Blizzcon Live Raid : Vincono i Method!

Blizzcon Live Raid : Vincono i Method!

Profilo di Anthrax
 WhatsApp

Benvenuti al resoconto del Live Raid tenutosi poco fa al Blizzcon 2014! Si sono affrontati i Method contro i Midwinter per una sfida fino all’ultimo HP di danno in Higmaul Heroic!
Sul palco oltre Ion Hazzikostas che ha “diretto” la gara c’erano 3 rappresentanti per ogni gilda : per i Midwinter Gondlem – Windwalker Monk,  Slootbag – Protection Paladin, Kaowa – Assassination Rogue mentre per i Method: Blatty – Arcane Mage, Rogerbrown – Marksmanship Hunter, Treckie – Protection Paladin.

A sinistra Treckie (Method), al centro Ion Hazzikostas (Blizzard), a destra Rogerbrown (Method)

 

Dopo i convenevoli Ion ha spiegato che la gara si sarebbe dipanata sui boss “obbligatori” di Altomaglio : Kargath, Twin Ogron, Ko’Ragh e l’Imperatore Mar’gok e ha poi dato lo start.

Il Setup

Molte le somiglianze nel setup 25 man che ha affrontato la sfida: entrambe le gilde optano per la coppia Warrior-Paladino al tanking e per l’utilizzo di Druid e sciamano Healer; i Midwinter iniziano però a 4 healer completando il doppio Druid e Shaman con un Prete Disci mentre i Method utilizzano per tutta la run un setup 5 healer con Paladino, doppio Druido, Shamano e Prete holy.
Lato dps da notare le profonde differenze nel setup : i Method abbondano di lock mentre i Midwinter preferiscono portarne uno solo ma abbondare di Monaci Impeto ed Hunter (addirittura 4). I MW sembrano abusare di class stacking e la cosa potrebbe a prima vista favorirli, sarà così? Scopriamolo!

La Sfida

Entrambe le gilde salgono dall’ascensore dell’Arena di Altomaglio pronti per essere scaraventati nei trash fight iniziali: i Midwinter, forti dell’healer in meno guadagnano preziosi secondi e iniziano con alcuni secondi di vantaggio l’attacco a Kargath Manotagliente; il boss, vuoi per la grande precisione dei giocatori, viene praticamente sciolto da entrambe le gilde e vengono addirittura skippate alcune meccaniche “core” come l’assalto agli spalti dell’arena:  il boss viene sconfitto dai MW con netto anticipo ma qualcosa sta per accadere.

Infatti pochi secondi dopo è la strategia di skippare i trash tramite Shroud of Concealment che garantisce ai Method di guadagnare quasi un minuto sui Midwinter che invece si perdono nei trash pack fino agli Ogron Gemelli.
Sono i Method a pullarli con largo anticipo infatti e il fight va avanti in modo molto tranquillo per entrambe le gilde al netto del vantaggio dei primi; pochi trash li separano dallo Stregone Ko’Ragh e hanno praticamente mantenuto intatto il vantaggio.
Alla morte di Ko’Ragh la situazione rimane invariata con i Method in saldo vantaggio che sfruttano ancora SoC per skippare tutti i trash pack fino a quelli prima del boss finale; i Midwinter si vedono costretti a tirare Heroism e guadagnare parecchi secondi, ma sarà stata la scelta giusta?
L’Imperatore si mostra come il boss di fine raid quale è: un fight complesso e ricco di target switch in cui il focus è sovrano: la tattica dei Method differisce leggermente da quella dei MW per ciò che riguarda le interfasi add e si riassume con un focus selvaggio su uno di essi fino alla sua morte mentre i MW optano per abbassarli insieme: entrambe le scelte sembrano valide quanto a tempistica anche se probabilmente quella Method risulta piu’ safe.
All’abbassarsi della vita però qualcosa cambia ed entrambi i raid iniziano a prendere enormi danni; i Method pronti riescono a counterare le sbollate finali di Mar’gok e a sconfiggerlo rimanendo in prima posizione; i Midwinter invece terminano con 8 morti circa un minuto dopo e sconsolati per l’ennesima delusione (ma mai cocente come quella del Blizzcon 2013!).

Dichiarazioni Dopo-Gara

Nel dopo gara le prime dichiarazioni della gilda vincente nella persona di Rogerbrown qui riassunte e tradotte –   “…ci siamo allenati molto intensamente per questa gara specialmente per ciò che concerne lo skip dei trash; l’unico timore era Emperor Mar’Gok perchè in Beta avevamo fatto qualche wipe di troppo ma fortunatamente è andata bene…”

Dall’altro lato Slootbag per i Midwinter dichiara “…abbiamo perso molto del nostro vantaggio iniziali a causa di un pack di trash aggrato per errore ma abbiamo lottato fino alla fine e avevamo perfino recuperato al boss finale…è stato un peccato non essere riusciti a giocarcela fino in fondo e per poco non abbiamo perfino rischiato il wipe al 2%”

I Midwinter intervistati da CM LorE (Josh Allen)

 

 

E voi cosa ne pensate? Vi è piaciuta la sfida del Live Raid di quest’anno? E cosa ne pensate proprio del raid in sè? Scrivetelo nei commenti qui su Powned.it!

World of Warcraft Classic: Deathwing torna su Azeroth!

World of Warcraft Classic: Deathwing torna su Azeroth!

Profilo di Stak
21/05/2024 19:16 di Marco "Stak" Cresta
 WhatsApp

Azeroth trema mentre Deathwing sorvola il mondo lasciando una scia di cambiamenti radicali al suo passaggio.

Cataclysm Classic è ora disponibile e apre le porte a nuova era per WoW Classic con un’esperienza di progressione migliorata, nuove razze, missioni e molto altro.

Di seguito le novità che i giocatori e le giocatrici troveranno in Cataclysm Classic:

Cambiamenti al mondo esterno

  • I cambiamenti permanenti provocati al paesaggio di Azeroth dalla devastante fuga di Deathwing da Deepholm.
  • Sei nuove zone attendono i giocatori nel loro viaggio verso il nuovo livello massimo di 85.

Nuove razze: Worgen e Goblin

  • Sarà possibile giocare nei panni degli enigmatici e feroci Worgen, abitanti di Gilneas maledetti che hanno imparato a controllare i propri istinti e si sono schierati con l’Alleanza.
  • I giocatori dovranno aiutare il Bilgewater Cartel dei Goblin, che cercano una nuova casa nell’Orda dopo la distruzione dell’isola che era la loro casa a opera di Deathwing.

Nuova professione: Archeologia

  • Archeologia permette a giocatori e giocatrici di scavare in tutta Azeroth per scoprire notizie sulla storia delle razze del passato, ottenendo nel frattempo preziose ricompense.

Qualche cambiamento (#somechanges):

  • In Cataclysm Classic verranno implementate alcune funzionalità non disponibili nella versione originale pubblicata nel 2010:
  • Progressione di livello migliorata: con un ritmo più serrato nell’uscita degli aggiornamenti, verrà data ai personaggi la possibilità di affrontarne i contenuti più rapidamente.
  • Interfaccia aggiornata delle Collections: introdotto per la prima volta in Wrath Classic, ora il nuovo sistema delle trasmogrificazioni sarà gestibile a livello di account.

Cosa ne pensate di questa importante novità community? Siete pronti per l’attesissimo “round 2 ” contro Deathwing?

Articoli correlati: 

World of Warcraft: “le 3 espansioni della The Worldsoul Saga sono già in sviluppo”

World of Warcraft: “le 3 espansioni della The Worldsoul Saga sono già in sviluppo”

Profilo di Stak
29/04/2024 19:00 di Marco "Stak" Cresta
 WhatsApp

Attraverso una serie di dichiarazioni condivise con alcuni media internazionali, gli sviluppatori di World of Warcraft hanno fornito alcuni dettagli inerenti il nuovo ciclo di espansioni che inizierà proprio nel corso del 2024.

La prossima espansione The War Within sarà infatti la prima di 3 espansioni facenti parte della The Worldsoul Saga… Ed a questa si andranno presto ad aggiungere anche l’espansione numero “12”  chiamata “Midnight“, ed anche l’espansione numero 13, chiamata “The Lost Titan“.

L’aspetto più interessante, è che tutte e 3 le espansioni sono al momento in “fase di sviluppo” in quel di Blizzard.

A fornirci questa conferma è direttamente il Vice Presidente di World of Warcraft Holly Longdale, che a Dexerto ha svelato parte della roadmap relativa alle 3 nuove espansioni.

Tutte le espansioni di World of Warcraft – The Worldsoul Saga sono in fase di sviluppo

Lo sviluppo di The War Within terminerà quest’anno. Ma anche l’espansione 12, Midnight, è in fase di sviluppo, anche se ovviamente in una fase diversa da The War Within. Poi ci sarà l’espansione numero 13, ovvero The Lost Titan, anch’esso in fase di sviluppo in una delle fasi iniziali.” ha spiegato Holly Longdale, che ha poi proseguito…

Avere pianificata la storia con così tanto anticipo ci offre molte opportunità. Vogliamo inoltre assicurarci che ci siano fili di collegamento tra tutte le espansioni.  Stiamo anche cercando di distribuire le nostre espansioni più velocemente di quanto abbiamo mai fatto allo stesso tempo, motivo per cui abbiamo uno sviluppo parallelo.” ha quindi concluso Longdale.

Cosa ne pensate di questo sistema di sviluppo “parallelo” per le espansioni di WoW? E soprattutto, cosa dice la community riguardo al fatto che ci sarà molto meno “tempo” del solito tra l’uscita di un’espansione e l’altra?

Fatecelo sapere nei commenti, la discussione, come sempre, è aperta!

Articoli correlati: 

World of Warcraft “The War Within”: scoperta la nuova razza degli Harronir

World of Warcraft “The War Within”: scoperta la nuova razza degli Harronir

Profilo di Stak
29/04/2024 18:48 di Marco "Stak" Cresta
 WhatsApp

I leaker di World of Warcraft hanno identificato almeno una interessantissima novità ancora non annunciata, che potrebbe riguardare molto da vicino l’espansione The War Within.

Dopo il rilascio ufficiale della fase di Alpha test della nuova espansione, i dataminer hanno infatti trovato tantissimi file che riguardano il prossimo capitolo di WoW, di cui però ancora non abbiamo ricevuto alcuna informazione ufficiale.

In particolare, sembra che con The War Within i giocatori potranno godere di una nuova razza giocabile, probabilmente della fazione Alleanza, chiamata Harronir.

I dataminer hanno trovato moltissimi file dedicati agli Harronir, la maggior parte dei quali sembrano inerenti il livello di personalizzazione dei personaggi. L’ampia personalizzazione ha quindi portato a credere che l’Harronir potrebbe essere una razza giocabile, che Blizzard non ha ancora annunciato.

L’anteprima degli Harronir di The War Within – World of Warcraft 

nuova razza warcraft within

Sempre i leaker di WoWhead hanno inoltre ipotizzato che i giocatori incontreranno gli Harronir in zone di livello superiore. Questa conclusione deriva dal fatto che la razza vanta elementi di design che richiamano personaggi del calibro di Elfi, Troll e Venthyr.

Inoltre, il datamine ha rivelato un quest item (un oggetto utile per finire una missione) chiamato Hannan’s Scythe, la cui descrizione si riferisce all’oggetto come ad un’arma in grado di “assorbire il potere della natura per riutilizzarlo“.

Continueremo a monitorare la situazione di The War Within, in attesa di scoprire se gli Harronir rappresenteranno una nuova razza giocabile su World of Warcraft. Voi cosa ne pensate community? La discussione, come sempre, è aperta!

Articoli correlati: