Affilati
    • Aumenta i danni inflitti dalle abilità di sanguinamento in Forma Felina del 60% (con la maestria fornita da un equipaggiamento standard).

Inoltre, per darvi un’idea di come alcuni talenti possano integrarsi con quanto detto, ecco un esempio di un talento specifico per la specializzazione Aggressore Ferino:

  • Ferite Frastagliate
    • Passivo.
    • Squarcio, Graffio e Falciata infliggono danni normali ma in un tempo ridotto del 33%.

Guardiano Ferino

Come i loro fratelli e sorelle selvatici, i Druidi Guardiani Ferini sono in sintonia con l’equilibrio della natura nelle zone selvagge del regno animale. Essi entrano in comunione con le forze naturali per capire come la vita persevera attraverso le avversità. Essi sanno che la sopravvivenza delle creature dipende dalla capacità di proteggere al meglio se stessi e i propri cari. In questo, i Guardiani Ferini trovano un valore profondo e armonioso costante, riconoscendo sempre che tale solidità richiede una controparte in ferocia per scongiurare i pericoli.

Assumendo la Forma d’Orso, i Druidi Guardiani Ferini diventano muri invalicabili di pelliccia, artigli, denti e rabbia, aiutati dalle forze della natura, inamovibili tra gli alleati e le minacce avversarie.

Assumendo la Forma d’Orso, i Druidi Guardiani Ferini diventano muri invalicabili di pelliccia, artigli, denti e rabbia, aiutati dalle forze della natura, inamovibili tra gli alleati e le minacce avversarie.

Stile di gioco

Ci sono temi molto ricchi riguardanti i Druidi Guardiani Ferini, ma lo stile di gioco non riesce a riproporli tutti. In particolare, i Guardiani Ferini hanno sempre avuto un forte accento sulla prevenzione dei danni e sanno schivare gli attacchi più di qualsiasi altro difensore, anche grazie ad abilità che potenziano questa caratteristica. Tuttavia, tutto ciò non si sposa bene con il loro immaginario. I Druidi Guardiani Ferini si suppone sopravvivano grazie alla loro tenacia, alla pelle spessa, alla potente capacità di recupero e alla veloce rigenerazione di salute. Per questo, abbiamo riprogettato varie parti delle abilità di combattimento di questi Druidi, concentrandoci sulle idee base della loro difesa, ossia salute, armatura, mitigazione e rigenerazione, e tralasciando invece la capacità di schivata.

Ecco le abilità fondamentali della specializzazione Guardiano Ferino:

  • Dilaniamento
    • Portata di mischia, istantaneo, 6 secondi di tempo di recupero.
    • Dilania il bersaglio, infliggendo ingenti danni fisici e riducendone la velocità di movimento del 50% per 12 secondi. Infligge il 20% di danni aggiuntivi ai bersagli sanguinanti.
    • Genera 5 rabbia.
  • Lacerazione
    • Portata di mischia, istantaneo, 3 secondi di tempo di recupero.
    • Lacera il bersaglio nemico, infliggendo moderati danni da sanguinamento istantaneamente e moderati danni da sanguinamento aggiuntivi in 15 secondi. Si accumula fino a 3 volte.
    • Lacerazione ha una probabilità del 25% di azzerare il tempo di recupero di Dilaniamento.
  • Falciata
    • Istantaneo, 6 secondi di tempo di recupero.
    • Colpisce tutti i bersagli entro 8 metri, infliggendo lievi danni da sanguinamento istantaneamente e moderati danni da sanguinamento aggiuntivi provocati da Lacerazione in 15 secondi.
  • Fuoco Lunare
    • 40 metri di portata, istantaneo.
    • Un rapido raggio lunare brucia un nemico, infliggendo lievi danni da arcano istantaneamente e ingenti danni da arcano aggiuntivi in 12 secondi.
    • Utilizzabile in Forma d’Orso.
  • Difesa
    • Vello di Ferro
      • 40 rabbia, istantaneo.
      • Aumenta l’armatura del 100% per 6 secondi.
      • L’effetto non si accumula.
    • Marchio di Ursol
      • 40 rabbia, istantaneo.
      • Riduce i danni magici subiti del 30% per 6 secondi.
    • Rigenerazione Furiosa
      • 10 rabbia, istantaneo, 20 secondi di ricarica, 2 cariche.
      • Rigenera salute pari al 100% di tutti i danni subiti negli ultimi 6 secondi in 6 secondi (minimo il 5% della salute massima).
    • Maestria: Guardiano della Natura
      • Aumenta la salute massima e le cure ricevute del 40% (con la maestria fornita da un equipaggiamento standard).
      • Aumenta la potenza d’attacco del 20% (con la maestria fornita da un equipaggiamento standard).

Inoltre, per darvi un’idea di come alcuni talenti possano integrarsi con quanto detto, ecco un esempio di un talento specifico per la specializzazione Guardiano Ferino:

  • Impatto Lacerante
    • Passivo.
    • L’effetto di sanguinamento di Lacerazione riduce i danni inflitti al Druido da quel bersaglio e aumenta i danni che quel bersaglio subisce dal Druido del 3% per accumulo.

Rigenerazione

I tanti doni della natura a volte devono essere ricambiati. I Druidi della Rigenerazione cercano l’ordine nel mondo attraverso le sue molteplici forme di vita. Amici allo stesso modo di flora e fauna, questi Druidi celebrano la nascita e la crescita. Dove c’è degrado, portano ringiovanimento. Dove c’è affievolimento, portano vigore. La vita non solo ha bisogno di protezione: ha bisogno anche di nutrimento.

Per favorire quest’armonia, i Druidi della Rigenerazione entrano in sintonia con la flora della natura, traendo ispirazione dal fiori, dai germogli, dai semi, dalle spore dei funghi e della crescita degli alberi. Come la natura, i Druidi della Rigenerazione preferiscono la pazienza e la persistenza, fondamenta su cui tutta la vita nasce e cresce. Così, essi sfruttano questo potere per curare le ferite degli alleati e impedire loro di cadere in battaglia.

I Druidi della Rigenerazione cercano l’ordine nel mondo attraverso le sue molteplici forme di vita.

Stile di gioco

I Druidi della Rigenerazione hanno un tema chiaramente definito e c’è molta armonia nel modo in cui funziona la specializzazione. Di conseguenza, hanno ricevuto modifiche minime. C’era dello spazio per migliorare la loro maestria, essendo praticamente diventata un effetto passivo. L’abbiamo quindi riprogettata per sottolineare la stratificazione delle cure periodiche, rendendo lo stile di gioco più appassionante, ma sempre all’interno dell’immaginario della Rigenerazione.

Ecco le abilità fondamentali della specializzazione Rigenerazione:

  • Maestria: Armonia
    • Aumenta le cure fornite del 10% per ogni effetto periodico di Rigenerazione attivo sul bersaglio.
  • Tocco Curativo
    • 2% del mana, 40 metri di portata, 2,5 secondi di lancio.
    • Cura un bersaglio alleato di una discreta quantità di salute.
  • Ricrescita
    • 3,7% del mana, 40 metri di portata, 1,5 secondi di lancio.
    • Cura un bersaglio alleato di una discreta quantità di salute e di una lieve quantità di salute aggiuntiva in 12 secondi.
    • Ricrescita ha una probabilità di critico aumentata del 60%.
  • Rinvigorimento
    • 1,9% del mana, 40 metri di portata, istantaneo.
    • Cura il bersaglio di una discreta quantità di salute in 15 secondi.
  • Bocciolo di Vita
    • 2% del mana, 40 metri di portata, istantaneo.
    • Cura il bersaglio di una discreta quantità di salute in 10 secondi. Quando l’effetto termina o viene dissolto, il bersaglio viene curato istantaneamente di una discreta quantità di salute.
    • Bocciolo di Vita può essere attivo su un solo bersaglio alla volta.
  • Efflorescenza
    • 4,3% del mana, 40 metri di portata, istantaneo.
    • Un’efflorescenza magica cresce sulla posizione bersaglio, rigenerando una discreta quantità di salute a 3 bersagli alleati feriti entro 10 metri ogni 2 secondi per 30 secondi.
    • È possibile piazzare una sola Efflorescenza alla volta.
  • Guarigione Immediata
    • 1,6% del mana, 40 metri di portata, istantaneo, 30 secondi di tempo di recupero.
    • Cura istantaneamente un bersaglio alleato di una grossa quantità di salute.
  • Crescita Rigogliosa
    • 7,5% del mana, 40 metri di portata, 1,5 secondi di lancio, 10 secondi di tempo di recupero.
    • Cura fino a 6 alleati feriti entro 30 metri dal bersaglio di una discreta quantità di salute in 7 secondi.
    • Inizialmente le cure sono più efficaci, poi si riducono nel tempo.
  • Seme Vivente
    • Passivo.
    • Le cure critiche dirette di Guarigione Immediata, Ricrescita o Tocco Curativo piantano nel bersaglio un Seme Vivente.
    • Quando il bersaglio subisce danni, il Seme Vivente germoglia e lo cura del 50% delle cure fornite inizialmente.
  • Presagio di Lucidità
    • Passivo.
    • Le cure periodiche fornite da Bocciolo di Vita hanno una probabilità del 4% di attivare uno stato di Lancio Istintivo, azzerando il costo in mana della successiva Ricrescita.

Inoltre, per darvi un’idea di come alcuni talenti possano integrarsi con quanto detto, ecco un esempio di un talento specifico per la specializzazione Rigenerazione:

  • Infiorescenza
    • Istantaneo, 1 minuto di tempo di recupero.
    • Aumenta la durata di tutte le cure periodiche sui bersagli alleati entro 60 metri di 10 secondi.

Microsoft

Microsoft/Activision: titoli “esclusivi”, i chiarimenti di Spencer e la replica di PlayStation: facciamo il punto della situazione

Profilo di Stak
 WhatsApp

Microsoft/esclusiva – Cosa accadrà ora che Microsoft ha acquisito Activision Blizzard? Quali saranno le conseguenze nel mercato di questo importantissimo “colpo”, e come potrebbe andare a svilupparsi l’intero settore delle console…

Queste sono solamente alcune delle domande che oggi impazzano nelle community e nei gruppi dedicati ai videogiochi. Con questo speciale cercheremo di dare qualche risposta in più, sempre affidandoci totalmente (ed unicamente) alle dichiarazioni ed ai comunicati ufficiali già disponibili in rete.

La più importante questione riguarda certamente il fatto delle esclusive, e soprattutto se queste verranno effettivamente applicate per Xbox e PC per titoli storicamente “multi platform” e da sempre giocati su PlayStation come Call of Duty o Overwatch, solo per citarne due.

Al momento l’unica certezza di cui disponiamo, è data da una frase abbastanza vaga (se non del tutto “ambigua”) riportata nel comunicato ufficiale di Microsoft ed anche da alcune dichiarazioni del CEO di Microsoft Gaming Phil Spencer. Da più parti è stato infatti chiarito che Microsoft si impegnerà nel continuare a “supportare” i giocatori di tutte le console, e che non è loro intenzione allontanare questi da altre piattaforme.

Partendo dal presupposto che si parla solo di “supporto” e non di sviluppo, le parole del CEO Phil Spencer sono sostanzialmente le stesse che affermò quando Microsoft acquisì Zenimax. Come molti sapranno, mesi dopo l’acquisto di questo noto publisher è iniziata a circolare la voce per la quale, molto probabilmente, i più importanti nuovi titoli di Bethesda e degli altri studi sarebbero stati esclusiva Xbox.

Anche il noto giornalista ed esperto del mondo dei videogiochi Benji-Sales pensa che in futuro vi saranno delle esclusive per Xbox e PC dei titoli Activision Blizzard, e non è certamente l’unico tra gli addetti ai lavori ad esserne convinto.

Il fatto che continueranno a “supportare” i giocatori dei titoli già esistenti non preclude che tutti i nuovi titoli (magari ad eccezione di Warzone, che rappresenta un “unico” su cui andrebbe fatto un ragionamento a parte) di un franchise come Call of Duty vengano creati appositamente per Xbox e PC.

D’altro canto è evidente che l’obiettivo di Microsoft non è mai stato quello di monopolizzare il mercato delle console…come ha già fatto con il suo Windows nel mondo dei computer, Microsoft vuole riuscire ad ottenere il monopolio di tutto il gaming formato “intrattenimento digitale”.

Con il suo apprezzatissimo Gamepass Microsoft avrà la possibilità di presentare ai giocatori un’ampia lista di titoli che potranno giocare, sempre dallo stesso account “generale”, su PC, su console, in Cloud o da mobile

Sappiamo anche che per Microsoft è molto importante anche il settore degli esports, e con questa mossa il gigante di Redmond si è anche assicurato un pacchetto già pronto fatto di due leghe internazionali con all’interno già team organizzati e tifoserie.

Vista in quest’ottica, e se Microsoft dovesse riuscire a portare a casa l’obiettivo, l’intero mercato videoludico si troverebbe un gigante di proporzioni inimmaginabili pronto a sfornare titoli su titoli su ogni tipo di device esistente…il tutto facilmente fruibile mediante la semplice spesa del Gamepass…un sogno per molti videogiocatori.

Microsoft ha acquistato Activision Blizzard! Quale fine per Call of Duty su PlayStation?

Sony e PlayStation potrebbero essere destinati ad un mercato più specifico, composto da appassionati ed amanti dei favolosi titoli esclusivi di cui dispone la console giapponese, similarmente a come già accade per Nintendo.

Probabilmente solo in quest’ottica è giustificabile una spesa di 70 Miliardi di Dollari…un altro argomento che in questi giorni è stato forse trattato con troppa superficialità. 70 Miliardi sono una cifra veramente straordinaria…un qualcosa che in ogni caso resterà alla storia come una delle più grandi acquisizioni di sempre.

Per fare un rapido esempio, nel pezzo pubblicato ieri da Gosoap abbiamo riportato le considerazioni del noto Geoff Keighley, secondo cui allo stesso prezzo Microsoft avrebbe potuto acquistare, ad eccezione di EA, quasi tutti gli altri publisher indipendenti attualmente presenti sul mercato.

Nonostante i numerosi problemi che imperversano su molti dei titoli di Activision, nonostante la drammatica situazione che c’è in Blizzard e lo stato in cui versano da ormai un anno i loro titoli, e soprattutto nonostante le numerose cause legali per abusi/molestie sessuali che vedono coinvolti diversi nomi celebri dell’azienda, Microsoft ha comunque deciso di pagare per l’acquisizione circa 20 miliardi in più rispetto alle stime del Wall Street Journal.

Non è di certo un acquisto fatto per mettere il cappello su qualche titolo, o per ottenere qualche miliardi di Dollari in più negli utili a fine anno, specialmente se si considerano i dati svelati da Keighley.

Dal mio punto di vista, e sono rasserenato del fatto che diversi altri colleghi la pensino come me (i tanti amici lettori della community di WarHub conoscono la mia opinione già da ieri), penso che un acquisto del genere ad un prezzo del genere sia fatto più nell’ottica di andare a “conquistare” l’intero mercato dei videogiochi, con il tentativo chiaro di monopolizzarlo attraverso un’offerta completa a 360° e soddisfacente per l’utente.

La stessa Microsoft ha del resto già confermato che alcuni giochi verranno “mantenuti” su PlayStation, ma che ci saranno dei contenuti esclusivi per Xbox (Fonte).

70 Miliardi per Activision, ma quanto valgono EA, Nintendo, Ubisoft e gli altri marchi più famosi?

La replica di PlayStation 

Dal canto suo PlayStation serra i ranghi, ed al Wall Street Journal rivela: “abbiamo accordi con Activision per i quali avremo a disposizione su PlayStation anche i prossimi titoli di COD“.

Questo intervento ci dice due cose: la prima, che c’è quindi il rischio reale che in Xbox decidano di sfornare solamente COD dedicati alla loro console, ad eccezione del titolo 2022 che è sicuro al 100% uscirà anche per la console giapponese (l’acquisizione prenderà il via solo nel 2023, fino ad allora non c’è ragione di pensare che Acti possa infrangere i contratti con Sony).

La seconda, che in Sony hanno davvero il timore di perdere questi titoli. Non è però chiaro quanto durerà questo accordo tra Activision e Sony, e se quindi riguarda solo un determinato numero di titoli in sviluppo, o se riguarda genericamente tutti i nuovi titoli del franchise.

Per “spezzare” un po’ il clima serioso…uno dei tanti divertentissimi Meme sfornati dal Web sull’acquisizione di Activision Blizzard da parte di Microsoft

Le conclusioni

Per arrivare ad una sintesi credibile ed oggettiva, possiamo quindi affermare con assoluta certezza che tutti i giochi già usciti e disponibili multi platform continueranno ad essere disponibili, ed a ricevere supporto tecnico, anche per i giocatori PlayStation.

Con altissima probabilità la medesima fine toccherà a Warzone, mentre visto il comunicato, e viste soprattutto le parole di Phil Spencer, è ancora decisamente in dubbio il cosa accadrà dopo il 2023 per i titoli dei franchise più importanti, ma sembrano al momento essere molte di più le possibilità che si proceda con delle esclusive nette, piuttosto che con altro.

Voi cosa ne pensate community? La discussione, come sempre, è aperta!

bobby kotick

Microsoft/Activision Blizzard: il CEO Bobby Kotick resterà al comando fino al 2023

Profilo di Stak
 WhatsApp

Nel corso della giornata di ieri l’intero settore dei videogiochi è rimasto “folgorato” dalla notizia dell’acquisizione di Activision Blizzard da parte di Microsoft.

Quasi come un fulmine a ciel sereno, i canali social del mondo Xbox hanno iniziato a pubblicare post nei quali annunciavano il raggiungimento dell’accordo tra i consigli d’amministrazione dei due giganteschi gruppi, il tutto per una cifra spaventosa: quasi 70 miliardi di Dollari (sono 68.7 per l’esattezza, 90 Dollari per azione di Activision Blizzard).

Come facilmente prevedibile, la notizia ha avuto l’effetto di un terremoto all’interno del mondo del gaming, tra personalità e giocatori assolutamente entusiasti della notizia (ne parleremo più dettagliatamente nel corso del pomeriggio), e tanti altri che hanno invece manifestato preoccupazione sul fronte delle esclusive, e dei giochi che POTREBBE perdere la console Sony nei prossimi anni (COD e Overwatch su tutti).

Al netto delle speculazioni, delle ipotesi o delle varie possibili strade che potrebbe prendere tutta questa situazione, sappiamo comunque che Activision Blizzard continuerà ad avere una (quasi) totale autonomia sul suo operato, almeno fino alla metà del prossimo anno.

Per far si che l’acquisizione inizi a tutti gli effetti, molto probabilmente con l’inserimento di personalità del mondo Microsoft nei ruoli chiave di Activision Blizzard e dei suoi studi associati, bisognerà infatti attendere il 30 Giugno del 2023, prima data utile per permettere all’intero accordo di raggiungere tutti gli standard richiesti in questo tipo di operazioni.

Dei “tempi tecnici” obbligatori quindi, durante i quali l’attuale CEO di Activision Blizzard Bobby Kotick (tra le persone coinvolte nello scandalo abusi sessuali della scorsa estate – troverete qui altri dettagli) resterà alla guida dell’azienda, con la stessa che opererà in totale autonomia.

Non sappiamo esattamente in cosa consisterà questa “totale autonomia“, ma in ogni caso dubitiamo fortemente che Microsoft si “disinteressi” completamente di questo suo nuovo, importante, asset societario per i prossimi 18 mesi.

A dare la conferma rispetto a queste tempistiche è stato lo stesso Bobby Kotick, che ha inviato la seguente lettera a tutti i dipendenti nel corso della giornata di ieri:

“[…] Transazioni come queste richiedono molto tempo per essere completate. Fino a quando non avremo tutte le approvazioni necessarie, e fin quando le altre consuete condizioni di chiusura non saranno soddisfatte, che prevediamo avvenga nell’anno fiscale 2023 di Microsoft (termina il 30 giugno 2023), continueremo a operare in modo completamente autonomo.

Continuerò come nostro CEO con la stessa passione ed entusiasmo che avevo quando ho iniziato questo fantastico viaggio nel 1991. Naturalmente, questo annuncio susciterà tante domande. Organizzeremo numerosi forum ed eventi per assicurarci di rispondere alle tue preoccupazioni […]” (fonte).

Microsoft acquista Activision: cosa potrebbe cambiare in futuro?

Da inizio Luglio 2023 dovrebbe a quel punto subentrare Microsoft, Bobby Kotick e altri nomi dell’azienda lasceranno Activision Blizzard (si è parlato esplicitamente di “lievi modifiche al personale”, quindi non dovrebbe essere qualcosa che riguarda i dipendenti e gli impiegati delle software house), con il subentro al comando dell’Amministratore Delegato di Microsoft Satya Nadella e delle nuove personalità che andranno a ricoprire ruoli di vertice nella struttura organizzativa del gigantesco publisher.

L’argomento Activision Blizzard/Microsoft continuerà ad essere analizzato ed approfondito su nuovi speciali che usciranno in seguito. Restate sintonizzati con noi per non perdervi neanche una novità sulla questione.

Articoli correlati: 

microsoft activision

Microsoft ha acquistato Activision Blizzard! Quale fine per Call of Duty su PlayStation?

Profilo di Stak
 WhatsApp

Una vera e propria “bomba” quella sganciata pochi minuti fa dai canali ufficiali di Xbox…la gigantesca Microsoft ha infatti acquistato, per intero, Activision Blizzard!

Dopo mesi burrascosi (quando non drammatici, ndr) dovuti allo scandalo, ed alle successive inchieste dovute alle molestie ed agli abusi sessuali che si sono consumati all’interno dell’azienda, termina cosi un lungo ciclo per Activision Blizzard, e se ne apre uno totalmente nuovo all’orizzonte.

Pur non essendoci ancora conferme ufficiali da parte dei diretti interessati, sembra che dietro l’accordo vi sia una cifra davvero astronomica: ben 70 miliardi di Dollari (la fonte è il noto ed autorevole Wall Street Journal, ndr)…addirittura 20 miliardi di Dollari in più rispetto a quella che era la “stima” del valore di mercato dell’azienda.

La cosa avrà una portata incredibilmente pesante. Vi basti pensare a come si andrà a sviluppare l’attuale presenza su PlayStation di titoli che a questo punto si apprestano a diventare “esclusive” per Xbox e PC. Oltre a giochi come Overwatch, la questione potrebbe riguardare direttamente anche Call of Duty, storico titolo da sempre presente sulle console di Sony.

Al momento queste restano speculazioni, dato che non vi è stato ancora nessun chiarimento ufficiale da parte di Microsoft. Sembra però abbastanza ovvio pensare che i titoli futuri di questi franchise, fino ad oggi sempre “multi platform”, potrebbero presto diventare un’esclusiva interdetta ai giocatori PlayStation.

Microsoft, attraverso il noto big Phil Spencer, si è al momento limitata a commentare la cosa su Xbox Wire con il seguente intervento: “Siamo molto contenti di poter lavorare con le incredibili, talentuose, ed appassionate persone di Activision Publishing, Blizzard Entertainment, Beenox, Demonware, Digital Legends, High Moon Studios, Infinity Ward, King, Major League Gaming, Radical Entertainment, Raven Software, Sledgehammer Games, Toys for Bob, Treyarch e tutti i team di Activision Blizzard“.

Il post ufficiale

Non appena disponibili, provvederemo a pubblicare nuove e più dettagliate informazioni sull’argomento.

Clamoroso sul Wall Street Journal: il CEO di Activision Blizzard Bobby Kotick sapeva tutto! “Minacce e molestie ai suoi dipendenti”

Articoli correlati: