Al via la 2° ALA RDI di Nathria. Online anche dei nuovi hotfix

Al via la 2° ALA RDI di Nathria. Online anche dei nuovi hotfix

Profilo di Stak
 WhatsApp

Castello di Nathria – Con il Mercoledì dell’Epifania giungono su World of Warcraft diversi interessanti aggiornamenti, su tutti l’apertura della nuova ala del Castello di Nathria nella Ricerca delle Incursioni ma anche una nuova lista di hotfix.

Come mostrato anche dal calendario sotto, oggi inizia quindi la parte del Castello che comprende la Salvezza del Re del Sole, l’Ingegnere Xy’mox ed il Concilio del Sangue mentre la terza e la quarta (ed ultima) ala del raid saranno disponibili, rispettivamente, il 20 Gennaio ed il 3 Febbraio.

Calendario Ricerca delle Incursioni – Nathria

Clicca qui per visualizzare tutte le informazioni ufficiali su questo contenuto.

  • 6 gennaio – Ricerca delle incursioni – Ala 2 (Salvezza del Re del Sole, Ingegnere Xy’mox, Concilio del Sangue)
  • 20 gennaio – Ricerca delle incursioni – Ala 3 (Alagrigia, Picchiapoltiglia, Generali della Legione di Pietra)
  • 3 febbraio – Ricerca delle incursioni – Ala 4 (Sire Denathrius)

Tra gli hotfix pubblicati questa mattina, vediamo invece che i devs si sono voluti concentrare ancora una volta sulle Congreghe, sulle Quest ed anche sul contenuto di Torghast, di cui ieri abbiamo visto l’introduzione del nuovo livello dei Corridoi Contorti, e per il quale è stato rimosso il delay sulla storyline quest di Bolvar Fordragon.

Andiamo a vedere tutti i dettagli di seguito.

Covenants

  • Kyrian
    • Fixed an issue to make it easier for multiple players in the area to receive credit properly during the quest “Succumbing to Pride.”
    • Alexandros Mograine will once again properly assist players during the quest “Pursuit of Justice.”
    • Fixed an issue where players who abandoned the quest “The Blue Seed” would be unable to exit the cave to destroy the bramble wall after accepting the quest again.
    • Fixed an issue where the point of interest indicator on the map for “Through Glass” could be in the wrong location for characters that died and released.
  • Night Fae
    • Soothing Voice (Dreamweaver Soulbind) can now be removed by effects such as Hand of Freedom.
    • The starting location for “Searching the Grove” now has a point of interest indicator and should now be easier to see on the map.
  • Venthyr
    • Fixed an issue that caused the quest “Sanctum Upgrade: Mirror Network” to display twice for players who had completed Laurent’s rescue mission.
    • Fixed an issue with the Campaign Chapter progress text requesting players to rescue Laurent from the Ember Ward instead of the correct requirements to complete the chapter.

Creatures and NPCs

  • Resolved an issue that could cause players to be unable to loot Shadowlands’ World Bosses if the boss is defeated while the player is offline.
  • Iceshatters’ Pulsing Shards now deal appropriate damage.

Dungeons and Raids

  • Castle Nathria
    • [For realms in the NA region only] Resolved an issue that could prevent the door leading towards Artificer Xy’mox from opening after defeating Sun King’s Salvation in Raid Finder Wing 2, “Reliquary of Opulence.”
  • De Other Side
    • Mueh’zala
      • Resolved an issue where Crushed Soul damage was higher than intended on Mythic Keystone difficulty.
  • Timewalking
    • Lowered the amount of loot per person in Timewalking raids to better match Shadowlands raid drop rates.

Items and Rewards

  • Covenant set bonuses now fade immediately when the armor granting the set bonus is removed.
  • The Path of Greed effect gained when opening certain Revendreth Treasures can now be removed by right clicking the effect’s icon.

Pet Battles

  • Certain low-level pet battle quests are no longer suppressed for characters that have not done the introductory quests to Battle for Azeroth.

Quests

  • Fixed an issue where some Threads of Fate players were unable to use the Sinfall Flight Master.
  • Fixed an issue where the Tithelord could sometimes become stuck during the first phase of the quest “The Tithelord.”
  • Fixed an issue where level 50 characters could not accept the Twilight Highlands quest “Twilight Shores.”
  • Fixed an issue where the quest “Light Camera Action” would be unavailable to certain characters.

Torghast, Tower of the Damned

  • [Live on NA realms. With regional restarts for other regions] Removed some of the weekly delays between certain Bolvar Fordragon Torghast storyline quests.
  • Anima Powers
    • Fixed an issue where Demon Hunter, Death Knight, Monk and Rogue class-specific anima powers were not appearing in Plundered Anima Cells.
    • Death Knight
      • The Horsemen’s Call now resets the cooldown of Death Gate when ascending floors.

World Quests

  • Fixed an issue during the Bastion world quest “Things Remembered” where players could fail to receive credit for Kalisthene’s portion of the achievement, What Bastion Remembered.
  • The enemies required for “Allay Their Fears” now respawn faster.

 

Cosa ne pensate community?
La discussione, come sempre, è assolutamente aperta!

Articoli correlati: 

L’Orda ha la sua TOP100 su Sepulcher! Ancora in “alto mare” l’Alleanza

L’Orda ha la sua TOP100 su Sepulcher! Ancora in “alto mare” l’Alleanza

Profilo di Stak
 WhatsApp

Orda Sepulcher – Durante la scorsa settimana si è finalmente andato a concludere il ranking Top100 delle gilde orda su Sepulcher of the First Ones.

Infatti, grazie alle ultime kill ottenute lo scorso 10 Maggio dagli americani di HC e Unity, e dagli europei di Pure e Экзекьют, si è andata a comporre la Hall of Fame ufficiale per quest’altra incredibile corsa al Progress.

Ricordiamo che la vittoria è andata agli Echo, seguiti dai Method, gli Skyline, gli SK Pieces ed i Liquid, con ben altre 4 gilde cinesi a seguire all’interno della top10.

Decisamente peggiore la situazione dell’Alleanza, con la Hall of Fame che al momento riporta solamente 12 organizzazioni in tutto il mondo. La prima di queste, i cinesi 绝世, sono riusciti ad abbattere la versione mitica del Jailer solamente l’11 di Aprile, a quasi un mese di distanza dalla World First Kill ottenuta sul medesimo boss dagli Echo.

L’aspetto più interessante da notare in questo caso, è che la maggioranza delle gilde Alleanza sono asiatiche, e che solamente una di queste, gli Honolulu di Sylvanas, gioca dall’Europa.

Andiamo a vedere tutti i dettagli con la Hall of Fame completa dell’Orda:

Clicca qui o l’immagine in basso, per accedere al ranking completo con i nomi di tutte e 100 le gilde che hanno concluso Sepulcher of the First Ones.

 

Il punto sul progress italiano

Per quanto riguarda la situazione delle org impegnate su Sepulcher, si segnala che gli Unreal di Nemesis si trovano al momento a 10/11, e da poco hanno iniziato il loro progress sul Jailer mitico.

Questa l’attuale Top10:

# Gilda/Server Progress
1 10/11 M
2 7/11 M
3 7/11 M
4 7/11 M
5 7/11 M
6 7/11 M
7 7/11 M
8 6/11 M
9 6/11 M
10 5/11 M

Cosa ne pensate di questa situazione community? Avreste mai immaginato una tale “emorragia” di gilde Alleanza nella scena occidentale di World of Warcrft?

La discussione, come sempre, è aperta!

Articoli correlati: 

La World First di Sunwell Plateau ottenuta da una gilda cinese!

La World First di Sunwell Plateau ottenuta da una gilda cinese!

Profilo di Stak
 WhatsApp

World First Sunwell Plateau – Straordinario risultato ottenuto da una gilda di un server cinese su World of Warcraft Classic!

Stiamo parlando degli Old School, gilda cinese dell’Orda che è riuscita in una manciata di minuti a completare il “nuovo” raid di Sunwell Plateau.

Pensate che per l’abbattimento di tutti i boss, compreso Kil’jaeden, è stato ottenuto in poco più di 50 minuti totali!

La run, che potrete trovare su Twitch cliccando qui, ha visto gli Old School avere la meglio su più di 100 gilde, che sono già riuscite ad ottenere il medesimo risultato.

Al momento sono poco meno di 150 le organizzazioni che sono riuscite a superare Kil’jaeden, con gli Avatar, i PROGRESS ed i WELCOME (tutte gilde Alleanza) che hanno concluso Sunwell a pochi minuti di distanza.

Gilde impegnate nella World First: anche i Midwinter salutano la scena! 

Dopo le notizie non positive giunte da casa SK Gaming sembra che anche un’altra storica protagonista delle World First si appresta ad appendere mouse e tastiera al chiodo.

La gilda è quella dei Midwinter, storica realtà nordamericana protagonista di tutti i raid di questi ultimi anni. Detentori di svariate World First come quella su Wrathion, su Maut o su Ursoc, i Midwinter hanno annunciato  con un triste post su Twitter lo scioglimento ufficiale del loro avventura.

Ecco il post:

Cosa ne pensate di questa vicenda community? Quella dei Midwinter è secondo voi una situazione isolata? La discussione, come sempre, è aperta!

Articoli correlati: 

Attacco DDoS a Blizzard: problemi di connessione nel server americano

Attacco DDoS a Blizzard: problemi di connessione nel server americano

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

Una situazione problematica si è verificata questa notte sui server di Blizzard ed ha portato grosse difficoltà a tutti i giocatori del server americano. Si tratta di un attacco DDoS che ha paralizzato i servizi dell’azienda di Irvine nel Nuovo Continente.

Per i meno avvezzi alla terminologia informatica, gli attacchi DDoS (Distributed Denial of Service) sono pratiche informatiche (di hacker) in grado di affollare i server delle aziende con un elevatissimo traffico di dati limitando o paralizzando del tutto i normali servizi.

Potete immaginare come questa pratica abbiamo interrotto il normale afflusso di dati sulla piattaforma Battle.Net. Il problema, però, è stato limitato solamente sul server americano, ma ha comunque provocato una marea di disservizi a migliaia di giocatori.

Molti soffrivano enorme latenza, mentre molti altri sono stati disconnessi senza possibilità di rientrare nei loro giochi preferiti per almeno un’ora, quando Blizzard ha annunciato di aver risolto il problema dell’attacco DDoS ed ha richiesto di riprovare a rientrare in game.

Per almeno un’altra ora, però, i giocatori hanno avuto problemi. Ma pian piano le cose sembrano esser rientrate e tutti i servizi ripartiti con la solita regolarità. Non si conoscono ancora i motivi di questo attacco DDoS, evento che non accade con frequenza elevata

Il tweet ufficiale

Che ne pensate di questa situazione? Avete avuto problemi sul server americano per l’attacco DDoS a Blizzard? Fateci sapere la vostra…

Articoli Correlati: