Hands-On WoD : Shadowmoon Burial Grounds Heroic

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Torniamo nelle Catacombe di Torvaluna a scoprire come cambia questo sotterraneo nella sua modalità Eroica nel video dalla Beta di Warlords of Draenor targato Powned.it!

Dopo aver espugnato i Bastioni di Roccianera Superiore  con qualche difficoltà, ci si aspettava che l’istance normal più temibile avrebbe causato terrore e delirio nel nostro piccolo gruppetto…e invece..
Dopo le abilità dei boss vi lasciamo al video e ai commenti a caldo!

 

Sadana Bloodfury

  • Periodicamente Sadana inizia un rituale oscuro che provoca ingenti danni a tutti i giocatori. La stanza si spegne e appaiono sul terreno delle Rune corrotte ed altre pure. Toccherà ai giocatori rimanere nelle vicinanze delle rune purificate per ottenere una riduzione danni dall’AoE mentre bisognerà evitare per tutto il fight quelle corrotte, pena un enorme danno!
  • Un’altra abilità molto seccante di Sadana è Daggerfall , una serie di Spade cadranno dal soffitto sui punti marchiati…e fanno molto male (in Heroic sembra non esserci alcun marchio, per cui bisogna stare molto attenti a dove cadono le spade!)
  • Infine, l’abilità chiave di questo encounter è ImportantDark Communion . Periodicamente Sadana fa spawnare un addino in fondo alla stanza che cammina verso di lei. Va bloccato con gli stun e ucciso prima che tocchi il boss o la curerà di un bel pò.

Nhallish

    • Oltre ad una serie di Void pericolosissime, Nhalish divide periodicamente l’anima dal corpo dei giocatori. Questi dovranno sconfiggere la parte impaurita della propria anima e riconquistarla per tornare a combattere la creatura oscura.
    • Void Vortex ,Void Blast ,Void Devastation sono le abilità che vanno evitate.

Bonemaw

  • Il Vermone Bonemaw ha un’abilità molto seccante per i Melee; sputa,infatti, un acido(Necrotic Pitch ) che forma una void che rallenta del 75% e ticka danni shadow. Dopo di esso ispira (DeadlyImportantInhale ) per mangiare tutti i giocatori, in special modo i Melee sono sfavoriti perchè essendo gia’ vicini alla sua bocca sono pasto facile. La tattica da seguire è quella di spostarsi dal boss quando sta per inalare, magari usare degli sprint per non essere mangiati e usare le void acide per essere rallentati e quindi resistere all’inalazione.
  • Oltre questo, Bonemaw summona i due Add che avevamo sconfitto prima del boss (partiranno a metà vita circa) che lanceranno assieme a lui il cono frontale che sbalza. E’ importante posizionarsi nelle poche safe zone per rimanere vivi e sconfiggerli rapidamente.

Ner’Zhul

  • Nerzhul ha solo tre abilità ma molto seccanti; la prima è per i tank, un cono frontale (Malevolence ) di lunghezza infinita (per cui non va mai girato verso i ranged) .
  • La seconda è Omen of Death , una void che ticka danni AoE in 60y di spazio; ne crea una ogni pochi secondi e dura un paio di minuti, ragion per cui vanno posizionate dal tank in modo intelligente per non uccidere i melee.
  • L’ultima , e la piu’ pericolosa è Ritual of Bones . Ner’Zhul forma una catena di Zombie che trancia di netto i giocatori. Questi devono quindi focussarne uno (essendo la stanza circolare la cosa saggia sarebbe fare quello centrale) per passare poi attraverso la catena ed evitare la morte.

 

Come potete vedere dal Video qui sotto, infatti, il Dungeon scorre abbastanza bene senza intoppi di sorta : il primo Boss,  quello maggiormente ostico ai più, viene ucciso facilmente così come Nhalish e Bonemaw (da ridere la “papera” in video, guardatela!!) .  Non siamo riusciti invece a sconfiggere Ner’Zhul in questa versione Eroica, forse l’unico scoglio del Dungeon.
Al momento, infatti, il problema risiede nell’enorme danno dell’Omen of Death che quindi obbliga ad una composizione senza melee; inoltre, il Ritual of Bones risulta difficile da superare in quanto un singolo Non-Morto arriva quasi al milione di Punti Ferita.
Vi lasciamo allora al video, sperando vi intrattenga , buona continuazione nella beta di Warlords of Draenor!

[embedvideo id=”4iNpbQoTTCI” website=”youtube”]

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701