Ion Hazzikostas parla della prossima patch e del futuro di WOW

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Con una nuovissima intervista pubblicata sul celebre sito Millenium il Game Director Ion Hazzikostas ha rilasciato alcune interessanti informazioni che riguardano sia Visioni di N’Zoth, sia il futuro della prossima patch di World of Warcraft.

Prima di ogni altra cosa Hazzikostas ha sottolineato che questo sarà il capitolo conclusivo di “Battle For Azeroth“, espansione che ci accompagna su WoW ormai dal 2018 e che si appresta a lasciare il testimone alla nuovissima Shadowlands, in arrivo nel corso del 2020.

Sempre in merito al futuro Ion ha spiegato che dopo la patch 8.3 vi saranno solamente alcuni interventi per perfezionare il sistema di gioco in preparazione di Shadowlands e che quindi non vi saranno ulteriori contenuti di rilievo.

Parlando invece del sistema della corruzione degli oggetti, lo sviluppatore ha chiarito che questo è sperimentale ed assolutamente limitato a Visioni di N’Zoth: al momento non è infatti previsto che questa funzione prosegua anche in Shadowlands, e sicuramente non lo farà con le stesse interazioni che la caratterizzano oggi.

Per quanto riguarda le essenze, il team di Blizzard ha chiarito che queste sono da intendersi simili ad altri oggetti dell’equipaggiamento (come i Trinket ad esempio) e che per questo gli sviluppatori sono sempre stati molto dubbiosi nel renderli account-wide. Infine, Ion Hazzikostas ha voluto dire la sua riguardo l’imminente “endgame” che dovranno affrontare i giocatori di World of Warcraft nel nuovo raid, sottolineando come a differenza di altri boss, le intenzioni di N’Zoth non siano quelle di distruggere il mondo, ma di corrompere e di controllare le menti di tutti gli esseri viventi della Terra e di trasformare Azeroth in Ny’alotha…un vero e proprio incubo a cui solamente i migliori e più forti eroi dell’Orda e dell’Alleanza potranno trovare rimedio.

Race to World FIRST: i Method annunciano la run per Ny’Alotha!

Cosa ne pensate community? Nel caso foste interessati a leggere l’intervista completa, vi invitiamo a cliccare qui!

Marco "Stak" Cresta

Sono un appassionato di videogiochi fin da quando ne abbia ricordo e credo nella bontà del progresso che scaturirà grazie agli eSports anche a livello sociale. L'altra mia grande passione è da sempre stata l'attualità e la storia, motivo per il quale ho concluso il mio percorso di studi con la laurea in Scienze Politiche nell'Università calabrese di Cosenza.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701