Blizzard annulla diversi ban per utilizzo di “software” non consentiti e pubblica delle nuove patch su Retail e Classic!

Blizzard annulla diversi ban per utilizzo di “software” non consentiti e pubblica delle nuove patch su Retail e Classic!

Profilo di Stak
 WhatsApp

Patch Classic & Retail – Sembra che Blizzard stia continuando ad inviare ban e sospensioni a numerosi giocatori di WoW Classic, questa volta per ragioni diverse rispetto all’ultimo update (ci riferiamo ai ban per gli AFK del PVP, troverete qui altri dettagli).

Diversi giocatori hanno infatti ricevuto un ban (si parla anche di ban molto pesanti, della durata di 6 mesi) per aver utilizzato software non consentiti dal regolamento, compreso ad esempio il celebre ConsolePort che viene usato dai giocatori che utilizzano i controller.

La natura di molti di questi ban è errata, ed infatti Blizzard sta procedendo ormai da diverse ore con la riabilitazione degli account di chi presenta “ricorso”. Un esempio è il caso di Pitchachu, che sui social ha spiegato a quali link ha scritto per garantirsi il ripristino dell’accesso su Azeroth.

L’intervento di Pitchachu sulla questione, ed i link che lui ha consultato per far annullare il suo ban in meno di un’ora: 

It has been fixed for me, I just want to make sure others know. I was very worried at first and I want to make sure others see this to breathe easy! – Pitchachu
This happened to me today and I was able to get it overturned within an hour. – fuck_classic_wow_mod  Do not fear, my ban just got revoked. I suggest you open up a ticket If you haven’t already. – Aporpheus

Oltre a questo si segnalano poi diverse novità lato patch, con gli sviluppatori di Blizzard che hanno presentato dei nuovi interventi sia sulla versione retail che su quella di WoW Classic.

Iniziando dalla prima, i devs hanno pubblicato sulla versione 9.1 del PTR alcuni interventi mirati per il PVP del Demon Hunter ed in particolare per la spec Havoc, che riceve anch’essa un nuovo talento chiamato Isolated Prey (mentre, oltre al resto degli aggiornamenti per la classe, viene anche rimosso l’Eye of Leotharas).

Modifiche in arrivo anche per il Druido, l’Hunter ed il Priest (tutti lato PVP), con l’ultimo che riceve in particolare degli update sia per la sua specializzazione Holy che per la Shadow.

Ecco tutte le note relative ad entrambi i titoli dedicati al mondo di Azeroth:

Patch Retail

  • Demon Hunter
    • New PvP Talent: Chaotic Imprint.
    • Imprison now lasts for 4 seconds in PvP combat (was 3 seconds).
    • Detainment (PvP Talent) now increases the duration of Imprison by 1 second (was 2 seconds) and no longer increases Imprison’s cooldown.
    • Unending Hatred (PvP Talent) now generates Fury from all damage sources (previously was just magic damage taken) and its Fury generation has been increased by 50%.
    • Havoc
      • New PvP Talent: Isolated Prey
      • Cover of Darkness has been redesigned – The radius of Darkness is increased by 4 yards and its duration is increased by 2 seconds.
      • Demonic Origins (PvP Talent) now reduces the duration of Metamorphosis by 10 seconds (was 15 seconds).
      • Blur now correctly grants 50% Dodge while active in PvP combat (was granting a reduced value).
      • Darkness now grants a 50% chance to avoid damage while in PvP Combat (was 20%).
      • Eye of Leotharas (PvP Talent) has been removed.
  • Druid
    • Feral
      • Infected Wounds now lasts for 12 seconds in PvP combat (was 8 seconds).
      • Leader of the Pack (PvP Talent) can now proc from critical strikes with spells and it can now only occur every 8 seconds (was 6 seconds).
      • Wicked Claws (PvP Talent) now reduces healing received by 10% per stack (was 12.5% per stack).
      • Savage Momentum (PvP Talent) now reduces the cooldown of Dash by 10 seconds (was Stampeding Roar).
      • Freedom of the Herd (PvP Talent) now also reduces the cooldown of Stampeding Roar by 1 minute in addition to its current effect.
      • King of the Jungle (PvP Talent) now stacks up to 4 times and its movement speed increase can stack with other movement speed increasing effects.
  • Hunter
    • New PvP Talent: Wild Kingdom
    • Beast Mastery
      • New PvP Talent: Kindred Beasts
      • The Beast Within (PvP Talent) has been redesigned – You and all allied pets within 40 yards gain 15% attack speed, and immunity to Fear and Horror effects.
  • Priest
    • Holy
      • Holy Word: Concentration has been renamed to Sanctified Ground and has been slightly redesigned – Holy Word: Sanctify now causes its current effect, duration has been reduced to 5 seconds (was 8 seconds) and its radius has been increased to 10 yards (from 8 yards).
      • Greater Heal (PvP Talent) cooldown decreased to 12 seconds (was 15 seconds) and now ignores healing reduction effects except for Dampening.
      • Spirit of the Redeemer (PvP Talent) cooldown reduced to 2 minutes (was 3 minutes).
    • Shadow
      • New PvP Talent: Megalomania
      • New PvP Talent: Void Volley
      • Psyfiend (PvP Talent) now spawns with 10% of the Priest’s maximum health (was 10 health).

RUNECARVING

  • New Runecarving Powers
    • Priest has new powers available in the May 25 update.

Patch WoW Classic

Burning Crusade Classic

  • Classes
    • Fixed an issue where boosted character skills weren’t leveled up.
    • [NA realms only] Cloned characters with unclaimed mail in their mailbox can now be deleted.
    • Warrior
  • Dungeons and Raids
    • Fixed an issue where Zul’Gurub and Onyxia raid reset times were not displaying correctly.
  • Quests

WoW Classic

  • [NA realms only] Cloned characters with unclaimed mail in their mailbox can now be deleted.

 

Cosa ne pensate community?
La discussione, come sempre, è aperta!

Articoli correlati: 

L’Orda ha la sua TOP100 su Sepulcher! Ancora in “alto mare” l’Alleanza

L’Orda ha la sua TOP100 su Sepulcher! Ancora in “alto mare” l’Alleanza

Profilo di Stak
 WhatsApp

Orda Sepulcher – Durante la scorsa settimana si è finalmente andato a concludere il ranking Top100 delle gilde orda su Sepulcher of the First Ones.

Infatti, grazie alle ultime kill ottenute lo scorso 10 Maggio dagli americani di HC e Unity, e dagli europei di Pure e Экзекьют, si è andata a comporre la Hall of Fame ufficiale per quest’altra incredibile corsa al Progress.

Ricordiamo che la vittoria è andata agli Echo, seguiti dai Method, gli Skyline, gli SK Pieces ed i Liquid, con ben altre 4 gilde cinesi a seguire all’interno della top10.

Decisamente peggiore la situazione dell’Alleanza, con la Hall of Fame che al momento riporta solamente 12 organizzazioni in tutto il mondo. La prima di queste, i cinesi 绝世, sono riusciti ad abbattere la versione mitica del Jailer solamente l’11 di Aprile, a quasi un mese di distanza dalla World First Kill ottenuta sul medesimo boss dagli Echo.

L’aspetto più interessante da notare in questo caso, è che la maggioranza delle gilde Alleanza sono asiatiche, e che solamente una di queste, gli Honolulu di Sylvanas, gioca dall’Europa.

Andiamo a vedere tutti i dettagli con la Hall of Fame completa dell’Orda:

Clicca qui o l’immagine in basso, per accedere al ranking completo con i nomi di tutte e 100 le gilde che hanno concluso Sepulcher of the First Ones.

 

Il punto sul progress italiano

Per quanto riguarda la situazione delle org impegnate su Sepulcher, si segnala che gli Unreal di Nemesis si trovano al momento a 10/11, e da poco hanno iniziato il loro progress sul Jailer mitico.

Questa l’attuale Top10:

# Gilda/Server Progress
1 10/11 M
2 7/11 M
3 7/11 M
4 7/11 M
5 7/11 M
6 7/11 M
7 7/11 M
8 6/11 M
9 6/11 M
10 5/11 M

Cosa ne pensate di questa situazione community? Avreste mai immaginato una tale “emorragia” di gilde Alleanza nella scena occidentale di World of Warcrft?

La discussione, come sempre, è aperta!

Articoli correlati: 

La World First di Sunwell Plateau ottenuta da una gilda cinese!

La World First di Sunwell Plateau ottenuta da una gilda cinese!

Profilo di Stak
 WhatsApp

World First Sunwell Plateau – Straordinario risultato ottenuto da una gilda di un server cinese su World of Warcraft Classic!

Stiamo parlando degli Old School, gilda cinese dell’Orda che è riuscita in una manciata di minuti a completare il “nuovo” raid di Sunwell Plateau.

Pensate che per l’abbattimento di tutti i boss, compreso Kil’jaeden, è stato ottenuto in poco più di 50 minuti totali!

La run, che potrete trovare su Twitch cliccando qui, ha visto gli Old School avere la meglio su più di 100 gilde, che sono già riuscite ad ottenere il medesimo risultato.

Al momento sono poco meno di 150 le organizzazioni che sono riuscite a superare Kil’jaeden, con gli Avatar, i PROGRESS ed i WELCOME (tutte gilde Alleanza) che hanno concluso Sunwell a pochi minuti di distanza.

Gilde impegnate nella World First: anche i Midwinter salutano la scena! 

Dopo le notizie non positive giunte da casa SK Gaming sembra che anche un’altra storica protagonista delle World First si appresta ad appendere mouse e tastiera al chiodo.

La gilda è quella dei Midwinter, storica realtà nordamericana protagonista di tutti i raid di questi ultimi anni. Detentori di svariate World First come quella su Wrathion, su Maut o su Ursoc, i Midwinter hanno annunciato  con un triste post su Twitter lo scioglimento ufficiale del loro avventura.

Ecco il post:

Cosa ne pensate di questa vicenda community? Quella dei Midwinter è secondo voi una situazione isolata? La discussione, come sempre, è aperta!

Articoli correlati: 

Attacco DDoS a Blizzard: problemi di connessione nel server americano

Attacco DDoS a Blizzard: problemi di connessione nel server americano

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

Una situazione problematica si è verificata questa notte sui server di Blizzard ed ha portato grosse difficoltà a tutti i giocatori del server americano. Si tratta di un attacco DDoS che ha paralizzato i servizi dell’azienda di Irvine nel Nuovo Continente.

Per i meno avvezzi alla terminologia informatica, gli attacchi DDoS (Distributed Denial of Service) sono pratiche informatiche (di hacker) in grado di affollare i server delle aziende con un elevatissimo traffico di dati limitando o paralizzando del tutto i normali servizi.

Potete immaginare come questa pratica abbiamo interrotto il normale afflusso di dati sulla piattaforma Battle.Net. Il problema, però, è stato limitato solamente sul server americano, ma ha comunque provocato una marea di disservizi a migliaia di giocatori.

Molti soffrivano enorme latenza, mentre molti altri sono stati disconnessi senza possibilità di rientrare nei loro giochi preferiti per almeno un’ora, quando Blizzard ha annunciato di aver risolto il problema dell’attacco DDoS ed ha richiesto di riprovare a rientrare in game.

Per almeno un’altra ora, però, i giocatori hanno avuto problemi. Ma pian piano le cose sembrano esser rientrate e tutti i servizi ripartiti con la solita regolarità. Non si conoscono ancora i motivi di questo attacco DDoS, evento che non accade con frequenza elevata

Il tweet ufficiale

Che ne pensate di questa situazione? Avete avuto problemi sul server americano per l’attacco DDoS a Blizzard? Fateci sapere la vostra…

Articoli Correlati: