[Legion Alpha] Test di High Botanist Tel’Arn – NightHold

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Nella serata di ieri si è svolto un nuovo testing raid con protagonista l’High Botanist Tel’Arn, il penultimo boss di NightHold.

Il boss parte come un encounter single target ma guardando il journal risulta evidente come i giusti focus siano necessari nel corso dell’encounter.
Difatti al 75% e al 50% di vita, il Botanist creerà una copia di se di un’altra scuola di magia che acquisirà quindi un nuovo set di abilità.
L’ordine, fisso a quanto abbiamo potuto assistere è Nature, Nature+Solar, Nature+Arcane.

Le abilità principali che vedrete nel video riguardano la prima fase, quella Natura e consistono in :

  • TankRecursive Strikes – L’abilità che obbliga ai tank switch; avere il debuff significa prendere il 15% dei danni melee anche se non si è il target primario, ma continuare a tankare aumenta il danno di quest’abilità del 15% a stack, obbligando comunque ad un tank switch ogni tot tempo.
  • DeadlyControlled Chaos – Simile al Felseeker di Mannoroth, è una serie di cerchi che parte piccolo e si ingrandisce danneggiando chi vi è all’interno. In questo test non era molto visibile e anzi si confondeva con il cerchio centrale in cui viene tankato spesso il boss..
  • MagicParasitic Fetter – Questo magic roota il target sul posto mettendogli anche un dot che aumenta vorticosamente di danno col passare dei secondi.
    Alla rimozione del magic spawna un Parasitic Lasher che fixa un player vicino.

    • Parasitic Lasher – L’add (o gli add, a seconda della difficoltà) che esce dalla rimozione del magic (tramite dispel o morte del malcapitato) insegue un target vicino e, se lo tocca, gli applica il magic qui sopra, obbligando il raid ad un controllo degli add.

      • Rampant Growth – I Parasitic Lashers  crescono ogni 3 secondi aumentando la loro velocità di movimento. Quando raggiungono 5 stack di questo buff diventano anche immuni ai slow e agli stuns.
  • Solar Collapse – Una serie di punti solari che accerchiano un player e si restringono verso di lui. Ogni volta che si spostano esplodono oneshottando chiunque si trovi nel raggio di 4 yard.

Nelle altre fasi, Solari e Arcane, il boss acquisisce nuove skill e/o perde abilità della fase appena conclusa.
Tirando le somme è, nella versione provata, un boss classico di World of Warcraft senza particolare ispirazione ma che potrà dare soddisfazioni e sfide ai giocatori.
Non avendo provato a dovere la fase Solar e non avendo per niente visto quella Arcana però non posso giudicare il resto del fight, che almeno dal journal sembra comunque abbastanza “straightforward“.
Al prossimo testing!

 

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701