Esploriamo la Cittadella del Fuoco Infernale!

Profilo di Anthrax
 WhatsApp

Grazie a Nethaera possiamo avere uno sguardo approfondito su cosa ci possiamo aspettare nelle profondità della Cittadella del Fuoco Infernale; tanti demoni, qualche vecchia conoscenza dell’Orda di Ferro e alcuni vecchi boss ripescati da Mamma Blizzard per i nostalgici, come l’Eredar Archimonde

Leggiamolo insieme qui su Powned.it e ricordatevi che apriremo la sezione Guide Raid alla Cittadella del Fuoco Infernale non appena avremo abbastanza materiale! Buona lettura!

Introduzione

Quando Garrosh incoraggiò Grommash a iniziare la costruzione di una possente fortezza nel cuore della Giungla di Tanaan come base per l’assalto di Azeroth, suggerì anche il nome Fuoco Infernale, proveniente da un luogo e un tempo differente. Sognava di vedere gli Orchi governare su un territorio non corrotto, molto diverso dal paesaggio devastato che aveva conosciuto nelle Terre Esterne. Ma nonostante tutto, i due mondi hanno finito con l’assomigliarsi.

Situata nell’oscuro cuore della Giungla di Tanaan, la Cittadella del Fuoco Infernale incombe sul paesaggio e può essere vista da qualsiasi punto della regione. Dopo aver affrontato i pericoli di Altomaglio e della Fonderia dei Roccianera, gli eroi di Azeroth e Draenor ora dovranno assaltare questa fortezza corrotta dalla magia vile, i cui orrori sono una minaccia inesorabile per chiunque su Azeroth.

Nella Cittadella del Fuoco Infernale i giocatori potranno depredare oggetti di livello compreso tra 675 e 685 nella Ricerca delle incursioni al livello 735 nella modalità Mitica. Ci sarà anche la possibilità di aggiungere una nuova mascotte rara, il Guardiano del Nido Corrotto, alla propria collezione. Per accedere all’incursione tramite la Ricerca delle incursioni sarà necessario avere un livello degli oggetti di almeno 650.

Barricata di Ferro (area esterna)

6-2HellfireRaidPreview_WoW_ThumbL15_JM_550x200.jpg

Assalto alla Cittadella

Con l’aiuto dei mercenari della Compagnia di Miccianera, l’Orda di Ferro ha costruito una devastante macchina d’assedio all’ombra della Cittadella del Fuoco Infernale, pronta per essere usata contro le capitali di Azeroth. Con i carri armati ora equipaggiati con l’energia vile, la Maestra d’Assedio Mar’tak attende il comando di Gul’dan per dare il via all’assalto.

Note dei progettisti: Come per le Spoglie di Pandaria nell’Assedio di Orgrimmar, questo è un “boss” dove in realtà manca un singolo nemico da sconfiggere. I personaggi devono affrontare le ondate di soldati, recuperare le munizioni dai veicoli distrutti e usarle per alimentare gli enormi Cannoni del Fuoco Infernale che si trovano nel cortile. Si vincerà solo facendo breccia nelle porte della Cittadella.

Razziatore di Ferro

I progetti del Razziatore di Ferro furono trovati per la prima volta nell’officina di Miccianera dopo la caduta di Orgrimmar. Ispirato dai possenti costrutti della Legione e sviluppato per diventare l’opera definitiva del nefando Goblin, il Razziatore di Ferro fu completato dopo la sua morte e rappresenta il pinnacolo della potenza militare dell’Orda di Ferro.

Note dei progettisti: Siamo partiti dal concetto del tradizionale Vilrazziatore delle Terre Esterne, ma l’aspetto più meccanizzato della Legione è presente solo negli scontri a tutto campo, e non lo sentivamo appropriato per questo tipo di ambiente. Così, abbiamo reinterpretato il Vilrazziatore affinché riflettesse i veicoli d’assedio guidati dai Goblin che Garrosh ha introdotto nell’Orda di Ferro: una versione evoluta del Mastodonte di Ferro che un tempo difendeva Orgrimmar, adattata allo sfruttamento dell’energia vile.

Fosse di Mannoroth

Kormrok

Antico quanto Draenor stessa, Kormrok un tempo regnava su Gorgrond e sulle creature della terra, terrorizzate dalla furia distruttiva del gigantesco Magnaron. L’Orda tentò di intrappolare e spezzare la volontà di questo colosso, ma senza successo… fin quando il vilpotere di Gul’dan non riuscì finalmente a corromperlo.

Note dei progettisti: In generale, il piano inferiore della Cittadella del Fuoco Infernale rappresenta l’Orda di Ferro com’era prima dell’influenza di Gul’dan, mentre il piano superiore rispecchia più direttamente il Concilio dell’Ombra e la Legione. Accanto alle macchine d’assedio, le massicce bestie di Gorgrond erano l’altro cardine dell’invasione delle forze dell’Orda di Ferro, quindi non dovrebbe sorprendere che Gul’dan abbia cercato di corromperle e potenziarle con l’energia vile.

Corte del Sangue

Gran Concilio del Fuoco Infernale

Migliaia di Orchi dell’Orda di Ferro hanno bevuto il sangue di Mannoroth, e pochi hanno ottenuto un potere pari a quello di questi tre campioni. Dia Mormoscuro, maestra della magia del Vuoto esiliata dai Torvaluna, è ora il braccio destro di Gul’dan. Gurtogg, con la sua insaziabile sete di sangue, ha vinto centinaia di scontri grazie alla sua forza. È stato eguagliato in combattimento solo una volta, dal Maestro di Spade Jubei’thos. Insieme servono Gul’dan come guardie e come consiglieri.

Note dei progettisti: In tutta coscienza non potevamo creare un’incursione di Vilorchi ambientata su Draenor senza contemplare il ritorno di Gurtogg Bollisangue, il brutale boss del Tempio Nero famoso per la sua abilità Ebollizione del Sangue. Accanto a Gurtogg ci sono i campioni degli altri clan orcheschi suoi alleati, che rappresentano il nucleo del potere di ogni clan corrotto dall’energia vile.

Kilrogg Occhiotetro

Kilrogg Occhiotetro, Signore della Guerra dei Guerci Insanguinati, prese il controllo del suo clan dopo aver scoperto le circostanze della sua futura morte grazie a un antico rituale. Armato di questa conoscenza, ha condotto il suo clan impavidamente in innumerevoli campagne, marciando verso la fine gloriosa che desidera. Corrotto dal sangue demoniaco, Kilrogg attende nella Cittadella del Fuoco Infernale, pregustando il momento della sua morte… o di quella dei suoi avversari.

6-2HellfireRaidPreview_WoW_ThumbL05_JM_550x200.jpg

Note dei progettisti: Da quando la serie I Signori della Guerra ha mostrato il cruento rituale che rappresenta il cuore della tradizione del Clan Guerci Insanguinati, sapevamo che le Visioni di Morte avrebbero dovuto avere un posto di primo piano durante lo scontro. Non è chiaro se queste visioni siano immutabili, o se conoscere il proprio destino dia alla vittima il potere di modificarlo…

Anticamera del Fuoco Infernale

Malacarne

Dopo essere caduto nel cuore di Auchindoun, il luogotenente del Concilio dell’Ombra Teron’gor divorò centinaia di anime dei Draenei, trasformandosi in un mostruoso abominio. Diventato qualcosa di molto superiore a un Orco, Teron’gor abbandonò il suo vecchio nome in favore di uno nuovo: Malacarne.

6-2HellfireRaidPreview_WoW_ThumbL12_JM_550x200.jpg

Note dei progettisti: Abbiamo gettato le basi per questo scontro ad Auchindoun, ribadendo ulteriormente la regola che se non vedete un boss morire, probabilmente non sarà l’ultima volta che lo vedrete. Naturalmente, non è detto che tale regola funzioni anche al contrario… a proposito, vi saluta Kael’thas. In ogni caso, Malacarne rievoca nemici come C’Thun e Yogg-Saron, in cui i personaggi vengono divorati. In questo caso, devono sconfiggere gli spiriti all’interno dello stomaco della rigonfia mostruosità per evitare che fuoriescano e assaltino il gruppo d’incursione.

Tormento di Grommash

Signore dell’Ombra Iskar

Dopo che gli sforzi di Iskar nel resuscitare Terokk e riconquistare il potere non hanno raggiunto i risultati voluti, l’Arakkoa è stato ammaliato da Gul’dan con la promessa di spezzare l’antica maledizione di Sethe. Nuovamente in grado di volare, Iskar si è elevato dalle ombre pur mantenendo la sua maestria nelle illusioni e negli inganni: l’ora della vendetta si avvicina.

Note dei progettisti: Se qualcosa vi ha insospettito nel Signore dell’Ombra Iskar mentre compivate le vostre missioni nelle Guglie di Arakk, non avevate torto. È stato molto divertente trovare le idee per questo scontro, a cominciare dalla meccanica delle illusioni e di un manufatto che permettesse a un singolo giocatore di vedere attraverso di esse, fino ad arrivare alle interazioni finali di questo concetto con molteplici abilità.

Vilsignore Zakuun

I Vilsignori, che alcuni studiosi della Legione credono siano l’evoluzione delle comuni Vilguardie, sono gli esecutori personali di Archimonde. La loro crudeltà è pari solo alla loro forza bruta. A Zakuun è stato assegnato un compito che richiede entrambe queste caratteristiche: spezzare la volontà di ferro di un Capoclan traditore dei Cantaguerra…

6-2HellfireRaidPreview_WoW_ThumbL02_JM_550x200.jpg

Note dei progettisti: Questo Vilsignore rappresenta un tipo di demone mai visto prima dai giocatori. Abbiamo approcciato questo scontro immaginandolo come il “Pezzacarne” della zona, vale a dire un picchiatore pesante da mischia senza alleati, ma naturalmente con qualche asso nella manica, per tenere sempre i giocatori sulla corda.

Breccia della Stirpe Vile

Xhul’horac

Evocato da Gul’dan dalle profondità della Distorsione Fatua, Xhul’horac è uno dei più potenti Spettri del Vuoto, una razza di esseri parassiti in grado di creare dei varchi nei piani della realtà, consumando e assorbendo le energie e gli esseri colpiti. Gul’dan ha corrotto Xhul’horac sovralimentandolo con l’energia vile, e ha utilizzato i suoi poteri per aprire portali attraverso i quali intende richiamare le forze della Legione Infuocata.

6-2HellfireRaidPreview_WoW_ThumbL21_JM_550x200.jpg

Note dei progettisti: Molte delle nostre idee sui boss della Cittadella del Fuoco Infernale sono nate dall’ipotesi di cosa sarebbe accaduto se l’energia vile avesse corrotto diverse parti dell’equilibrio ambientale di Draenor. Come sarebbe stata la variante vile di uno degli Spettri del Vuoto che abbiamo intravisto nella Necropoli di Torvaluna? Xhul’horac risponde a questa domanda, e la meccanica dello scontro giocherà sulle diverse polarità dell’ardente energia vile e dell’oscura energia del Vuoto, che i giocatori dovranno gestire mentre combattono con un piede in ogni reame.

Sale dei Sargerei

6-2HellfireRaidPreview_WoW_ThumbL13_JM_550x200.jpg

Socrethar l’Eterno

Le anime dei più grandi combattenti Draenei vengono infuse in rilucenti costrutti, divenendo dei Vigilanti pronti a proteggere in eterno il proprio popolo. Socrethar, in origine un membro del Concilio degli Esarchi prima della sua discesa nell’oscurità, ha corrotto il più sacro dei rituali e utilizzato un costrutto distorto dall’energia vile per preservare la sua anima dopo la sconfitta a Talador.

6-2HellfireRaidPreview_WoW_ThumbL19_JM_550x200.jpg

Note dei progettisti: Un altro nome familiare, Socrethar, rappresenta uno dei capi dei Sargerei contro i quali i giocatori hanno combattuto a Talador. La sua anima si nasconde in un costrutto, una versione distorta del primo boss di Auchindoun, permettendoci di giocare con una meccanica che non vedevamo dai tempi di Alafurion nella Fortezza dell’Ala Nera: che cosa succede se si permette a un personaggio di controllare un boss e utilizzare tutte le sue abilità per un certo periodo di tempo?

Velhari la Despota

Quando Gul’dan portò il suo dono ai Sargerei, Velhari aveva già dimostrato le proprie ambizioni e scalato i ranghi con brutale ferocia. Nota ai suoi nemici come la Despota, Velhari fu una delle prime ad accettare il tocco dell’energia vile, aumentando così ulteriormente il proprio potere in battaglia. Ora è persino arrivata a denigrare i simboli sacri dei Naaru per dimostrare la sua totale dedizione al nuovo ordine.

6-2HellfireRaidPreview_WoW_ThumbL20_JM_550x200.jpg

Note dei progettisti: L’idea per questo boss nasce da un concetto semplice: un’anti-Paladina, una “Vendicatrice oscura”. Come combatterebbe una versione corrotta di una Vendicatrice Draenei? Molte delle abilità di Velhari giocano sulle meccaniche base di una Paladina, come guadagnare o consumare le cariche di potere sacro (o empio), le aure o effetti simili a Guardiano dei Re Antichi, mentre ognuna delle tre fasi è strutturata in parallelo con le specializzazioni della classe Paladino.

Torrione del Distruttore

6-2HellfireRaidPreview_WoW_ThumbL11_JM_550x200.jpg

Mannoroth

Sanguinario e brutale, Mannoroth era il più temuto scagnozzo di Archimonde, fin quando non venne abbattuto da un possente colpo dell’ascia di Grommash. Tuttavia, la morte di Mannoroth non impedì a Gul’dan di usare il suo sangue per suggellare un oscuro patto con l’Orda di Ferro e i suoi alleati. Gul’dan e i suoi servitori ora stanno cercando di rianimare i resti di Mannoroth, affinché possa continuare a servire la Legione.

6-2HellfireRaidPreview_WoW_ThumbL17_JM_550x200.jpg

Note dei progettisti: Situato in cima alla Cittadella, affacciato sui grandi spazi corrotti della Giungla di Tanaan, questo scontro offre flussi e riflussi paralleli e opposti: inizialmente, le Vilguglie agiscono come portali per i servitori della Legione, ma distruggendole Mannoroth guadagna sempre più potere, fino a ritrovarsi completamente rigenerato. La battaglia inizia con una serie di evocatori e di loro servitori, mentre Mannoroth non è altro che un mucchietto di ossa per terra, e si conclude con una battaglia finale contro un Mannoroth dotato di tutti i suoi immensi poteri.

Portale Nero

Archimonde

Archimonde il Profanatore, uno degli Eredar primigeni, tradì i Draenei di Argus al fine di diventare il sinistro esecutore del Titano Oscuro Sargeras, e ora è a capo della potenza marziale della Legione Infuocata. Ha raggiunto Draenor, manipolando il tempo e lo spazio, per assicurarsi che l’invasione di Azeroth proceda come programmato, e che Gul’dan non deluda i suoi padroni demoniaci.

6-2HellfireRaidPreview_WoW_ThumbL10_JM_550x200.jpg

Note dei progettisti: Durante le missioni per la progressione dei livelli, abbiamo seminato alcuni indizi su questo scontro finale. Nella linea temporale originale, Kil’jaeden era l’intermediario dietro l’oscuro patto di Gul’dan con l’Orda, ma qui non vi riesce, grazie alle interferenze di Garrosh, quindi il compito di finire il lavoro viene affidato ad Archimonde. Vi sono un paio di cenni alla vecchia Battaglia per il Monte Hyjal (Fuoco della Rovina era obbligatorio), ma Archimonde ha imparato alcuni nuovi trucchi malvagi da allora. Anche se avrete al vostro fianco i più grandi eroi di Azeroth e Draenor in questa battaglia, neppure loro potranno aiutarvi nella Distorsione Fatua…

Ora che avete visto i nemici in faccia, ci auguriamo che sarete pronti quando sarà il momento di sfondare le porte di questa vile fortezza. Il destino di Azeroth dipende da voi.

microsoft activision

Microsoft ha acquistato Activision Blizzard! Quale fine per Call of Duty su PlayStation?

Profilo di Stak
 WhatsApp

Una vera e propria “bomba” quella sganciata pochi minuti fa dai canali ufficiali di Xbox…la gigantesca Microsoft ha infatti acquistato, per intero, Activision Blizzard!

Dopo mesi burrascosi (quando non drammatici, ndr) dovuti allo scandalo, ed alle successive inchieste dovute alle molestie ed agli abusi sessuali che si sono consumati all’interno dell’azienda, termina cosi un lungo ciclo per Activision Blizzard, e se ne apre uno totalmente nuovo all’orizzonte.

Pur non essendoci ancora conferme ufficiali da parte dei diretti interessati, sembra che dietro l’accordo vi sia una cifra davvero astronomica: ben 70 miliardi di Dollari (la fonte è il noto ed autorevole Wall Street Journal, ndr)…addirittura 20 miliardi di Dollari in più rispetto a quella che era la “stima” del valore di mercato dell’azienda.

La cosa avrà una portata incredibilmente pesante. Vi basti pensare a come si andrà a sviluppare l’attuale presenza su PlayStation di titoli che a questo punto si apprestano a diventare “esclusive” per Xbox e PC. Oltre a giochi come Overwatch, la questione potrebbe riguardare direttamente anche Call of Duty, storico titolo da sempre presente sulle console di Sony.

Al momento queste restano speculazioni, dato che non vi è stato ancora nessun chiarimento ufficiale da parte di Microsoft. Sembra però abbastanza ovvio pensare che i titoli futuri di questi franchise, fino ad oggi sempre “multi platform”, potrebbero presto diventare un’esclusiva interdetta ai giocatori PlayStation.

Microsoft, attraverso il noto big Phil Spencer, si è al momento limitata a commentare la cosa su Xbox Wire con il seguente intervento: “Siamo molto contenti di poter lavorare con le incredibili, talentuose, ed appassionate persone di Activision Publishing, Blizzard Entertainment, Beenox, Demonware, Digital Legends, High Moon Studios, Infinity Ward, King, Major League Gaming, Radical Entertainment, Raven Software, Sledgehammer Games, Toys for Bob, Treyarch e tutti i team di Activision Blizzard“.

Il post ufficiale

Non appena disponibili, provvederemo a pubblicare nuove e più dettagliate informazioni sull’argomento.

Clamoroso sul Wall Street Journal: il CEO di Activision Blizzard Bobby Kotick sapeva tutto! “Minacce e molestie ai suoi dipendenti”

Articoli correlati: 

jailer

Patch 9.2, “Spoiler” e nuove informazioni sul Jailer! Nel PTR una corposa patch di bilanciamento

Profilo di Stak
 WhatsApp

Jailer & Nuova patch – Tante nuove informazioni giungono dal PTR di World of Warcraft, dove in questo momento gli sviluppatori di Blizzard stanno testando le numerose novità che verranno introdotte con la patch 9.2.

In questo speciale andremo a fare un rapido aggiornamento sulle interessanti news che provengono dall’ultima patch pubblicata dai devs, ma anche sugli ultimi leak scoperti dai data miner riguardo il Jailer, ultimo encounter che dovremo affrontare nel raid di Sepulcher of the First Ones.

Iniziamo proprio dall’ultima patch di bilanciamento, cosi da evitare “inavvertiti” spoiler in chi sta cercando informazioni sul Jailer e sul nuovo raid.

Con l’ultimo aggiornamento pubblicato, i devs si sono concentrati principalmente sulle classi, svelando degli importanti buff per il Death Knight e per lo Stregone, ma anche numerosi bilanciamenti per il Demon Hunter, il Paladino e lo Sciamano, con l’ultima classe citata che ha registrato anche un lieve fix al talento Earthgrab Totem del Restoration.

Andiamo a vedere tutti i dettagli (gli SPOILER sul Jailer si trovano sotto il blue post):

CLASSES

  • Death Knight
    • Abomination Limb (Necrolord Ability) damage increased by 20%.
    • Abomination’s Frenzy (Necrolord Runecarving Power) now increases enemy damage taken from the Death Knight by 20% (was 10%), and enemies affected by Abomination’s Frenzy now also take increased damage from your Minions for the duration.
    • Convocation of the Dead (Conduit) now reduces the cooldown of Apocalypse by 1 second per Festering Wound burst at all ranks and now also increases Festering Wound damage by 15%.
    • Eternal Hunger (Conduit) increases Minion damage by 6% (was 3%).
    • Embrace Death (Conduit) causes Sudden Doom to increase Death Coil damage by 40% (was 35%).
    • Brutal Grasp (Conduit) increases Abomination Limb damage by 30% (was 15%).
  • Demon Hunter
    • Class Sets
      • Havoc
        • 2-piece: Increases Blade Dance and Chaos Strike damage by 20%. This bonus also applies to Death Sweep and Annihilation while in Metamorphosis.
        • 4-piece: Reworked – Every 60 Fury you consume reduces the cooldown of Metamorphosis by 1 second.
      • Vengeance
        • 4-piece: Consuming a Lesser Soul Fragment reduces the remaining cooldown of your Immolation Aura or Fel Devastation by 1 second.
  • Hunter
    • The following beneficial effects will now show up above the player’s resource display: Bestial Wrath, Coordinated Assault, Steady Focus, and Trueshot.
  • Paladin
    • Ashen Hallow (Venthyr Ability) can now be canceled early by pressing its button again.
    • Radiant Embers (Venthyr Runecarving Power) now increases Ashen Hallow’s duration by 50%. Cancelling your Ashen Hallow early will reduce its cooldown by up to 50%, proportional to its remaining duration.
  • Shaman
    • Discover 2 new glyphs to change the appearance of the Ghost Wolf form: Spectral Lupine and Spectral Vulpine
  • Warlock
    • Class Sets
      • Affliction
        • 2-piece: When Malefic Rapture extends Absolute Corruption, it instead causes the target to take damage equivalent to a tick of Corruption.
        • 4-piece: Drain Soul’s chance to trigger a free Malefic Rapture has been increased to 10% (was 4%).
      • Demonology
        • 4-piece: Malicious Imps no longer grant a Demonic Core and no longer grant a Soul Shard when slain. Malicious Imp damage has been increased and chance to summon a Malicious Imp has been increased to 15% per Soul Shard spent (was 5%).
      • Destruction
        • 2-piece: The chance to trigger the effect is no longer random. Chaos Bolt or Rain of Fire can now be cast for free after every 10 Soul Shards are spent.
        • 4-piece: Name changed from Blasphrit to Blasphemy and now summons a Blasphemy Infernal instead of a generic Infernal. If a Blasphemy Infernal is already active and would be summoned again, its duration is extended by 8 seconds instead and does impact damage at its current location. Additionally, Blasphemy grants Rain of Chaos for his duration if it’s talented.

COVENANTS

  • Soulbinds
    • Venthyr
      • The root effect from Nimble Steps (Nadjia the Mistblade) now properly breaks when enough damage is taken.

PLAYER VERSUS PLAYER

  • New Arena: Maldraxxus Coliseum
  • Shaman
    • Restoration
      • The root effect from Earthgrab Totem (Talent) now properly counts absorbed damage when determining if enough damage has been taken to break the root effect.

RUNECARVING

  • New Legendary belt and Runecarving Power: Cinch of Unity – Empowered with your current covenant’s Runecarving Power that will switch freely alongside your character whenever swapping covenants. Additionally, this new Legendary can be equipped alongside another Shadowlands Legendary in a different armor slot, giving you two powerful legendary effects to boost your power.
    • If you’d like to craft the new covenant-swapping Runecarving Power on a different armor slot, a new Runecarving Memory is available on the Enlightened reputation vendor that will let you do so.
    • Developers’ note: Setzertauren in Oribos has the Legendary belt available for testing on the PTR.
  • Cosmic Flux – A new currency for upgrading Runecarving legendaries, buying items off Enlightened brokers, and for using the new Creation Catalyst feature. Rewarded from a variety of activities in Shadowlands Season 3, such as defeating raid bosses, PvP, Mythic+, Torghast, Tower of the Damned, and Zereth Mortis activities.
    • Developers’ note: The Creation Catalyst will become available in a later PTR build.

TORGHAST, TOWER OF THE DAMNED

  • Anima Powers
    • Monk
      • Corrosive Dosage now stacks up to 3 times (was 5).

ZERETH MORTIS

  • Protoform Synthesis
    • More components and schematics have been added.
  • New side quests are available.

 

Cosa sappiamo sul Jailer e sul nuovo raid? (Attenzione Spoiler)

Per quanto riguarda il nuovo raid di Sepulcher of the First Ones, sappiamo che tutti i boss della sua versione mitica saranno contemporaneamente sbloccati all’inizio della terza settimana dal rilascio della patch, ad una settimana di distanza dal rilascio della versione normale ed eroica dello stesso raid.

Con l’ultimo aggiornamento pubblicato nel PTR alcuni dataminers hanno anche scoperto delle interessantissime informazioni sul Jailer, in particolare il titolo che questo ci garantirà una volta sconfitto, ed anche l’animazione della sua morte una volta che verrà sconfitto nel raid.

Per quanto riguarda gli achievements, sappiamo che i giocatori delle prime 100 gilde dell’Orda e dell’Alleanza che riusciranno a sconfiggere il Jailer (solo quelli che partecipano all’incursione ovviamente, non è un achievement di gilda) in modalità mitica riceveranno il titolo “Famed Slayer of Zovaal the Jailer“.

Queste invece le animazioni della sconfitta del boss, una volta che avremo azzerato i suoi punti vita:

Cosa ne pensate di queste novità community? La discussione, come sempre, è assolutamente aperta! Al prossimo aggiornamento.

Articoli correlati: 

natale powned

Non sapete cosa giocare in questo Natale? Qui alcune opzioni con gli auguri da tutta la redazione di Powned

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

Natale é arrivato anche quest’anno ed ovviamente tutti ora saranno alle prese con i vari cenoni e i regali da scartare, ma sappiamo benissimo come le festività sono anche il periodo perfetto per i videogiocatori.

Noi dalla redazione di Powned tutta volevamo augurarvi un buonissimo Natale, pieno di gioia e soddisfazioni, ma ovviamente non volevamo limitarci solo a questo. Per questo motivo volevamo raccomandarvi gli eventi natalizi/invernali dei maggiori giochi (soprattutto quelli da noi trattati), da potersi godere il 25 Dicembre e non solo.

Potreste partire da Caldera, la nuova mappa di Warzone, dove mentre cercherete di essere i migliori della lobby dovrete sfuggire alla caccia del Krampus. Poi potrete atterrare sull’isola di Fortnite e festeggiare il Mezz’Inverno ricco di oggetti gratuiti direttamente dal rifugio del Sergente Bruma. Tutto questo mentre in gioco combatterete con Pupazzi di Neve e Lancia Palle di Neve.

Spostandoci in casa Blizzard, il Grande Inverno di Hearthstone (festa tipica anche su WoW) é partito da poco e vi regalerà bustine e skin, mentre potrete giocare la tradizionale Rissa natalizia con i regali, rubati, di Great Father. Su Overwatch abbiamo il Winter Wonderlands con tanti nuovi modelli e missioni da completare.

In casa Riot non ci sono dei veri e propri eventi invernali/natalizi, ma per gli appassionati c’é ancora l’evento rubacuori di League of Legends, ricco di missioni da completare e skin a tema. Anche su Legends of Runeterra ci sono nuovi oggetti pronti ad essere acquistati.

Su FIFA 22 siamo nel pieno dell’evento Jolly Invernali (su Ultimate Team), nuove carte evento nei pacchetti, in Obiettivi e Squadra Creazione Rosa. Non vi dimenticate di raccogliere i Gettoni Jolly per poter riscattare, dal 26 Dicembre, tutta una serie di succose ricompense.

Questi sono solo alcuni dei giochi che potrete provare per vivere le feste da gamer nel migliore dei modi. Noi vi facciamo di nuovo il nostro augurio per questo Natale, con la speranza, nel nostro piccolo, di portarvi informazioni e chissà magari anche divertimento nei nostri articoli.

Buone Natale dalla redazione di Powned!