Hands-On WoD : Auchindoun

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

 

Auchindoun, situata al centro di Talador, è un’enorme struttura Draeneica che è impossibile non notare da lontano e che rivela anche al suo interno la sua preziosa architettura.
Noi giocatori di World of Warcraft conoscevamo tale zona perchè al suo interno erano ambientati ben tre dungeon di The Burning Crusade : Mana Tombs, Sethekk Halls e Shadow Labyrinth.
Questa volta il dungeon è invece uno solo e, come potete vedere dalla mappa, di dimensioni abbastanza ridotte; si articola, infatti, in due corridoi principali, dove affronteremo il Primo ed il Terzo boss, ed una sala centrale dove affronteremo il Boss di fine Dungeon.

I Boss

  • Auchindoun Defense Construct
  • Soulbinder Nyami
  • Azzakel, Vanguard of the Legion
  • Teron’gor

Arrivati in fondo al corridoio di sinistra, faremo la conoscenza di Soulbinder Nyami che, infastidita dalla nostra presenza, chiamerà il suo Robot guardiaspalle a farci fuori. Il primo boss è infatti questo meccanismo di autodifesa : Il Protector of Auchindoun.

Protector of Auchindoun :Posso dire di non avere avuto il tempo di leggere cosa faceva perchè il lock del nostro gruppo aveva fretta e l’ha pullato ma non è stato necessario saperlo : bombe di luce, crack a terra su cui non stare, ed un AoE che penso sia relativa alla vicinanza a cui si è allo scudo ma che a me come tank non ha impensierito.

Dopo la morte del Protector ed una serie di trash di vario tipo si passa subito al secondo boss, la stessa Nyami che ci aveva ostacolato prima.

Nyami : come per il Protector, abbiamo ucciso il boss senza alcuna preparazione. Dalla mia esperienza è sembrato che invocasse degli spirit ad aiutarla e che ogni tanto channellasse un AoE il cui danno viene ridotto se si sta sotto la bolla. Anche qui, ignorando completamente le meccaniche il boss è morto senza fatica.

Dopo Nyami, i trash iniziano a subire una variazione di stile e sono tutti di tipo Demoniaco; il boss infatti è un grosso demone verde, Azzakel.
Azzakel: anche questo boss in questa build è molto deludente; oltre a cast da interrompere si fà praticamente solo picchiare per poi spiccare il volo e invocare, dall’enorme portale al centro della stanza, un’orda di demonietti vari e un paio di felguard: sciolti gli add si scioglie lui.

Finiti i tre boss si potrà accedere alla stanza principale, ma non prima di passare da tre miniboss, tutti e tre ispirati alle singole spec del Warlock (Affli,Demo,Destro) che andranno sconfitti per aprire il teleport alla fine.
Il boss finale, Teron’gor, ci aspetta!

Teron’gor: il signore è uno stregone e come tale, utilizzerà per tutto il fight le abilità relative a questa classe. La peculiarità, che sarà simpatica da vedere in heroic/challenge, è che assorbe lo spirito delle anime di altri stregoni presenti per assorbirne le abilità per cui ciclerà spell da Affliction, spell da Destro e spell da Demo fino alla sua morte.
L’unica spell che poteva danneggiarmi era la chaos bolt che però era un cast facilmente interrompibile. Anche questo boss è stato rimandato al creatore in poco.

Considerazioni finali su Auchindoun prima del video

Auchindoun è un posto fantastico, belle strutture, bei boss, lunghezza giusta. Al momento quello che è sembrato sbagliato al suo interno era il tuning, forse troppo semplice. C’è da dire che abbiamo testato la versione “normal” dell’istance che servirà a tutti noi per il livellaggio, ma la cosa che lascia perplessi è che è tunata per ilvl550 e livello 94/96 , per cui la maggior parte dei giocatori attivi adesso la affronterà con un gear maggiore!
Vi lascio in ogni caso al video che vi mostrerà velocemente i singoli fight, sono a vostra disposizione per ogni domanda, al prossimo Video Hands-on da Powned.it!

[embedvideo id=”6ViMbRJGp2o” website=”youtube”]

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701