WoW: ancora modifiche e bilanciamenti per Dungeon, Raid e per alcune classi PVP

WoW: ancora modifiche e bilanciamenti per Dungeon, Raid e per alcune classi PVP

Profilo di Stak
 WhatsApp

WoW PVP – Un’altra imponente carrellata di novità giunge su Azeroth con ben 3 diversi interventi di bilanciamento/hotfix degli sviluppatori.

Iniziamo segnalando tantissimi nerf/buff per i Dungeon ed i Raid, vedendo ad esempio i numerosi interventi di tuning per ben sette boss del Castello di Narthia: tra questi finiscono nella rete dei devs anche dei boss della modalità mitica e Sire Denathrius che vede ridotta del 10% la vita del Crimson Cabalist nelle modalità Raid Finder, Normal ed Heroic.

Come abbiamo accennato in precedenza le modifiche riguardano anche i dungeon come The Eternal Palace e The Necrotic Wake, con tutta una serie di modifiche che servono a rendere meno ostico l’affrontare questi contenuti.

Segnaliamo infine anche dei numerosi bilanciamenti in arrivo per le classi PVP di WoW, su tutte il Death Knight Unholy, gli Hunter Marksmanship e Beast Mastery, ma anche i Mage Fire e Frost, il Monk Mistweaver (per cui abbiamo assistito ad un pesante buff del 20% al mana regen quando è in combat) ed il Paladino Holy (che al contrario vede ridotto del 30% il mana regen in combattimento).

Ecco tutte le note pubblicate direttamente sul sito ufficiale:

Classes

  • Mage
    • Ring of Frost (Talent) will now always show its cast location visual effect.

Covenants

  • Fixed an issue where the first chapter of the covenant campaign could display as incomplete for characters who returned to the Kyrian and Necrolord covenants after joining a different covenant.

Dungeons and Raids

  • Castle Nathria
    • Artificer Xy’mox
      • [With regional restarts] Glyph of Destruction damage reduced by up to 20%, depending on group size, on Raid Finder, Normal, and Heroic difficulties.
      • [With regional restarts] Withering Touch damage reduced by up to 20%, depending on group size, on Raid Finder, Normal, and Heroic difficulties.
    • Sun King’s Salvation
      • [With regional restarts] Soul Infusers, Vile Occultists, Bleakwing Assassins, Pestering Fiends, and Rockbound Vanquishers’ health reduced by 10% on Raid Finder, Normal, and Heroic difficulties.
    • Lady Inerva Darkvein
      • [With regional restarts] Lady Inerva Darkvein now throws fewer bottles for smaller raid sizes, scaling from 1 to 3 (was 2 to 3) on Normal difficulty, and scaling from 2 to 4 (was 3 to 4) on Heroic difficulty.
      • [With regional restarts] Anima Web now does up to 20% less damage for raids with fewer than 30 players on Normal and Heroic difficulties.
      • [With regional restarts] Shared Suffering now does up to 20% less damage for raids with 10 players on Normal and Heroic difficulties.
      • [With regional restarts] Base health for Conjured Manifestations and Harnessed Specters is now lower for raids with fewer than 30 players on Normal and Heroic Raid difficulties.
    • Council of Blood
      • Nadjia’s Familiar Predicaments (Venthyr Soulbind) will no longer unintentionally reduce the duration of Dancing Fever.
    • Sludgefist
      • [With regional restarts] Fixed an issue that caused Chain Slam damage to not scale correctly with group size on Heroic difficulty.
      • [With regional restarts] Chain Slam damage reduced by up to 35%, depending on group size, on Heroic difficulty.
      • [With regional restarts] Colossal Roar damage reduced by up to 20%, depending on group size, on Raid Finder, Normal, and Heroic difficulties.
    • Stone Legion Generals
      • [With regional restarts] Overall damage scaling updated, with damage having been decreased by 25% for 10-player raids and increased by 10% for 30-player raids on Raid Finder and Normal difficulties.
      • [With regional restarts] Overall damage scaling updated, with damage having been decreased by 33% for 10-player raids and increased by 17% for 30-player raids on Heroic difficulties.
      • [With regional restarts] Stone Legion Goliath health decreased 11.1% on Mythic difficulty.
      • [With regional restarts] Stone Legion Skirmisher health decreased 10% on Mythic difficulty.
      • [With regional restarts] Heart Rend now targets 1 to 3 players, scaling from 10 to 30-player raid sizes, on Heroic difficulty.
      • [With regional restarts] Seismic Upheaval now targets 4 to 10 players, scaling from 10 to 30-player raid sizes, on Normal and Heroic difficulties.
      • [With regional restarts] Seismic Upheaval now targets 3 to 5 players, scaling from 10 to 30-player raid sizes, on Raid Finder difficulty.
      • [With regional restarts] Wicked Laceration damage now scales with the number of players on Normal and Heroic difficulties.
    • Sire Denathrius
      • [With regional restarts] Crimson Cabalist health reduced by up to 10%, depending on group size, on Raid Finder, Normal, and Heroic difficulties.
      • Improved the visibility of Crescendo.
  • Mythic Keystone Dungeons
    • Fixed an issue where the beneficial effect of the Prideful affix would not be applied to Priests in Spirit of Redemption form.
  • De Other Side
    • [With regional restarts] Mythic Keystone timer increased to 43 minutes (was 41 minutes).
    • Hakkar
      • [With regional restarts] Son of Hakkar melee damage reduced by 50%.
      • [With regional restarts] Blood Nova damage reduced by 20%.
    • Dealer Xy’exa
      • [With regional restarts] Arcane Lightning damage reduced by 25%.
  • Spires of Ascension
    • Ventunax
      • [With regional restarts] Dark Stride duration decreased to 15 seconds (was 20 seconds).
  • The Necrotic Wake
    • Nalthor the Rimebinder
      • [With regional restarts] Champion’s Boon duration increased to 30 seconds (was 15 seconds).
  • Theater of Pain
    • Xav the Unfallen
      • [With regional restarts] Health reduced by 10%.
  • The Eternal Palace
    • Blackwater Behemoth
      • Fixed an issue where the encounter doors would not open if Blackwater Behemoth was defeated quickly.
      • Fixed an issue where the Darkwater Jellyfish would sometimes not despawn after the encounter ends.

Items and Rewards

  • [With regional restarts] Increased the amount of Anima dropped by Mythic Keystone Dungeons and Raid bosses:
    • Completing a Mythic Keystone at +7 to 9 will now award 2 Rare Anima items.
    • Completing a Mythic Keystone at +10 and higher will now awards 3 Rare Anima items.
    • The first 8 bosses in Castle Nathria will now drop 3 Anima items.
    • Stone Generals and Sire Denathrius will now drop 5 Anima items.
  • Love is in the Air items are now more appropriately item leveled.
  • Fixed an issue that would cause the Empyreal Ordnance buff missiles to fail to return if the player moved outside the initial 40 yard range. The missile buff should now return to the player up to 100 yards away.

WoW PVP

  • [With regional restarts] Fixed an issue where sometimes an Azerite node could spawn on top of an existing Azerite node in the Seething Shore battleground.
  • [With regional restarts] Reduced the time it takes to gather an Azerite node to 6 seconds (was 7 seconds).
  • Death Knight
    • Unholy
      • [With regional restarts] Necrotic Strike now absorbs up to 6% of the target’s health (was 4%).
      • [With regional restarts] Virulent Plague and Virulent Eruption are no longer reduced by 10% when engaged in combat with enemy players.
  • Hunter
    • Marksmanship
      • [With regional restarts] Careful Aim now deals 35% bonus damage when engaged in combat with enemy players (was 20%).
    • Beast Mastery
      • [With regional restarts] Bestial Wrath’s effectiveness is no longer reduced by 20% when engaged in combat with enemy players.
  • Mage
    • [With regional restarts] Dampened Magic (PvP Talent) reduces magical damage over time effects by 10% (was 20%).
    • Frost
      • [With regional restarts] Glacial Spike (Talent) is no longer reduced by 20% when engaged in combat with enemy players.
      • [With regional restarts] Ray of Frost (Talent) is no longer reduced by 15% when engaged in combat with enemy players.
    • Fire
      • [With regional restarts] Pyrokinesis (PvP Talent) reduces Combustion’s cooldown by 3 seconds (was 5 seconds).
  • Monk
    • Mistweaver
      • [With regional restarts] Chrysalis (PvP Talent) reduces Life Cocoon’s cooldown by 40 seconds (was 25 seconds).
      • [With regional restarts] Mana regeneration increased by 20% when engaged in combat with enemy players.
  • Paladin
    • Holy
      • [With regional restarts] Damage transferred through Ultimate Sacrifice (PvP Talent) is no longer affected by Blessing of Sacrifice’s Rank 2 upgrade.
      • [With regional restarts] Mana regeneration is decreased by 30% when engaged in combat with enemy players.

WoW Classic

  • Lunar Festival quests that were completed last year can once again be completed after revisiting Stormwind or Orgrimmar.

 

Cosa ne pensate community?
La discussione, come sempre, è assolutamente aperta!

Articoli correlati: 

La World First di Sunwell Plateau ottenuta da una gilda cinese!

La World First di Sunwell Plateau ottenuta da una gilda cinese!

Profilo di Stak
 WhatsApp

World First Sunwell Plateau – Straordinario risultato ottenuto da una gilda di un server cinese su World of Warcraft Classic!

Stiamo parlando degli Old School, gilda cinese dell’Orda che è riuscita in una manciata di minuti a completare il “nuovo” raid di Sunwell Plateau.

Pensate che per l’abbattimento di tutti i boss, compreso Kil’jaeden, è stato ottenuto in poco più di 50 minuti totali!

La run, che potrete trovare su Twitch cliccando qui, ha visto gli Old School avere la meglio su più di 100 gilde, che sono già riuscite ad ottenere il medesimo risultato.

Al momento sono poco meno di 150 le organizzazioni che sono riuscite a superare Kil’jaeden, con gli Avatar, i PROGRESS ed i WELCOME (tutte gilde Alleanza) che hanno concluso Sunwell a pochi minuti di distanza.

Gilde impegnate nella World First: anche i Midwinter salutano la scena! 

Dopo le notizie non positive giunte da casa SK Gaming sembra che anche un’altra storica protagonista delle World First si appresta ad appendere mouse e tastiera al chiodo.

La gilda è quella dei Midwinter, storica realtà nordamericana protagonista di tutti i raid di questi ultimi anni. Detentori di svariate World First come quella su Wrathion, su Maut o su Ursoc, i Midwinter hanno annunciato  con un triste post su Twitter lo scioglimento ufficiale del loro avventura.

Ecco il post:

Cosa ne pensate di questa vicenda community? Quella dei Midwinter è secondo voi una situazione isolata? La discussione, come sempre, è aperta!

Articoli correlati: 

Attacco DDoS a Blizzard: problemi di connessione nel server americano

Attacco DDoS a Blizzard: problemi di connessione nel server americano

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

Una situazione problematica si è verificata questa notte sui server di Blizzard ed ha portato grosse difficoltà a tutti i giocatori del server americano. Si tratta di un attacco DDoS che ha paralizzato i servizi dell’azienda di Irvine nel Nuovo Continente.

Per i meno avvezzi alla terminologia informatica, gli attacchi DDoS (Distributed Denial of Service) sono pratiche informatiche (di hacker) in grado di affollare i server delle aziende con un elevatissimo traffico di dati limitando o paralizzando del tutto i normali servizi.

Potete immaginare come questa pratica abbiamo interrotto il normale afflusso di dati sulla piattaforma Battle.Net. Il problema, però, è stato limitato solamente sul server americano, ma ha comunque provocato una marea di disservizi a migliaia di giocatori.

Molti soffrivano enorme latenza, mentre molti altri sono stati disconnessi senza possibilità di rientrare nei loro giochi preferiti per almeno un’ora, quando Blizzard ha annunciato di aver risolto il problema dell’attacco DDoS ed ha richiesto di riprovare a rientrare in game.

Per almeno un’altra ora, però, i giocatori hanno avuto problemi. Ma pian piano le cose sembrano esser rientrate e tutti i servizi ripartiti con la solita regolarità. Non si conoscono ancora i motivi di questo attacco DDoS, evento che non accade con frequenza elevata

Il tweet ufficiale

Che ne pensate di questa situazione? Avete avuto problemi sul server americano per l’attacco DDoS a Blizzard? Fateci sapere la vostra…

Articoli Correlati:

Azshara, la regina corrotta dagli Dei

Azshara, la regina corrotta dagli Dei

Profilo di Moria
 WhatsApp

La nuova espansione di Hearthsone, Rotta per la Città Sommersa, ha ormai colpito il meta attuale portando numerose novità, tra cui la nuova tipologia di servitori Naga e personaggi interessanti, prima tra tutti la regina Azshara.

Ma chi è Azshara e dove si trova la città sommersa? Scopriamolo insieme immergendoci nella storia della regina corrotta dagli Dei (direttamente da Warcraft).

La regina Azshara e la magia arcana

Ci troviamo a 10 mila anni prima della prima grande guerra. In quel periodo Azshara era la regina dei Kaldorei, noti anche come elfi della notte, e governava con benevolenza e carità. Era amata da tutti perché si batteva affinché il suo popolo vivesse in pace.

Affascinata dalla magia arcana, costruì un palazzo ai margini del pozzo dell’eternità, per studiarla e servirsene. Presto Azshara, insieme ai suoi seguaci, riuscì a controllare la magia ma non si limitò a questo.

Curiosa di scoprirne i limiti e la potenza, usò la magia contro se stessa, sempre più spesso e senza precauzioni fino a trasformarla in linfa vitale per la sua esistenza.

Il potere di Sargeras

L’uso smodato della magia attirò Sargeras, il titano oscuro e creatore della Legione Infuocata, che promise, ad Azshara, poteri inimmaginabili e un futuro rigoglioso.

La regina, impressionata, accettò e in cambio promise di aiutare il titano a passare nel loro mondo.

Ma l’oscurità di Sargeras era al di là di ogni immaginazione. Ben presto gli eletti di Azshara caddero nelle sue mani e lo aiutarono ad aprire un portale dimensionale nel pozzo dell’eternità, per permettere a Sargeras e a tutti gli altri demoni di giungere ad Azeroth.

La guerra degli Antichi

I demoni cominciarono a sovrastare la città e Azshara, soggiogata dal potere oscuro e ormai impazzita, si schierò dalla loro parte.

Fu così che Malfurion Grantempesta, insieme a tutti i druidi, intervenne per salvare la città dai demoni, cercando di chiudere il portale.

La regina scagliò tutta la sua potenza sui druidi, uccidendoli. Ma Malfurion, aiutato da Tyrande, la sacerdotessa di Elune, non si arrese e attaccò.

Il potere della magia arcana di Azshara intaccò quello del portale che cominciò a collassare.

La corruzione degli Dei Antichi

Malfurion decise di utilizzare un’arma primitiva: l’anima dei draghi, ottenuta da Alamorte, a causa della corruzione che gli Dei Antichi ebbero su di lui.

Grazie al sacrificio dell’orco Broxigar, Malfurion riuscì a distrarre Sargeras e usò l’anima dei draghi per chiudere il portale che implose, provocando un cataclisma dalle proporzioni colossali.

Azshara e tutto il suo popolo venne sommersa e trascinata nei fondali del mare. È qui che conobbe N’Zoth, il Dio Antico desideroso di ritornare in libertà dopo anni di prigionia.

Promise potenza eterna in cambio di aiuto nella lotta contro i suoi nemici. Ancora una volta Azshara accettò, a patto di essere riconosciuta come regina e non come schiava.

Nacque, così la regina della città sommersa, una naga dai poteri inimmaginabili.

(Potete vedere il video dell’incontro tra Azshara e N’zoth A QUESTO LINK)

Articoli correlati: